Buone notizie per il nostro cuore 3


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 4291 volte.

europa-bandiera

Certo che … prima leggi che fa male al cuore.
Poi che ci sono i metalli.
Poi che fa bene.
Poi che i metalli non ci sono …

C’è una grande confusione, non si sa più a chi credere.

Ad ogni modo questo articolo (FONTE) è positivo.

U.E. – Sigaretta elettronica, arriva l’ok dei cardiologi europei
La sigaretta elettronica non fa danni al cuore. E anche se e’ troppo presto per definirla una rivoluzione nella lotta al tabagismo, puo’ aiutare i fumatori ad abbandonare un’abitudine che in questo secolo causera’ 1 miliardo di morti nel pianeta. Questo, in sintesi, il responso dei cardiologi europei sul surrogato della ‘bionda’ disponibile da qualche anno anche in Italia.
Al Congresso dell’European Society of Cardiology (Esc) che si e’ aperto oggi a Monaco di Baviera, e’ stato presentato uno studio su questo prodotto. La ricerca e’ stata illustrata da Konstantinos Farsalinos dell’Onassis Cardiac Surgery Center in Grecia. Gli autori hanno misurato la funzione del muscolo cardiaco in 20 fumatori volontari sani 25- 45enni prima e dopo aver fumato una sigaretta vera, e in 22 volontari della stessa eta’ prima e dopo aver aspirato per 7 minuti una sigaretta elettronica.E’ emerso che mentre il primo gruppo mostrava un significativo aumento della frequenza cardiaca e della pressione arteriosa sia massima che minima, la sigaretta elettronica produceva solo un incremento lieve della pressione diastolica (la minima).
Anche all’esame ecocardiografico, mentre chi fumava ‘bionde’ vere presentava significative alterazioni dei parametri che indicano la funzionalita’ cardiaca, i tabagisti che si erano convertiti alla sigaretta elettronica non mostravano alcuna conseguenza nonostante la piccola dose di nicotina (11 milligrammi/millilitro) contenuta nel liquido del prodotto per ridurre il disagio dell’astinenza. Nel liquido, aggiungono inoltre gli studiosi greci, un laboratorio tossicologico indipendente non ha trovato ne’ nitrosamine ne’ idrocarburi aromatici policlinici, principali veleni contenuti nelle sigarette.
‘Servono altri studi prima di dire che si tratta di un prodotto rivoluzionario’, commenta Farsalinos. ‘Tuttavia, in base ai dati ad oggi disponibili, la sigaretta elettronica si puo’ considerare un’alternativa al tabacco molto meno pericolosa e potenzialmente utile alla salute’


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


3 commenti su “Buone notizie per il nostro cuore

  • Avatar
    pietrodigennaro

    ottima notizia !!! e noi … ce ne siamo accorti da tempo 🙂 … quando cominceranno a studiarci sul serio ne sentiremo delle belle 🙂

  • Avatar
    Fabioeur

    Ciao Michele e ben riletto 😀
    Fa sempre piacere leggere queste notizie e sapere che chi la studia non si fermi!
    Bisognerebbe farlo sapere ai nostri politici…così per metterli a conoscenza del danno che stanno facendo…certo, il rischio potrebbe essere una tassa per eccesso di salute!!!

  • Avatar
    danywoopower

    Che fosse meno dannosa di una sigaretta analogica non c’era dubbio, io ho avuto solo effetti positivi, mi sento rinato, ma il vero pericolo è lo stato, che tassa tutto fino al 58.5%, quello è veramente dannoso, non ho parole.

I commenti sono chiusi.