Ieri pomeriggio … 10


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 2955 volte.

Sono andato a trovare un amico qua vicino Siena il quale mi ha omaggiato di un qualcosa veramente ma veramente … bello !

Ossia questo …

IMG_20130904_202831

Ebbene si, questa sarà la mia prossima box, in ulivo ben stagionato.

Ospiterà saphira.

Grazie Stefano 😉


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


10 commenti su “Ieri pomeriggio …

  • Avatar
    cucinaok

    in cantina ce lo ho portato………………ma l’ho lasciato a becco asciutto…….intanto io Michele ne ho aggeggiate un’altra decina(ci faro il foco pel camino poi ahahah), 3 di pero selvatico, 2 di melo cotonio(fantastiche), 5 miste vari legni…………………..poi magica Germania……mi è arrivata fornitura legni rarissimi, piallacci da applicare su legni meno nobili e tavole per scavi da pieno, in particolare 2 zebrati che dire strepitosi è limitarne la bellezza. e arrivato tubo e campana per il sottovuoto , sto facendo prove di stabilizzazione con paraloid e acetone, sia in immersione che sottovuoto, appena c’ho capito qualcosa di piu…………posto risultati e ti faccio sapere.

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      Ciao Stefano !
      sono curioso di sapere che risultati otterrai con il sottovuoto, davvero molto incuriosito 😀

  • Avatar
    cucinaok

    hanno roba davvero fantastica, cambia spesso tipo di legno a parte i piu canonici, ma dei rarissimi ne ottengono anche loro piccole forniture, e quando ne hanno, io lo prendo qualche pezzo, i piallacci fanno comodo e sono una ganzata per foderare e intarziare altri legni, i pezzi o tavolato massello …….beh li è solo fantasia di cosa farci………intanto ti aggiorno un po:
    -con diluizione 10% acetone paraloid ho fatto 4 prove, 2 a immersione per 1 ora poi ad asciugare, 2 spennnellando fino a fine assorbimento, ho provato con quei blocchi assemblati di 5 legni diversi……gia scavati dentro , fatto listello sportello , levigato blocco e contorni con 250, in pratica solo da assemblare con l’altra componentistica, 36 ore asciugatura , risultato MOLTO soddisfacente, nel senso che gia il legno era di qualità, stagionato, e duro, in pratica ne ho sacrificata una tagliandola a meta per vedere come filtrava paraloid, nei circa 3 mm di spessori vivi che lascio è filtrato quasi ovunque paraloid, non nei legni durissimi e compatti dove penetra solo 0,5-0,6 mm, ma in pratica consolida tantissimo tutto, rende impermiabile, ……….l’interno poi 2 prove, una come l’altra che gia hai visto, bicomponente applicata con pennello duro a fare un film di protezione che una volta secco ci vuole martello e scarpello, quindi non sarà mai possibile che e-liquid sia assorbito, ed oltretutto lucida e renge gradevolissima la vista interna, l’altra prova con paraloid 50% diluito con nitro, viene denso come il miele, applicato con pennello ,asciugato phon, ripennellato e lasciato asciugare, alla fine risultato simile al bicomponente, meno brillante ma molto piu uniforme……..robustezza boooo, non so che parametri usare, ho provato a buttarne una con forza nel pavimento………s’è bozzato un po il bordo come fosse allumigno……..e raschiato un po superfice legno, ma INTATTA, nonostante i piccolissimi spessori del legno……………MI SA CHE SONO SULLA STRDA GIUSTA HA FARE QUALCOSA DI GANZO…………
    -per la senzazione al tatto di cui parlavi, considera che asciugato paraloid o similari, con 250 allisci e poi puoi dargli cera naturale………..effetto perfetto, e colori legno naturali intatti ed esaltati dai 2 trattamenti………

    per ora come hai visto sono incasinatissimo, appena ra le varie prove ottengo e capisco i migliori risultati documento tutto foto e descrizioni e le metto a disposizione di tutti ………..farlo ora significherebbe rischiar di far buttare roba e perdere tempo a chi provasse…………..

    intanto ho sottovuotato 2 pezzi olivo e 1 radica di vite, e pero selvatico, stanno asciugando, penso in 7-10 giorni pronti………

I commenti sono chiusi.