“Comodino Ediscion”, aggiornamenti 4


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 2445 volte.

Anche se un pò abbacchiato da sto DNA20D e fortemente deluso dalla sua pessima efficienza ho comunque deciso di montare il mio secondo (e ultimo !) DNA all’interno di un’altra box.

Si chiamerà Comodino Ediscion perché particolarmente grandicella.

Sarà una box molto robusta, con spessori importanti nelle pareti e sarà 100% mogano: in pratica una box poco raffinata da lavoro, che possa essere sbattuta qua e la senza preoccaparsi di romperla a differenza della prima DNA Box che ho fatto che da la sensazione di essere un po’ fragile.

Ieri sera ho cablato il DNA e messo i listelli interni, superiore inferiore e il laterale che farà da divisorio per il circuito.

Il display sarà visibile da interno box e gli switch non ho ancora deciso dove metterli.

Stasera tempo permettendo conto di iniziare a montare il circuito dentro la box e fare le prime saldature.

Sotto ai listelli superiore e inferiore ci sono 3 mm di aria per farci passare i fili.

Vedremo.

IMG-20130307-WA0003


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


4 commenti su ““Comodino Ediscion”, aggiornamenti

  • Avatar
    marco drago

    eccoti un link (alla fine) per capire cosa sia un taglio di quarto, spiegato bene. Come puoi vedere, si prende solo lo spicchio centrale di un quarto di albero. Ci sono solo 4 vere tavole di quarto in un tronco, il resto comincerebbe a dare onde più o meno accentuate. Se invece, come fanno comunemente, tagli il tronco normalmente, ottieni tavole più larghe (e non sprechi legno), una maniera per ottenere più tavole di quarto è quella che spreca ancora più legno ed è esemplificata nel settore del tronco (quello disegnato) a sud ovest. In basso vedi come appaiono le venature esattamente per lo stesso legno, prendendo ad esempio le chitarre. Un manico si fa sempre di quarto, mentre i corpi sono spesso fatti col taglio “flat”, taglio “piatto”. Solo con alberi di grandissime dimensioni ottieni tagli di quarto anche per i corpi.
    Insomma, i tagli di quarto, per i legni pregiati come il mogano (molto utilizzati nei manici) se li becca tutti la liuteria, che li paga molto di più. Un mobile non si realizza in quella maniera, un semplice falegname o fornitore di falegnami non le ha o ne ha pochissime.
    LINK:
    http://www.frudua.com/quarto_vs_slab.htm

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      Grazie Marco, ho capito !
      La cosa è molto + complesso di quanto pensassi … cioè dovrei chiedere il legno tagliato in un certo modo … insomma una roba troppo grande !
      Alla fine mi sa che le farò cosi come vengono e buona notte !
      L’unica mi sa dunque è cercare i listelli già fatti bene e incollarli anziché andarci dal pieno !

  • Avatar
    roby74ohms

    sto seguendo le tue costruzioni, anche se le mie vanno nella direzione opposta, tu fai gli armadi e comodini, io i cassetti e portagioie.
    insomma amante delle box mini.
    ne ho fatta una in iroko con 14500 e bottle da 3ml, ma meccanica e risale a un anno fa, senza infamia e senza lode, ma fatta da me.

    il dna20 mi serviva proprio per rendere performante la minibox futura, su quella attuale non entra neanche un foglietto di traverso… e un circuito step down che ho usato finora sono da escludere.

    per risparmiare spazio dovrei escludere l’uso dei due pulsanti per i watt e utilizzare un potenziometro.
    e qua ora mi banni di sicuro, ti posso chiedere se hai gia’ provato la regolazione con potenziometro e se per caso avevi una 14500 da testare ???

    grazie
    ciao

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      Non ho provato con il potenziometro, anzi ti dico che ce l’ho a morte con i potenziometri ehehe.
      E la 14500 non ho potuto provarla ma io penso che la 14500 sia solo 4C (informati) insomma ben lontana dai limiti minimi che il DNA vuole e quindi ci fai poco, cioè manco si accende mi sa !

I commenti sono chiusi.