CGR18650CH 4C 2250 mah & DNA20d, conferme 8


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 2739 volte.

Volevo confermare le prestazioni in termini di autonomia della CHR18650CH in oggetto.

Ne ho due e le sto ruotando. La seconda alla prima carica è arrivata a poco meno di 4 ml circa, ma già al secondo ciclo di ricarica ha passato senza problemi i 4 ml fatidici.

La durata mi piace, durano fin quando lo squonk non è più efficace (4.5 ml circa) e ricarico la boccetta senza nemmeno aspettare che la batteria di scarichi completamente.

A dire il vero il DNA20D già verso i 3 ml indica una sola tacchetta di batteria di autonomia, ma da li ancora c’è. Evidentemente la curva di scarica di queste batterie dev’essere particolarmente piatta.

Il tutto con 13w e atom da 1.5 ohm.

Adesso ho rifatto la resistenza, 2.4 ohm e mi soddisfa già a 12.6w, per cui vedrò se con questa resistenza si guadagna qualcosa in autonomia, cosa che la teoria rende molto probabile.

Vedremo.

IMG_20130311_184425


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


8 commenti su “CGR18650CH 4C 2250 mah & DNA20d, conferme

  • olimaes

    ciao Michele,
    a te che di dna20d ne hai visto tanti, chiedo:
    è normale che a 12W con una efest 18650 ci faccia qualcosa come 3ml? e più o meno idem con una CGR18650DA?
    possibile ipotizzare un difetto del circuito?
    sto cambiando 3 batterie al giorno 🙁 e ho notato che il display segna batteria quasi carica e poi da quando segna 3/4 in si scarica in 3 minuti.
    per il resto va che è una bomba.
    ed ancora: quali batterie mi consigli di acquistare?
    grazie!

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Hai lo stesso problema del mio primo DNA20d, che era fallato 🙁
      Le batterie che hai vanno benissimo 🙂

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Si a Paolo provando a spiegarglielo …
          Io con le CGR a 12w ci faccio quando va male 5 ml, quando va bene svuoto la boccetta.

          • olimaes

            argh no no, allora c’è proprio qualcosa che non va.
            a 12W ho appena fatto qualcosa come 2ml.
            ma la cosa strana è durante questi 2ml l’icona della batteria è arrivata fino a 3/4 e poi in pochi minuti si è esaurita. è comparso prima weak battery, poi check battery, e poi me l’ha segnalata come scarica.
            grazie

            • mc0676 L'autore dell'articolo

              E’ evidente che non va.
              Guarda un altro DNA che sto usando ora nella nuova box, 1.9 ohm a 12.2w, sono a 5 ml circa e la batteria ha ancora un tacchettina 🙂

I commenti sono chiusi.