Due anni di scatolette. 18


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 6170 volte.

Prendo spunto da questo 3D sfottò aperto da Roberto alias Microchip per scrivere questo articoletto per fare un pò di cronostoria di tutte le scatolette che mi sono costruito.

Fortuna che avevo scritto tutto nel Blog, di qualcuna neanche me ne ricordavo !

Febbraio 2012, Provari Box Mod

Dopo aver da poco acquistato il Reo Grand mi resi conto che il sistema BF era adatto a me ma chiaramente non concepivo come si potesse spendere cifre folli per scatolette di legno.
Nonostante questo per ben due volte successive (Bogger Box Mod e Grand VV) buttai via soldi per comprare roba commerciale ma questo è passato, non accadrà mai più.
Avevo un Provari V1 e il Grand mi era bastato e avanzato per capire che se dovevo farmi una Box questa doveva essere VV e cosi cannibalizzai il circuito del Provari e mi feci la mia prima box.

Era fatta di rovere, listelli mezzi incollati e mezzi avvitati. Una vera porcheria.
Ma funzionava.
E soprattutto il circuito del provari non era saldato, si poteva smontare e rimontare nel Provari in 5 minuti.
Funzionava benissimo, estetica a parte il circuito del Provari era una garanzia.

01

La tenni 2 mesi, poi rivendetti il Provari.
La scatola fu regalata a mio figlio che ne fece una tana per le lucertole che catturava e poi rimetteva in libertà.

Aprile 2012: mc PBB, Power Big Box

Qua il livello di fattura si era alzato. Non più viti, ma chiodi e colla.
Sempre di rovere era fatta.
Questa box era un vero mostro. Due batterie 18650 e circuito Deswadj3.
12-14 ml di autonomia senza cali, boccetta da 8 ml.
Unico difetto: enorme e pesa.
Anche questa venne smantellata mesi dopo. Anche questa per la tana delle lucertole.

02

Settembre 2012: mc Beta

Alfa ? Beta ?
Le box erano due, ed erano gemelle.
Una è finita assieme alle altre due a far da tana alle lucertole senza mai essere montata, l’altra invece credo sia tutt’oggi ancora viva e vegeta.
Anche questa realizzata con listelli in rovere incollati e boccetta da 6 ml, nacque con il circuito Booster di Ciro e successivamente si riprese il De-Swady.
Più tardi si riprese il Booster e con questo è stata rivenduta.
Era fatta “benino” e denotava un leggero miglioramento globale rispetto alle sue antenate.
Il pulsante, inizialmente rosso, fu cambiato con il classico cromato da 12 mm.

03

Dicembre 2012: mc Easy Box Mod

Questa la potevo anche evitare.
Era una piccoletta meccanica e in quanto tale, fu presto demolita.
Ma siccome in inverno le lucertole non ci sono, fini nel cestino.
Troppo limitata e aveva la boccetta da 3 ml.
Però era piccina ed era pure carina.

04

Dicembre 2012: mc Vamo Box Mod

Questa è stata la prima che ho fatto scavando il legno dal pieno, ossia noce.
Era, forse è ancora visto che l’ho venduta, una Box con circuito del Vamo, il primo uscito.
Ne comprai 2 per sabotare il circuito.
Mi resi presto conto che con una singola 18650 non ruggiva abbastanza mentre con 2×18350 aveva un suo perché.
Di sicuro come box era la mia prima vera Box Mod che si potesse considerare “decente” per fattura e realizzazione e infatti la tenni diversi mesi prima di venderla.

05

Febbraio 2013: mc DNA Box

Oramai ero diventato bravino (il livello subito sopra lo scarso) con il legno e complice l’uscita del DNA mi realizzai, sempre usando il mitico noce, una Box con il DNA.
Questa è una Box che ho tenuto e usato per poco tempo, purtroppo.
La sua scocca la regalai ad un amico (dopo aver estirpato il DNA) e solo pochi mesi fa si è rotta, ma d’altronde non sono un falegname e anche ai migliori è capitato che le Box da 200 € si aprissero come scatolette di tonno.
Qua dentro c’era il DNA20D e una boccia da 6 ml, pulsante da 12 mm.
Gran bella Box Mod, ogni tanto penso che potrei pure rifarmene una simile.
Non avevo ancora la fresettina, quindi gli sportelli facevano comunque cagare …

DSC_1421

Marzo 2013: mc Comodino Ediscion

Questa nacque a ruota della precedente e montava lo stesso circuito, che Evolv mi aveva cambiato in garanzia.
Tutt’oggi questa Box è in casa mia e mai ne uscirà.
E’ la box che ho usato più di ogni altra e ogni tanto ci metto una batteria e me svapo, ops coccolo, un pò.
E’ in mogano scavata dal pieno, con circuito sul fianco.
Anche se larga, non mi ha dato mai problemi considerate le mie manone.
Probabilmente la miglior Box fatta da me fino a quel momento.
Nel corso dei mesi, rispetto a questa foto, ha perso lo switchino piccolo in favore di un pulsante d’acciaio da 12 mm cosi come la tazza da alluminio è diventata acciaio.

06

Maggio 2013: mc Comodino Ediscion v2

In realtà erano 3 le Box, una per me e due per amici.
Tutte e 3 le Box sono ad oggi funzionanti e solo in una è morto il DNA poi cambiato.
La mia personale la rivendetti proprio 2 mesetti fa perché comunque avevo la Comodino Ediscion v1 dalla quale non potevo proprio separarmi e che comunque erano due doppioni.
Sostanzialmente le 3 v2 erano gemelle della v1.
Avevo cercato di migliorare il livello generale di fattura ma senza riuscirci, sostanzialmente mi mancava qualcosa (la fresa, appunto) per potermi migliorare.

07

Luglio 2013: mc Secret Box

Non volevo manco scrivere a riguardo di questa Box, ma comunque parliamone.
Era realizzata con una scatoletta porta gioie già pronte e montava il circuito di Roby75 “Saphira” che mi era stato regalato per testarlo.
L’ho usata davvero poco per via delle sue dimensioni esagerate e per via del fatto che il Touch mi stava veramente sul culo.
Quindi di fatto l’ho condivisa con circa 14 amici che nel giro di mesi e mesi se la sono passata e provata. Ne è nato una sorta di “field test” che ha confermato l’affidabilità del circuito e la robustezza della box mod che dopo 14 spedizioni presentava solo un piccolo cretto.
La Box infine è stata regalata ad un amico che ne utilizzerà l’ottimo circuito per farci una Box Mod.
Sempre nello stesso periodo nacquero 2 gemelle, che feci su commissione, con il DNA20D.

08

Agosto 2013: mc Hammond DNA Box Mod

Questa è storia recente. Queste hammond mi hanno proprio stregato per farci le Box tant’è che ne ho montate diverse ad oggi.
Questa era la prima, con il DNA20D.
Venduta un mesetto fa ad un caro amico, è ancora operativa.
Monta boccetta da 6 ml ed è piccola leggera e compatta, sportello in mogano e pulsante classico da 12 mm, tazza in acciaio.

09

Settembre 2013: mc Olivo Box Mod

Questa è indubbiamente la miglior box di legno di sempre che mi sono fatto.
Grazie all’amico Stefano che mi aveva procurato la materia prima (ulivo) senza neanche troppa difficoltà, grazie alla fresa acquistata nel frattempo, sono riuscito a fare una bella box, sia dentro che fuori.
Questa Olivo box nacque con Saphira ma con il tempo ho deciso di togliere il Saphira e destinare la box ad uno meccanico & kick.
Questo perché purtroppo non riuscivo ad andare d’accordo con il Touch e poi perché mi ispiravo di avere una bella box mod meccanica a disposizione, anche se pienamente cosciente del fatto che avrebbe preso palate di polvere che comunque avrebbe preso anche con Saphira poiché gli preferisco il DNA.
Boccia da 6 ml e scavo dal pieno, solo olio al legno.
Bel giocattolo davvero.

DSC_3223

Febbraio 2014: mc Hammond SX220 Box Mod

Altra Box Mod con le Hammond, nata per essere usata un giorno e poi essere provata dagli amici di EsigForum per testare il circuito.
Sportello in noce, boccia quadrata da 6 e pulsante da 12 classico.
Quando tra mesi ritornerà dal test, vedremo in che condizioni sarà !

10

Febbraio 2014: mc Hammond Calli Ediscion

Fatta per un caro amico, è una meccanica per 18650 e Kick realizzata con la Hammond più grande.
Sportello in noce, boccia tonda o quadrata da 6 ml e pulsante classico da 12 mm.

11

Febbraio 2014: mc Hammond DNA30D Box Mod

Eccoci all’ultima Hammond DNA nata.
Praticamente identica alla sua antenata, porta solo alcune migliore interne ma per il resto è tutto identico.
Tutt’ora in servizio, è la box mod ufficiale.

12

– – –

Fine della storiella, spero che non vi siate addormentati strada facendo !!!


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


18 commenti su “Due anni di scatolette.

  • Avatar
    microchip

    😆 mitica pbb, hanno tutte un denominatore comune: il foro di squonk. Potresti anche provare a farne una con il tasto di squonk, così per cambiare.
    Vince su tutte mc olivo box 🙂

  • Avatar
    easyvape

    Anche per me la mc olivo è la più bella, aggiorna la data delle ultime 3 box, siamo nel 2014 🙂

  • Avatar
    Kanarus

    L’evoluzione delle specie… ma le possiamo dividere in due grandi gruppi… con e senza Arb 🙂 cmq comodino ediscion tutta la vita!!!

    • Avatar
      Kanarus

      ps: piccola nota in merito al saphira, avrei un paio di cose da dire sulla sua affidabilità, ma non è il post adatto 🙂

  • Avatar
    esigice

    Bellissimo percorso, la prossima potrebbe chiamarsi evolution 🙂 Complimenti.

  • Avatar
    stefano

    Michele anche per me la migliore in legno e la mc olivo,hai mai pensato di farla con le misure della’hammond per ospitare il dna?ciao e complimenti.

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      Beh la comodino ediscion è un qualcosa di simile, se ci pensi.

  • Avatar
    Fabioeur

    Grazie per aver condiviso la tua Box-storia. Di qui si evince la tua passione e la costanza che contraddistingue questo blog.
    Siamo lontani, peccato…
    Sono tutti dei bei lavori, anche i primi che forse esteticamente e praticamente non saranno i migliori, ma sono sempre tuoi lavori e hanno fatto parte della tua esperienza ed hanno la loro importanza.
    La mia preferita? La ulivo box!!! E’ troppo bella…un capolavoro artistico del legno…se un giorno ti sentirai buono 😀 ricordati di me…ad occhi chiusi te la commisionerei 😉

  • Avatar
    formicatossica

    Totalmente OT o quasi
    Ho dovuto chiedere alla mia compagna (che è di Arezzo) che cosa fosse un “cretto” nella box portagioie.
    Inizialmente mi aveva portato come esempio la parete grettata per poi arrivare a definire “crepa” la parola “cretto”.
    A parte questo è una bella-box storia e sono notevoli i miglioramenti estetici dalle prime alle ultime box.

  • Avatar
    creedrob

    Si nota i miglioramenti nella lavorazione, è vero che quella di olivo è la più bella, ma per l’uso giornaliero quelle in aluminio necessitano di meno attenzioni del tipo olio o cera.

    Poi una parola per le tazze fatte da te dalla olivo box in giù sono veramente belle 🙂

  • Avatar
    cristian

    Mi piacerebbe sapere quali sono le misure minime per una box con dna30 e batt 18650 perke così mi regolo su cosa fare… Ciaooo a me quella che spira di più e l ultima!!!

  • Avatar
    cristian

    Io vorrei metterlo come la e7 il circuito più o meno… Ma mi sa ke la 80 x50x/25 e giusta

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      Meglio 55 di 50 (vedi le mie hammond) anche perché il legno ha parete + spessa.

I commenti sono chiusi.