«

»

ago 10

Stampa Articolo

Lavaggio e manutenzione dell’atomizzatore della sigaretta elettronica

Articolo letto 59738 volte.

Per assicurare all’atomizzatore una lunga vita e un funzionamento esemplare è necessario, ogni tanto, sottoporlo ad un minimo di manutenzione.
In giro per il web sono tanti i consigli che vengono dati a riguardo, io mi limito a dirvi come faccio io.
Intanto prima di usare un atom è importante che questo atom sia impregnato di liquido bene.
Per impregnare e avviare un atom avete due metodi:
- utilizzare una boccetta di liquido, da 30 o 50 ml, dedicata solo a questo, dove andrete a immergere completamente il vostro atom e li lo lascere per un tempo che va da un minimo di 12 ore ad un massimo … a vostro piacere: c’è chi appena arrivano gli atom li prende e li mette tutti “a mollo” e li lascia li dentro fino a che non ne serve uno per svapare. Non succede nulla all’atom, anzi questo trattamente è molto funzionale e personalmente l’ho usato fino a poco tempo fa;
- utilizzare il sistema di carica dei cartom, come descritto in questo articolo: anche in questo caso più tempo lasciate l’atom a mollo, meglio è.
Quindi appurato che avrete rodato bene il vostro atom diciamo che se usato normalmente un atomizzatore a seconda del liquido che state usando potrebbe non avere problemi per almeno 20 o 30 ml di liquido svapato.
Ci sono liquidi più “carichi” di aroma che “sporcano” l’atom prima del tempo e quindi può darsi che già dopo 10-15 ml l’atom non funzioni più correttamente.
Personalmente vi sconsiglio di usare questi liquidi già pronti che vengono caricati di aroma “doppiamente”, i cosiddetti “double flavoured”, specialmente gli organici, perché è risaputo e provato che riducono drasticamente, anche del 50%, la vita del vostro atomizzatore.
Quindi superati i primi 20 o 30 ml probabilmente sentirete che il vostro atom non performa più come deve e i sintomi sono:
- un rumore di “friggio” ridotto;
- una resa aromatica peggiore;
- un hit minotre.
A questo punto io semplicemente prendo il mio atomizzatore, lo metto in un recipiente da microonde, in modo che sia immerso e abbia sopra almeno 3 dita di acqua (circa 3-4 cm) dopodiché imposto il microonde a 900w (il massimo) e lo faccio andare per 5 minuti precisi.
A questo punto lo lascio raffreddare per almeno 10 minuti e poi lo risciaquo con acqua normale, lo soffio e lo rimetto in trattamento “rodaggio” (con uno dei 2 sistemi di cui sopra) per almeno 6 ore.
Quando vado a riprendere l’atom ecco che per almeno il 50% della precedente vita (quindi dai 10 ai 15 ml) funzionerà senza dare il minimo problema ma poi, inesorabilmente, tornerà a fare i capricci.
Questo perché il nostro lavaggio lo ha pulito bene, ma nulla ha potuto contro le incrostazioni + profonde che intaccano la resistenza stessa dell’atom.
A questo punto quindi avrete 2 possibilità: o ripetere il lavaggio al microonde oppure effettuare un dry-burn, con tutti i rischi che ne derivano.
Io ho smesso di fare i dry-burn, perché dopo un dry-burn l’atom comunque accusa un colpo non indifferente (i sistemi CE2 al contrario reggono meglio il dry-burn) e la sua resa non sarà più la stessa.
Personalmente uso un atom per un totale che può variare dai 40 ai 50 ml, dopodiché cestino.
Chi svapa “soft” quindi senza potenze esagerate potrà sfruttare per più liquido gli atom ovviamente.

Questi suggerimenti a cosa si applicano ?
- a tutti gli atom per dripping, quindi 510, 306, 801 e 901;
- a tutti gli atom per ego o 510 tank, quindi ai conetti con atom incorporato oppure alle singole head dei sistemi ego-c.

Se avete dubbi o domande, chiedete pure.

Permalink link a questo articolo: http://www.esigblog.com/2012/08/10/lavaggio-e-manutenzione-dellatomizzatore-della-sigaretta-elettronica/


13 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. dariogym

    Stesso discorso vale per la Eroll io di solito prima di riempire il cartomizzatore do una pulita all’atomizzatore head gli faccio un innesto di qualche goccia sia ai tagli di lato che il cosettino che esce :-)
    volevo chiederti ma bisogna farlo solo una volta cioè dall’apertura della confezione,o ad ogni caricamento del cartomizzatore? grazie in anticipo
    Ho tante domande da farti ma piano piano :-) sei un grande ;-)

    1. mc0676

      Le goccioline extra si, puoi farlo solo quando “battezzi” l’head la prima volta.
      Altrimenti non serve.
      Consiglio: una volta alla settimana togli l’atom (head) lo metti in un recipienti con acqua da microonde e lo metti per 5-6 minuti a 900w in microonde, poi lo soffi e lo fai asciugare bene, vedrai che riprenderà “vita”.

  2. easyvape

    Scusa Michele se riesumo questo vecchio articolo, ma volevo chiederti quale è la differenza tra il lavaggio nel microonde e quello nella lavatrice ad ultrasuoni, ho chiesto nel forum (anche KillJoy è interessato) ma la discussione è vecchia e probabilmente non viene visualizzata nei nuovi messaggi.

    1. mc0676

      L’ultrasuoni agli atom non gli fa niente, meglio il microonde :)

  3. Marcometa

    Ciao Michele, complimenti per la tua “svaposofia”; noto, inoltre, una certa cadenza umbra nelle tue parole, ed il suono mi è familiare: ma questa è un’altra storia.

    Ti scrivo perchè sono combattuto.
    Vorrei smettere di fumare per una questione di portafoglio e di salute. Fino a qualche settimana fa mai avrei pensato di prendermi una e-sig, ora invece ci sto molto pensando tant’è che mi trovo qui a scriverti.
    Ho pensato inizialmente ad una phantom comune, poi ho pensato alle Categoria di Mastrota, poi ho scoperto l’ovale (che sembra un po’ la apple delle e-sig) di Gerry Scotti. Infine mi sono imbattuto nel tuo sito e qui mi hai molto convinto sulla Joyetech eGo-c.
    Tuttavia, ieri, mentre “simulavo” un acquisto su un sito, mettendo i singoli pezzi della e-cig nel carrello, per costruirmene una mia invece di comprare il “kit doppio”, mi son detto: “ma questa è un’altra dipendenza!”

    Nel senso che passerei dal recarmi quotidianamente dal tabaccaio al recarmi spesso da un e-cig store, con la differenza che mentre dal primo andrei solo per le sigarette, dal secondo andrei per l’usura a quanto pare inevitabile dei vari componenti della e-cig.

    Sarò metaforico:

    se devo comprarmi un’automobile, non punterò a quella che ogni 100 km debba cambiare le pastiglie dei freni, ogni 150 km la batteria etc. Punterò invece a quella che richieda esclusivamente una revisione complessiva ogni 5.000 Km. Alla luce di queste mie riflessioni, ti chiedo: esiste una e-cig da “revisione complessiva ogni 5.000 Km”?

    Grazie

    1. mc0676

      Ciao Marco,
      capisco perfettamente il tuo messaggio e ti dico: non è facile.

      Mettiamola cosi: un sistema ego-c una volta che l’hai preso cosa ti costa ?

      Ti costa una head (atom) ogni 15-20 giorni, 4 € a pezzo.
      Ti costa una cartuccia (si rovinano con il tempo) al mese, 0.50 € a pezzo.
      Ti costa una batteria mediamente ogni 6 mesi, costa circa 20 € a pezzo.

      E poi c’è il liquido.

      Il liquido è la cosa + costosa nello svapo purtroppo ed è quello che + spesso ricompri rispetto all’esig.

      Tuttavia se individui un liquido che ti piace, dunque ne compri 100 ml e sei apposto per un pò.

      Quasi tutti seguono questo iter:
      prima … acquisto minimalista di esig e liquido online o da negozio fisico: per valutare se il tutto gli piace
      dopo … acquisto massiccio dei ricambi cosi da stare bene per un pò di tempo.

      In merito alla tua domanda qualunque sistema ci metti sopra comunque avrà un’usura dovuta al consumo di liquido quindi ogni x giorni dovrai comunque cambiare un pezzo :)

  4. lislos

    Ciao,
    quale potrebbe essere l’alternativa al microonde per la pulizia degli atomizzatori?
    Te lo chiedo evidentemente perchè sprovvisto di microonde……
    Grazie
    Marino

    1. mc0676

      un pentolino con acqua e quando bolle butti dentro l’atom e lo lasci a bollire per 5-6 minuti :)

  5. lislos

    Ottimo ed esaustivo.
    A leggere e chiedere prima avrei evitato di buttare via 5 atomizzatori……
    ma tant’è, bisogna imparare.
    Grazie mille.

  6. KillJoy

    Michele è meglio secondo la tua esperienza la bolliture di 5 minuti o 5 minuti di micronde?
    La bollitura o micro vanno bene per i cisco e per gli atom della ego-c o qualsiasi atom in generale ho capito bene vero??

    1. mc0676

      Bollitura 6-7 minuti, micro 4-5 minuti.

      Qualsiasi atom nudo e crudo. Chiaramente non devi metterci dentro un ce4 intero … altrimenti si scioglie.

  7. KillJoy

    Michele ma se faccio questo lavoro di bollitura o di micro onde ogni 2-3 giorni vado a migliorare o a rovinare la vita dell’atom ( parlo più dei cisco 510 lr1.5) che di ego-c

    Sai se è meglio non mi costa niente la sera dargli una lavata una soffiata e poi lo rimetto subito a “rodare” inmerso nel tappino nel liquido come mi hai insegnato

    A proposito dopo bollito lavato ecc ecc lo lascio asciugare un oretta e lo rimetto subito a rodare o è meglio lasciarlo un 8-10-12 ore ad asciugare e poi lo metto a rodare nell eliquid?

    Dimmi se è meglio farlo come ti ho chiesto spesso 2-3 giorni questo lavaggio o se è meglio farlo dopo una 30 circa ml consumati di eliquid farlo solo una volkta svappare altri 10 -15 ml di eliqui e cestinare atom
    grazie di tutto il supporto che mi dai
    Miche ho preso il provari XD

    1. mc0676

      L’atom andrebbe lavato al microonde dopo almeno 20-25 ml, non ha senso lavarlo prima.
      Dopo va soffiato e fatto asciugare per un tot,almeno 24 ore, a temperatura ambiente.
      Dopo puoi anche rimetterlo nel liquido nel tappino, male non gli fa.

Lascia un Commento

7792eaeaa6
/wp-admin/options-general.php?page=emc2-popup-disclaimer/emc2pdc-admin.php
d50dc86e6f
7515
7
Accetto
Declino
http://www.google.it
1

Articolo letto 59739 volte.

logoeSigblog_white_it_claim

CONDIZIONI DI UTILIZZO DI ESIGBLOG

- l’accesso al Blog è riservato a persone che abbiano raggiunto la maggiore età;

- EsigBlog.com non vende spazi pubblicitari né in alcun modo pubblicizza prodotti e/o negozi e/o marchi e/o produttori che riguardano la sigaretta elettronica;

- ogni prodotto viene acquistato dal sottoscritto per essere testato e/o recensito: occasionalmente testo anche prodotti che mi vengono gentilmente prestati da amici e/o conoscenti;

- ogni recensione e/o tutorial e/o guida rispecchia la mia personalissima opinione e in alcun modo si puo’ configurare come forma pubblicitaria diretta o indiretta, si tratta solamente di private e personali opinioni spesso condivise con un gruppo di amici;

- io non sono un esperto, sono solo un appassionato;

- EsigBlog NON è un sito di supporto: è possibile chiedere informazioni e consigli negli articoli dove i commenti sono aperti; se i commenti di un articolo sono chiusi vi chiedo il favore di non porre la vostra domanda, attinente a quell’articolo, in altri articoli poiché mi vedrò costretto a cancellare il vostro commento; se avete necessità di avere informazioni, ricordo, esistono i forum dove è possibile chiedere e ottenere supporto in qualsiasi momento;

- come noterai nella testata del Blog, a destra, c’è il logo del Movimento 5 Stelle: questo perché personalmente ripongo nel M5S molta fiducia e speranza per il futuro del nostro paese. Non chiedo ai miei lettori di condividere questa mia idea politica e invito apertamente chi la pensa in modo diverso a non entrare nel mio Blog.

Se accetti queste semplici condizioni clicca su Accetto e entra nel mio Blog altrimenti non accettare e verrai reindirizzato a Google.

Michele/mc0676/svapators

Accetto Declino