Atom ego-c Joyetech, a volte “bizzosi” per colpa dello stoppino ! 13


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 24763 volte.

Ultimamente mi sono capitati 2 atomizzatori (head) per il sistem ego-c che ho fatto ordinare ad un collega da ego2.pl che mi hanno fatto sclerare un pò.

In particolare entrambi avevano seri problemi ad alimentarsi “a sufficienza” e costringevano a fare diversi tiri a vuoto per vedere venire su la solita bolliccina d’aria che conferma che il liquido arriva alla resistenza.

Ecco, questo se siete alle prime armi con il sistema ego-c tenetelo bene a mente.

Ogni volta che fate un tiro dovreste controllare che arrivino delle micro bollicine d’aria dentro alla cartuccia: queste stanno a dimostrare che entra aria e esce liquido, verso la resistenza.

Se entra troppa aria tuttavia passa troppo liquido e magari vi succede il problema opposto, ossia vi si allaga l’atomizzatore e perde liquido da sotto.

In ogni caso la “valvola” di regolazione della quantità di liquido è lo stoppino che è situato dentro allo spillo dell’head, esattamente dove indicato dalla freccia qua sotto:

Nel caso in cui il vostro atom abbia dei problemi, e quindi:
– non passa liquido a sufficienza;
– ne passa troppo e si allaga

anziché buttare l’atom potreste provare a modificare la posizione dello stoppino.

Per sistemare la posizione occorre rimuovere lo spillo (quello indicato dalla freccia sotto) tenendo il corpo dell’atom in mano (quello con la scritta Joyetech) e afferrando lo spillo con un paio di pinze.
Basta fare qualche movimento oscillatorio che lo spillo viene via.

A questo punta una volta smontato vi ritroverete con il corpo e lo spillo in due parti distinte e sotto lo spillo vedrete questo famoso stoppino (indicato dalla freccia):

Quindi

PER AUMENTARE LA QUANTITA’ DI LIQUIDO CHE DEVE ARRIVARE ALLA RESISTENZA.

Molto probabilmente se non vi passa abbastanza liquido è perché lo stoppino è stato pigiato troppo dentro allo spillo dalla parte sotto, quella che si deve nella foto sopra.
Dovreste quindi, con uno spillo, dalla parte sotto (lato resistenza, per capirsi) cercare di farlo uscire, provando prima di mezzo millimetro (basta poco, davvero) e rimontandolo.
Con lo spillo vi aiutere, per fare questa cosa, facendo leva nella maglia metallica che ricopre la wick dello stoppino.
Sarà facilissimo.

Rimontare il tutto al contrario e provate.

PER RIDURRE LA QUANTITA’ DI LIQUIDO CHE DEVE ARRIVARE ALLA RESISTENZA.

Se al contrario vi arriva troppo liquido dunque probabilmente avrete lo stoppino troppo basso e semplicemente dovrete andare al contrario, cioè spingere lo stoppino per mezzo millimetro alla volta dentro lo spillo, sempre con il solito spillo.

Magari non risolverete ugualmente, ma prima di buttare un atom nuovo …


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


13 commenti su “Atom ego-c Joyetech, a volte “bizzosi” per colpa dello stoppino !

  • mascian

    Ottimo Michele, grazie..;)
    Ho giusto un problema con la eGo/c acquistata per mia moglie dalla Ovale (a differenza della mia, ha la cartuccia con il tappino in gomma invece che plastica rigida…credo sia più che altro quello il problema).
    Cmq, provo a ricontrollare tutto; mi diresti, gentilmente, cosa sarebbe la Wick?
    Tradotto letteralmente “Wick” significa proprio stoppino…
    Da parte mia ho inteso lo stoppino formato da una “maglia” che ricopre un filino in rame..: questo filino in rame sarebbe quella che voi definite Wick…sbaglio?

    Ultima cosa: nelle tue guide, consigli di lavare cono / base / atom con acqua calda e, solo l’atom (head) con la procedura del microonde: intendi l’atom completo sia della base contenente la resistenza che lo spillo compreso dello stoppino?

    Grazie come sempre…:)

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Se guardi la foto dove si vede l’atom smontato senza spillo noterai che …

      C’è a sinistra una specie di filo di ferro che avvolge un filo tipi di cotone bianco.
      Bene, la wick è quel filo bianco che viene avvolto dalla resistenza, resistenza che può essere di kanthal o nichel chrome.

      Nello spillo a destra vedi spuntare un batuffolo, ebbene anche quel batuffolo li è wick che viene chiamata, per quella funzione che ha dentro allo spillo, “stoppino”.

      Nel microonde a mollo in acqua, sempre mi raccomando, ci devi mettere SOLO la HEAD piccolina. Non serve smontare lo spillo, ce lo metti cosi com’è.

  • mascian

    Ok, ora è chiaro; l’unica cosa ancora sull’head, visto che specifichi “SOLO HEAD”.
    Io seguo fedelmente quello che scrivi, per cui, prendendo un’immagine da te postata, http://imageshack.us/photo/my-images/28/18605438.jpg/
    metto a bagno quello che nell’immagine definisci ATOM (head)…ma almeno nel mio caso l’atom head si separa facilmente dallo spillo, per cui rischio che in acqua metta i due pezzi separati…
    Non c’è problema?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Non è bene se si separa facilmente … ma cmq si, è quello li (head) che devi lavare in microonde 🙂

  • Danilson

    michele, ma secondo te. eliminare la wick del pungiglione e infilarci bellamente un tubo di mesh che magari esce fuori e entra nella cartuccia, funzionorà?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Alcuni lo fanno, vendono addirittura gli stoppini in mesh già fatti.
      Io ho provato, è difficile farlo preciso, perché tende a passare molto liquido e l’atom si allaga e onestamente non ho voglia di starci dietro ! 😀

      • utopico

        Scusa se ritiro fuori questo tuo articolo.
        Sto provando a far andare l’atom eGo C solo con la mesh senza wick, devo dire che per il poco tempo che mi riesce a non far allagare l’atom è una goduria! Ho svapato un NR Joyetech a 5V, fumo e aroma a vagonate!
        Però non riesco a renderlo costante.
        Tu parli di shop che vendono pezzetti di mesh preassemblati per l’head eGo C, mi puoi passare il link?
        Non che abbia intenzione di prederli, ma se non altro per vedere che mesh usano.
        Grazie.
        Paolo

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          sai che non li ritrovo cazzarola ! 🙁

          cmq a naso devi stare sulla 400, facendo il rotolino il + piccolo che riesci, devi andare per tentativi

          • utopico

            Ho trovato il sito tedesco con la mesh già fatta per gli atom eGo C.

            Se a qualcuno può essere utile vi linko direttamente la pagina:

            Per chi volesse ordinare purtroppo è solo in tedesco ma spediscono anche in Italia.

  • Axel85

    ciao Michele ho comprato questo atom da te consigliato
    ho un piccholo problema: il tiro è davvero duro, è normale o c’è qualcosa che posso fare per farlo andare meglio???

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Ahimé il sistema ego-c ha un tiro tendenzialmente chiuso, è assolutamente normale 🙁

I commenti sono chiusi.