5 Batterie per 4 Big Battery. 16


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 7755 volte.

IMG_20140227_191435

Era da tempo che volevo fare questa comparativa e alla fine ho trovato un paio di orette di tempo per fare tutte le misurazioni.

Serve a qualcosa questo test ? Probabilmente no.

Cos’è che ho fatto ? Ho preso 5 batterie 18650 che avevo a disposizione nel momento e le ho provate con e senza carico in 4 Big Battery.

Come resistenza ho usato un Cyclone rigenerato con 6 spire (5 utili) di Khantal 0.32 avvolte su una punta di 1.75 mm ed ho ottenuto una resistenza da 0.9 ohm.
Non avrei voluto fare, avrei voluto usare una resistenza di potenza che avevo preparato ad hoc ma le misurazioni non mi convincevano e quindi ho usato il sistema tradizionale.

E’ chiaro che NON è un test condotto con strumenti di misura professionali.
E’ chiaro però che è condotto in condizioni identiche e quindi se il numero preciso forse non è da guardare altrettanto non vale per il confronto diretto, sia tra BB che tra batterie.

In pratica ho usato il mio tankometro come rilevatore dei volts !

IMG_20140227_191617

I BB testati sono i seguenti:

– Atmizoo LAB: con direct cap, ossia la configurazione che assicura la miglior performance sotto carico
– Atmizoo Roller: con la molla d’argento;
– Atmomixani 69 clone di Fasttech.com: stock;
– Yasu Galileo v3 Impallinato: stock;
– Yasu Galileo v3 Impallinato: molla del Provari.

IMG_20140227_185637

Il Galileo l’ho testato anche con la molla del Provari perché ce l’avevo messa tempo fa cosi per provare e prima di toglierla ho fatto le misurazioni che poi si sono rilevate molto utili.
Sempre sul Galileo faccio notare che le misurazioni che vedete sono fatte con il contatto trasmesso tramite molla: cosa vuol dire questo ? Vuol dire che se nel Galileo quando premete il pulsante lo fate toccare in una parete laterale (non è escluso che accada involutamente) annullerete l’effetto della molla sfruttando la “carcassa” come trasmissione del negativo anziché la molla. Io ho rilevato la lettura con la conduzione della molla.

Le batterie usate sono le seguenti e ringrazio gli amici Luca e Angelo per avermene prestate un paio.

Samsung INR18650-20R 10C 2000 mah
Panasonic CGR18650-CH 4C 2250 mah
Samsung INR18650-25R 10C 2500 mah
Efest IMR18650 15C 2100 mah
Sony US18650VTC4 15C 2100 mah

Le misurazioni rilevate sono le seguenti:

Appunti Windows-1

Conclusioni (personali):
– il 69 clone come si vede è il peggiore, ma è li, la differenza rispetto agli altri (mollati d’argento esclusi) è veramente poca;
– il Roller con la molla d’argento mette tutti a tacere, un must to have (infatti ce l’ho LOL);
– il Galileo avrebbe bisogno di una molla d’argento;
– il LAB è nella media, niente di eccezionale;
– tra le batterie tutte le 30A (Sony, Efest e Samsung 25R) sono li, si equivalgono; ma le altre 2 pur con molto meno A non sfigurano troppo;
– probabilmente per cercare il vero limite di batterie e BB si doveva andare sulle resistenze sub-ohm, ma forse aveva ancora meno senso.


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


16 commenti su “5 Batterie per 4 Big Battery.

  • Avatar
    Massimiliano

    Ciao Michi,
    il test, inteso come tale è interessante, forse come dici te, appartiene più a chi cerca il decimo di watt in una rincorsa, fine a se stessa, delle prestazioni pure..comunque ripeto è veramente interessante…
    per le batterie e per i pezzi…
    Perchè, e ringrazio te per avermelo fatto scoprire, l’Atmizoo fa prodotti di alta qualità, come sai ho il guppy + bayu, e la qualità è veramente imbarazzante…
    Buona serata

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      Per cosa ?
      Per il Roller sul sito atmizoo, per il Galileo ho usato quella del provari, moddata (scaldata e ripiegata, un lavoro che non è uno scherzo da farsi senza adeguata manualità).

      • Avatar
        francesc180984

        Voglio realizzare una box e sono alla ricerca di buoni contatti per le batterie.

        Ho letto il tuo post nel quale indicavi quelle di RS ma pensavo che queste in argento fossero migliori

  • Avatar
    Kanarus

    Sembra che la panasonic sia quella che soffre di più in tutti i bb, di certo perchè a meno corrente di scarica rispetto alle altre essendo una 4c. Mi aspettavo qualcosa di meglio dalla sony e dalla efest… invece le due samsung le danno di santa ragione , con la 20R che (forse un pò a sorpresa) tiene testa alla 25R. Gran celle le samsung, direi, imho, le migliori per i bb.

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      Considera che la 25R era un pelino scarica, pari carica va meglio della 20R.
      🙂

  • Avatar
    su-iddanoesu

    Ciao Michele..piccola domanda
    Ho ordinato le Samsung con pin sporgente e ho notato che oltre alla solita protezione grigia, hanno uno strato di plastica trasparente…. Va rimossa o no ? Grazie.

  • Avatar
    miky83

    Ciao Michele,
    volevo segnalarti una questione, non so ti ci sei mai imbattutto. Mio padre ha la passione dei mercatini e spesso trova dei battery pack per notebook usati che vendono a pochi euro.
    Bene, ne ha comprati un paio, li ho poi aperti e dentro ci ho trovato:
    – 4 NCR 18650 Panasonic da 3000 mA (3 funzionanti al 100% dopo ricaricarica, 1 morta da buttare)
    – 5 18650 (marca non scritta) da 3200 mA di colore bordeaux (3 morte e 2 funzionanti al 100%)
    considerando che ciascun battery pack l’ho pagato 1 euro l’uno, e considerando che con una NCR di quelle ci faccio 6 ml con il mio zmax+russian…beh non male.
    Il messaggio è: se ci si imbatte in qualche battery pack usato potrebbe valere la pena prenderlo se costa poco e aprirlo per vedere che c’è dentro

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      Si è vero, confermo.
      Molti miei conoscenti lo han fatto e proprio come tuo padre han trovato delle batteria da riutilizzare.

  • Avatar
    Handler46

    Ciao Michele, una domanda. Comporta qualche differenza nell’utilizzo il polo piatto piuttosto che il pin sporgente? Inoltre ho due Panasonic CGR 18500 con polo piatto e sul Provari non funzionano.E’ normale la cosa? Ti ringrazio.

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      La differenza è quella che hai notato.
      Certi device vogliono il pin sporgenti, altri no :).
      Nel tuo caso su svapoteca c’è un gingillo da mettere sopra le batterie come le tue NCR per farle andare anche sul provari.

I commenti sono chiusi.