Costruirsi una box mod (un sistema bottom feeder) 81


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 94677 volte.

Mi capita molto spesso di scambiare dei PM con dei ragazzi che vorrebberò farsi una box mod per conto proprio e quindi ho pensato di fare questo articolo dove, a grandi linee, spiego cosa serve per costruirsi una box mod e dove eventualmente reperire il materiale.

Se uno è in grado di farsi la resistenza in un atom rigenerabile, allora è in grado di costruirsi una box mod” (mc0676 ndr)

costruireunaboxmod

Questa che vedete è la mia Vamo Box e adesso, punto per punto, passerò a spiegarvi tutti i componenti che costituiscono la box.

A) LEGNO

Sicuramente sono la persona meno indicata a parlarvi del legno.
Ad ogni modo se volete realizzarvi una box non serve andare a prendere chissà quale legno esotico o del vattenapescanazionale. Per iniziare potrete semplicemente recarvi ad un brico e acquistare dei listelli anche di abetaccio.
Comprerete del legno di qualità quando avrete acquisito la giusta dose di esperienza perché una volta che avrete fatto la vostra prima box vi posso assicurare che appena terminata già penserete alla seconda.
Se non avete brico nei vostri paraggi, potete sempre andare da qualche falegname e farvele fare, in genere con meno di 10 € ci prendete i listelli necessari alla costruzione di almeno 5-6 box.

B) CIRCUITO

Non ha molto senso farsi una box mod meccanica oggi. Forse aveva senso nel 2010, oggi non più. IMHO.
Per questo vi suggerisco caldamente di farvi una box VV o VW.
I circuiti che potrete usare sono:
– Dimension Engineering DE-SWADJ3: costa 30-40 € e in rete si trova, basta usare Google;
– Evolv Vapor DNA20: ottimo circuito, uscito da poco, lo trovate nel sito del produttore;
– circuiti estirpati da BB: avete un Vamo che non usate ? oppure uno Z-Max ? O un Provari ? beh potrete sempre smontarli e cannibalizzare il circuito …

L’importante è che il circuito possa erogare almeno 12w sotto carico, in questo modo avrete un qualcosa in grado di soddisfarvi.
Inoltre un circuito che funziona con una sola batteria in modalità booster up è da preferirsi, per ovvie ragioni di sicurezza, ad uno che ne utilizza due in serie.

Se siete “bravi”, potrete anche farvi da soli il circuito, per esempio il booster di Ciro è un circuito molto semplice da montare e piuttosto performante.

C) MAGNETI

Solitamente si usano dei magneti con le seguenti dimensioni (diametroxspessore): 3×1, 4×1, 2×2, 3×2, 3×1.
I magneti vi consiglio di prenderli su ebay (cercate “magnets”) perché negli shop italiani di esig il loro prezzo viene trattato prima con lievito e qualche volta pure abbondante.

D) TUBO SILICONE

Questo tubo in pratica passa attraverso il tappo della boccetta (che avremo preventivamente forato) e arriva fino al fondo della boccetta stessa.
Il foro interno deve avere un diametro tale da stare inserito bene a pressione nel pin (G) e deve avere un diametro esterno tale da poter passare nel foro che farete nel tappo della boccetta.
In alcuni shop viene venduto comunque, anche in questo caso il prezzo viene trattato con lievito.
Se volete risparmiare vi suggerisco di guardare in qualche negozio (casa della gomma) dove con 2-3 € ne comprerete 2 metri almeno.
Il tubo che viene utilizzato in genere ha un diametro esterno di 4-5 mm e un diametro interno di 1.5 mm.

E (BOCCETTA)

La boccetta bisogna comprarla gioco forza in qualche shop di esig dato che non esiste niente che faccia al caso vostro nel commercio “normale”.
Vi consiglio la boccetta da 6 ml classica a cui dovrete effettuare un foro del diametro giusto.
Il foro si fa sempre circa mezzo millimetro più piccolo rispetto al diametro esterno del tubo di silicone (D).

F (PULSANTE)

394009271_347

A seconda del tipo di circuito che utilizzerete vi servirà un pulsante che debba resistere ai 3 Ampere oppure che sia un semplice switch.
Nel caso per esempio del Vamo bypassando lo switch originale non ha senso che io abbia usato quel pulsanto li (che regge 2.5A) e ce l’ho messo solo per puri motivi estetici, ma nel caso in cui utilizzare un DE-SWADJ3 dove andate a interrompere il positivo che arriva dalle batterie allora in quel caso ecco che vi serve un pulsante che regga i 3.0A almeno.
I pulsanti li trovate su ebay o negli shop di esig, dove vengono proposti a prezzi interessanti.
Attenzione: solitamente i pulsanti ci sono di diversi diametri di foro (per l’aggancio), vi suggerisco quelli che hanno foro di fissaggio 12 mm, perché quelli da 16 sono troppo grandi.

G (AGO/PIN)

Quel tubettino di metallo si deve inserire a pressione nel tubetto di silicone (D) e dovrà essere saldato (o inserito a pressione) nel pin centrale del connettore (H).
Io solitamente utilizzo il tubettino dei CE2 o dei phantom, dopo averli ripuliti da eventuali saldature e dopo li carteggio in modo da favorire l’aggrappaggio della saldatura dopo.
Occhio a comprare tubetti di acciaio puro, perché dopo saldarci a stagno non sarà facilissimo.
Molto meglio optare per questi tubetti in lega di metallo più malleabile.
Solitamente i tubetti hanno un diametro esterno di 2 mm e interno di 1.5 mm.

H (CONNETTORE)

sealed-510-battery-connector-diy-e-rokok-ecig-rokok-elektronik-1104-04-abechik@1

Il connettore femmina 510 lo trovate in quasi tutti gli shop di esig e ne esistono principalmente di 2 versioni, dorati e argentati. Vanno bene entrambi.
Quasi tutti hanno il pin centrale “tappato”: quindi dovrete forarlo con il trapano, usando una punta proporzionale all’ago/pin centrale (G) che userete.
Successivamente l’ago/pin (G) lo saldarete al pin del connettore forato, a stagno. Oppure se farete un foro particolarmente preciso basterà infilarcelo a pressione, usando il martello.

I (TAZZA/VASCHETTA)

La vaschetta ha lo scopo di raccogliere il liquido in eccesso.
Potrete farvela al tornio se l’avete al contrario dovrete comprarla in qualche shop, ad esempio SvapoBar le vende ed è uno dei pochi shop.
Solitamente la vaschetta ha un foro di 8.5 mm (8.6) dove viene inserito, a pressione, il connettore 510 (H).
Le vaschette possono avere diversi diametri, se ve la fate o ve la fate fare da un tornitore l’importante è che il diametro interno sia almeno 15 mm.

I (CAVETTERIA)

Ovviamente vi serviranno dei cavi in rame.
Cavi che abbiano un diametro importante, non usante i microcavi del doppino telefonico, mi raccomando, perché specie dal circuito al connettore e pin centrale passeranno diversi ampere e servirà un cavo “importante”.

M (BATTERIE)

Rigorosamente AW, sempre, mi raccomando.
In alternativa Efest o NCR.

N (CONTATTI/BATTERIA)

Anche questi li trovate negli shop di esig, a buon prezzo.
In alternativa, googlate.
Solo un consiglio: il contatto a molla deve avere una molla “seria” e non una molla del “menga”.

PARTI NON ELENCATE

1) Stagno: avrete bisogno di stagno e disossidante per le saldature;
2) Colla da legno: il tradizionale Vinavil è più che sufficiente;
3) Trattamenti per il legno: se dopo aver incollato la box e prima di montarla vorrette abbellirla beh nel commercio esistono vari trattamenti, a olio, cera etc etc per rendere il legno più impermeabile e per rinforzarlo.
4) Pulsante ON-OFF: qualora il circuito che usate non abbia la possibilità di essere spento, dunque potrete prevedere un selettore on-off nella vostra box. Chiaramente aumenta l’ingombro, il numero dei fili e la complessità. Non è indispensabile.

ATTREZZI NECESSARI

1) Saldatore a stagno
2) Taglierino o cutter
3) Seghetto da legno (per tagliare i listelli)
4) Dremel (opzionale)
5) Trapano
6) Punte varie e tazze per legno

COSTI

Una box autocostruita, tutto compreso, potrebbe costarvi, a seconda del circuito che andrete ad utilizzare, dai 30 ai 70 €, insomma circa 1/3 di quello che trovate già fatto in giro che non funzionerà mai, questo ve lo metto per scritto, come la box che vi siete costruiti, da soli, con le vostre mani :).

CONSIGLI

L’ho detto a diverse persone e lo scrivo anche qua: se volete farvi una box e MAI avete avuto una box in mano, penso che la cosa migliore sia comprarne una, usata, usarla e capire come funziona e poi a quel punto ve la fate.
Se non avete mai avuto una box e decidete di farvene una alcuni concetti, basilari, vi sfuggiranno :).


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


81 commenti su “Costruirsi una box mod (un sistema bottom feeder)

  • paolo4579

    Volevo precisare e penso Michele mi darà ragione che questa bellissima guida l’ha fatta per me gli ho spappolato le palle una giornata intera,grazie nuovamente amico.
    Io una box non la ho,non l’ho neanche mai vista dal vivo,ma l’idea di costruirne una mia mi attrae, per caso a qualcuno ne avanza una anche solo in conto visione? 😉
    Ciao

  • mraffa

    Ciao Michele,

    ottima guida, proprio quella che cercavo. vorrei cimentarmi nella costruzione della mia prima Box, ma prendo al volo il tuo consiglio, ho acquistato in un forum una Puzzle box usata, cosi mi posso rendere conto di come sia fatta, naturalmente mettendoci sopra il tuo ARB, volevo una info, sono già in possesso di due batterie AW 18650 che utilizzo nello Z-max, volevo prenderne altre, puoi darmi qualche dritta dove prenderle.
    Qualche consiglio sull’utilizzo della BOX ?

    Grazie di tutto.

    Saluti
    Raffa.

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Funzionano molto bene, pare, le Efest 18650 da 2250 mah, le trovi negli shop polacchi sui 10 €.
      Anche vaporfreak.de le vende 🙂

      Anche le SAMSUNG ICR18650-28A/2800mAh sono buoni, cosi pare dai test anche se io non le ho mai provate.

      Su peleon trovi anche le ncr18650 verdi a pochi euro, anch’esse ottime batterie.

  • angelox
    angelox

    Ottima guida. Potresti indicarmi le misure interne/esterne per una box che possa montare sia una 18650 che 2×18350? Il circuito può anche essere montato sopra la batteria?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Le misure interne sono circa 100 mm altezza e 45 mm larghezza per il circuito del Vamo, che diventano 90×40 nel caso del deswadj3.
      Le esterne le ricavi in funzione dello spessore del legno che vuoi usare.
      Il circuito sopra non puoi mettercelo perché sarebbe solo d’impiccio per il connettore.

  • fabiomito

    Ciao Michele la tua guida è impeccabile però ti chido troppo se pubblicassi lo schema del cablaggio perchè ho il circuito cannibalizzato da un vamo che mia sorella ha provveduto a rendere inutilizzabile in quanto ha sfondato i tastini del + e – e volevo metterlo in una box ma non riesco a uscirne a capo per il cablaggio. Grazie sei il mio guru

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      è impossibile fare uno schema universale 🙂 varia da circuito a circuito.
      Per il vamo poi è facilissimo 🙂

      C’è il pin dove appoggia il positivo della batteria che devi collegare appunto al positivo, poi il negativo in comune (da collegare al negativo atom e negativo batteria) e poi il positivo in uscita da collegare al positivo atom, facilissimo.
      Per il pulsante usi le piazzole del pulsante originale 🙂

  • gram

    ciao Michele sono nuovo del bolg ma vista questa guida mi sorgono un paio di domande e spero tu mi possa rispondere:
    1) Non si parla di resistenze quindi dove si vaporizza il liquido?
    2) Come tiri su il liquido dalla boccetta?
    Non spapo da tanto ma mi piace e oggettivamente mi sento gia un sacco meglio, sono molto intrigato dal farmi la box per conto mio quindi grazie in anticipo e complimenti per il bolg è di grande utilità

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Ciao Gram, ti suggerisco di vedere nel menù in alto a sx la voce “Il Sistema Bottom Feeder”, troverai risposta ad ogni tua domanda 🙂

  • AleGenova

    Io vorrei aquistarne una michele… ma non sò dove sbattere la testa ,visto che non ho amici che “svapano in modo professionale” …quelli che conosco hanno (se va bene)una Ego classica… in giro per forum(a meno che non sia te a vendermene una,e di te mi fido ad occhi chiusi) non vorrei prendere fregature..non esiste un punto vendita su internet dove aquistarne una fai da te?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      L’unico che vende i kit per farsele è svapobar, dacci un occhio.

      Altrimenti c’è del-sole con le sue oppure satiro con le box dei Lukkos.

          • AleGenova

            ahahah si immagino..beh ,se una cosa piace penso che il prezzo sia relativo,anche per un genovese come me :)) …l’importante che non mi lasci a piedi ,e che trovi i ricambi una volta ne avessi bisogno ..la box è sempre una box..e poi quella la posso sempre vendere.. 🙂

  • zite

    Salve ragazzi io vorrei farmi una box mod e ho fatto una lista con il materiale che mi occorre e i prezzi.
    Circuto: DE-SWADJ3 25$ OVVERO 19 EURO
    Legno: Brico 10 euro
    Magneti: ebay 100 pezzi 9,99 euro
    Tubi silicone: negozzi che vendono come illustrato nella guida 3 euro
    Boccetta 6 ml: 1.99$ ovvero 1,50 euro
    Pulsante in acciaio inox: 6,99$ ovvero 5,35 euro
    Connettore pre-assemblato: 3,99$ ovvero 3,10 euro
    Vaschetta gocciolamento: 4,99$ ovvero 3,82 euro
    cavi rame: 3euro
    contatti batterie 18650: 1,79$ ovvero 1,40 euro
    Totale 55 euro all’incirca.
    vorrei sapere se nella lista c’è tutto o manca qualcosa. e soprattutto se con il circuito “DE-SWADJ3” serve un circuito per regolare i volt. Se si,mi sapreste dire quanto costa e dove trovarlo?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Mi sembra che c’è tutto !
      Manca solo l’oring da mettere sotto al tappo della boccetta per avere una tenuta migliore e stop 🙂

      Il deswadj3 è completo, tu gli dai in ingresso 2×18350 (7.4v) e lui con il potenziometro ti da l’output che vuoi, con regolazione fine dei decimi di volts e fino a 25w.
      Questo circuito NON salva le batterie, le spreme finché può quindi i primi tempi dovrai fare delle prove affinché tu capisca oltre quanti X ml è bene non andare (solitamente si fanno 4 ml circa con 2×18350 AW di qualità).

      Semmai un bel voltmeter piccolino per vedere il voltaggio potresti aggiungerci … 🙂

  • zite

    ho realizzato il corpo della box. ho fatto le seguenti misure:
    10 di lunghezza
    4,5 di larghezza
    e 3 di altezza
    ho fatto la prova ,senza non aver ancora messo i contatti, a mettere due 18350 e la boccetta e ci stanno precisi.
    vanno bene come misure?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Direi ottime dimensioni, forse un pelo spessa (i 3 cm) ma va bene 🙂

      • zite

        bhe se tre centimetri sono spezzi posso sempre usare la lima per limare e diminuire. 😀

  • svapo-max

    usando il pin dell’atom phantom per autocostruirmi l’attacco 510 forato la testataveva una scanalatura che ho spianato senza attrezzi di pecisione (non bacchettarmi … ho usato lima e carta vetrata fine per carrozzieri)
    Quando squanko il liquido allaga la sede del connettore e sembra non entrare nell’atom.
    Potrebbe essere che il pin non sia in piano e non convogli il liquido all’interno dell’atom?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Dovrei vedere in dettaglio con foro + grandi.
      Di sicuro quella curva non aiuta lo squonk però se ti arriva liquido alla tazza è strano che non si salga nell’atom.
      Comunque quando si squonka piano è normale che un pò di liquido vada in tazza, perché comunque dopo lo tiri sù quando svapi, diciamo che i 510 e i 306 funzionano + o – cosi, un pò di liquido in tazza ci va sempre, c’è apposta 🙂

    • svapo-max

      Ho risolto semplicemente avvitandoci un atom 510 Vape4 da 1,5 ohm.
      Forse prima con atom Joye da 2 ohm + circuito 5 click e batteria 18650 3,7 volts si allagava e non ce la faceva a vaporizzare.
      Adesso non “sbrodola” ed e’ una vera locomotiva: http://youtu.be/-sBik8QcRgI
      Grazie ai consigli e guide del tuo blog ora anche io ho la mia prima bottom feeder.
      E’ molto grande ma come inizio sono soddisfatto.

      Ciao e grazie alla’ autore del blog.

      • mc0676 L'autore dell'articolo

        COMPLIMENTI !!!!

        Bravissimo 🙂

        Direi che funziona EGREGIAMENTE ! 😉

  • fabio2765

    ciao Michele, mi diresti le differenze tra Evolv Vapor DNA20 e Dimension Engineering DE-SWADJ3, grazie

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Il DNA è un booster, il Deswadj3 uno step down.

      Cioè uno è il futuro e l’altro è preistoria, oramai il deswadj3 per lo svapo ha fatto la sua era ….

  • fabio2765

    Ciao Michele, ti volevo chiedere un piacere, se mi faccio fare una scatola, e ti comprerei tutti i componenti, poi mi faresti l’assemblaggio? naturalmente dietro compenso. Se poi mi faresti tutto tu sarei molto più contento, io purtroppo non ci capisco niente ne di falegnameria e niente di elettronica. Mi piacerebbe con un DNA20, Comunque se sei daccordo ci possiamo mettere daccordo in MP, se è il tempo che tipreoccupa ti dico già da adesso che non ho premura, comunque ti manderei tutto se compri tu oppure mi dici che cosa comprare e ti spedisco tutto io, come preferisci, l’importante è che me la fai, grazie, attendo risposta, naturalmente positiva, o avrai uno svapatore sulla coscienza

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Se ti fai fare fare la scatola completa allora si può fare, viceversa nisba 🙂
      Qualche componente ce l’ho, ma altri (circuito e in questo momento pulsante bello) no. 🙂

  • fabio2765

    ok, allora cercherò qualcuno che mi faccia la scatola, deve avere delle misure precise per montare il dna 20? e poi dimmi tu che altro devo comprare e spedirti insieme alla scatola, il dna20d su cloud9vaping costa 46 sterline e ci sono sconti quantità, che ne dici è un prezzo buono, considerato che non c’è dogana?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      In Italia costa 60 €, vedi te 🙂
      Alla fonte meno di 50$ e di dogana non paghi nulla 99 su100.
      Per la scatola servono UTILI 43 mm di larghezza. 74 mm di altezza e 18 mm di profondità.

      Ripeto, UTILI 🙂

  • mc0676 L'autore dell'articolo

    non si capisce se le quote sono riferite all’interno però

    se si vanno bene !

    chiedilo al sito, se ti rispondono di si ne prendi 2 e una la tengo io come pagamento del cablaggio 😀

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Allora non va bene … se si toglie legno ci rimane la pasta sfoglia dopo !

  • fabio2765

    michè sono sempre io, dimmi precisamente come deve venire che me li faccio fare 2, le misure interne già me le hai date, il buco sopra x la vaschetta-attacco 510 (diametro) il buco per premere la bocciettina ecc….
    io ti metto la mia email: fulviofab@alice.com, così ci mettiamo daccordo per tutto, ciao. naturalmente una è per te

  • fabio2765

    ciao Michele, dimmi se con queste misure potrebbero andare bene: misure esterne: larghezza 50,8mm, quindi resterebbe uno spessore di 3,9mm a lato ed un interno di 43mm, – altezza 101,6mm, quindi resterebbe uno spessore di 13,8mm a lato ed un interno di 74mm, – profondità 31,7mm, quindi resterebbe uno spessore di 6,85mm a lato ed un interno di 18mm;

  • fabio2765

    allora dammi il tuo indirizzo che te le spedisco (le faccio mandare direttamente a te) e dimmi se ti serve qualcos’altro, se ti vuoi fare anche una mini te la prendo, sopra c’è la mia email

  • leduc

    Ciao Michele, volevo segnalarti alcuni pulsanti che mi sembrano carini (ma io che non ho le competenze elettroniche nè manuali necessarie per la realizzazione, passo già in partenza); non so se possono essere adatti come dimensioni e struttura, ma sembrano proprio ganzi, no?

    http://www.ebay.it/itm/390599339854?ssPageName=STRK:MEWAX:IT&_trksid=p3984.m1438.l2649
    http://www.ebay.it/itm/290724668926?ssPageName=STRK:MEWAX:IT&_trksid=p3984.m1438.l2648

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      per me non vanno bene, hanno il foro di 16, sono molto lunghi ergo occupano molto spazio dentro la box 🙂

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Già meglio, ma hai idea di quanti mm entra nel vano box sottraendo spazio alle altri componenti interne ?

  • leduc

    No, proprio nessunissima idea, per questo la facevo valutare a te, a me piaceva solo il fatto che avesse il pulsante illuminato, ma mi rendo conto che sia poco funzionale. Peccato, era una figata… 🙁

  • zorro71

    Visto il lavoro che faccio….piegatore..tratto la lamiera di tutti i tipi e tutti gli spessori giornalmente,dalla decapata 10/10 -15/10 20/10 ecc ,all’acciaio ,alluminio ,ecc ecc pensi che si possa fare?se ti interessa veramente Michele sarei disposto a piegarti tutto cio’ che desideri basta dirmi le misure in mm e relativi fori con scantonate x l’eventuale scatola box.ti inviero’ tutto.ciao aspetto tue notizie,naturalmente il tutto in omaggio.ciao

  • Stefano17
    Stefano17

    A breve dovrei ricevere i componenti per costruirmi la mia prima BOX, volevo chiederti che tipologia di filo devo utilizzare x collegare il circuito.
    Non essendo molto ferrato in elettronica, chiedevo quale misura (diametro) di filo utilizzare e se devo prendere filo rigido o meno…

    Grazie

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Rame smaltato da MINIMO 0.75 mm 🙂
      Oppure filo di rame con analoga sezione utile.

  • France

    Ciao Michele ,
    sono Francesco sono capitato in questa discussione a mio parare molto utile.Complimenti per la tua preparazione al riguardo mi sto facendo le ossa nel guardare le tue recensioni e mi complimento con te sei un tipo in gamba.
    Vorrei chiederti se la costrizione della box è andata a buon fine e nel caso ricevere foto.
    Nel caso dovesse piacermi vorrei provarci anchio a costruirne una . 🙂

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Grazie Francesco,
      è andata a buon fine 🙂
      Scorri la categoria Box Mod e vedrai quante ne sono andate a buon fine hehe 🙂
      E’ meno difficile di quello che sembra.

  • pippofly

    ciao Michele,
    intanto grazie per l’ospitalità e per il gran lavoro fatto nel tempo!
    io ho a casa gran parte del materiale, ma non ho ancora definito la base del progetto, in quanto ancora indeciso se realizzare effettivamente una bf o solo una battery box….
    la domanda che ti volevo porre è relativa all’impiego di 2 (o eventualemente anche più!!) 18650, invece delle classiche 350.
    l’idea sarebbe usare 2 ncr 18650 in serie, in modo da sfuttare tutta la “potenza” del circuito del vamo ed avere qualche mah in più rispetto alle 350, ma in teoria con le 2 650 in parallelo, rinuniciando a qualche watt, ci sarebbe un bel po di scorta…
    attend tuo parere
    grazie!!

  • CLONE

    miche avre una domanda forse stupida ma non sono un genio o un circuito zmax volevo farmi una box ma quello che non capisco ,il tasto a 4 pin come devo collegarlo per far funzionare un tasto normale distinti saluti

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Quelli sullo stesso lato sono la stessa cosa.
      Quindi nel lato dove escono 2 pin, uno lo tagli.
      E la stessa cosa fai nell’altro lato.

I commenti sono chiusi.