Calix Clone by Coppervape: Agg. x2 Video 1


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 6076 volte.

Come anticipato, ecco il clone del Calix by Leo.
Però per ora solo foto. Devo saggiare l’originale per qualche giorno per poi passare a provare il clone.
Questo clone mi è costato sui 21 € ed è frutto di un GDA. Il produttore è la Coppervape.

Sono rimasto piacevolmente impressionato dalla fattura di questo clonazzo perché in certi dettagli è fatto meglio dell’originale e in particolare su certi angoli dove non c’è bordo vivo e tagliente e soprattutto nei 2 fori che alimentano il tank dove nel clone sono fatti veramente bene.

L’unico difetto riscontrato nel clone riguarda l’oring usata per la regolazione del camino: nel clone è abbastanza dura e rispetto all’originale si deve allentare parecchio il cap per poter ruotare il camino ma per 21 € ci può stare.
Inoltre:
– il grano di regolazione dell’aria non è ottone ma acciaio;
– il deck una volta messo in posizione impedisce di agire sulle viti mentre nell’originale a pelo ci si riesce.
Per il resto sembrerebbe fatto benone.

Noi abbiamo optato per non ricevere le scatoline per risparmiare sulla spedizione quindi a corredo c’era:
– il tondino di ottone;
– un set di oring completo, le 4 vitine e 1 grano di scorta.

Vi allego qualche foto che ho cercato di fare copiando la “posa” degli scatti corrispettivi dell’articolo dell’originale cosicché uno possa farsi meglio l’idea della fattura del clone.

Di sicuro dovrò fare attenzione a non confondere i pezzi con l’originale.

DSC_7842 (2)

DSC_7843 (2)

DSC_7844 (2)

DSC_7845 (2)

DSC_7846 (2)

DSC_7847 (2)

DSC_7848 (2)

DSC_7849 (2)

DSC_7850 (2)

DSC_7851 (2)

DSC_7852 (2)

DSC_7853 (2)

DSC_7854 (2)

Aggiornamento del 22/10/2015 – Agg. x1 Funziona mah …

Sto usando il clone da un giorno diciamo e vi dico subito che una volta rigenerato e partito funziona in modo sovrapponibile all’originale o veramente molto ma molto simile.
Questo clone purtroppo però ha altri problemi … che non me lo stanno facendo godere più di tanto.
In particolare l’accoppiamento oring superiore-cap-camino non è fatto bene come l’originale e per caricarlo si deve diventare mezzi scemi perché svitando il cap si svita anche il camino e quindi bisogna fare dei giochi di prestigio per caricarlo.
Al momento su suggerimento di Cristiano alias crisdgt ho provato a ridurre la sezione esterna dell’oring superiore e sembra migliorato di molto ma ancora non è al livello dell’originale.
Inoltre l’oring inferiore in accoppiamento tra base e tank non ha la stessa tenuta e contrasto dell’originale e questo comporta che dopo le ricariche per via della pressione esercitata dal cap da sotto (tra base e tank) ci siano delle micro-perdite. Durante l’uso non perde però, almeno questo.
Insomma succede che ogni ricarica diventa un qualcosa di odioso perché tra giochi di prestigio e piccole perdite ci si bagnano le mani …
Peccato perchè come fattura in certi dettagli è quasi più curato dell’originale.

Quasi ho detto … infatti osservando dentro il camino …

20151021_213042~2

Questa foto vale molto più di 1000 parole e solo lei basta per decretare la bocciatura piena di questo clone.
Bocciatura che non sarebbe arrivata (piuttosto un rimandato a settembre) perché a conti fatti funziona.
Quelle macchie per toglierle non basta neanche carta e aceto o limone, bisogna andarci di carta vetrata fine.
Come vedrete nel video l’ho scoperto “live” mentre giravo il video perché in modo molto cattivo l’ho lavato, fatto le foto e poi richiuso e lasciato li fermo qualche giorno. Qualche traccia d’umido è rimasta e quello è il risultato. Sono cose che non dovrebbero succedere.

Aggiornamento del 24/10/2015 – Agg.2 Video

Video “unificato” originale e clone:


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


Un commento su “Calix Clone by Coppervape: Agg. x2 Video

I commenti sono chiusi.