Il Kayfun damigiana. Perfetto per l’estate e la spiaggia. 8


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 2689 volte.

Vi voglio parlare di un Kayfun clone, proveniente da fasticchio, che pur non essendo particolarmente grande offre l’importante capienza di ben 8 ml senza snaturare troppo le buone caratteristiche di funzionamento che il Kayfun (versione 3) ha sempre saputo regalarci.
Il link al prodotto è questo: LINK.
Costa 17 dollari e come qualità e finiture è allineato grosso modo agli altri cloni di Fasttech: in parole povere non sono rifiniti benissimo e per non saper né leggere né scrivere non sarebbe male smontarli sempre fino all’ultimo pezzo non solo per lavarli accuratamente ma anche per togliere le bave di lavorazione che puntualmente lasciano specialmente nel pin (dei Kayfun).

Qualche scatto:

20150610_175034

20150610_175042

20150610_175052

20150610_175108

20150610_175129

20150610_175227

20150610_175237

20150610_175253

20150610_175313

20150610_175322

Quando è arrivato mi ha lasciato un pò di amaro in bocca perché era inutilizzabile.
In pratica il cinesino che li confeziona ha preso un camino più corto di 3-4 mm e questo come vedrete nel video rendeva il tutto inutilizzabile.

20150610_175217

Dovendo quindi basarmi sul giudizio su quello che ricevo questo Kayfun “damigiana” è bocciato d’ufficio perché inutilizzabile.

Per fortuna avevo un camino “extra” e quindi l’ho potuto utilizzare normalmente … e ad onor del vero due miei amici lo hanno preso come il mio e loro hanno ricevuto il camino “giusto” quindi è facile che vada anche a fortuna. Nel dubbio io prenderei un camino extra, non si sa mai. In pratica uno di questi: Link, Link o Link.

Dopo averlo montato con il camino di scorta e dopo averlo lavato l’ho rigenerato a wick e l’ho provato.
Si alimenta perfettamente e forse grazie alle asole di alimentazione del liquido particolarmente generose permette di salire anche di 1 watt rispetto ai kayfun normali. Questo è un aspetto molto positivo perché la lunghezza del camino è tale che il vapore tende a raffreddarsi e poter usare un watt in più non guasta.
Tuttavia l’ideale per questo tipo di kayfun sarebbe rigeneralo a cotone e usarlo intorno ai 14w. Non vi aspettate vapore caldissimo, sia chiaro. D’altronde è bello lungo.
La regolazione dell’aria è nella base come nel Russian 91% e l’ariosità “di serie” è allineata a quella dell’originale. Il grosso difetto è che fischietta.

Per rimuovere il fischietto e anche per assicurarmi una maggiore ariosità (non perché mi servisse, ma perché ero li) ho come vedete dalle foto svasato il foro passante del pin infilando una punto dentro e piegandola mentre gira con il trapano di 30-40°.
Oltre a questo ho allargato un pò tutti i fori come detto per avere, qualora mi servisse, una maggiore ariosità.

20150611_181409

Fatta questa modifica il fischietto è sparito e l’atom è diventato un orologio svizzero.
Buon hit, buona resa aromatica, ottima alimentazione e buon funzionamento generale.
E l’immensa comodità degli 8 ml di capienza, un’infinità.

Senza stare a tirarla per le lunghe (è pur sempre un Kayfun) mi sento di consigliarlo solo a chi dispone di un minimo di manualità e di arnese per ottimizzarlo. Chi non li ha potrebbe dover “combattere” con il fischietto che non è affatto simpatico, siete avvisati.
Ma una volta ottimizzato funziona perfettamente ed è l’ideale per portarlo in giro tutta la giornata senza avere altre preoccupazioni per la testa.

20150612_190243

Quello che ha mi ha davvero sorpreso di questo clonazzo è come si alimenta. Incredibilmente bene.
Siamo quasi al livello del Kayfun v4.
Ho anche ordinato la base da sola che arriverà prossimamente e dovrebbe essere questa qua.
Quando arriverà vi dirò se è lei. Può aver senso infatti comprare la sola base che applicata ad un kayfun “normale” aiuta ad aumentare l’alimentazione e oltre a farci guadagnare 1-2w offre uno svapo più grasso e quindi mediamente più appagante ed aromatico.

La video recensione.


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


8 commenti su “Il Kayfun damigiana. Perfetto per l’estate e la spiaggia.

  • Yiteo

    Veramente comodo, sono costretto a passare perché non ho gli attrezzi per ottimizzarlo e con il fischietto non vado d’accordo. Peccato, grazie come sempre!!

  • Alberto1969
    Alberto1969

    Dopo la tua recensione l’ho tolto dalla wishlist di ft.
    Peccato che si perdano in piccoli particolari.
    Grazie per l’ottima recensione,

  • giovanni84

    Un consiglio… Un buon rigenerabile da fasttech? Che non sia il kayfun 4 che già mi ha portato ad una buona dose di bestemmie :D. Ah non so se ho fatto la scoperta dell’acqua calda ma ho provato le forbici da sarta per tagliare il cotone quelle piccole che servono proprio a tagliare il cotone e lo taglia in una maniera secondo me perfetta lasciandolo intatto e hanno un taglio secco.

  • mariog

    Rinnovo i complimenti per la passione, competenza e onestà.
    Io la damigiana l ho presa, ho cambiato il camino, ma non ho allargato per incapacità e mancanza di attrezzi.
    Ho ho domande che spero che trovino risposta:
    -Che setup usi con il ni200? Io ne ho preso da 0.30.
    -quando il livello del liquido arriva verso la filettatura del camino, l atom gorgoglia e perde dal foro dell aria, in cosa sbaglio? Ho altri due kay lp,ma mi succede solo su questo…
    Grazie

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Grazie 🙂
      Con ni200 uso 0.25 e 0.30.
      Nel tuo caso immagino tu abbia usato poco cotone e quando è quasi vuoto ti pisciola, prova a metterne un pelino di più.
      Cmq in questo atom io non ho allargato le asole, sono belle larghe già di suo :).

      • mariog

        Grazie x la risposta!
        Parlavo del pirulicchio (il fatto apposta dove passa l aria e fa anche da pin) che hai allargato/svasato a 45 gradi, io quello l ho lasciato originale.
        Riguardo al set up cosa mi consigli con ni200 su punta da 0.30? Qnt spire? Watt?
        Riguardo alla rigenerazione, se nn ho capito male, più cotone rispetto al kay normale? Perdonami ma qst cisterna mi é comodissima a lavoro e vorrei capire bene…

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Ah ok, il foro dell’aria nel pin puoi lasciarlo com’è non cambia molto.
          Per la rigenerazione ti consiglio bullone M3 o tondino da 2.5 e 6-8 spire di ni200 0,25-0,30 e giusta quantità di cotone, volendo puoi sistemarlo anche ad “S”.
          Per i watt rigenerato bene regge 14-15w con limite a 460F senza battere ciglio.

I commenti sono chiusi.