Desmo BF by DelanieMOD – Agg. x3 Recensione 16


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 5459 volte.

E’ arrivato un paio di giorni fa ma solo oggi ho trovato il tempo per aprirlo, lavarlo e giocarci e devo ringraziare Gigetto che mi ha fatto conoscere questo atom di cui ignoravo l’esistenza.

Il Desmo BF è un atom rigenerabile per sistemi bottom feeder e lo si compra direttamente dal sito del modder, spagnolo, a questo indirizzo.
Il costo è un costo veramente molto onesto, vale a dire 31 €.
L’atomizzatore, come vedrete dal press fotografico, è sicuramente fatto, in molte parti, a mano (cioè tornio manuale e non CNC) e questo fa si che sui vari pezzi siano presenti dei difetti di fattura. E’ un pò la stessa cosa che abbiamo visto con i prodotti, fatti a mano, di Cristians Mods (Vapitalia).
Diciamo che questa tipologia di prodotti rientra in quella categoria di prodotti in cui si deve “cercare” la sostanza piuttosto che il dettaglio e la perfezione.
Indubbiamente l’occhio critico che si usa per valutare un Chalice v3 da 130 € non può essere il medesimo che si utilizza per valutare un Desmo BF da 31 €.

Questo articolo in linea di massima sarà destinato ad essere aggiornato parecchie volte perché questo atom, per com’è pensato, apre parecchi “spiragli” di rigenerazione permettendo a chiunque di sbizzarrirsi con la propria fantasia passando dalla wick al cotone piuttosto che alla mesh.

Queste alcune caratteristiche:
– possibilità di rigenerazione in single e in dual coils;
– regolazione dell’aria;
– possibilità di rigenerazione con wick, cotone o mesh;
– diametro nella zona di incasso di poco meno di 15 mm;
– tutto in acciaio esclusa la ghiera di regolazione dell’aria in ottone;
– completamente smontabile per una pulizia accurata.

A corredo, nei 31 € pagati, solo 1 oring di scorta (almeno una vitina e 2 oring in più non avrebbero guastato).

Press Fotografico Commentato

Vista di tutte le parti smontate (eccetto il pin ancora montato nella base):

DSC_6985

Particolari della base di rigenerazione:

DSC_6986

DSC_6987

Il cap che ha 3 forature “doppie” per l’aria, due contrapposte e una no (stile Origen):

DSC_6988

DSC_6989

La ghiera di ottone di regolazione dell’aria. Questa ghiera ha una rotazione “giustamente” contrastata:

DSC_6990

Il pin smontato (è avvitato):

DSC_6992

Nel complesso come vedete le finiture dei vari particolari non sono al top e sono fin troppo visibili i segni di avanzamento dell’utensile in fase di lavorazione.
Va detto che l’unica filettatura che c’è (la ghiera di blocco del negativo) funziona bene cosi come le orings.

Rigenerazione

Per la rigenerazione, come dicevo in introduzione, apriti cielo … c’è da perdersi, cosi a occhio, in un bel cesto di possibilità.
Io per non saper né leggere né scrivere sono partito con la wick: scelta motivata dal fatto che in settimana mi sono svapato il Cyclone Clone di Svapiamo a wick e quindi avevo “sottomano” un confronto 1:1.

Il positivo è facile da fissarlo dato che c’è una vite ma il negativo è impegnativo: va passato dentro un foro nella base e poi si deve avvitare la ghiera andando a “contrastare” il negativo sulla base stessa. Nella ghiera c’è infatti un foro da usarsi come “leva” con apposito cacciavite a punta (poi vedrete in video quando lo farò).
Lo spazio per lavorare non è particolarmente generoso mentre di spazio per inserire wick o cotone ce n’è in abbondanza.

DSC_6993

DSC_6994

DSC_6995

DSC_6996

Ho usato per questa prima rigenerazione 2 wick da 3 mm e Kh A.1 .25 come filo resistivo.
L’ho messa in verticale la coil ma chiaramente si può mettere anche in orizzontale.

Una volta rimontato si presenta cosi questo Desmo BF:

DSC_6997

DSC_6998

La prova di squonk ha dato un risultato eccellente, il liquido arriva copioso e non tutte l’eccesso viene risucchiato dalla boccetta perché il pin presenta 2 fori di ingresso del liquido e questo permette all’aria di entrare in fase di rilascio della boccetta e al liquido di rimanere in zona.
Tradotto significa che abbinato alla grande quantità di wick che sono riuscito a infilarci (senza faticare) è assicurata un’interessante autonomia di svapo.

DSC_7001

Prime Impressioni

La regolazione dell’aria, intanto, sembra funzionare.
Ho parzializzato circa metà di uno dei 2 fori e riesco ad ottenere un tiro contrastato come piace a me.
Va da sé che c’ho giocato un pò per capirne i limiti e cosi, a naso, mi viene da pensare che chiunque con questo atom troverà la sua “giusta” areazione.

Dopo averlo usato un paio d’ore posso dire che, nel funzionamento, al momento sembra rispecchiare perfettamente le caratteristiche del Cyclone e quindi:
– buona/ottima produzione di vapore;
– buona/ottima resa aromatica;
– buon hit.
Forse, abituato e viziato dall’ARB, avrei preferito qualcosa di più in termini di Hit ma anche cosi è già soddisfacente e devo considerare anche il fatto che è la prima rigenerazione in assoluto e questo nel complesso è positivo.

Nel complesso quindi le prime impressioni sono positive perché se non è rifinito benissimo è meccanicamente interessante (e divertente) e soprattutto sembrerebbe funzionare e per ultimo costa una cifra molto interessante (anzi, onesta).

Aggiornamento del 23/02/2015 – Agg. x1 Fungicchia.

Dopo averlo utilizzando per una boccetta il primo setup (vedi foto sopra) ho rigenerato seguendo lo stesso schema ma mettendo la coil in obliquo rispetto alla verticale piuttosto che perfettamente verticale, cosi:

20150222_154437

20150222_154446

20150222_154527
03
E anche con questo setup è partito subito bene.
L’ho rigenerato per pura curiosità come si è soliti fare all’inizio con i giocattoli nuovi e non per reali necessità.

Dopo averlo utilizzato un pò posso però dire che:
– nel complesso il suo dovere lo fa: la resa aromatica non mi dispiace e l’hit, anche se non particolarmente marcato, è soddisfacente;
– un pò come il Cyclone soffre dello squonk troppo “ricco”: in effetti capita che il liquido possa finire dinanzi al foro di entrata nell’aria: ad onor del vero bisogna proprio squonkare “esagerando” però può capitare;
– ha un’autonomia di squonk realmente interessante;
– la rigenerazione rimane comunque un qualcosa di macchinoso, specialmente per quanto concerne il negativo e sono sicuro che in parecchi che lo prenderanno lo rivenderanno proprio per questo motivo.

Prossimamente ci giocherò con la mesh, con il cotone do per scontato che funziona comunque bene.

Agg. x2 Mesh & Cotton Rebuilt

Ieri sera ho provato una rigenerazione con la mesh messa in verticale.
Dopo aver tolto gli hot spot etc etc l’ho provato e con immensa, quanto amara, sorpresa ho realizzato che quando si squonka nonostante ci siano due fori di ingresso del liquido (uno basso e uno alto) succede che purtroppo tutto il liquido in eccesso viene risucchiato e quindi resta quel poco che “può” addosso alla mesh. Il tutto si traduce in un autonomia di svapo pari a 1.
Nelle foto del modder si vede che lui ha applicato la mesh al pin centrale (come NoTank o Plus+ HStone) ma personalmente odio questo genere di setup per cui non ho provato e non proverò.
Quindi semplicemente ho provato la rigenerazione a cotone come da foto:

20150224_114459~2

e nei valori di svapo rispetto alla wick assicura un tangibile vantaggio in autonomia di svapo tra uno squonk e l’altro.

Ma è anche vero che l’inserimento del cotone è abbastanza macchinoso.

In buona sostanza l’atom si avvia verso un rimandato a settembre con il seguente specchietto di riepilogo:
– l’atom funziona discretamente bene;
– la regolazione dell’aria funziona;
– la finitura di alcuni particolari è stata curata davvero poco;
– il sistema di fissaggio del negativo è parecchio discutibile;
– il prezzo è ragionevole e giustificato.

L’articolo sarà aggiornato direttamente con la recensione.

Aggiornamento del 06/03/2015 – Recensione

Volendo riassumere in una frase il Desmo BF io direi che …

E’ un atomizzatore che una volta rigenerato funziona discretamente. Tuttavia seppur economico alcuni dettagli sono stati curati davvero troppo poco e alcune soluzioni rendono la rigenerazione veramente troppo macchinosa.

Ed è per questo che ho deciso di rimandarlo a settembre. La bocciatura non ci stava perché, ripeto, una volta rigenerato comunque il suo lo fa.
Come resa aromatica e come hit non siamo distanti dal Cyclone (giusto per mettere li un paragone) ma qua abbiamo un interessante autonomia di svapo tra una squonkata e un’altra.

Come resa aromatica io l’ho trovato un pelo più “incisiva” e fedele utilizzando la wick ma anche con il cotone funge bene. Dalla sua chiaramente il cotone permette una miglior autonomia di svapo.

Con la mesh francamente come già spiegato ho rinunciato. Avrei dovuto tentare la soluzione mesh centrale ma francamente ho rinunciato perché per come la vedo io è tanto sbattimento per nulla di realmente concreto in più poi come si dice in questi casi … de gustibus ;).

Lo consiglierei ? Ni o So :).

La video recensione:

Comunicazione di servizio
Ne approfitto per informare i miei lettori che nei prossimi mesi (3-6, non dipende solo da me) avrò meno tempo libero a disposizione da dedicare al mio blog e per questo il tutto subirà un rallentamento.
La speranza è riuscire comunque a garantire almeno 3 uscite (video & articolo) al mese.


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


16 commenti su “Desmo BF by DelanieMOD – Agg. x3 Recensione

      • angelox
        angelox

        Forse un po’ troppo piccola. Se non ce l’hai più posso mandartena tranquillamente una.
        Potresti dirmi di preciso il diametro interno?

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Quando smonto uno dei 2 ti dico cosa c’entra tra le 4 viti 😉

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Si lo farò tranquillo, cosi ti passerà la voglia di comprarlo 🙂 LOL

  • gigetto

    Michele,mi scuso e mi spiace solo di non averti detto che lo comperavi alla metà….vero plus serio del Preorder e caso più unico che raro dato che spesso, anche di recente mi è capitato di pagare “al buio” i prodotti come se non di più che dopo negli shop….

    La resa del monconcino non sembra essere realmente più interessante IMHO di quella a cotone o wick, è atom battagliero da tutti i giorni per persone che usano la box in giro al lavoro perchè ha un’autonomia di squonk veramente valida, unica cosa di tanto in tanto mi si impennano gli ohm, e quando gli ohm i impennano bisogna ritesare il negativo sul buco….

  • creedrob

    concordo in tutto, atom dalle grosse potenzialita ma se faranno una versione due con il pin centrale cilindrico invece che a clessidra e con un fissaggio negativo serio, cosi si puo usare solo a cotone, ottima autonomia e regolazione aria ottima la possibilita di dual coil ma se non lo rivedano resta troppo macchinoso.

  • gigetto

    Grazie dell’ottima recensione Michele, per dovere di cronaca però a noi di una lista il modder aveva detto che la macchina era una CNC che avrebbe usato quando libera…non penso sia un pregiato hand made, se lo è beh meglio ancora acquista molto valore aggiunto.

  • CLONE

    michele mi faresti un drip tip come il tuo troppo bello ti invidio per quello che riesci a costruire complimenti

  • DOMENICO1983

    michele avevi ragione mi e passata la voglia di comprarlo

  • pico

    Ciao Michele,
    ho una epipe di Limelight…e la uso esclusivamente per il dripping.
    Ci monto sopra un IGO-S o un mini-RDA ..per questione di dimensioni (siamo intorno ai 15mm di diametro…più grand stonerebbe esteticamente).
    Sto cercando un’alternativa (ovviamente migliorativa) a questi due atom senza dover spendere un capitale e mi intrigava la resistenza verticale, la regolazione dell’aria molto ampia e la vaschetta capiente di questo Desmo , ….pensi che possa fare al caso mio? (utilizzandolo quindi in dripping e non BF). Me lo consiglieresti o sapresti suggerirmi delle alternative?
    Mi sembra di aver capito che il cup abbia una svasatura ad imbuto nella parte superiore…pensi possa essere un problema per sgocciolarci l’eliquid da sopra?

    Grazie mille!!!

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      E’ un atom piuttosto impegnativo questo BF inoltre avendo il pin forato di farebbe liquido da tutte le parti.
      Al momento non saprei davvero cosa consigliarti. L’unica è un origen (anche clone) ma immagino che 22 mm siano troppi per il tuo caso.

      • pico

        Immagini bene putroppo…avevo adocchiato l’origen…e mi incuriosiva anche parecchio, ma 22mm…storpierebbe proprio la pipa.

        Sperando di non risultare sfacciato, posso dire che la difficoltà di rigenerazione non mi spaventa troppo (se questo intendi con “impegnativo”)…dopo aver giocato col Fogger..penso di aver visto abbastanza ;-)…e poi…guardando il tuo video…sì non è la rigenerazione più semplice…ma neanche la più complicata (mi sembra).

        Tu pensi..che non si possa otturare in qualche modo il pin positivo…magari anche da sotto?

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Diciamo che è + complesso di un RDA quello si 🙂
          Con uno stecchino da denti spezzato dentro sotto lo tappi senza problemi 🙂

          • pico

            Infatti…pensavo proprio a quel tipo di soluzione! 🙂

            A questo punto penso che una trentina d’euro ci si possano “buttare” su questo atom….come dicevi anche tu nella recensione, mi sembra un prezzo onesto…per un “non-cinese”!

            Grazie ancora per la disponibilità!!

I commenti sono chiusi.