Il mio Cyclone Clone Customone ! 17


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 5283 volte.

CustomONE cosi fa rima con Cyclone e con Clone LOL !

Questo atom è il clone realizzato da Svapiamo.
E’ il clone dell’ultimo modello (v4 ?) e costa 24.90 € contro i 74.90 (il tip nell’originale non è corredo) dell’originale.
Non è proprio un clone 1:1 come descritto da Svapiamo perché alcune differenze ci sono ma è comunque in acciaio Aisi304 ed è fatto in Italia.
Per scelta del venditore la finitura non è lucida come l’originale ma è tipo satinato/brushed e questo balza subito all’occhio.

Potremmo spendere due parole sul fatto che sia o meno etico o corretto averlo clonato cosi “spudoratamente”.
E’ anche vero che non è la prima volta che in Italia si clonano prodotti, basti pensare al più blasonato ibrido In’Ax.
Personalmente fossi stato Svapiamo non lo avrei fatto identico ma avrei variato leggermente l’estetica in modo da poter stroncare sul nascere le solite polemiche che solitamente escono quando si parla di cloni.

Il prezzo, essendo un clone fatto in Italia, è giusto (1/3 circa dell’originale).

Da quello che ho potuto vedere appena arrivato (ne ho presi due uno per me e uno per un amico) qualche dettaglio (estetico soprattutto) è stato un pò trascurato ma in linea di massima l’atom è fatto bene (i 2 cap serrano bene) e soprattutto il funzionamento è pressoché identico all’originale. E’ pur vero che il mio confronto è sul modello precedente di Cyclone poiché quello nuovo non ho mai avuto occasione di provarlo.

Difetti/annotazioni:
– a me la finitura cosi non piace, ecco perché l’ho lucidato ma è chiaro che è soggettivo … a qualcuno piacerà di più cosi sicuramente;
– i fori per il posizionamento del filo resistivo sono un pò alti (non so dove sono nel nuovo modello) e le viti messe a corredo (viti a croce anziché i soliti grani) sono piuttosto lunghe e quando si serra il filo resistivo rimangono molto “in fuori”, ecco perché ho scorciato di 2 mm circa le 2 viti a corredo;
– nel deck avevo 2 segni di lavorazione, il bordo del deck e del cap avevano un angolo piuttosto vivo: ho rimediato il tutto lucidandolo con carta da 1000.

Ad ogni modo io sapevo che il tip originale non lo avrei mai utilizzato ed ecco che ho deciso di moddarlo, su suggerimento di un amico, andando a togliere il tip originale (che è un tutt’uno) forandolo direttamente perché diciamocelo se si usa con un altro tip esteticamente quell’oring nera a vista non è bellissima da vedere.

Alla fine del lavoro il tutto è venuto cosi:

20150111_153129

20150111_153136

20150111_153231

20150111_153254

20150111_153343

20150111_153354

20150111_153923

20150111_145835

20150111_153931

20150111_154030

Purtroppo non ho proprio pensato a fare un “foto” reportage prima dei lavori e quindi per farvi vedere com’era da originale vi rimando alla foto di alcuni atom fatta da Svapiamo:

10818458_687657748023662_392241693737166899_o

Per la rigenerazione sono andato verso un classico setup di 3 wick da 2.5 mm e filo resistivo da 0.25:

20150111_153751

Questo setup privilegia la resa aromatica e l’autonomia di squonk e sacrifica un pelo l’hit.
Si può recuperare hit a scapito di resa aromatica e autonomia di squonk utilizzando 2 wick anziché 3.

Premesso che lo sto usando da pochissimo posso dire, come prime impressioni, che i valori di svapo sono molto molto simili all’atom originale, almeno alla versione precedente che ho provato tempo fa.

A scanso di equivoci è bene precisare che l’atom funziona bene anche cosi come arriva, io partendo dal presupposto che l’ho preso per tenerlo ho optato per “customizzarlo” altrimenti se avessi avuto in mente di rivenderlo non lo avrei toccato, ovviamente.
Di sicuro è un buon atom, anche se qualche dettaglio doveva essere curato un pò meglio: tralasciando l’estetica, le viti andavano scelte un pelo più corte.
Sicuramente nel complesso funziona meglio di tanti clonetti cinesi (A6, A7, A3 Sportback TDi LOL) e se decidere di prenderlo e vi piace “lucido” non serve avere un tornio, basta mettere nel mandrino del trapano un adattatore 510>510, avvitarci l’atom e usando una carta da 1000 bagnata con acqua in 5-10 minuti lo fate lucido come il mio. Idem per scorciare le viti (a parte che penso che ci metterò i soliti granettini :)) ci vuole il dremel.

Ovviamente per fare la modifica del tip come il mio senza tornio non la fate.

Prevedo di usarlo nei prossimi giorni quindi probabilmente aggiornerò l’articolo.


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


17 commenti su “Il mio Cyclone Clone Customone !

  • gigetto

    Altrimenti un clone originale parzialmente made in Italy del Cyclone c’è… e costa pure meno, ossia il mini RBA BF il pin è realizzato in Italia, funziona bene non avendo l’originale cyclone non posso fare paragoni ma la base è identica.

    Oppure un Cyclone style che è originale ispirato di Christian Mod il WOW che più dell’originale ha la fattura artigianale, il tip compreso il sacchettino in velluto e costa la metà del vecchio Cyclone e và molto ma molto bene.

  • Ciriola

    …mi permetto solo un paio di precisazioni, una per gigetto e una per Michele…
    Gigetto nel Cyclone non è la base a fare la differenza ma la camera, è quella che ne determina il tipo di resa, e con l’RDA non ha poi tanto in comune.
    Michele io questo lo considero il clone della vecchia versione, nella nuova l’unica differenza sta nella base, e questa è identica alla vecchia versione e non alla nuova che ha un bordino rialzato e una base più piatta. D’altra parte quelli di Vicious Ant hanno variato furbescamente l’unica cosa che non influiva sulla resa di svapo.

    • Ciriola

      …li ho entrambi e posso confermare che sono al 99.9% identici come resa, la differenza che nota chi lo usa sempre da tempo come me è la velocità di riscaldamento superiore nel clone, credo per il tipo di materiale e spessori della campana, e un quasi impercettibile aumento dell’ariosità nel clone, un decimo di millimetro in più di circonferenza foro…
      …altra nota è la leggerezza del clone rispetto all’originale.
      In ogni caso personalmente credo che per chi si avvicina al mondo del BF, e cerca un atom “economico” con cui rendersi conto se gli si confà o meno il tipo di svapo, sia un ottimo acquisto, altro che A7, RDA moddati e similari.

  • creedrob

    Domani mi arriva, spero solo che la torretta del negativo sia ben fissata alla base, grazie per le prime impressioni.

  • ANGELO SIRAGUSA

    Ciao Michele
    Sono tre giorni che cerco ti capire cosa può creare il problema di andare il liquido nel foro centrale dell aria;
    -troppo cotone o poco
    -la microcoil troppo vicina o lontana dal foro
    -o magari il drip che uso in teflon che ha il foro più piccolo oppure come compatto il cotone,
    Tu che ne pensi……ho provato vari cambiamenti magari risolvo per un po’ ma ritorna il problema
    Ciao è grazie

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Codesto è una caratteristica che anche l’originale in parte ha.
      Non essendo il foro del liquido alla base succede che non ripesca tutto il liquido dopo lo squonk ma questo se ci pensi è un bene cosi hai maggiore autonomia di squonk.
      Il contro è che si deve:
      – o svapare facendo in modo che il foto dell’aria sia rivolto verso l’alto (soluzione migliore);
      – abbassare la resistenza fino a quasi farla toccare nel piano oppure metterci sotto tra res e piano un pezzettino di cotone da fare da tappo.
      Ma la prima soluzione è la migliore fidati. Se nella tua box ti esce al contrario rispetto alla posizione di svapo preferito alla prossima rigenerazione monta la res nel lato opposto, semplice.

  • ANGELO SIRAGUSA

    Grazie 1000 per la risposta
    Ma non ho capito, il foro dell aria sono 4
    Scusami mi sono perso…..

  • ANGELO SIRAGUSA

    A scusa Michele
    Ho messo il commento in un altra sezione
    Parlavo del kayfun 4
    Scusate……

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      ecco LOL 😀
      -allora prova a lasciare non meno di 2 mm tra la resistenza e il foro da cui arriva l’aria;
      – fai un tondino di 3 mm (grandicello) cosi ci passa parecchio cotone e non aver paura di metterne troppo.

      • ANGELO SIRAGUSA

        Grazie ancora di cuore
        Questa sera dopo il lavoro provo sia a controllare la distanza e a fare la microcoil su uno spessore da 3 mm io fino adesso ho usato da 2 mm, ti faccio sapere come va’
        Ancora grazie

  • robydamatti

    Ciao Michele volevo chiederti due cose se hai in programma di testare il subtank della kanger che ne parlano tutti bene ma volevo il tuo parere e cosa vuol dire quando la batteria io uso una ipow2 (attendo cloupor mini e t5 che mi hai consigliato l’altra volta) viene fuori low res resistenza bassa giusto e quindi??? Scusa la domanda ma sono un novellino….

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Nella pagina “To Do List” in alto vedi tutto quello che ho in arrivo.

      Si low res vuol dire che la res è troppo bassa.

  • lillo 63

    mi è arrivato oggi e devo dire che come clone è fatto davvero bene.Rigenerato con due wick da 2,5 cinque spire leggermente distanziate,filo nichelcrom da 0,30 su tondino da 2,5 resistenza 0,9 hom alimentato su box in meccanico,è na’ meraviglia…..anche se….. riscalda un bel po’.Domani faro’ il setup che hai proposto con tre wick e filo kanthal da 0,30 cinque spire cosi’ da avere una res da 1,3 hom.Mi piace troppo sentir l’aroma e con due wick mmmmmh troppo hit e meno aroma,non fa’ per me.Ho scoperto poi che il sito è a soli un centinaio di km da casa mia,pero’ in gamba svapiamo scelta azzeccata.

I commenti sono chiusi.