Il Galileo … impallinato ! 22


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 7831 volte.

Un paio di settimane fa Marcello (yasu75) ha diffuso un pò di foto del Galileo … impallinato.
Dove per impallinato intendo un trattamento superficiale molto simile a quello del Roller che tanto ho apprezzato e tutt’ora apprezzo.
E quindi non ho resistivo, ho scritto a Marcello e me ne sono preso uno. Uno dei primi fatti, tra l’altro.

Oggi è arrivato e non ho resistito, ho fatto qualche bella foto e ve la condivido nel Blog perché questo Galileo, secondo me il mio personalissimo gusto estetico e funzionale merita davvero tanto.

Le foto:

DSC_4448

DSC_4451

DSC_4450

DSC_4449

Come vedete questa variante del Galileo v3 presenta alcuni pezzi con trattamento “impallinatura”.
Il colore risulta più scuro (ho messo il Russian che è identico al Roller, cosi perché abbiate un’idea del confronto) rispetto agli altri impallinati in commercio ma indubbiamente il contrasto con il lucido degli estensori interni è davvero di grande effetto.
Al tatto è stata una sorpresa: la sensazione è tipo vellutato. Mentre il Roller sembra quasi liscio, questo trattamento del Galileo risulta sensibilmente più ruvido.

Insomma cosi a primo impatto mi è piaciuto parecchio.

Riguardo le altre parti del Galileo, ho notato che il pulsante risulta molto snello e sicuramente la modifica che ha introdotto per la riduzione della corsa di attivazione conferisce una maggiore piacevolezza allo svapo ma il punto sostanziale che ho constatato in confronto diretto con gli altri 2 Galileo che ho avuto tra le mani è che non s’impunta minimamente e questo è senza dubbio positivo.
L’unico difetto che rimane è il fatto che messo in piedi con un sistema di alimentazione pesante tende a pendere tipo la Torre Pendente di Pisa ma comunque non cade.
Le filettature sembrano tutte di ottimo livello fatta eccezione per i due estensori (quelli lucidi) che senza noalox tendono ad aver un pò di troppo gioco nella sede. Chiaramente una volta che il BB è serrato con la batteria non ci sono problemi e con il Noalox il problema tende a scomparire.

Adesso ci giocherò un pò di tempo e visto che questo l’ho comprato lo recensirò a modo.

Nel frattempo è anche arrivato il LAB di Atmizoo (di cui vi parlerò appena Atmizoo mi autorizzerà, tenete presente che l’ho avuto in prova come tester e se decido di tenerlo dovrò pagarglielo altrimenti glielo devo rimandare) e il Graal di Del Sole.

Aggiornamento del 13/02/2014

Un breve video di presentazione del Galileo Matte “Impallinato”.


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


22 commenti su “Il Galileo … impallinato !

  • devil

    Veramente bello questo Galileo specialmente con il russiamo a bordo .
    Il graal lo sto usando da una settimana Del Sole ha fatto un bel lavoro

  • frik

    Ciao michele devo farti una domanda tu che hai esperienza ho comprato due mod (tubi) in polacchia ma a tutti gli atom che monto sprigionano poca potenza come mai? e con criteri uno compra un tubo (mod) in modo che sia sicuro che possa funzionare?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      E’ un discorso troppo complesso che necessita di conoscerlo.
      Purtroppo oggi tanti vedono video con tubi mica tubi e comprano, senza fondamentalmente sapere cosa è un meccanico e cosa un elettronico.
      La potenza che un meccanico può dare dipende da due fattori:
      – la batteria che usi (e gli Ampere che può fornirti): + Ampere = + potenza
      – la resistenza che usi: + è bassa maggiore è la potenza.
      Ma chiaramente non tutti i tubi sono uguali, ci sono tubi che per struttura e materiali perdono potenza sotto carica e altri che ne perdono meno.
      Intanto consiglio di leggere qua e la (anche nel blog) le differenze tra meccanico e varivolts o variwatt. Una volta appresa, si può passare a domandarsi perché un BB non rende con un sistema di alimentazione.

  • Kanarus

    Noto con piacere che lo zoo ti ha restituito il gorilla 🙂 Cmq davvero bello il Galileo!!!

      • ninok0

        L’ho contattato per sapere come(non il prezzo)reperirlo, non mi ha risposto,per cui ci ho rinunciato e mi sono comprato il Mecha Bod del caro Leo.

  • Kanarus

    Michele ti chiedo cortesemente un giudizio su due cosucci che mi piacciono dei quali sento di tutto ma non mi sono ancora fatto un idea ben precisa, magari tu si, quindi siccome non voglio rubarti troppo tempo, io ti scrivo i 2 nomi e tu rispondi con due aggettivi 🙂
    1) skynet mini
    2) mecha di e-baron

    grazie 🙂

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Non avendoli … Non saprei. Il primo lo prenderei se sei interessato a farti i bicipiti. L’altro é carino ma non lo comprerei mai perché il tipo di attivazione puó risultare davvero antipatico.

  • Arnaldo Zanchi

    Sarebbe piaciuto anche a me ma avendo il Galileo V3 polisch 2013 per il momento mi sono accontentato dell’upgrade che comprende la modifica del tasto ed il nuovo top cap flat.
    Ho spedito ieri a Yasu75 il mio Galileo per la modifica e conto di riaverlo al più presto

  • angelox
    angelox

    Carina la nuova finitura. Ritieni che la molla possa essere sostituita con un coppia di magneti?
    Come nel Nemesis?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Ne ho acquistati alcuni ma non ne ho trovati adatti purtroppo.

  • Handler46

    Ciao Michele, perdona l’iignoranza. Mi spieghi cortesemente perché molti sostituiscono la molla del tasto con i magneti? Ad esempio sul Nemesis? Che scopo ha e che differenza fa la cosa?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      La grossa differenza è nel tipo di attivazione e nel tipo di contrasto che offre il pulsante pigiandolo.
      C’è anche chi assicura una miglior conducibilità ma io personalmente non ho mai avuto modo di verificare questo aspetto.

  • eltony

    Buongiorno Michele,
    Mi è appena arrivato da Marcello questo stupendo galileo e come te, lo uso con il Kick v2…
    Dimmi se è solo una mia impressione?
    Come ben sai il Kick e sempre attivo quando sta dentro una box o un bb ma ne galileo non sento il classico ronzio che fa di solito … e questo è una cosa buona se è veramente così, ti risulta anche a te che non rimane attivo nel galileo?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Nel Galileo non resta attivo infatti 🙂
      Questo perché il pulsante interrompe il negativo mentre il roller, per esempio, oppure certe box mod, interrompono il positivo quindi il kick è sempre “attivo”.

I commenti sono chiusi.