Il Booster di Ciro, testiamolo (6° e ultimo aggiornamento) 7


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 4117 volte.

Dopo aver terminato mc Beta inizio a testare il circuito di Ciro82.
Il circuito dispone di un potenziometro che per la verità è molto sensibile.
Avevo a disposizione un cisco 510 LR (2.0 ohm misurati con tester) che doveva morire (era + che usato) e cosi ho voluto provare la potenza del circuito: a 5.21v (13.5w) il cisco dopo 4 secondi di attivazione è morto, il circuito droppava a calare, era al limite. Ma tanto un Cisco da 2.0 ohm si svapa a 4.7 max 5.0v, oltre è da masochisti (IMHO).

Ho quindi messo dentro una NCR 18650 verde carica all’orlo (4.15v), riempito la boccia e per l’occasione messo un ARB con resistenza nuova fiammate.

Questa la rilevazione di partenza: 4.65v (stabili) con atom da 1.8 ohm: 12.2w effettivi.

Sembra che picchi un pò cosi, eventualmente domani abbasso un capello (0.10-0.15v).

Ripeterò le misurazioni ogni circa 3 ml e vediamo cosa succede.

N.B. Al fine corsa del potenziomentro mancano ancora circa 10-15° (è difficile misurarli).

AGGIORNAMENTI

1° aggiornamento – 13/09/2012 ore 10.45

Svapati circa 3 ml, batteria residua 3.73v (partenza 4.15v)
Resistenza dell’atomizzatore (controllo eventuale sulla variazione degli ohm): 1.9 ohm (anziché 1.8 come in partenza);
Voltaggio effettivo sotto carico: 4.65v stabili, come da prima impostazione
Quindi da 12.2w iniziali siamo andati a 11.3w, non per colpa del circuito bensi dell’atom che è aumentato di 0.1 ohm, spero che si stabilizzi presto in modo da rendere più attendibile il test.

In sostanza al momento si sta comportando bene, sembra (a naso) che rispetto all’elettronica del Provari v2 “sprechi” più energia, ma considerando mezzi e costi ci sta.

Diciamo che un target di 6 ml con una 18650 a circa 11-12w è un buon, forse ottimo, target.

Ricordo che la batteria è una NCR18650 da 3100 mah.

2° aggiornamento – 13/09/2012 ore 15.40

Svapati circa 6 ml, batteria residua 3.35v (partenza 4.15v, dopo 3 ml 3.73v).
Resistenza dell’atomizzatore (controllo eventuale sulla variazione degli ohm): 1.9 ohm (anziché 1.8 come in partenza).

Da un pochetto mi ero accorto che la resa non era la stessa però non ho voluto misurare, sono andato a dritto visto che mancava pochissimo alla fine della boccetta.

E in effetti con questo livello di batteria il booster non gliela fa più, un pò come la twist.

Appena attivo parte da 4.60v circa e droppa a calare molto rapidamente, finendo intorno ai 4.0v in circa 2 secondi o poco più.

E’ un vero peccato che non sia stabile fino alla fine, cioè fino a che non stacca (2.95v), ma è probabilmente che sotto carico vada sotto questa soglia e il circuito taglia per prevenzione.
E’ comunque avvertibile quando inizia a non rendere più come dovrebbe.

Possiamo quindi asserire che i 4 o 5 ml di autonomia sono alla portata del circuito, con 11-12w di utilizzo.

Proseguirò con le misurazioni ovviamente.

La 18650 che ho montato adesso per il secondo test è 4.18v.

3° aggiornamento – 14/09/2012 ore 12.50

Ho appena terminato la seconda boccetta da 6 ml.
L’atomizzatore è rimasto stabile nei suoi 1.9 ohm per tutta la boccetta e questa volta, è arrivata a 3.41v. Va detto che nella boccetta c’è ancora forse mezzo ml di liquido.
Fatto sta che il circuito ora non droppa, eroga ancora 4.65v costante come un orologio svizzero.

Inizia a piacermi davvero tanto, complimenti a Ciro per l’ottimo lavoro che ha fatto.
Penso che in Alfa ci andrà un altro booster e non il deswadj3.

4° aggiornamento – 16/09/2012 ore 19.50

Dopo un paio di giorni di sbaloccamento con l’UFS e l’ARB inizio un nuovo test con il circuito di Ciro e la mia box.
L’atom questa volta è da 1.5 ohm spaccati e lo sto usando a 4.26v sotto carico, quindi 12w spaccati.
Vi farò sapere come evolve.

Cmq ad oggi posso dire che sono molto soddisfatto del risultato ottenuto e oramai ho deciso che anche Alfa (l’altra box) si prenderà questo booster e non il deswadj3.

5° aggiornamento – 17/09/2012 ore 09.30

Mi sono svapato per ora 4 ml rispetto all’aggiornamento numero 4.
L’atom, ricordo, è da 1.5 ohm e lo sto usando a 4.26v sotto carico (12w spaccato).
Per ora è costante e non droppa.
La batteria è a 3.50v spaccati.
Una misurazione “curiosa” (per Ciro): durante l’attivazione la batteria cala a 2.98v circa.

Procedo con lo svuotamento della boccia.

6° aggiornamento – 17/09/2012 ore 10.50

Eccoci alla fine del test !

Durante lo svapo ogni 15-20 minuti ho misurato e ho beccato il punto preciso di inizio drop, per pura fortuna.
In realtà svapando ancora non si avverte, ma ha iniziato a droppare.
Cioè in pratica appena attivo parte da 4.20 circav e inizia a scendere piano piano fino a 4.0v circa.
La batteria segna 3.35v.

Come vedete siamo a 5 ml svapati circa.

Quindi siamo li, 5 ml di autonomia senza cali a 12w spaccati.

Basta misurazioni ora, da ora in avanti si svapa e basta ! 😀


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


7 commenti su “Il Booster di Ciro, testiamolo (6° e ultimo aggiornamento)

  • roger58

    vedi di farla bene Alfa se no si rifiuta di partire e ti fulmina il circuito 😀 😀 dai una scartavetrata fine e un po di mordente neutro, non farla uscire struccata 😀

  • microchip

    Ti do una cera perfetta, meglio del mordente, 10 minuti e te la rende ancora più liscia e di un bel noce da invidia 🙂 e a me il deswaji 🙂 🙂

    ciro82 fagli anche un corso di saldatura 🙂

  • microchip

    Non hai già abbastanza progetti in ballo? Certo che non si possono fare simili anticipazioni peggio di una telenovela spagnola 🙂
    Vabbe’ l’inverno è lungo 🙂

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      SI infatti, è lungo 😀
      Cmq ascolta, nel vinci se non esce a breve un’elettronica sua lo faccio elettronico a modo mio.
      Se è facile farmi un circuitino come quello di Ciro ci metto quello e ti vendo il deswadj3, però non devi avere fretta.

I commenti sono chiusi.