Erlkonigin Style Rebuildable Tank Atomizer by Fasttech.com (clone) – Agg. x2 – BOCCIATO ! 27


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 10957 volte.

Questo atom che ho preso da Fasttech.com è un clone.
E’ il clone di questo atom qui.
L’originale mi ha subito intrigato per com’è fatto (è molto intelligente, in effetti) ma non l’ho voluto prendere perché costa, secondo me, decisamente troppo.
E’ arrivato il clone e quindi ho preso il clone.
Ironia della sorte qualche giorno dopo aver ordinato il clone il produttore dell’originale probabilmente dopo essersi reso conto di aver calcato troppo la mano ha tirato fuori una versione più scarna del suo atom togliendo 100 € (si dai, la presa per il culo va servita bene altrimenti che presa per il culo è ?) e messo in vendita questa versione.
Questa cosa, come altri hanno già fatto notare, ricorda molto la furbata di Svoemesto con il 3.1 prima e il Lite poi.
In questo caso ad onor del vero è davvero troppa la differenza e permette di aprire gli occhi ancor meglio su come spesso i modder calchino la mano, oppure spennino polli, proponendo prezzi decisamente assurdi.
Comunque se fosse uscito subito quello “dei poveri” lo avrei preso ma avevo già ordinato il clone e quindi ho deciso di aspettare.
Quello che ho preso io è questo.

Questo atom è interessante perché:
– è molto compatto e soprattutto leggero;
– è molto capiente;
– ha la ricarica da sopra (rapidissima);
– ha la regolazione dell’aria (non rapidissima, ma comunque non è che devi star li tutto il giorno a toccarla).

Il rovescio della medaglia è che ha un tip proprietario. Di serie infatti è in delrin e minimo minimo ci vorrebbe in acciaio.

Esiste anche un kit nano che costa quasi come tutto l’atom intero. Il tip in stainless invece costa circa la metà.

Il sistema di alimentazione è molto simile a quello del Kayfun misto Ithaka tanto per capirsi: ci sono 2 binari laterali dove sale il liquido che incontra la wick o il cotone e via dicendo.

Come ho detto più volte reali novità non se ne vedono oramai da tempo e tutti giocano bene o male sul principio figlio del Kayfun proponendo variazioni più o meno interessanti. Se Svoemesto avesse brevettato il suo principio oggi sarebbe milionario.

Vediamo qualche foto dell’oggetto di Fasttech e commentiamola.

La confezione, con il logo FT (!):

20141102_184315

Dentro la scatola oltre al tank completo ci sono le oring di scorta:

20141102_184340

Il tip è proprietario, a vite ed è in delrin:

20141102_184358

Togliendo il pezzo superiore si vedono le due piccole oring di tenuta che servono quando si chiude “la finestra” di ricarica:

20141102_184415

Smontando …

20141102_184506

Il camino centrale:

20141102_184517

La zona delle torrette:

20141102_184537

L’anello:

20141102_184548

La parte inferiore della base con la ghiera nera in delrin che ruotandola regola l’ariosità del tiro:

20141102_184556

Come fattura come vedete è fatto veramente bene per essere un clone.
Le filettature sono apposto (tutte) e le oring fanno tenuta bene, non sono troppo forzate.
Il tank, che sembra di policarbonato, è molto fino e da l’idea di essere fragile ma forse è solo una sensazione.

Per la rigenerazione ho provato per ora solo con il cotone anche perché con la wick la vedo dura (ma proverò).
Setup semplice, macrocoils con nickel 0.25 (DNA40), 15 spire (mi pare).

20141102_205027

20141102_205607

20141102_205813

20141102_213432

20141102_213449

Come vedete il cotone va sistemato lateralmente e tagliato prima della fine del binario.
Ho anche provato a lasciarlo più lungo ma secondo me funziona soltanto peggio quindi ha più senso tagliarlo a quel punto li.

Per caricarlo è semplice: si allenta il tip di mezzo giro, si svita la parte sopra di 1/8 di giro e si aprono 2 fori e si ricarica con boccetta con ago, molto comodo veramente.

20141102_185722

Una volta rimontato il tutto si presenta cosi:

20141102_185808

20141102_185828

Come funziona ?

Bella domanda. Ci sto combattendo.
Per quanto riguarda la regolazione dell’aria dopo averci combattuto un bel pò … ho scoperto che avevano montato il pezzo sotto girato di 180° rispetto a come doveva essere quindi il tiro era particolarmente chiuso. Sistemato il pezzo il tiro dell’aria risulta regolabile quanto basta e permette anche di avere un tiro bello arioso per chi lo predilige.
E l’alimentazione, ahimé, non è delle migliori nel senso che non si alimenta benissimo: 12w li regge ma … pelo pelo.
Ho notato che l’aria dura fatica a uscire dai binari e rimane intrappolata tra l’anello e il tank. Probabilmente ci sarà da limarla un attimino poiché essendo un clone ci stà che abbiano cannato qualcosa.

Per il momento non posso dire molto altro, vi consiglio solo, per il momento, di non prenderlo. Poi se riesco a farlo andare bene, ne riparliamo.
Nel frattempo medito anche se prendere l’originale (versione dei poveri) oppure no.

Aggiornamento del 05/11/2014 – Agg. x1

Inizio a prendere in seria considerazione l’apertura del cestina e l’introduzione veloce al suo interno di questo clone.
Oramai ho già effettuato diversi, troppi, tentativi di rigenerazione … senza trovare la quadratura del cerchio.
Di fatto si alimenta … per essere utilizzato a wattaggi davvero troppo bassi. Tanto per buttare un numero se usato intorno ai 10w il sistema funziona e si alimenta.
Ma a 10w non rende, sono troppo pochi ahimé. Almeno 12, se non 13, ci vorrebbero.

Una roba che mi incazzare assai è che nonostante abbia provato:
– con e senza anello;
– tanto cotone;
– poco cotone;
– cotone lungo;
– cotone corto;
… è come se non ci fosse scambio aria-liquido.
Come sapete, Kayfun docet, quando si vedono uscire le bollicine d’aria che salgono vuol dire che entra liquido.
In questo clone ahimé l’aria resta intrappolata nei canaletti di alimentazione, cosi per capirsi:

20141104_220700

In pratica bisogna fare un tiro “forte” a vuoto per far smuovere di li quella bollicina malefica e far entrare liquido.
Mi rimane solo da provare la wick. Nutro forti dubbi che possa funzionare con quest’ultima.
Se non trovo la quadratura in ogni caso non perderò un solo minuto per girarci un video, sia chiaro :D.

Aggiornamento del 05/11/2014 – Agg. x2 – BOCCIATO !!!

Ho perso un’altra ora a cercare di far andare questo coso.
Prima che vi mostri le ulteriori prove fatte vi segnalo un difetto che prima non avevo scritto per mia dimenticanza.
In buona sostanza ogni tanto, cosi random, arriva liquido in bocca. Non è liquido “fresco” perché non “pizzica” ma è semplicemente condensa. Non è una sensazione piacevole, sono curioso di sapere se altri l’hanno constatato questo difettuccio.

Ho provato comunque gli ultimi due tentativi.

Rifatta la resistenza con tondino da 1.75 mm (fino ad oggi ho provato 2.5 mm e 2.0 mm) con Kh A1 da 0.28, 16 spire per 2.30 ohm circa e …

prima con cotone e senza anello (vi assicuro che c’ho messo uno “sputo” di cotone !):

20141105_150823

20141105_151110

dopo con wick da 2.5 mm sfilacciata (Svapobar) ma con anello (vi sfido a rimettere il camino senza anello con la sfilacciata eheh):

20141105_152201

20141105_152406

ma niente da fare. Questo piccolo bastardo non si alimenta.
Tiene i soliti 10w ma 10w sono troppi pochi. Il camino è lungo e a 10w il vapore è tiepido, poco vapore e hit scarso.
Se si va a 12w stecca dopo poco.
L’unica è fare ogni tanto uno o due tiri a vuoto per far entrare liquido.

Non convinto, e leggendo il 3D ufficiale del forum internazionale, ho provato anche un ulteriore setup con il cotone cortissimo, anche rifacendo la resistenza.
Dopo un breve abbaglio iniziale (sembrava che andasse) poi tutto da rifare, non si alimenta bene.

20141105_161751

20141105_161910

20141105_162000

Insomma, per quanto mi riguarda c’ho perso fin troppo tempo e sprecato troppo liquido da toglie e rimetti (!) e io lo boccio.
Non mi sento di consigliarlo in quanto se veramente per farlo andare bisogna andarci con la quantità giusta al centesimo di grammo di cotone, tagliarlo al decimo di millimetro e via dicendo dunque non è certo un sistema versatile e valido.

Se poi in futuro mi dovesse venire la voglia di riprovarci oppure leggendo qua e la dovessi scoprire una rigenerazione a prova di stupido dunque riproverò ma al momento la mia sensazione è che nel clonarlo abbiano cannato una quota. Magari una quota insignificante ma che nell’originale, dando per scontato che funzioni bene, crea un equilibrio che nel clone non c’è e quindi non si alimenta correttamente.

Se proprio volete prenderlo perché siete masochisti prendete la versione con tip in metallo :D.


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


27 commenti su “Erlkonigin Style Rebuildable Tank Atomizer by Fasttech.com (clone) – Agg. x2 – BOCCIATO !

  • carminoh

    Ti ricordi la battuta del telefilm: “Troppo tardi Jennifer!!!”
    Ho preso questo: SKU: 1918200, solo perchè negli altri non vedevo il dischetto, la rondella, che blocca la wick ( o il cotone, nel tuo caso ).
    Francamente adesso mi sono pentito: passare da € 160 a 40 è proprio da buzzurri e sono stanco di farmi prendere per il cu.. da questa gente.
    E’ stato spedito oggi, non posso più tornare indietro, speriamo che anche con le tue indicazioni troveremo un set-up che mitigi l’incazzatu….ra
    Comunque, Michele, il blog è tuo e ti ringrazio come ho sempre fatto per le tue dritte, ma Cristo santissimo, noi vapers abbiamo bisogno davvero e fortemente dello psicologo: mai visto una categoria che si fa prendere per il naso ( un naso tondo con una narice sola, intendevo) a questa maniera!!!!!

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Guarda mi dispiace ma mi ci sto perdendo, non riesco a farlo andare come dovrebbe … 🙁

  • carminoh

    Mi sono messo a googlare, come dici tu, la traduzione in italiano della parola Erlkönigin è “illusorio”.
    A Napoli si dice: ” cornuto e mazziato”

  • devil

    Non riesco a capire la differenza dei due originali 40€ / 130€ se non il cacciavite a corredo.
    Ma che vadano almeno meglio?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Quello dei poveri è fatto con materiali meno nobili e in un paese dove la mod costa meno (no Austria).
      Dovrebbe essere identico fatta eccezione per la dotazione.

  • chiatto

    L’ho preso anche io, arrivato ieri.
    Partito male: non riuscivo a separare i “due top cap” sembravano incollati.
    prima rigenerazione microcoil con cotone muji non so cosa ho combinato ma alternavo allegramente allagamenti a fasi di scarsa alimentazione, come nelle tue foto anche io ho le simpatiche bollicine che girano per il tank.
    Tolto il muji ho provato con il panno tami quello che vende ego² piccolo rotolino fino all’altezza dell’anello, l’inizio dei canali è libero in pratica, continua ogni tanto a fare le bollicine che vanno per fatti loro ma così si alimenta bene a 11.5W.
    Più umido del kayfun ma ne potevo fare tranquillamente a meno.

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Si da nuovo è duro da smollare, dopo con le oring umide si smonta bene.
      Il tuo era montato bene ? L’ariosità la potevi regolare bene o hai dovuto studiarci ?
      Non ho il panni tami LOL.
      Proverò la wick …

      • chiatto

        Si era montato bene, la prima fase allagamenti e secche era dovuta proprio alla regolazione credo per farlo alimentare chiudevo l’aria troppo evidentemente poi aprivo per arrivare alla mia ariosità preferita… allagavo e riseccavo LOL
        Il panno tami è sottilissimo quindi quando fai un rotolino non avrà mai la consistenza del muji o di altro cotone simile, in questo caso non occupa in maniera totale ed omogenea i canali di alimentazione e questo forse permette alla coil di alimentarsi meglio.
        Con la wick la vedo durissima, magari sfilacciata che alimenta meglio.

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Capito.
          Allora forse con la wick sfilacciata veramente potrebbe andare.
          Il ryon a limite … vedremo.

  • daB84

    Io l ho fatto a wick, una da 3 lunga che si appoggia ai canali, più un pezzettino per “rincicciare” la resistenza….e confermo ci vuole un bel tiro a vuoto per farlo partire, poi funziona abbastanza bene, a 10w, poi però si rinceppa e altro gran tiro a vuoto…

    p.s. a me è arrivato in una scatolina diversa…vabbè giusto per dire…

  • jannaz

    peccato perche in se e’ sembra bello http://translate.google.com/translate?hl=en&sl=auto&tl=it&u=http%3A%2F%2Fwww.vapercaper.co.uk%2Fpages%2Fthe-care-and-feeding-of-erlkonigin-atomisers
    qui dice (tradotto da google se leggi l’originale e’ meglio)
    pero’ ti dice che la bolla si forma e che devi fargli un tirone…

    Hits secco
    Se si ottiene colpi secchi questo potrebbe essere causato da diverse cose. Come tutti gli atomizzatori revisionabili è necessario trovare un equilibrio tra il flusso d’aria nel liquido, e il potere della bobina. Se la bobina è troppo alto e lo stoppino non può tenere il passo si otterrà colpi secchi. Se avete il pareggio troppo stretto il serbatoio invaderanno, se è troppo allentata non tirerà abbastanza liquido attraverso la bobina e si otterrà di nuovo colpi secchi.

    Una volta che hai preso giusto setup è possibile Vape 2-3 serbatoi senza la necessità di cambiare lo stoppino. Che è un sacco di liquido in un Erlkönigin.

    Ho anche scoperto che occasionalmente una bolla d’aria può formare nel canale aria inferiore che rallenterà il flusso di liquido per lo stoppino e può portare a risultati secco. Se si utilizza il serbatoio in acciaio questi può essere difficile da vedere! toccando il serbatoio un po ‘o inclinandolo un po’ di sbarazzarsi di questi.

    Si può prendere un primer soffio non alimentato per contribuire a ripristinare la giusta quantità di liquido nella camera di nebulizzazione, o può molto brevemente torcere aprire il tappo superiore e richiuderlo. Se si apre il coperchio troppo tempo ci invaderanno, e se si lascia aperto lo perderà.

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      I sistemi seri (es. Kayfun) non hanno bisogno di tironi ogni tanto per far riprendere il sistema a funzionare …
      O no ? 😀

  • chiatto

    Solitemente il mio range di svapo è tra i 10 e 12.5 watt, ma a 12.5 proprio raramente, dopo i pasti diciamo.
    Ieri l’ho spinto per un’ oretta scarsa fino a 13.5 e andava, senza tiri a vuoto anche con doppiette ravvicinate, poi sono tornati nei miei limiti.
    Non so se può essere utile a qualcuno ma questa è la quantità di cotone che uso
    prima di arrotolare
    http://i.imgur.com/R6Ykc3O.jpg

    arrotolata
    http://i.imgur.com/XNprM26.jpg

    montata
    http://i.imgur.com/eNLiA8q.jpg
    questa foto mi è venuta particolarmente male XD

    In ogni caso anche se al momento non ho problemi di alimentazione e condensa, almeno per me non è niente di che.

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      orco zio ho provato anche con meno rispetto a te ma niente, un va sto malefico 🙁

      • chiatto

        Mi sono dimenticato di dire una cosa, non se se anche il tuo è così ma il pin di contatto è incassato, da me va solo sul semovar che ha il pin regolabile, su 3 twist ,1 vamo e 1 svd non fa contatto 🙁
        “sistemabile” come problema, ma se fossero tutti così sarebbe un ulteriore motivo per lasciarlo dov’è.

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Il mio come vedi dalle foto è normale sotto quel punto di vista.
          Cmq se hai un’oring piccola risolvi, svita il pin e metti un or 🙂

  • Filomeno

    Cioa Michele, guardando le discussioni su FT leggo:
    “Il trucco in questo atomizzatore è una mesh che va nei canali del liquido ai lati della base. Proprio come questo
    La discussione è qui
    Spero che possa essere utile, ciao

  • GaetanoGam

    Ciao Michele, grazie sempre per le tue recensioni. Avevo visto questo atom e sinceramente ha attirato la mia curiosità e interesse. Hai novità? Hai provato altri settaggi?

  • aroset100

    Ciao Michele , io penso che tu sia stato sfortunato con questo esemplare l.
    La mia esperienza con questo atomizzatore è senza ombra di dubbi positiva e ti posso garantire che addirittura ho maggiormente apprezzato
    un mio liquido che uso da più di un anno su tutti i sistemi sin qui conosciuti .
    Aroma eccellente , hit eccezionale e vapore caldo pensa che la mattina dopo il caffè devo abbassare i watt da 13 a 10,5 .
    Il mio setup è microcoil con 7 spire di Kantal 0,30 su un cacciavitino di quelli azzurri, cotone OB e poi ritaglio le estremità fino a farli sottili lasciando la parte nella coil abbondante di cotone .
    Al momento il Kayfun l’ho messo a riposo pensa un pò !

  • aroset100

    SKU 1893600 e costa $ 17,74
    a breve mi arriva anche lo SKU 1918200 che costa $ 22,83 cosi con poco meno di € 32 ho ricambi per parecchio tempo .

I commenti sono chiusi.