I CE2, modifica del tappino, miti e leggende. E verità. 7


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 14448 volte.

Capita troppo spesso di dover leggere di persone che hanno problemi con i loro CE2, CE3, CE4, CE5, CEx … insomma di quei sistemi laddove un tappino di silicone “sigilla” la wick tra la resistenza e il liquido.

Un annetto e mezzo fa questo argomento era molto dibattuto e la modifica del tappino era una prassi comune, al punto tale che oggi spesso viene dato per scontato che i cinesi riescano perfino a dotare i loro CEx di tappini perfetti all’origine.
Scordatevelo.
I tappini sono sempre gli stessi e proprio per questo le modifiche che allora andavano bene … oggi non posso che andar bene lo stesso.

I nostri “protagonisti” sono sempre loro, la ceramica, il tappino il silicone (che magari avrete in forma diversa, ma poco importa dato che il principio è il mdesimo) e la wick (che avrete + fina o + grossa, ma poco importa (e due) dato che il principio è il medesimo).

Se il vostro sistema CEx funziona bene allora lasciatelo stare com’è, non vi mettete a modificarlo per farlo smettere di funzionare.

Ma se …
– la resistenza rimane a secco spesso;
– vorreste poter usare un voltaggio maggiore;
– la resistenza vi si allaga spesso …

allora potrebbe diventare molto utile sapere dove e come mettere le mani.

Questo è l’assieme stock di un CE2.
Come vedete (e spero che dalla foto si capisca) il tappino pigia la wick, non la strozza tantissimo, ma la comprime, riducendone la sezione tra ceramica e silicone:

In questo condizione la wick trasmetterà alla resistenza un quantità limitata di liquido.
Questo però potrebbe andare bene a chi usa il CE2 in una ego regolata, dove la potenza è poca ed è sufficiente a vaporizzare il poco liquido assorbito dalla wick a centro resistenza.
Ma se state usando una ego-twist o un tank sopra ad un provari è evidente che vorrete qualcosa di più ossia:
– più vapore;
– + hit (grazie al maggior voltaggio);
– una migliore resa aromatica (grazie alla maggiore quantità di liquido che irrora la resistenza).

E per questo dovrete aprire la scatola degli attrezzi, estrasse la fustellatrice e allargare le 2 asoline del vostro tappino.
E’ un’operazione semplice, basta solo averci un pò di occhio.

Averci occhio vorrà dire NON esagerare, perché se esagererete con l’asola ecco cosa uscirà:

Rimarrà cioè dell’aria tra wick e silicone e sarà fonte di entrata di liquido che irrimediabilmente vi farà gorgogliare il CEx ogni 4-5 tiri.
Quindi se il vostro CE2 ogni pochino gorgoglia molto probabilmente è perché il tappino è troppo “aperto” nelle asole e fa passare liquido, oppure il tappino non è modificato ma avete le micro-wick (spesso ci si trovano quelle da 1 mm a doppio).

Dovrete fare quindi bene quest’operazione, allargando quanto basta le asole del tappino, anche aumentando il raggio, se possibile, cosi:

A questo punto, quando andrete a rimontare il vostro tappino andrà a sfiorare appena la wick, la quale una volta assorbito il liquido si adagierà al tappino stesso (aumentando sensibilmente di volume) e farà il suo mestiere, ossia:
– impedirà che eccessi di liquido passino dentro la ceramica causando il fastidioso gorgoglio;
– trasmetterà la giusta quantità di liquido alla resistenza e non essendo impiccata lo farà in modo costante e continuo, fin tanto non sarà logorata, ovvio.

Qualcuno di voi penserà che questo articolo è banale.
E lo è, altroché.
Ma il problema, se leggete nei forum, è ricorrente.

Io penso che il sistema CE2 sia un ottimo sistema, appatto di usarlo entro i suoi limiti.
Capovolgere la vostra ego ogni 2-3 tiri non è un problema.
Non avere problemi di perdite, avere un buon hit, un’ottima produzione di vapore e una buona resa aromatica sono invece punti essenziali per uno svapatore e un CE2 può assicurarli.


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


7 commenti su “I CE2, modifica del tappino, miti e leggende. E verità.

  • Arnaldo Zanchi

    Consigli sempre bene accetti. Io comunque, avendo già letto da qualche parte di questa cosa, avevo già provveduto a preparare due feritoie al di sopra della wick su un cartomizzatore tipo viva nova ma clone giapponese. All’inizio ottima resa sia in termini di hit che di vapore e fragranza ma ieri colpo di scena dopo preoccupanti gorgoglii la bb va in blocco e misura una resistenza di 9.9 Ohm!!!!! Preoccupato monto un JFTank e la BB riprende a funzionare dandomi il valore corretto di resistenza.
    Nella wick della ciofegata cinese ho visto che la resistenza è spiralata molto male spire quasi a contatto, ma volevo chiederti la misura così alta di 9.9 Ohm è dovuta che era completamente allagata per feritoie troppo grosse?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      bella domanda ! se le spire toccano in genere la resistenza cala, non aumenta.
      Se aumenta in genere c’è qualche falso contatto o contatto scarso.

  • Arnaldo Zanchi

    Solo per dirti che hai ragione su tutti i fronti; l’anomalia della lettura della resistenza era dovuta al fatto che la testa della wick si era svitata dalla base del tank generando un contatto scarso.
    Stretta per bene torna a segnare 2.4-2.3 Ohm. E anche qui hai ragione tu con le spire ravvicinate il valore della resistenza decade infatti dovrebbe essere 2.8 Ohm
    Ciao Arnaldo

  • lucky4

    Dunque,mi presento,sono Luciano e sto svapando da un mese con e-breeze comprata “d’impulso”sotto casa;
    dopo 37 anni,non fumo più una”eurosigaretta”dal 12 febbraio(per eurosig mi riferisco alle insipide e maleodoranti,anche americane, vendute da noi negli ultimi 4-5 anni).
    Per ora resto “diciottista”perché se scendo,non mi copre(con Shardana 18 come liquido)

    Pqr il tappino di silicone,io l’ho eliminato,mettendo un tubicino di inox ben carteggiato alla base(per non tagliare le wick)ed ho notato un aumento della temperatura e del fumo(tanto che devo aggiungere un 10% di distillata al liquido).
    Se posso,posto qualche foto in macro.
    Ciao.

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Certo che puoi ! Complimenti per la mod !
      Carica la foto su imageshuck e metti qua il link ! 🙂

  • lucky4

    Come promesso,linko le foto della modifica sulla testina del clero stardust(non + silicone,solo metallo sul tragitto del”fumo).
    http://imageshack.us/photo/my-images/842/clero1.jpg/
    http://imageshack.us/photo/my-images/194/clero2.jpg/
    P.s.:il tubicino centrale,è centrato e tenuto in sede da una lamina di sughero(spessore 2 mm.circa)ricavata da un tappo;per indurirla e quindi fustellarla,accendino sulle due superfici(non si nota bene nelle
    foto,ma c’è un effetto”carbon look”).
    Ciao.

I commenti sono chiusi.