eXpromizer by exVape: rimandato a settembre. 5


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 16715 volte.

Tempo fa ho acquisto questo oggetto, vale a dire l’eXpromizer Long Mode + Frosted Tank.
Questo sistema di alimentazione è l’ennesima versione del famoso sistema di alimentazione inventato dal russo Svoemesto, ossia il KayFun.
Il Kayfun, infatti, è stato clonato 1:1 dalle varie aziende cinesi ma non solo. Ci sono altri modder o altre aziende che non hanno fatto una copia 1:1 ma ne hanno copiato semplicemente il principio di funzionamento andando a metterci “proprie” variazioni per non copiare completamente l’originale.

Variazioni che, come vedremo, non sono proprio felici e non sempre portano dei vantaggi. La mia personalissima considerazione riguardo le variazioni apportato all’eXpromizer, potrebbero essere: tanto valeva copiarlo 1:1 … sarebbe venuto meglio !

Quello che non mi è piaciuto di questo oggetto è il costo messo a confronto con la qualità e le finiture varie: certi dettagli, come vedrete nel video, sono davvero vergognosi e anche in questo caso, come tante volte mi è accaduto, alla fine della prova ho maturato la convinzione di aver buttato via i miei soldi tant’è che ora che sto scrivendo l’articolo l’eXpromizer oggetto della presente recensione è già stato rivenduto esattamente alla metà del prezzo a cui l’ho pagato.

Andando contro i miei stessi interessi vi dico: non perdete tempo a leggere il resto dell’articolo e neanche perdete tempo a valutare il possibile acquisto dell’eXpromizer. Spendere 50 € per questo sistema di alimentazione (oppure 60 € per la versione Long) quando con 75 € si può comprare l’originale è follia allo stato puro. E questo lo asserisco dopo averlo comprato e provato perché prima di comprarlo chiaramente non si può sapere.

Qualche foto dell’oggetto …

20140809_215555

20140809_215622

20140809_215643

20140809_215652

20140809_215703

20140809_215746

20140809_215756

20140809_215814

20140809_215906

20140809_215937

20140809_220026

Diciamo che, come vedete dalle foto, non sembrerebbe che il livello di finitura medio sia particolarmente scarso. In effetti, è solo un dettaglio che è stato cannato di brutto ossia la ghiera di regolazione dell’aria.
Come vedrete nel video, nel mio esemplare la ghiera di regolazione dell’aria era stata realizzata piuttosto male e nella base i fori dell’aria non erano allineati correttamente.
La morale della favola è che ho dovuto realizzare una ghiera “fò da me” per utilizzarlo al meglio.
Va detto che avrei comunque potuto utilizzarlo cosi com’era.

Il corredo è abbastanza completo, nel kit che ho preso io c’è il kit estensione per il “long mode” e un tank frosted anziché clear. Il costo dell’oggetto in sé probabilmente non è elevato ma un Kayfun Lite Plus costa solo 15 € in più ed è “l’originale” sistema russo.

Io non so se sono stato sfortunato/sfigato io ma non mi sono posto il problema di fare presente al venditore i difetti per un motivo semplice: ossia che questi gravi difetti non possono, anzi non devono, uscire da uno shop specialmente quando è lo stesso shop che produce quel prodotto. Diverso il discorso se compro un Atmomixani da Svapobar che prende il pacchetto che gli è arrivato e me lo spedisce e in questo caso ci sta che capiti il pacchetto fallato e allora il venditore diciamo che ne è scagionato. Ma nel caso di exVape che produce e vende questo suo sistema di alimentazione mi sarei aspettato una maggiore cura nei dettagli. Quello che ho preso era l’ultimo rimasto in stock e magari mi ha mandato un’esemplare non di primissima qualità. Beh, evidentemente ha sbagliato tipologia di cliente per provare ad appioppare un oggetto non “perfetto”.

Come funziona ?

Il funzionamento è in linea di massima molto simile a quello del Kayfun e chiaramente non poteva essere altrimenti.
L’unico vantaggio che si ha rispetto al Kayfun è che la zona della resistenza è sensibilmente più larga e questo permette di alloggiare una quantità maggiore di wick o cotone, anche perché il sistema di alimentazione è largo 23 mm contro i normali 22 mm di tutti gli altri.
Nella base sono presenti 4 fori per l’aria: 0.8, 1.0, 1.5 e 2.0 mm. In pratica si gira la ghiera, allentando la base, e si apre il foro che si desidera.
Ma è chiaro che se vi piace un tiro da 1.0 mm bene, se vi piace uno da 1.5 mm bene lo stesso ma se a voi serve la stessa portata d’aria che potrebbe offrirvi un foro da 1.25 mm non l’avrete mai anche perché con la ghiera originali è impossibile parzializzare i fori esistenti.
Nel Kayfun Lite Plus, invece, con la vitina avrete l’ariosità che preferite con la regolazione più precisa possibile.
In buona sostanza in questo eXpromizer hanno allungato la lunghezza per offrire una regolazione dell’aria che non è lontanamente paragonabile come efficacia a quella del Lite Plus e che quindi potevano benissimo risparmiarsi.

Io l’ho provato rigenerato a wick e a cotone e ribadisco che una volta partito funziona più o meno come l’originale e quindi come: hit, produzione di vapore, quantità di vapore e temperatura del vapore non aspettatevi chissà quali differenze rispetto al prodotto di Svoemesto, siamo li !.
L’unico “difetto” che io gli ho trovato è se utilizzato con cotone (ho provato per 3 rigenerazioni !) ogni tanto tende ad accumulare condensa sotto al tip che, in pratica, genera durante i normali tiri il famoso “glo-glo” fastidiosissimo e di cui mai ho dovuto lamentarmi nel Kayfun. Con la wick invece nessun problema.

Uno scatto di una delle rigenerazioni con cotone (Muji) e ribbon:

20140805_204722

La ricarica è probabilmente l’unico vero vantaggio tangibile nei confronti del Kayfun: si ricarica infatti come il Taifun, quindi svitando la base e buttando liquido dentro senza l’ausilio di boccette con ago e senza dover svitare nessuna vite. Chiaramente è più pratica come soluzione c’è poco da fare.

Concludendo …

Alla fine non lo potevo bocciare perché comunque funziona.
Ma non potevo neanche promuoverlo essenzialmente per:
– la finitura della base e della ghiera dell’aria;
– il funzionamento, limitato, della regolazione dell’aria.

Riguardo le finiture come spiegato sopra avrei potuto sentire lo shop (che pare abbia un’eccellente servizio clienti, tra l’altro) ma che scopo avrebbe avuto chiamare e farsi mandare una base priva di difetti per dire nel video che la base non aveva difetti quando sostanzialmente non corrispondeva al vero ? Nessuno !

La video recensione che è lunghissima e anche un pò pallosa. Per curiosità guardatevi direttamente la difettosità della ghiera dell’aria e poi potete anche chiuderlo :).


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


5 commenti su “eXpromizer by exVape: rimandato a settembre.

  • devil

    Bella recensione come al solito bravo Michele. Resto al mio russian 91% che amo e attendo l’arrivo dell’Eviva , è già una settimana che lo aspetto chissà dove si è bloccato
    Ciao Mik

  • Stefano M.

    Buongiorno Michele
    Ho visto tutto il video :), sono stato bravo, perchè avevo preso in considerazione questo atom ma poi ho preso il clone del Taifun GT e credo di aver fatto bene…tra l’altro lo sto usando sfilacciato grazie ai tuoi consigli e funziona perfettamente e secondo me più piacevole del Kayfun che ho…

    Ciao

    Stefano M.

  • eltony

    Ciao Michele…
    Mi dispiace per le difetti che tu e altri avete riscontrato anzi mi sento fortunato che il mio non ha tutti questi problemi che culo 😀
    Dai sarò sincero un difettuccio c’è l’ha i fori non sono centralissima con la ghiera ma non incide sul funzionamento ma da fastidio lo stesso ; )

  • lordgeny

    Hai ragione Michele:

    Ora ce chi blatera addirittura superiore al KF.
    Siamo alla follia… Per 20€ prendi l originale e stop .
    Non ha nulla in più sono solo impressioni dettate da chi ha speso soldi e Lo dice per forza. Io ho il tobeco e va bene so che se vorrei per 75€ prendo il top e mi fermo.

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Guarda, ti dirò.
      Lo svapo è una cosa totalmente soggettiva nel suo insieme.
      Non mi stupisco quindi che qualcuno sostenga che sia migliore del FayFun.
      Dando per scontato che non ci sia malafede o bimbominkite dietro se uno svapa soltanto tubi e soltato kayfun da mesi e provando l’expromizer sostiene che funziona meglio dunque c’è da credergli.

I commenti sono chiusi.