eGrip Joyetech, tutto in uno, compreso il glo-glo ! Agg. x4 Video-Recensione 34


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 36872 volte.

Incuriosito dalle varie recensioni ho preso anche io la piccola eGrip di Joyetech.
L’ho presa da Sosmoke.it dove l’ho trovata ad un discreto prezzo e visto che c’ero ho preso pure la testina RDA.

811119999_121353

L’eGrip, per chi non la conoscesse, è una piccola boxettina tutto in un uno. In pratica è un sistema BCC con coil intercambiabili (o rigenerabili con base RDA) con un serbatoio incorporato, 20w disponibili (regolazione a partire da 8w) e 1500 mah di autonomia.
Porta micro USB e regolazione dell’aria.
Riguardo la regolazione dell’aria:
– con le testine originali è presente ma si parte da un tiro non apertissimo (a me comunque va bene cosi);
– con la base RDA non c’è regolazione e il tiro è ariosissimo (ma c’è il modo, giocandoci, per ridurne l’ariosità).

Il prezzo che l’ho pagata, 42 € mi pare, è un prezzo adeguato al tipo di oggetto.
La piccola eGrip è fatta piuttosto bene. E’ piccola e compatta e forse, dico forse, è fin troppo piccola.
Il pulsante di attivazione è un pelo duro da attivare.
In tutto questo le dimensioni veramente ridotte sono pressoché annullate da un peso veramente eccessivo (considerate le dimensioni !) il che tramortisce, purtroppo, il concetto di portabilità.
Non solo. Con le testine originali se come solitamente avviene si mette il mignolo sotto alla box c’è il rischio di occludere il foro da cui entra l’aria.
Con la testina RDA allo stesso modo può succedere ma poiché il foro da cui entra aria è immenso e centrale il problema si presenta con minor frequenza.

E’ arrivata 3 giorni fa e poiché in questo periodo stò provando altro come di solito faccio l’ho caricata con testina originale solo per pura curiosità, per capire come funzionasse. Poi è finita che per 3 serate ci ho perso un paio d’ore …

E infatti lo scopo di questo breve articolo non è tanto parlarvi dell’eGrip quanto chiedere un parere a riguardo perché per come stanno andando le prove preliminari la tentazione è quella di prenderla e metterla nel mercatino senza perderci altri tempo :).

Infatti il mio problema, essenzialmente, è il glo-glo e sovralimentazione e vi assicuro che questo problema mi sta un pò facendo odiare quest’eGrip.

Io uso liquido su base avoria 55/35/10 e vorrei sapere, da chi ha l’eGrip, che tipo di liquidi usate e se avete questo problema.
Ad ora ho provato ad avviare entrambe le testine.
I primi 10-12 tiri tutto bene e poi inizia … ad ogni tiro “glo-glo” … non bevo per carità ma è fastidioso e pure molto.

Con la base RDA peggio che andare di notte.
Rigenerandola con coil orizzontale non ne parliamo.
Rigenerandola con coil verticale le cose migliorano ma poco dopo ricomincia.
In verticale l’ho rigenerata cosi, con una punta da 2.4 mm (cacciavite) infilato in mezzo:

20150115_202545

20150115_202644

20150115_202854

20150115_202905

Il cotone (per ora solo il muji) ho provato a mettercelo in tutti i modi, da pigiato poco a pigiato parecchio ma niente da fare, soffre di sovralimentazione.

L’unico modo che ho trovato per regolare la faccenda e rendere l’RDA utilizzabile è stato quello di applicare un tappino (dei vecchi cartom) in silicone aperto solo dinanzi a 2 fori (anziché 4) e in questo modo, finalmente, la base RDA si alimenta senza fare “glo-glo”.

20150115_210643

Vi riparlerò più avanti di quest’eGrip ma nel frattempo se qualcuno vuole aggiungere qualche info riguardo il discorso liquido 55/35/10 … mi farebbe un favore :).

Aggiornamento del 21/01/2015 – Agg. x2 Aggiornamenti …

Ogni sera provo a usare questa eGrip nella speranza di farmela piacere ma ahimé purtroppo … non ci stò riuscendo.
Intanto mettiamo dei punti fermi e ora che la maneggio da un pò ne sono abbastanza convinto:
– la base RDA è al pari della corazzata Potëmkin, una cagata pazzesca insomma: lo è perché fa perdere la regolazione dell’aria (troppa aria in ingresso !), lo è perché lo spazio per rigenerare è troppo ristretto, lo è perché la Joyetech ha fatto 4 fori di cui 2 fanno a finire dietro le torrette e questo no buono;
– seppur piccola è pesante: sembra di prendere un pezzo di metallo, peccato, un’occasione persa;
– quando si svapa si deve stare attenti a non coprire il foro dell’aria sotto (ma io dico !!!);
– il pulsante di attivazione è duretto e ogni tanto fa pure cilecca;
– quando si porta alla bocca per svapare non è fuori dal mondo toccare il naso nell’indice che attiva … han fatto il tip molto lungo (mica scemi !) ma per chi ha le manone … il problema ci sarà sempre.

Con la testina di serie è scoperto che da 2/3 di serbatoio il glo glo quasi scompare e si può svapare serenamente.
E sulla base del funzionamento cosi ottenuto mi sento di dire che:
– la resa aromatica è discreta ma niente di eccezionale;
– l’hit è discreto, al pari di un Evod BCC con testina di serie;
– la produzione di vapore è buona ma il vapore è tiepidino.

Ancora non ho deciso se spenderci del tempo per fare un video … e se ordinare altre testine da provare.

Insomma … nulla di buono nel complesso.

Non ho basi 50/50 da provare e non intendo farne solo per l’eGrip. Dovrei armeggiare un pò per capire se le testine di serie si possono rigenerare facilmente senza che perdano o cose varie.

Vedremo.

Un pò di foto.

DSC_6843_1

DSC_6844_1

Confronto con iStick e Kay Lite Plus:

DSC_6845_1

Vista di sotto, quel forellino di fianco alla “vitona” porta testina è dove entra l’aria e sopra c’è la vite di regolazione:

DSC_6846_1

Il pulsante con la ghiera di regolazione dei watt:

DSC_6847_1

Lo sportello per la ricarica (un foro è per lo sfogo dell’aria durante la ricarica):

DSC_6848_1

A sinistra la testina rigenerabile, a destra quella “di serie”:

DSC_6849_1

DSC_6850_1

Aggiornamento del 25/01/2015 – Agg. x3 Testina KangerStyle (Mod)

Mentre stò aspettando l’ordine di altre 3 testine originali (prese a 2.95 € qui) e altre testine JustFog che dovrebbero andarci lo stesso ho moddato, qualche giorno fa, la testina originale mixando alcune parti delle testine Kanger per fare in modo che la rigenerazione sia per l’appunto “Kanger Style”.
Si può rigenerare con cotone e con wick.
Secondo me a wick la resa aromatica è migliore ma si perdono 2-3w per strada.
Ad ogni modo con questa mod potete rigenerarlo come meglio preferite.

20150124_192711

Il video tutorial:

In questo modo il problema glo-glo:
– con cotone è totalmente scomparso;
– con la wick è appena presente ma solo perché devo calibrare bene la giusta quantità di wick.

Aggiornamento del 25/02/2015 – Agg. x4 Video-Recensione

La pseudo video-recensione l’ho girata un paio di settimane fa esattamente il giorno prima di rivendere la mia eGrip.
Non mi capita spesso di comprare un oggetto il cui funzionamento scatena pareri contrastanti.
In effetti c’è chi si è letteralmente innamorato di questa eGrip e c’è chi come me non l’ha proprio digerita.

Nel complesso io ho deciso di rimandarla a settembre: avrebbe meritato la bocciatura ma per premiare l’idea e nella speranza che Joyetech apporti le dovute migliore ho deciso di dargli una chance.


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


34 commenti su “eGrip Joyetech, tutto in uno, compreso il glo-glo ! Agg. x4 Video-Recensione

  • Patybello

    Michele condivido tutto ciò che hai scritto nell’articolo, la mia gorgogliola sia con testine originali sia con rba, base inawera power 45 45 10 e base liquidrefill 50 40 10 (se non erro)

  • dario1800

    ciao Michele, io uso base 50/50, con le testine originali andavo sempre in secca.. con la RBA invece ho tappato 2 fori con la punta dello stuzzicadenti.. in pratica quando avvito senza cotone ho notato che 2 dei 4 fori capitano davanti alle torrette, quindi rimangono completamente scoperti e non “occlusi” dal cotone.. da quel momento non ho più avuto problemi.. comunque è sicuramente migliore la soluzione del tappino del cartom

  • gigetto

    Valutata anche io non positivamente per il peso, potevano farla in materiale sintetico con un display e un sistema per estrarre il serbatoio……

  • francescovox

    Ciao Michele, aspettavo la tua recensione, ma mi aspettavo qualche commento più positivo visto che io mi sto trovando abbastanza bene.
    Premetto che uso base 50/50, con l’egrip ho accantonato i tubi in 18350 da “passeggio”.
    Proprio ieri ho rigenerato la prima coil totalmente da solo. Ho fatto una classica microcoil da 3 con cotone muji,e non ti nascondo che nel trovare il giusto quantitativo di cotone, ci ho passato mezza giornata rilevando anche io glo glo. Ma alla fine ho capito come procedere (almeno con la mia base 50/50). Io metto il cotone a pressione nella coil, ovvero ne faccio andare tanto ruotandolo mentre inserisco. Inserito il cotone, per intenderci, questo non balla dentro la coil. Taglio a circa mezzo centimetro per lato, scompatto il cotone con le dita in modo da sfilacciarlo, bagno e le sistemo aderente alla base, ma senza andare troppo alla ricerca dei forellini. Avvitato la campana alzo poco poco il cotone in corrispondenza della coil con un ago.

    Il peso effettivamente è rilevante! 190 grammi contro un minimo ricercato di un tubo 18500 con atom intorno ai 170, ma almeno c’è il vari watt!

    Se vuoi, ho fatto dei test , proprio ieri, sull’erogazione. Ho moddato la base portando l’alimentazione su un atom da dripping e fatto le misurazioni 🙂 tutto fotografato.

    In conclusione….io mi trovo bene. Prova a cambiare base se ti piace da portare a spasso 😉

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Ma guarda, ho letto di tanti che ci si trovano benissimo.
      Ora comunque l’ho messa li, prima devo finire con altre robe, poi mi ci metto con calma.

  • Roger
    Roger

    Io ho seguito il metodo Kanger style con wick.
    Ho utilizzato res 0.25 5 spire, nores 0.20, 2 wick da 2.5mm
    Il sistema si alimenta troppo e gorgoglia molto.
    Posso provare con 2 wick da 2mm per vedere se migliora.
    Inoltre la modifica ha determinato un altezza totale un millimetro circa più corta rispetto alla testina originale. Quindi, se il camino non va a battuta con il cilindro all’interno della egrip, il liquido passa dal tank verso la testina allagandola. L’unico modo per verificare è provare setup diversi con wick e cotone e se non risolvo dovrò rifare il camino (kanger) un pò più lungo.
    Ci aggiorniamo.
    Ciao

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Hai messo sopra sia la guarnizione kanger che quella originale di silicone ?
      Se le usi entrambe l’altezza è perfetta e non hai perdite.

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Non so che dire, l’ho misurato ora ora con calibro digitale e a me viene addirittura + alta (di 0.2-0.3 mm) rispetto all’originale … 🙁

          • Roger
            Roger

            Proverò a modificare le wick e se non migliora passo a microcoil e cotone. ciao

  • francescovox

    Ciao Michele, sincenramente non reputo questa modifica la trovata del secolo, anzi! Torniamo indietro nel tempo di due anni riprendendo i gommini della kanger!!
    Io consiglio a tutti i possessori dell’egrip di rigenerare la base rda (che non vedo cosa abbia di puffo visto che ci siamo ritrovati negli anni con kayfun mini e drive con le medesime dimensioni).
    Se la base usata è fluida, preferirei cambiare base piuttosto che riprendere joinner, res no-res, saldare , montare camino, guarnizioni e poi trovarmi col gommino rotto o una saldatura che si stacca e un bel corto che ci farà impazzire!

    Una buona mod è quella di collegare un qualsiasi atom con due fili alla base rda con resistenza montata , in modo da vedere , senza l’adattatore 510 egrip, la corretta accensione della coil

    Saluti 🙂

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Chi ha parlato di trovata del secolo ?
      Vuoi forse offendere l’onesta intellettuale del genio russo paragonando la zona di rigenerazione del Kay mini con questa immensa porcata di rba joyetech ?
      Dai, siam seri. Non scherziamo per favore.
      La base rba dell’egrip è una cagata pazzesca. Lo è perché è una stupida ed inutile forzatura messa li giusto per fartela comprare. Potevano benissimo evitarsela.
      Riguardo il res no res non vorrei dire ma anche se siamo nel 2015 TUTTE le testine intercambiabili di TUTTI questi sistemi escono con giunzioni res no res.
      Vedrai che arriverà presto una v2 di questa testina con una brugolina sotto per la regolazione dell’aria e con una zona di rigenerazione fatta meglio, con viti decenti e con fori giusti.

      • francescovox

        certo che non voglio offendere nessuno 🙂
        la base però ha il vantaggio di montare direttamente un resistivo, riducendo i tempi e lo sbattito per rigenerare. L’egrip alla fine è un sistema pratico, e deve rimanere tale.
        Certo se arriva una v2, spero ci siano migliorie

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Secondo me quel sistema di fissaggio del resistivo è tutto fuorché pratico come lo spazio a disposizione, troppo piccolo e angusto per fare le cose fatte bene.

          Poi al solito, poiché non esiste il detentore della verità assoluta, ognuno giudicherà con le proprie mani se fa al caso suo.

          • francescovox

            Si il sistema di fissaggio non è dei migliori per via delle pieghe che si devono fare al resistivo e delle viti…ma con il collegamento ad un meccanico della base rba, anche se si sposta la coil, poi la si puo rimettere in condizione ottimale.

            Logicamente ogniuno giudicherà da sè.

            Personalemente, dopo un 100naio di gommini kanger che mi sono svapato e che ho rotto, preferisco la rba e adattarmi a lei.

            Sempre con il dovuto rispetto per i tuio suggerimenti, la tua passione, e l’impegno che metti nel blog caro Michele, ti saluto 😀

  • robydamatti

    Ciao Michele il problema del glo glo almeno su i miei kanger che sono quelli che me lo fanno lo risolto in un modo semplicissimo senza sbattere asciugare o via dicendo semplicemente quando inizia a farlo faccio mezzo tiro e poi espiro sempre tenendo accesa la batteria facendo uscire il fumo dai fiorellino dell’aria fino a che nn fa un rumore di liquido che si brucia nn so come farvelo capire però se lo fate capirete quale il rumore che intendo comunque così come per magia si risolve il problema in un’attimo!!!! O almeno a me si risolve!!!! Michele una domanda ma hai cancellato il subtank dai tuoi test??? Io l’ho preso ma sto aspettando la tua recensione per rigenerarlo dato che uso solo le tue guide!!!!

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Capito quello che dici, in pratica respingi indietro liquido o roba del genere 🙂
      Per il subtank è li nel cassetto. L’ho provato al volo ed è un sistema rivolto agli amanti del tiro di polmone infatti sono molto indeciso se perderci tempo oppure no perché proprio non si addice al mio tipo di svapo.
      Vedremo.

  • Dany74

    Ciao concordo con te che le testine originali non sono valide, con la base RBA inizialmente ho avuto i problemi da te riscontrati, ho risolto usando meno cotone sulla resistenza, per capirci, prendendo a modello quelle fornite nella confezione, ho utilizzato striscette della lunghezza massima di 2,5 cm, se si va oltre succede che per sistemarlo il cotone va a finire sotto la resistenza il che va a produrre dei gorgoglii o fuoriuscita di liquido dal foro della RBA, inoltre ho tappato i due forellini in corrispondenza delle torrette con due micro palline di cotone. Ho rigenerato diverse volte con questi criteri e funziona benissimo. Complimenti sempre per le tue sempre dettagliate recensioni.

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Ciao grazie 🙂
      Comunque io penso che una volta che hai tappato i 2 fori dietro le torrette gran parte del lavoro è fatto.
      Solo che per principio non lo “digerisco”. Ma cosa ce li han fatti a fare, mi domando, quei 2 fori la ?

      • Cirlo

        Ciao,
        anche se testata poco (egrip la uso al lavoro perchè più pratica e quindi uso per lo più coil originali) se può esser di aiuto ho tappato i due fori dietro le torrette saldandoli a stagno.
        Una limetta per unghie per togliere la “cromatura” sotto è ottone e quindi ho saldato con lo stagno.

        • Cirlo

          scusate non avevo finito.. ho pigiato x sbaglio.
          Con i fori tappati non ha più gorgogliato anche se ci ho fatto solo mezzo tank.
          Per sfizzio ho provato anche le coil aspire BVC (quelle del NOVA/K1) il filetto va bene la base resta 1mm aperta, ma funziona lo stesso..
          Più corposità, miglior aroma decisamente meglio delle originali..solo che secondo me la tenuta con il camino la fa su metallo-metallo, ero ( e sono) in francia x lavoro quindi anche questa prova l’ho stata testata solo un paio di tank e poi per non rimanere a piedi ho preferito rimontare le originali.

  • gigetto

    Michele da cosa differiscono le testine joyetech dalle Nautilus come resa e come durata come sono? Con le Nautilus ci faccio tanto ma tanto ma tanto (BVC) e poi molti dicono che le egrip della Ovale siano più longeve e miglior, ti risulta?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Non ho avuto modo di provare nell’eGrip le testine del Nautilus, purtroppo.
      Riguardo l’altro discorso è vero che l’eGrip di Ovale e le sue testine durano di più di quelle Joyetech come è vero che SiRvio ha mantenuto il 1.000.000 di posti di lavoro promessi nel ’94.
      Non so se mi spiego …

      • gigetto

        Nò io intendevo in millillitri la durata delle due testine nei due sistemi, ossia Nautilus con le sue bvc e joyetech. Per la seconda ti sei spiegato, ma c’è gente che giura il contrario…

  • Maria Vittoria

    Ciao Michele,
    Io con la eGrip mi sto trovando davvero bene, le testine sono terribili, vapore freddo e a 9-10w danno subito sapore di bruciato. Con la base rba invece va alla grande.
    Ci ho messo un po’ a trovare il setup giusto ma ora con microcoil e cotone va alla grande, resa aromatica e vapore sono assolutamente notevoli (vista la tipologia di prodotto) e riesco tranquillamente a salire a 15-17w senza nessun problema.
    Ho scoperto che anche con le resistenze per rba già pronte va alla grande… Boh, forse è solo fortuna ma è diventato il mio sistema di svapo “on The road”, la uso tutto il giorno, zero perdite e buona autonomia.
    Insomma niente glo glo e niente perdite per me…riesco a svapare tranquillamente anche organici come morpheus e i tabaccosi del vaporificio …. Fino ad ora tutto molto bene.
    Non me lo spiego ma tanto meglio….
    Ti chiedo una cosa… Secondo te quali tesine pronte potrei utilizzare per quelle volte in cui non mi va di rigenerare? Puoi consigliarmi testine (non joyetech) che abbiano una buona resa e arrivino a 12-15w senza “bruciare”?
    Grazie mille e complimenti per il tuo blog e i tuoi video! 🙂

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Ciao,
      guarda davvero non so cosa consigliarti.
      Pensa la mia l’ho venduta ad un amico per sua moglie e non riesce a separarsene. Molto soggettivo lo svapo ehehe.
      12-15w secondo me li fai solo rigenerando a cotone le originali.
      Testine originali che reggano quel wattaggio a wick dubito che esistano.

  • angelomoto

    ciao michele io sono nuovo del blog ma ti conosco bene attraverso le tue recensioni e diciamo che siamo entrambe due trappoloni.Mi stupisco però che non ti sia venuta in mente la modifica che ho fatto io alla rba.In pratica foro sul canale dove nella base per le coil ci sono i 4 forellini con foratura solo da un lato sul pin centrale,poi saldatura del pin dal foro verso il basso così da non fargli prendere aria e non fà scendere l’eventuale eccesso di liquido e dei 4 forellini sulla corona ne ho chiusi 2 quelli che si posizionano dietro le torrette e allargato leggermente gli altri 2 ,l’isolante del positivo rifatto in teflon perchè l’originale la cannella me lo scioglieva.Così facendo gli faccio prendere aria dal foro originale e ti posso garantire che con microcoil a 1.3 1.4 ohm e cotone va che è una meraviglia.Ciao e spero di essere stato utile

  • Riccardo

    Ciao Michele,volevo chiederti, cosa ne pensi dell’EVIC vtc mini 60w,sarei propenso ad acquistarla,su fasttech solo la big battery in questione,ha il costo di 59,90 dollari, invece su Svapostore tutto il kit completo costa 54,90 euro, questo mi ha stranizzato molto,premetto che io su fasttech ho fatto diversi acquisti, in quanto tu me lo insegni trovi qualità e prezzo, es.eleaf 40w tc acquistata su fasttech ho risparmiato almeno il 30% di come la avrei pagata in Europa.Scusa per i miei commenti,ciao Riccardo.

      • Riccardo

        Ciao Michele, mi è arrivata la piccola evic vtc mini, volevo solo ringraziarti del prezioso consiglio che mi hai dato. Và una bomba!!!!! Ciao Michele, e sempre grazie.

I commenti sono chiusi.