Evolv DNA75 tutorial e recensione 13


Articolo letto 5046 volte.

Ecco il video dedicato al DNA75 durante il quale andrò a:
– illustrare il circuito;
– illustrare il display;
– spiegare molto rapidamente eScribe (profili e materiali);
– spiegare come si effettua l’azzeramento della resistenza del dispositivo;
– fare un test di controllo temperatura su SS316;
– parlarvi della mia esperienza con 2 DNA75.

Al momento ritengo il DNA75 il migliore del suo genere. Siamo ancora lontani dall’avere a disposizione un circuito “perfetto” ma la strada intrapresa da Evolv al momento sembra essere la migliore e nel video ne spiego i motivi.

Non vi scrivo altro anche perché il video dura ben 45 minuti … e mi scuso se l’audio ogni tanto “strina” …


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


Lascia un commento

13 commenti su “Evolv DNA75 tutorial e recensione

  • chinasky

    Giusto quando vado a guardare con nostalgia se uno dei tuoi recensori preferiti ha per caso scritto qualcosa di nuovo e ti trovi una video recensione nuova di zecca che sembra li proprio per te…. Non ha prezzo!
    Grazie Michele!
    Ps capita proprio a fagiolo… Sto ancora cercando di capire se vale la pena sostituire la mia ml class con un dna 75 e se si, con quale …..

  • rugtib
    rugtib

    Ciao Michele complimenti.
    Come sempre hai realizzato un video-recensione-tutorial chiarissimo.
    Fortunati i neo svapatori (e non) che hanno l’opportunità di vedere i tuoi video e capire subito tante cose.
    Dovremmo chiamarti “Wikisvapo”.
    Ad ogni modo, visto che ho trovato il tempo di vedere il video, voglio solo fare una precisazione che sicuramente ti è sfuggita.
    La potenza del boost iniziale in watt, si può cambiare anche dalla box e non occorre collegarsi col pc a escribe.
    Per es. io sto utlizzando ss316:
    -Blocco della box (3 clic pulsante power)
    -Cambio potenza (premere contemporaneamente pulsante + e – alla schermata successiva appaiono i watt da modificare)
    Spero di essere stato utile.
    ciao

  • jeanclock
    jeanclock

    Ciao Michele, colgo l’occasione per ringraziarti, per tutti questi anni..
    non so se lo sai, ma girando ho visto un sondaggio sui migliori vapers che fanno le recensioni, come è giusto che sia hai vinto Tu! ; )
    è facile capire perché.. la qualità del video, la precisione, l’abilità, la generosità, la passione, l’onestà e io direi anche lo stile ti distinguono proprio come persona.. credo..
    Certo che a chi si limita a guardare come me, potrebbe sfuggire l’enorme lavoro che ci vuole per ottenere l’ottimo lavoro e la qualità dei video che posti..
    almeno un “Grazie!” è proprio dovuto!
    Non mi resta che sperare che il mondo dello svapo “tiri fuori” prodotti eccezionali che possano indurti a deliziarci con i tuoi esaustivi e piacevoli video..
    mentre questo dna 75 sembra proprio adatto ad una stampatina.. di qualche tuo progetto 😀 chi lo sa.. nel caso lo saprai prima sicuramente

  • enribalzi

    Ciao Michele,
    solo ora mi iscrivo al blog, più perché ho bisogno di apprendere e meno di parlare, mi fa piacere che ogni tanto ci siano tue nuove recensioni o articoli, nonostante il tuo comprensibile disimpegno. Da soli tre anni svapo e il tuo sito è stato una guida ai miei precedenti acquisti compulsivi e privi di cognizione di causa. Ancora oggi svapo con coil, ma non escludo che un Tilemahos V2 non faccia tra qualche mese apparizione in casa (sempre che riesca a trovarlo, visto che nei siti preposti alla vendita risulta sempre assente).
    Complimenti per la tua competenza e manualità visto che hai creato o modificato di tutto.
    Saluti
    Enrico

  • Lorentso

    Ciao Michele ottimo video come al solito. Vorrei però fare un piccolo appunto. Se non sbaglio nelle considerazioni finali dici che non è possibile cambiare il materiale associato al profilo. Si può fare sia del dna75 sia nel 200, dopo avere bloccato la box coi 5 click, premendo tutti e tre i tasti contemporaneamente, si possono modificare i materiali (naturalemte devono essere presenti le curve nella box). L’ho scoperto anche io da poco credevo non fosse possibile. Il boost invece anche a me risulta non sia modificabile. Altra mancanza del circuito dna secondo me è l’impossibilità di spegnerla, io avrei fatto il blocco tasti con 3 click e lo spegnimento con 5. Per il resto ottimo circuito , io ormai uso solo questo e il dna200

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Grazie, quella del materiale non la sapevo. E’ già qualcosa. Personalmente uso solo SS316 e KH non è che mi cambia molto la vita però si può associare 8 curve di boost agli 8 profili e giocare con i materiali …

      • Lorentso

        idem anche a me cambia poco ormai uso solo l’acciaio. volevo chiederti un parere riguardo alle preattivazioni del ss316 di cui parli nel video. Discorsi salutistici a parte naturalmente. Io ho notato che con i circuiti dna, per evitare che mi vada in protezione, devo impostare un tetto massimo di temperatura di 250° gradi circa con quasi tutti gli atom. Facendo la preativazione, il valore della res aumenta di qualche centesimo? perchè aumentando il valore della res ( ad esempio uno 0,65ohm diventa uno 0,67 ohm dopo l’attivazione), diminuirebbe la temperatura raggiunta dalla coil visto che la lettura di partenza sarebbe lievemente più alta e la lettura di arrivo rimarrebbe immutata. Spero di essermi spiegato 🙂

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Io come tetto con l’acciaio oscillo trai 220 ed i 240. Per me 250, almeno con i miei liquidi, è troppo poiché inizio a sentire il calo dell’aroma. Per quanto concerne il discorso della preattivazione sinceramente dopo averlo fatto raffreddare e dopo aver fatto rileggere la coil il valore resistivo non dovrebbe cambiare. Però questo in teoria perché io francamente non mi metto a guardarlo prima e dopo, preattivo, tolgo l’atom e metto il cotone e poi lo rileggo ovviamente a freddo.
          Lo faccio perché in una manciata di occasioni ho avuto malfunzionamenti proprio con l’SS e l’elettronica tagliava prima del previsto. Inoltre in qualche occasione con l’SS durante la preattivazione ho potuto constatare che alla primissima attivazione l’SS non si è accesso uniformemente ma in un punto ritardava a riscaldare. Fatte le preattivazioni poi tutto torna normale. Può anche essere che una bobina di zivipf non sia uscita benissimo con il materiale non perfettamente uniforme, per esempio.

  • enribalzi

    Ciao Michele,
    scusa se scrivo in questo post ma non ho trovato un contatto diverso.
    Ho potuto leggere la tua recensione sui liquidi eliquidproducer, che prende in esame solo una parte dei liquidi di Luciano e vorrei chiederti se hai avuto modo di assaggiare il regular per capire se si tratta del famoso regular del 2009.
    Ti ringrazio anticipatamente
    Enrico