Cloupor Mini Dry Burn … senza Dry !!! Agg. x6 La serie difettosa era la serie 0002xxxx ? BALLE ! 82


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 14069 volte.

Come molti di voi sanno nelle ultime ore si stanno registrando dei casi di Cloupor Mini che si sono fuse o che addirittura hanno preso fuoco.

Pinkmule ha fatto un comunicato …

Appunti Windows-1

Nel blog di PBusardo si può leggere la risposta del produttore che in pratica dice qualcosa del tipo “Ci dispiace tanto ma si tratta solo di 40/50 pezzi su oltre 100.000 prodotti”.

Insomma una risposta del cazzo.

Io oramai l’ho presa a suo tempo e vediamo quando arriva. Se fossi in voi però, senza minimamente ascoltare le rassicurazioni del venditore di turno, tirerei una bella croce sopra questa box evitandola come la peste. In linea di massima potreste pure cogliere la palla al balzo per evitare come la peste, d’ora in avanti, anche questo produttore.

Poi fate voi :).

Pazienza e tanto dispiacere per quegli shop che l’han presa e la devono vendere ma sti cinesi devono essere un pò più seri.
Tanto se Cloupor scompare perché nessuno compra più le sue box non piange nessuno, tranquilli.

10911464_10153260134087580_2566871467542121588_o

10949989_10204711930931781_2022624940_n

Smoking-225x300

Aggiornamento del 30/01/2015 – Agg. x1 Col tarapio tapioca come se fosse Antani !

Aggiorno l’articolo e lo metto in evidenza dove rimarrà per un pò.
Mi pare giusto fare la giusta pubblicità.

In questi giorni leggendo qua e là ho visto le risposte date ai vari clienti …

Spybot, che ha preso questa box su Fasttech, gli ha scritto e loro hanno risposto:

Sorry about your issue.
We have checked that item before it sent out.
We hope that you will receive a good one.
Please let us know if there is anything else we can help with.

WoW che risposta professionale !!! Però dai la speranza è l’ultima a morire !!!

Allora spybot insiste e Fasttech rafforza la supercazzola:

Sorry about your issue.
We have checked that it just a manufactures mistake for that.
We have checked that item before the item is sent out.
We have checked that you have not received the item,would you please check the items after you receive it?
Thanks for your understanding.

In pratica il NULLA.

Tytanico invece è stato più fortunato. Lui ha scritto direttamente a Cloupor.
Le risposte sono molto rassicuranti …

Prima risposta:

Hi dear
Thanks for your letter.
I’m sorry to bring you trouble .
We’ll be responsible for all the mini defectives and loss caused by this problem.
And we’ll have more strict managmant of our suppliers,quality control.
Would never allow the same thing happen again.
Best regards

Seconda risposta:

Dear Sir
Thanks for your letter.
I’m sorry to bring you the inconvenienze.
Pls use the cloupor mini mod vaping for 15s, if it is still work, you product is good.
Best Regards!

La seconda risposta è quasi imbarazzante.

In buona sostanza:
– Cloupor non ha la minima idea di quali siano i seriali coinvolti in questo difetto;
– Cloupor non ha la minima idea di quale batch sia potenzialmente a rischio e quale no;
– i venditori che rassicurano dicendo che “la Cloupor Mini che vendono è sicura” secondo me non dicono il vero poiché lo stesso produttore NON sa quali siano le difettose.

La mia personalissima morale della favola è che: se avete una Cloupor Mini e se proprio vi piange il cuore estirpare il circuito dunque usatela con cervello.
NON lasciatela in casa la notte con la batteria dentro.
NON lasciatela in auto con la batteria dentro.
NON mettetela in tasca o nel borsetto.

Soprattutto fate un bene alla comunità dello svapo: EVITATE DI SCRIVERE CHE LA STATE USANDO SENZA PROBLEMI con il rischio di far abbassare la guardia e l’attenzione a chi ce l’ha.

Per informazione: la Cloupor sta cancellando dalla sua pagina facebook ogni commento a riguardo, traete da soli le proprie conclusioni a riguardo.

Questo BRAND è da aggiungere, per come si è posto e per come si è comportato e si sta comportando, all’elenco dei Brand/Produttori da cui NON COMPRARE MAI PIU’.

Cloupor avrebbe dovuto seriamente fornire l’elenco delle Mini coinvolte. Non lo ha fatto.
Il motivo ?
Non lo so. Il sospetto però è chiaro non essendoci smentite a riguardo ossia che il 100% della produzione è a rischio

Aggiornamento del 05/02/2015 – Arrivata !

E’ arrivata oggi la mia Cloupor Mini di Fasttech.com, vale a dire questa.

Intanto una cosa importante da dire.
Cloupor ha divulgato un comunicato qualche giorno fa dove in pratica ammette che il difetto c’è e che coinvolge 0.5/1.0 % delle Mini prodotte.
Non comunica però quali siano le difettose ma si limita a suggerire un test: in pratica si mette la Mini a 30w e si attiva l’atom fino al cut-off (15 secondi) … se non compare la scritta “Too Hot” allora la nostra Mini è ok.
Nel frattempo hanno modificato il firmware e d’ora in avanti non ci saranno problemi.
Questo a parole per ora, vedremo se è vero oppure no.

Con la mia ho fatto 4 volte la prova di cui sopra e la scritta Too Hot non è mai uscita.
Posso quindi stare tranquillo ? Potrei ma non è facile riuscirci, credetemi.
Volevo metterci un bel DNA40 di Evolv però dopo il comunicato ci ho ripensato e quasi quasi provo ad usarla cosi com’è almeno per un pò.

Packaging

Parlando del packaging è fatto molto bene ed è completo:
– c’è una custodia in finto velluto;
– ci sono 3 pin e 4 magneti di ricambio;
– c’è il cacciavitino;
– c’è il cavo di ricarica USB;
– ci sono le solite istruzioni;
– c’è la carta VIP Cloupor (!!!).

Qualche foto dell’oggetto:

DSC_6931

DSC_6930

DSC_6929

DSC_6928

DSC_6927

DSC_6926

DSC_6925

DSC_6932

DSC_6934

Come noterete ho già tolto il carterino di protezione: basta scalzarlo da sotto con uno stuzzicadenti che viene via da solo senza rompersi. Volevo solo visivamente controllare com’era dentro anche per fare una foto.

Prime impressioni

Diciamo subito che vista cosi sembra davvero fatta molto bene.
Gli angoli sono tutti ben raggiati e in mano non si presentano fastidiosi angoli vivi.
Ad ora mi sento di segnalare i seguenti difetti:
– quando è in stand-by al primo tiro la risposta è lenta, almeno 1 secondo: poi dal secondo tiro tutto ok;
– è pesantuccia;
– il pulsante di attivazione è duretto e piccolo.

Riguardo il ritardo di risposta potrebbe anche risultare fastidioso !
Riguardo il peso la Cloupor Mini con batteria pesa 160 gr mentre l’Eleaf iStick con batteria pesa 89 gr quindi la META’ ESATTA.
Essendo cosi piccolo il corpo il peso chiaramente si fa sentire tanto per capirsi è il difetto dell’eGrip !
Il pulsante lo avrei preferito un pelo più morbido, meno cliccoso e con una superficie di attivazione maggiore.

Il pin regolabile sembra funzionare bene.
La batteria si inserisce bene (Cloupor consiglia “top flat” ossia senza pin positivo sporgente) e si toglie altrettanto bene.
Nulla da dire per lo sportello.

Insomma per 30 € chiedere di più è davvero difficile, onestamente e peccato peccato davvero per il difetto di cui sopra e per la poca serietà dimostrata dal produttore nell’affrontare il problema.

Il saggio consiglia: se non l’avete ancora comprata, aspettate. Aspettate di sapere se l’aggiornamento firmware risolve veramente o no. Tanto se non risolve nel giro di poco sul web lo si saprà … e con una maggiore sicurezza l’acquisto si potrebbe anche fare perché l’oggetto di per sé merita per com’è pensato.

In arrivo video prime impressioni.

Ecco il video:

Aggiornamento BIS del 06/02/2015 – Agg. x3 Considerazioni sul circuito e sul pulsante.

Non ho usato molto la Cloupor Mini ad essere sinceri.
Questo per due buoni motivi:
– il pulsante di attivazione non è piacevole né comodo da attivare: è duro e poco sporgente … quello dell’Istick al confronto è 2 spanne sopra;
– quando la box va in stand-by e la si riprende … alla prima attivazione il ritardo è davvero troppo marcato e purtroppo fastidioso !

Riguardo il primo aspetto va là che è soggettivo ma il secondo … il secondo è grave ! Come si fa a fare un circuito in questo modo ? Mah !

Per il pulsante consiglio una mod al volo, poco costosa e indolore. Servono i gommini trasparenti che si usano nei mobili/vetrine, questi:

10022029

Metto sopra al pulsante ne aumenta la sporgenza e ne arrotonda la superficie, tutt’un’altra cosa insomma.

20150206_232614

Aggiornamento del 10/02/2015 – Agg. x4 Switch Change

Ieri ho sostituito lo switch perché davvero troppo duro e insopportabile rispetto a come sono abituato.
Non voglio istigare a fare la modifica perché si rischia di fare danno … quindi nel dubbio lasciate perdere.
Io comunque ho tagliato con un cutter i piedini dello switch (tutti e 4) ho sfilato lo switch e poi ho saldato un filo dietro (togliendo il pulsante si può accedere dal foro senza problemi) e l’altro filo (il negativo) l’ho preso dal connettore. Questo perché il nuovo switch, sensibilmente più largo, ho dovuto metterlo “di sbieco” e quindi non potevo sfruttare le piazzole native.

Vedete il lavoro finito (poi sopra ci va la cover sua) e 2 switch a confronto:

20150210_123437

20150210_123519

Cosi diciamo che finalmente c’è uno switch DECENTE. La pressione di attivazione, per chi conosce il DNA “originale” è la medesima dello switch di attivazione del famoso circuito di Evolv.

L’unico grosso difetto “che rimane” è il ritardo di attivazione quando è in stand by.

Per il resto l’elettronica sembra spingere discretamente (a parità di watt secondo me l’iStick è più cattivella ma non vuol dire nulla) e parlando di autonomia (efficienza) risulta meno efficiente rispetto al DNA30 originale di Evolv di un circa 20-25% ma su questo dato cercherò di essere più preciso in futuro.

Mi rimane il grosso dubbio se montarci o meno il DNA40 (ne ho 1).

Aggiornamento del 12/02/2015 – Agg. x5 Conclusioni

La mia avventura con la Cloupor Mini si conclude qua. L’ho infatti venduta ad un caro amico.
Alla fine dopo averci riflettuto abbastanza ho deciso di non montarci il DNA40 perché comunque sia ne sarebbe nata una box che non rispecchiava le mie esigenze.
Adesso probabilmente entrerò in un discorso ingarbugliato e non ho assolutamente la pretesa di essere ascoltato ma vi dico comunque come la penso io.

La Cloupor Mini per come la vedo io non è né carne né pesce.
Non la si può definire, cioè, una Box Battery media (parlando di dimensioni) perché è molto piccola, come l’Istick.
Ma non la si può definire mini perché pesa ben 160 gr vale a dire come due Eleaf Istick insieme.

Io penso che in questo tipo di oggetti il peso specifico sia fondamentale a prescindere dall’elettronica e da tutto il resto.
Il discorso è molto semplice: più l’oggetto è piccolo e meno deve pesare. Perché ? Perché un oggetto piccolo lo impugni peggio e quindi se pesa pure parecchio la sensazione di peso, in virtù di una presa peggiore risulterà addirittura amplificata.
E il raffronto con l’Istick parla chiaro: l’Eleaf la tieni in mano come una piuma e la Cloupor la devi stringere bene altrimenti ti scappa di mano.
Ecco perché ho deciso di venderla. Perché anche se con il DNA40 avrei risolto i problemi di switch ed elettronica non avrei risolto il problema di peso e mi sarei ritrovato con una mini che non potevo usare come tale in passeggio perché troppo pesa ma che mi risultava scomoda per l’utilizzo “a casa” perché troppo piccola e scomoda da impugnare.

Tutto questo, come molti di voi avran capito (anzi spero tutti !) è tutto puramente soggettivo e basato su come vivo IO il MIO svapo. Va da sè che non possiamo avere tutti gli stessi gusti e le stesse esigenze :).

Parlando di altri aspetti negativi che io ho riscontrato e che riepilogo per avere tutto insieme in un’unica conclusione direi che:
– il ritardo di erogazione quando l’elettronica è in stand-by è molto discutibile e fastidioso: ma anche qui dipende da come svapate … io faccio 4-5 tiri e appoggio la box … dopo 6-7 minuti rifaccio altri 4-5 tiri e via e ogni volta capite bene che devo subirmi questo “lag” iniziale … ma chiaramente se voi fate una sessione di svapo di 30 tiri una volta all’ora sicuramente per voi questo non sarà un problema, è ovvio !;
– il pulsante di attivazione è piccolo e duro.

Gli aspetti positivi invece sono:
– il connettore 510 e il suo bel pin regolabile;
– la completa dotazione di serie con varie parti di ricambio;
– gli angoli tutti stondati (grande cosa !);
– un buon livello generale di finitura.

E il verdetto quindi qual’è ?
Il verdetto è semplice … considerando che il primo “mini” tentativo di Cloupor una bocciatura sarebbe cosa cattiva forse e quindi ho optato per un rimandata a settembre.
Ma contrariamente a come ho fatto con altri prodotti dove tendevo a consigliare l’oggetto nonostante la mancata promozione in questo caso mi tengo le mutande di lamiera e non mi azzardo a consigliarla.
Cosa dovrebbe fare la Cloupor per perfezionarla ?
1) Eliminare il lag iniziale in erogazione.
2) Dimezzare gli spessori di parete togliendo un 60 gr al peso tanto è INUTILE che sia cosi robusta … perché tanto se cade si ammacca lo stesso e la vernice salta e deformare non si deformerà mai (Istick DOCET).
3) Utilizzare degli switch più morbidi e aumentare di un paio di mm il diametro del pulsante di attivazione e di 1 mm circa lo sbalzo.

Ecco se Cloupor facesse queste robe dunque ci troveremmo di fronte ad un oggetto il cui acquisto vale la pena ad occhi chiusi.

Il tutto, come sempre, IMHO.

Aggiornamento del 19/02/2015 – Agg. x6 La serie difettosa era la serie 0002xxxx ? BALLE !

E’ stata messa in giro la voce che la serie di Cloupor Mini che poteva “scaldarsi” fosse quella con numero di serie che iniziava con 0002.
Ma ovviamente sono pagliativi forse mirati a rassicurare la gente.
A questa sfortunata Vaper, infatti, la sua “serie” 0005xxxxx si è come dire … surriscaldata:

cloupor4

Fonte qui.

A questo punto quindi considerata la variabilità del difetto se io avessi una Cloupor Mini:
– se avessi la capacità di montarci un circuito DNA ce lo monterei;
– se non avessi la capacità di montarci un circuito la butterei nel cestino.

In ogni caso non comprerei mai più un prodotto Cloupor solo per via del fatto che al produttore sono venute a mancare le palle per ritirarle tutte dal mercato e chi scherza con la sicurezza i miei soldi non li vedrà mai più.


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


82 commenti su “Cloupor Mini Dry Burn … senza Dry !!! Agg. x6 La serie difettosa era la serie 0002xxxx ? BALLE !

  • Guggelhupf

    Stavo quasi per prenderla, accipicchia! Magari tornava utile per avviare la macchina…
    Nonostante la mia “vecchia” iStick non perda un colpo, avrei voglia di prendere un’altra box, solo che ormai ne escono a dozzine ogni mese.
    Quella forse più interessante è la Sigelei mini 30W, che ha la possibilità di bypassare il circuito e di funzionare in modalità meccanica, che ne pensi?

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Sigelei non ha mai brillato per l’affidabilità e la veridicità dei dati dichiarati (watt e varie).
          La Smok è uscita con 2 scatolette carine in compenso.

  • futhwo

    Mannaggia era un po di giorni che la rimiravo su tecnologiaveloce…..a questo punto volendo una box elettronica dal prezzo contenuto, batteria rimovibile, pin regolabile (o a molla) e dimensioni non titaniche su cosa e’ meglio che mi orienti?

  • dennyfranco
    dennyfranco

    Ciao, anche il Cloupor T5 prendeva fuoco dopo l’aggiornamento, mi raccontavano amici che gli si bloccava a 70 W e bruciava letteralmente, c’è qualcosa che non va nei loro circuiti..

    • dante801
      dante801

      confermo quanto dice l’amico daniele in quanto io ho un cloupor T5 e dopo averlo aggiornato e rimasto bloccato a 70W fortuna che sono riuscito a riportarlo allo stato originale ancora oggi aspetto un nuovo aggiornamento ma ormai ho perso le speranze cmq non si fa cosi ci vuole piu serieta sopratutto quando si e produttori…

  • Kanarus

    L’avevo ordinata intorno al 20 dicembre, ma me l’hanno spedita 5 giorni fa… che culo che ho !!!
    Ad ogni modo avevo chiesto verso metà gennaio a fasttech il motivo del ritardo della spedizione e loro mi hanno risposto che cloupor aveva problemi di produzione e non gli forniva il prodotto.
    La userò a mio rischio e pericolo ovviamente.

    Cmq aldilà di questo specifico caso, ciò che mi fa davvero incazzare che non c’è un minimo di garanzia per il consumatore nemmeno per i prodotti fatti in Europa. Parlo sia di rischi di esplosione per quanto riguarda batterie e circuiti, ma anche di materiali impiegati per quanto riguarda atomizzatori, wick, cotoni, fili, liquidi ecc ecc…
    A mio modo di vedere è inaccettabile alla luce del costo di questi prodotti.
    Stiamo qui a dire che la sigaretta elettronica non fa male, certo è quasi logico che non può far male come la analogica, ma sappiamo sempre e comunque cosa ci tiriamo in corpo? Con quali materiali veniamo a contatto?
    Sono domande retoriche lo so, fatte centomila volte, ma forse, dico forse è giunto il momento di smettere di comprare cazzate.

  • easyvape

    Io ho una delle prime box consegnate da FT, la uso da 10 gg e funziona bene, certo che le foto mettono ansia.
    Sarebbe da capire se è il chip fallato e allora buonanotte oppure se saltano solo quelle mal collegate o mal saldate, visto il successo della box e la poco serietà della ditta per aumentare la produzione avranno dato un giro più veloce alla catena di montaggio e/o messo gente a far cose che non sapevano fare, errori e mancanza di controllo quqlità hanno fatto il resto.

    I

  • robydamatti

    Mah svapoweb che è dove compro io la sta vendendo come il pane nn fa intempo a riassorbir la che tempo due giorni nn c’è più e per ora nessuno ha avuto problemi di tutte quelle vendute!!!! Poi ho parlato col proprietario e dice che sono stati informati effettivamente del problema è che erano dei lotti difettati comunque dicono che sono perfettamente funzionanti!!!! Certo comunque cloupor nn si smentisce mai!!!

  • jhonny5585

    La mia presa un paio di giorni fa ha lo stesso problema dell’hana ovvero ogni tanto si accende il display da solo a qualcuno è capitato? La mia proviene da svapoweb

  • baciocco

    Io ho comprato una vapor shark rdna 40 e funziona benissimo l’unico difetto è la verniciatura è bella perché sembra gomma ma si consuma facilmente

  • Matteo F.

    Indeciso fino all’ultimo. Grazie per l’articolo Michele, Almeno prendo Ipv mini senza pensare come sarebbe stato avere la Cloupor,sarà bello non avere rimpianti!!

  • Kanarus

    Michele come ho già scritto sopra ne ho ben donde di siffatte ciufole di venditori di caldarroste che all’improvviso si mettono a produrre materiale da svapo. Come da te scritto sopra, clouboom 🙂 è un venditore non affidabile, non ritieni sarebbe utile tu facessi un post che raccoglie man mano prodotti con problematiche note, non parlo ovviamente del singolo caso altrimenti non si salverebbe nessuno.
    So che cosi facendo rischieresti l’ira funesta dei venditori, ma credo che se c’è una persona nel mondo del vapore che non ha peli sulla lingua questo sia tu 🙂
    mo non me manda a stendere … ahahahha

  • Akita

    Cosa ne pensi della Authentic Eleaf iStick 30W 2200mAh Rated resistance range: 0.4-5ohm ?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      E’ interessante 🙂
      Se hanno migliorato l’attacco rispetto alla prima da 20w è indubbiamente un acquisto da prendere in seria considerazione.

      • Akita

        Dl sito internet della Eleaf… ci sono alcune foto dell’attacco… con la molla sotto al pin.. Ma non so se è questo il miglioramento. 🙂

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          si ho visto … é giá qualcosa 🙂 speriamo che l’abbiano anche rinforzato l’attacco 510.

  • chinasky

    Bravo Michele,
    Ti segue parecchia gente, e questa è dimostrazione di pochissima serietà di cloupor, stavo pensando anch’io di prenderla e per fortuna ti ho letto. Le batterie che esplodono fanno male, e se la box si squaglia la batteria rischia di esplodere.
    Fai benissimo a sconsigliarla e a tenere il post in evidenza.

  • flussante

    Beh, io la mia la sto usando da un pò senza problemi, certo è che con questo allarme adesso mi fa paura anche a guardarla, vorrei almeno capire i casi in cui ci sono stati dei problemi, tipo un uso estremo 30W e subohm oppure un uso regolare 10-15 Watt con resistenze 1,8-2,5.

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Appena saprò qualcosa di preciso non mancherò di aggiornare l’articolo tranquillo.

  • laky 66

    Ciao Michele, la mia cloupor 30 mini l’ho acquistata da svapoweb cinque giorni fà, appena arrivata lo provata con un russian 2, tutto regolare ho terminato il tank, dopo averla ricaricata lo lasciata fortunatamente senza batteria in quanto utilizzata su altra box bf, l’altro ieri 28c.m. dopo aver rimesso la batteria (nel verso giusto) la stessa oltre che non funzionare a iniziato a scaldare l’involucro in alluminio fino a livello di ustione. Subito ho tolto la batteria, che da un controllo al tester risultava a 1.57 v ( da buttare) mentre il circuito a smesso di funzionare.
    Sebbene il circuito non è più funzionante se inserisco un’altra batteria la cloupor mini ricomincia a scaldare.-
    Lo shoop devo precisare che dopo essersi scusato dell’inconveniente mi ha già inviato un’altra mini in sostituzione accollandosi le spese di ritorno di quella difettata.-

    • laky 66

      p.s. il russian 2 e stato rigenerato con wick e nichelcromo per una resistenza da 1.8 ohm ed utilizzata regolarmente ad 12 watt,
      lo stesso istallato sulla istick 20watt funziona regolarmente.-

  • carminoh

    dopo più di un mese, la mia , è in viaggio da milano a Firenze, quindi presumibilmente, la prox settimana dovrei riceverla.
    Scommetti che col culo che c’ho appena metto la batteria si scioglie come neve al sole?
    Proverò a tenerla in funzione per 15 s. e vediamo che succede.

    • Akita

      Leggendo qua e la i problemi che da, non credo che 15 secondi siano sufficienti. Potrebbe funzionare per un giorno… una settimana, e poi quando abbassi la guardia inizia a dare problemi. Mio parere personale, sia chiaro.

  • robydamatti

    Ho letto che a qualcuno si è squagliata stando in stand by quindi io vi consiglio di buttarla come ho fatto io onde evitare gravi conseguenze!!!! E comunque il problema principale stando a quello che ho trovato su internet è quando si ricarica col cavetto usb consigliano di togliere la batteria e caricarla con un caricabatterie esterno questo è quello che ho trovato su internet e che mi ha spinto a buttarla poi fate voi!!!!

  • EnzoSavini

    forse sono un poco ot, ma ti chiedo, come mai in un paese di artigiani quale è l’italia nn sia possibile se nn tieni amicizie avere una scatoletta tipo hana con dentro un circuito dna o sx ad un prezzo ragionevole parlo di 100\130 €? Ma è mai possibile dover spendere dai 180 € di una vaporshark o 250 € per una hana, per nn parlare delle varie mod straniere che hanno prezzi allucinanti.

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Ora che il settore è stato ucciso è facile giustificarlo nel senso che “chi ha il coraggio di investirci ?”.
      Per il passato hai ragione da vendere. In tanti han perso l’occasione di guadagnare un guadagno onesto mentre i furbi l’occasione non l’hanno persa, anzi …

      • EnzoSavini

        per l’investire,nn ho numeri su chi svapa, ma se hanno messo questa tassa nn penso siano numeri bassi, sia l’abbiano messa per agevolare le multi nazionali sia l’abbiano messa per far cassa, certo è, che anche prima era\è un mondo strano, poca roba per pochi amici e gli altri a diventar matti per spendere oltre 200 € in un atom o in una mod
        … 🙂 nn faccio nomi tanto … uscendo dall’ot resta il fatto che ancora ora la roba cinese va esaurita in pochi giorni e nn penso che tutti preferiscano una box cinese se metti a loro disposizione un buon prodotto ad un prezzo giusto. Nn so, forse sbaglio, ma visto l’andazzo vedi aste e mercato su FB il settore sarà ancora più favorevole ai furbetti. Un saluto.

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Puoi dirlo forte, sarà sempre pro furbetti.
          Pensa che ci sono delle immense immani teste di cazzo, merde di esseri viventi che vanno a fare le liste dai produttori “noti” per rivendere, dopo 1 giorni, la box su vape acution a prezzi 4 o 5 volte superiori a quanto le hanno pagate.
          Questi figli di puttana oltre ad essere dei disonesti (ma l’italia è patria per furbi e disonesti) di fatto rubano in lista il posto a chi REALMENTE vorrebbe quei prodotti perché ci svapa ed è questo che non tollero.
          Eppure i nomi di queste teste di cazzo sono noti a tutti e i produttori che comunque gli fanno le box anche loro non sono da meno poiché stanno al gioco (ed è chiaro il motivo … perché cosi valorizzano i loro prodotti).

          Ma tanto gli amici delle fiamme gialle prima o poi qualche retata la faranno e allora saranno cazzi amari … perché l’altro problema è che tanta roba gira in nero … non solo vendono a prezzi fuori di melone … ma pure in nero parecchi.

          Perdona lo sfogo. LOL.

          • Guggelhupf

            Non è mica illegale comprare e rivendere, se qualcuno poi ti prende la merce a prezzi assurdi, cavoli loro. Fa incazzare, ma è la legge del mercato.
            Poi il nero/non nero è un altro discorso.
            A mio avviso, il problema sta tutto nella testa degli acquirenti che, sull’onda dell’emozione e dell’hype, accettano di sborsare cifre irragionevoli per alcuni prodotti. Ovviamente la politica dei produttori non fa che incentivare questo meccanismo.

            • mc0676 L'autore dell'articolo

              Chi ha parlato di illegalità ?
              E’ un qualcosa che getta in ombra il mondo dello svapo riducendolo a merce di scambio per colpa dei soliti bagarini.
              Per colpa di gente che non ha voglia di fare un cazzo, non ha voglia di lavorare ma in compenso gli piace guadagnare facile.

              • Guggelhupf

                “gente che non ha voglia di fare un cazzo, non ha voglia di lavorare ma in compenso gli piace guadagnare facile” stai parlando di me? 🙂
                A parte gli scherzi, basterebbe non compragli più nulla = estinzione dei bagarini…

  • Alberto1969
    Alberto1969

    Ciao,
    poco tempo fa ero in un noto negozio fisico e mi era stata proposta questa box in alternativa all’Istick ( è da poco che svapo e al momento solo con atomizzatori “normali” -K! Aspire, Protank3, Genitank). Probabilmente il mio istinto di conservazione mi ha fatto propendere per l’Istick. (Aspetto con ansia la 30w per iniziare a provare il SubOhm).
    Concordo su ciò che hai scritto sui furbetti di internet, ma io ho deciso che prima leggo e guardo le tue recensioni e POI cerco su internet quello che mi serve.
    Resti per me fonte di conoscenza e apprendimento in questo nuovo mondo dello svago che sto scoprendo solo ora.
    Grazie per tutto il lavoro che fai!

  • carminoh

    Arrivata oggi,
    peccato, peccato, peccato, perchè è proprio un bell’oggettino!!!
    Molto piccola, molto tascabile, rispetto all’istick ha il pin regolabile e la batteria facilmente intercambiabile. Va anche detto che il senso di solidità, dato anche dai tasti, lo ripaghi comunque in peso. E funziona bene.
    Peccato, ma non c’è verso di staccargli gli occhi di dosso, me la sono portata dietro anche in bagno, e annuso continuamente per avvertire il benchè minimo odorino di bruciato.
    Di certo, se non posso portarla a giro, se devo vivere con l’ansia che esploda……

  • gigetto

    Adesso questa fa notizia perchè forse siamo in tempi meno facili per lo svapo ossia il mercato ha perso numeri, e non solo per la nuova legge di cui non si sono ancora sentiti gli effetti….ma in passato anche una nota ditta cinese di prodotti economici mise in vendita quello che allora andava di moda e con effetti simii….ma non se ne parlò più di tanto…..

    Io ero stato scettico sul prendere la istick che mi avrebbe risolto un sacco di problemi proprio per il prezzo basso. Se una pila costa 10€ un circuito ben fatto almeno 30€ come poteva tutto costare solo 40? Eppur funziona con i suoi limiti ma sembra sicura, per le versioni successive aspetto, sia che defunga la mia sia che si rivelino prodotti affidabili. Meglio allora oggi prendere una SX 350 mini solida e ben fatta……costa ma non è detto che ciò che costa poi alla lunga non sia più economico di ciò che costa meno.

    • Guggelhupf

      Anche io ho una iStick da diversi mesi, il mio unico big battery. Ci alterno sopra i tre rigenerabili che ho e non ha mai perso un colpo.
      Ho appena ordinato la nuova da 30W, ma non mi aspetto grandi sorprese alla Cloupor.
      Mi pare di aver letto che quest’ultima abbia prodotto circa 100.000 Mini, ora mi sa che faranno fatica a rimanere a galla.
      Un’altra novità interessante è forse la Kanger KBOX da 40W, non ha il display, ma non dovrebbe essere costosissima.

  • svapo-max

    Ciao Michele acquistai anche io la suddetta box per via del prezzo irrisorio.
    Purtroppo il giorno dopo cercando istruzioni sul funzionamento dei tastini per la funzione VV, VW e display mi sono accorto che ad alcuni gli si e’ bruciata in modalita’ random senza una ragione.
    Dopo averla messa da parte per via delle raccomandazioni del sito pinkmule da mi sono deciso a strapazzarla un poco facendo la prova dei 30w per 15 sec. su un carico di 1,5 ohm e ricaricando tramite usb.
    Lo so vedendo che funziona ho abbassato la guardia comunque sono sempre guardingo!
    Le prime quattro cifre del seriale sulla card sono: 0005.

    Sul web gira voce che la partita incriminata sia quella con 0002.
    Sulla tua card quali sono le prime quattro cifre del seriale?

  • Roberto-Francesco

    Ciao, comunque sai caro Michele che io ti stimo e ti apprezzo, ma non condivido il fatto di non dire sul web la mia va bene,perchè? io ne ho 3 cloupor mini 1 presa su ebay, una su ft,1 su svapoweb,
    tutte e 3 LE BOX VANNO PERFETTE,guarda che ci stanno persone che sbagliano ha mettere la batteria giusta e in modo giusto,su questa c’è proprio un piccolo bugiardino che dice di mettere prima il polo positivo e poi il negativo,il bugiardino anche avverte di usare ESCLUSIVAMENTE batterie con 35a di scarica tipo efest,vtc,ecc,ecc io ho visto nella foto una batteria samsung che non e adatta,spero capisci di cosa parlo mio carissimo amicone Michele,ci sarebbe da fare un discorso lungo,se vuoi ne possiamo parlare su skype o per telefono ma io personalmente do solo il 5% della colpa a cloupor è poi l’altra ci stanno delle mazze cheeee,se tu usi una res da 0,45 con filo da 80mm a 30 watt sfido io che mandi in fumo la box,adesso io ho fatto un esembio stupido, ma con questo voglio dire che bisogna analizzare i casi e come sia successo e che atom si usava,batteria,res,filo e poi si SECONDO ME puoi fare una valutazione razionale e civile,ripeto io invece la consiglio di acquistare la cloupor mini,ne ho 3 tutte perfette.Salutoni di vero cuore Michele,ciao da Roberto

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Guarda … ognuno ha detto la sua … io mi baso su questo comunicato: http://www.cloupor.com/index.php?main_page=news&news_id=42
      per trarre conclusioni sulla serietà di questo produttore che non è la prima volta che fa di queste minchiate.
      Ad ogni modo, dopo averla usata un pò, NON la consiglierei mai e poi mai. Motivo ? Il “lag” iniziale di erogazione quando è in standby è inconcepibile per un circuito del 2015, a prescindere dal costo dell’oggetto.
      Il discorso delle batterie da 35A poi non lo condivido nel modo più assoluto perché se nel mio svapo sfrutto al max 3-3.5A è PERFETTAMENTE inutile usare una batteria da 35A: e le Samsung blu sono da 25A.
      RAGION INDI PER CUI se il mio svapo è tranquillo è preferibile usare una batteria che premia la curva di scarica piuttosto che il fattore C. Non è un caso che una Samsung Blu con elettronica a 12-14w demolisce una “potentissima” Efest viola in autonomia di svapo.
      Concludo chiedendoti dove hai letto dei 35A suggeriti da Cloupor perchè nella mia Mini non c’è scritto nulla a riguardo.

      • Roberto-Francesco

        Va bene Michele io naturalmente rispetto la tua opinione e rispetto il tuo giudizio su questa mini anche se a mio grande dispiacere non condivido il tuo giudizio,ma ripeto lo rispetto al 100% figurati.
        Siamo qui nel tuo blog e spazio dove dai la possibilità di scambiaci pareri ed opinioni ed e giusto che anche se non si contividuono si devono rispettare.Io ti ringrazio molto che offri questo spazio a casa tua per discutere, ti rispondo alla parte b della tua risposta, lo letto nel bugiardino del dna 30 v2, siccome la cloupor mini monta il dna 30 v2 e ovvio che si applica il consiglio delle giuste batterie.Comunque ripeto rispetto la tua opinione ma personalmente non la trovo da bocciare o da non consigliare.Io ho avuto una istick mini e dopo 10 giorni era andata la filettatura del 510,stessa cosa sulla 30 watt la filettatura dopo solo 5 giorni già traballa il mio kay,comunque il miglior modo di testare le cose e fallo personalmente visto che ogni persona la pensa diversamente.Ciao Michele e grazie ancora per lo spazio che ci dedichi,sei un grande.

          • Roberto-Francesco

            Guarda bene nella tua mini cloupor e il dna 30 v2 cioè versione due,lo so perchè ho scritto la cloupor e mi hanno risposto che monta in dna30v2,ora io dalle 3 cloupor mini che ho ne ho aperta solo una,e non riesco ha vedere il logo evolv,
            forse e un clone,comunque grazie a dio io non ho avuto problemi.Michele colgo l’occasione per ringraziarti,bella l’idea del gommino al pulsantino mi piace,grazie.

            • mc0676 L'autore dell'articolo

              Non è il DNA originale, ovviamente.
              Il DNA30 schiacci il pulsante e spara subito, questo quando è in stand by ha un bel ritardo di erogazione.

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          L’istick (20w) ha un attacco che fa pena su questo non ci piove.
          Devo anche dire tuttavia che io ne ho due che ruoto con sufficiente frequenza qua sulla mia scrivania e che mi porto in giro e usandole con criterio (senza cioè metterci sopra atomizzatori che non ha senso metterci (come il Kay v4 che pesa spiomba) e stringendo con attenzione) per ora reggono senza problemi ma ahimé è deboluccio è un dato di fatto.
          La cloupor mini, lasciando da parte il discorso elettronica, ad ora secondo me ha due difetti: l’elettronica che quando è in stand-by alla prima attivazione dorme per un bel pò e il pulsante di attivazione che (almeno nella mia) è piuttosto duro con una superficie di attivazione che potevano fare + larga e + sporgente :).

  • playjamb88

    Ciao Michele volevo chiederti se hai avuto modo di provare la Hana Modz Cloupor 30 WATTS e quali sono i tuoi pareri a riguardo.

  • gandalf2000

    Comunicazione di servizio: Miché ok che tu sei sempre avanti, ma se dovevi andare dal 6 febbraio al 6 maggio tanto valeva che ti facessi fino alla finale di Champion’s…

  • kalos

    Riguardo al ritardo dell’attivazione: se si fa un’attivazione a vuoto prima di svapare, il ritardo c’è ugualmente?
    Grazie

  • Jack Palladilegno

    Ciao Michele perdona l’OT.
    ho fatto un ordine su fasstech di poco superiore ai 50 euro. Nella tua eaperienza la dogana si paga random in base al culo indipendentemente dalla spesa?
    E nel caso a quanto ammontano le spese doganali?
    Grazie

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Mai fatto un’ordine sopra i 50 € non saprei ma alcuni amici per ora mai avuto problemi …
      Per il calcolo della dogana devi googlare un pò.

  • barbasvapo

    Possessore da 1 mese ormai della Cloupor Mini, non ho avuto nessuno dei problemi da voi citati. Per la questione di questo tasto “duro” la trovo assurda, il tasto si ammorbidisce con l’utilizzo e penso sia progettato cosi anche perchè è il più soggetto ad usura. Per il resto a me va alla grande e non vedo perchè non consigliarla. Ho anche la istick ottimi prodotti entrambi. Un problema che può capitare non può e non deve denigrare un intero prodotto.
    Comunque ottima recensione come sempre anche se l’ho trovata un po troppo esagerata sui lati negativi.

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Solo due precisazioni importanti:
      – uno switch che con il tempo si ammorbidisce è uno switch di qualità pessima: infatti gli switch sono venduti per offrire una resistenza di attivazione in NM e quelli di qualità si attivano con quella forza dalla prima attivazione fino a quanto muiono: se calano resistenza lo fanno con il tempo;
      – uno switch duro non vuol dire che è uno switch di qualità … anzi quelli che offrono una minor resistenza sono solitamente quelli + costosi.

      • barbasvapo

        Accetto le tue precisazioni, io sono troppo inesperto rispetto a te.
        Ma comunque non lo trovo cosi duro e scomodo.
        Aspetto nuove review ^_^

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Come ho scritto, sono aspetti soggettivi.
          Personalmente trovo molto + comodo quello dell’Istick.

          • barbasvapo

            PS. Ti ringrazio davvero tanto per i video ed il blog, grazie a te ho imparato davvero moltissime cose. Grazie

  • DOMENICO1983

    Ciao michele io sono un nuovo iscritto ti seguo da sempre ti vorrei fare i complimenti , in piu’ ti vorrei chiedere 1 cosa: mi consigli a comprare qualcosa di piccolo adesso ho un provari,mi piace sia l’istick che la cloupor ,di fatto e che la cloupor si puo’ cambiare la pila sperando che non va a fuoco o comprare 2 istick 30 w grazie

  • iosvapo
    iosvapo

    Salve , Michele piacere, mi chiamo anche io Michele ti seguo spesso , ti trovo molto competente in materia … io svapo da tre anni possiedo attualmente una dicodes telegonos praticamente un dany extreme piu’ piccolo con batterie da 14650 , pero’ mi piacciono tre scatolette la istick 50 w , la IPV mini V2 70 W e sx mini 350 . Quale mi consigli per l’acquisto ? considera che la usero’ con l’aspire nautilus mini … Grazie .

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Ciao Michele 🙂
      Ho in arrivo la istick 50w che in teoria dovrebbe essere una discreta box.
      Ha l’unico difetto che devi ricaricarla tramite cavo senza poter cambiare batterie ma ha 4400 mah e tanto fiato quindi.
      Insomma il suo rapporto qualità prezzo è notevole.
      Dell’IPV ne ho lette di cotte e di crude ma nel complesso comunque fa il suo mi pare di aver capito.
      La SX Mini è bella ma caruccia, non vale i 170 € che costa.

      • iosvapo
        iosvapo

        Grazie per avermi risposto , quindi deduco che mi hai indirizzato sulla istick 50 w , pero’ prima di procedere all’acquisto , gradirei un tuo video con la recensione completa della istick 50 watt . Sempre se non ti dispiace . Grazie mille ancora .

        • iosvapo
          iosvapo

          volevo inoltre chiederti se quando farai la recensione della istick 50 w la provi anche con il nautilus mini , solo per una questione estetica . Se sborda da un lato o rimane perfettamente in linea . Grazie

          • severance

            io possiedo la Istik 50w ed è una bomba sia come spinta , linearità e soprattutto come durata della batteria , ci faccio 3 giorni abbondanti dalla mattina a sera tardi. Sulla istik monto un Kanger Subtank Mini che è 22 mm e non sborda affatto quaindi presumo che il Nautilus Mini che è piu piccolo ( penso sia 19mm) ci vada benone e certamente non sborda

          • mc0676 L'autore dell'articolo

            eheh non ce l’ho il Mini. Cmq ci vedrai sopra Kayfun e similari cosi ti fai un’idea.

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Appena arriva e dopo averla provata farò un video, ovviamente.

          • iosvapo
            iosvapo

            Ciao Michele , mi potresti dare qualche informazione in merito alla kbox della kangertech ? Il prezzo è sicuramente da prendere in considerazione ma sono indeciso con la istick 50 w

  • Riccardo

    Ciao Michele, scusami,ma visto e considerato che gira anche questa schifezza,ti volevo chiedere cosa ne pensavi della IPV Mini 70 Watt Pioneer You????? Sinceramente la vorrei acquistare.Ciao una buona serata.

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Non la conosco purtroppo, mi spiace 🙁
      Ne ho solo sentito parlare mediamente bene.

I commenti sono chiusi.