Il charger Tenergy TN270 1


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 2763 volte.

Quando feci il GDA con i ragazzi di Vapers.it alla Provape presi anche, visto l’ottimo prezzo, il charger Tenergy TN270.
Lo presi per aver un charger di scorta, da tenere in ufficio per le emergenze (non si sa mai !!!).

L’ho utilizzato, visto che l’ho qua di fianco a me, diverse volte e ogni tanto, per curiosità, visto che ho anche il tester, ho misurato il voltaggio delle batterie quando risultano cariche e devo dire che non perde un colpo, carica le batterie sempre da 4.15v e 4.17v, insomma come il Soshine che uso a casa e che ritengo un gran bel charger.
Rispetto al Soshine paga il colpo tempo: mi spiego meglio, in pratica il Tenergy nel tempo che ti carica 2 batterie il Soshine ne ha già caricate 2 e le altre 2 sono in arrivo.
Inoltre il Soshine dispone di 4 canali mentre il Tenergy solo di 2 ma tenerlo come charger secondario è più che sufficiente.
Quando le batterie sono cariche il led diventa verde (a volte lampeggia rosso-verde, ma lo fa solo con batterie AW e non so perché) mentre il Soshine per esempio lampeggia verde con tutte le batterie quando la carica è sopra al 90%.

Come notate dietro le 18350 non sono mensionate:

In effetti le prime volte che ci infilavo le 18350 facevano girare le scatole per prendere il contatto e per risolvere ho semplicemente piegato le alette (sono molto morbide) di pochi gradi giusto perché toccassero quel che bastava le batterie, in questo modo:

Quindi riassumendo è un buon charger, non veloce ma preciso quanto basta e in buona sostanza se vi serve un charger di scorta e se vi capita a buon prezzo (max 10-12 €) prendetelo pure ad occhi chiusi.
Ad un prezzo superiore forse non ha molto senso, perché il Soshine viene 25 € ed è molto più rapido.

Appro, il Soshine con cui l’ho paragonato è il SC-S1 Mix.


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


Un commento su “Il charger Tenergy TN270

  • fdemarchi

    Lo chassis ricorda molto il Trustfire TR-01 (ne ho due e mi trovo benissimo … nessuna MOD necessaria per le IMR AW 18350).

I commenti sono chiusi.