Il vari Watt è il futuro 39


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 6072 volte.

xWbieJX (1)

Ultimamente qua e la si leggono varie discussioni in merito e cosi volevo scrivere un articoletto a riguardo per dire un pò come la penso io.

Intanto tempo fa scrissi un articolo dove bene o male spiegavo il concetto di wattaggio e invito a leggerlo chiunque non abbia le idee chiare a riguardo: lo trovate qua.

Dunque, perchè ho scritto che il vari Watt è il futuro ?

Perchè ne sono fermamente convinto.

Facciamo un esempio “parallelo” di cosa è un sistema vari volts e di cosa è un sistema vari watt: andiamo nel campo della fotografia e prendiamo la stessa macchina fotografica ma montiamo una lente zoom con messa a fuoco manuale (vari volts) e una con messa a fuoco automatica (vari watt).
Il soggetto che andremo a dover fotografare sarà il nostro atomizzatore, qualunque esso sia.

Ebbene con l’ottica con messa a fuoco manuale dovrò regolare lo zoom, quindi agendo sulla ghiera della messa a fuoco metterò a fuoco il soggetto e quindi scatterò la foto.

Con l’ottica con messa a fuoco automatica dovrò regolare lo zoom e quindi scatterò la foto.

E’ questa, sostanzialmente, la differenza che c’è tra vari volts e vari watt.

All’atto pratico, cioè parlando di qualità di svapo, NON ci sono differente, E’ OVVIO !
Si sta parlando solo ed esclusivamente di praticità di utilizzo e soprattutto velocità di utilizzo.

Andiamo su un esempio reale.

Con il Provari …
Ho appena rigenerato il mio Magoo e so che lo uso sempre a 10.5w.
Tuttavia siccome far venire sempre 2 resistenze uguali è molto difficile oppure siccome ogni tanto variare il valore della resistenza è anche divertente, dopo averlo rigenerato dovrò leggere la resistenza nel Provari e quindi se sono mentalmente veloce posso impostare a dritto i Volts giusti.
Altrimenti posso prendere una calcolatrice e usando la legge di ohm calcolare a quanti volts devo impostarlo per avere i miei 10.5w.
Qualche volta che non userò la calcolatrice sarà probabile che durante l’uso dovrò aggiustare i miei volts, aggiungendo 0.2-0.3 oppure togliendo.

Con uno ZMax in modalità vari Watt …
Ho appena rigenerato il mio Magoo e so che lo uso sempre a 10.5w.
Dopo averlo rigenerato lo monto e imposto lo Zmax a 10.5w.
Pigio il pulsante e svapo.

Ma non solo … … durante l’uso sappiamo bene che il valore della resistenza tenderà a muoversi per poi stabilizzarsi.
Si parla a volte anche di solo 0.1 ohm, ma non è poi tanto impossibile beccarsi 0.2 ohm di differenza dopo alcuni ml svapati.

Con il Provari …
… ebbene con il Provari, in teoria (poi in realtà non lo fa nessuno) per avere la stessa resa allo svapo si dovrebbe affinare il voltaggio, aumentandolo o diminuendolo …

Con lo ZMax in modalità vari Watt …
… basta continuare a pigiare il pulsante e svapare ….

– – –

E’ abbastanza chiaro, ma lo ripeto, che l’appagamento finale allo svapo tra un sistema vari watt e un sistema vari volts entrambi settati per erogare lo stesso wattaggio è ESATTAMENTE identico.
In pratica, cioè, quello che ho scritto non vuol dire che il Provari è un cesso perchè non è vari watt !

Vedrete che il Provari v3 sarà vari watt e sarà perfetto. Perfezione che secondo me ha perso dal momento in cui sono usciti i sistemi vari watt.


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


39 commenti su “Il vari Watt è il futuro

  • Avatar
    antogiar83

    Conconrdo a pieno con l’articolo. Per il momento ho l’evic su cui monto diversi sistemi di alimentazione. E’ sempre impostato a 10.5 W (Resistenza permettendo poiché tutti conosciamo i limiti dell’EVIC) e fa tutto lui dopo aver controllato la resistenza. Penso che comprero’ il Provari V3 se uscira’ VW (Serve sempre un gingillo che spinga sino a 6V soprattutto quando la scimmia vi porta all’acquisto di nuovi sistemi per i quali siete obbligati a sperimentare 🙂 )

  • Avatar
    esigice

    Fantastico esempio chiarificatore. Bella analogia. Io ho iniziato con i variWatt e mi trovo benissimo, ovviamente la mia esperienza von i volt è limitata ma sufficente per dire che la mia distrazione mi ha portato a prendere delle belle steccate, “na puzza de brucio”. Per questo motivo, anche se la fantomatica ma sempre presente scimmia spinge, aspetto un nuovo provari che non potrà ignorare in eterno l’evoluzione del mercato. Ma che si decidano però, mannaggia. Anche perché il Semovar è bellino assai. Per ora lo curo a distanza 🙂

  • Avatar
    Atars

    Ma te l’ho data io l’idea? 😀
    Attendo da 7 mesi ormai questo Provari V3. Speriamo si sbrighino.

  • Avatar
    compay

    Ciao Michele,
    volevo giusto prendere un muleto VW da affiancare al Provari, non tanto per la storia dei watt (ormai i calcoli li faccio a mente) quanto per avere un “provari di riserva” che non mi dia problemi di pin con uno dei miei rigenerabili (l’RDA, per esempio, da quando l’ho montato sul Provari non fa miù contatto sull’Innokin iTaste MPV, la scatoletta, tanto che devo aggiungere un pezzettino di rame per fargli fare contatto).
    Veniamo al dunque, visto che sarò a Pavia sabato anche per approfittare della presenza di Dario Svapobar: che cosa mi consigli? ZMaz o Innokin SVD? Ne faccio un problema di costo dopo essermi svenato col, Provari, ma anche di affidabilità complessiva…. Mi pare che uno dei due ti si fosse rotto… quale?
    Spero di conoscerti di persona domani.
    grazie e ciao
    Paolo (compay)

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      Bella domanda !
      Io per ora NON ho mai letto di SVD che si son rotti !
      Mentre ho letto tante grane per gli Zmax.
      Però ci ballano 3 cm di lunghezza !

  • Avatar
    FabioV

    pienamente d’accordo: quando cominci a svapare in VW difficile accontentarsi di un VV … io onestamente, più che aspettare una v3 del Provari, ho deciso di prendere appena lo trovo in Italia un Semovar v3 basico con tubo 18650. che mi sembra ingegnerizzato meglio del BB americano. tra l’altro risparmio anche qualche soldino.

  • Avatar
    Cus2k

    rimanendo in ambito fotografico di cui parli, porterei l’esempio di un oggetto in movimento (la batteria che si scarica), la messa a fuoco automatica lo mantiene costantemente a fuoco nel momento in cui si scatta la foto (resistenza costante e alimentazione regolata automaticamente), mentre nel manuale dovresti rifare la messa a fuoco (abbassare la resistenza di pari passo che si scarica la batteria) per avere la stessa foto.
    non so se rendo l’idea, ma io la vedo così…

  • Avatar
    alexx3c

    Ciao Michele, ho comprato 2 ultrafire 18650 3000mah BCR per una torcia a led che sto usando. Secondo te è possibile montarle nel provari o rischio troppo?

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      Rischiare non rischi nulla, in teoria l’elettronica è protetta 🙂

  • Avatar
    homercane

    Aspetto il magoo . A questo punto non so pi che BB scegliere Provari satin silver (non mini) a 180 euro o Evic a 75 euro?
    Attualmente sto svapando con vision spinner 1300vv e evod bcc alternarto a protank mini pyrex.
    Tu quale bb prenderesti? Con reverente rispetto Enrico,

  • Avatar
    lobox

    sicuramente il VW è un enorme aiuto ai debuttanti in questo mondo ma è anche vero che per quanto si tenga memoria della potenza , 2 sistemi diversi avranno rendimenti diversi a pari vattaggio………….

    Quindi regolare per regolare al momento mi pare che il provari sia quello che tra gli stepup dia le garanzie migliori di linearità.

    questo oviamente a parer mio.

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      e perché ?
      se usi due sistemi diversi …. cambierai wattaggio !

      • Avatar
        lobox

        Appunto ………. stessa operazione che farei sui Volt……..
        Quello che appunto intendevo quindi che io usi i volt o i watt se l’elettronica mi garantisce la linearità dell’erogazione non cambia nulla

        • Avatar
          mc0676 L'autore dell'articolo

          certo, quello che cambia è però la praticità di utilizzo, di gran lunga + rapida e immediata nel vari watt poiché la conoscenza del valore della resistenza NON è necessaria, cosa che invece è MUST nel provari per evitare di cuocere o non sentir nulla.

  • Avatar
    Atars

    Pensa michi, se il Provari v3 uscisse tra 3 mesi….
    Il primo istinto non sarebbe quello di acquistarlo ma quello di sintonizzarsi sul blog e attendere una recensione. Parlo di istinto perchè lo comprerei subito ma, nell’attesa, mi sintonizzerei continuamente sul blog per leggere i particolari, e commentarli.
    Già……. ma su quale blog? 🙁
    Scusami, non è una coltellata ma un attacco di nostalgia.

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      Il canale youtube infatti penso che lo lascerò aperto, proprio perché se ogni tanto mi va di fare un video (fare video ogni tanto comporta molto meno tempo rispetto a tenere aperto un blog) lo faccio !
      Stai certo che il video del provari v3 non me lo faccio scappare !

      • Avatar
        Atars

        intanto ho ottenuto la (quasi) certezza che almeno il tubo lo lasci aperto eheheheh 😀
        Per il resto (regular di luciano e blog) ci lavorerò su…
        Scherzo ovviamente 🙁

  • Avatar
    alessionoli

    Mi piacerebbe tanto una tua fece sul semovar con l’elettronica nuova….
    Spero tanto che ti possa andare avanti col blog.
    Sei il MIGLIORE!!!!!
    Stato ba….do!

  • Avatar
    Handler46

    Ciao Michele, sto utilizzando una M7 di Del Sole acquistata da un amico che non la usava più. Non mi piace, pesante, troppo “metallosa” e soprattutto… meccanica. Appagamento e resa “0”. Come dici tu “con le circuitate non sono nemmeno parenti”. Tempo fa ti avevo scritto per chiederti consigli e tu mi avevi accennato appunto Del Sole (E7 DNA), Lukkos (Orione) e SVA (DNA). Con Paolo sono in contatto e sto aspettando il nuovo modello, le Lukkos le ho visionate e visto il sito ma le SVA dove diavolo le trovo? Esiste il sito del produttore (so che sono padre e figlio di Genova ma null’latro)? Esiste uno shop on line o negozio fisico in Lombardia?

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      Devi contattarli, registrati su vapers.it e mandagli un PM.
      Per la M7 con un kick v2 potrebbe avere un buon senso 🙂

      • Avatar
        Handler46

        Mi sono registrato e sto attendendo la conferma via mail per l’attivazione. Ma poi scusa Michele mi dici di contattarli, ma chi? A chi devo mandare un PM dal forum?

  • Avatar
    homercane

    Possiedo un eVic, in previsione della supertassa vorrei comprare un semovar, prima di spendere 160 euri vorrei però un tuo consiglio. In giro ho letto recensioni positive ma io mi fido solo del maestro. Mi faresti cosa gradita se ti sbilanciassi su un giudizio su questa BB. Attendo con ansia una tua risposta, la scimmia va ammaestrata, in questo caso devo domarla o liberarla?
    Grazie infinite da Enrico.

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      ciao Enrico, non avendolo mai avuto non posso sbilanciarmi 🙂
      Dovrai quindi basarti su quello che leggi sul web mi spiace.

  • Avatar
    homercane

    Grazie per avermi risposto sul semovar, mi basterebbe comunque una tua semplice impressione visto che conosci il web meglio di me e che hai sicuramente tanti contatti quotidiani con vapers esperti.
    Io purtroppo vivo in un piccolo paese dove nemmeno sanno che cosa è una ego, figuriamoci un semovar.
    Alla luce delle tue conoscenze, sia tecniche che umane, una prima impressione anche solo “a pelle” te la sarai fatta sicuramente, una sensazione a caldo l’avrai.
    Se hai voglia rispondimi altrimenti grazie lo stesso e di cuore per le tante volte che mi hai permesso di fare scelte ponderate.
    Ciao Enrico

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      Da quello che leggo da amici (fidati, non marchettari) che conosco sembra che ora funzioni bene.
      I primi tempi c’erano problemi sul cup inferiore, ma ora sembra tutto ok.

  • Avatar
    homercane

    Scusa sono ancora Enrico, io penso che comunque, anche se 160 euro sono tanti, semovar è un passo avanti rispetto all’eVic che possiedo, almeno credo. Mamma mia che confusione.
    Ciao.

      • Avatar
        homercane

        Grazie, penso proprio che mi farò un regalo di compleanno con la scusa della supertassa che poi magari non mettono. Sei un faro nella nebbia svapatoria.

          • Avatar
            homercane

            Altra cosa: posso usare batterie tipo panasonic NCR18650B 3400 mah o Samsung ICR18650 2600mah con il semovar?
            Grazie Enrico.

            • Avatar
              mc0676 L'autore dell'articolo

              si puoi ma cmq avrai bisogno di batterie con piu ampere in scarica

  • Avatar
    homercane

    Sono Enrico, volevo riprendere il discorso delle batterie per il semovar , tenendo come punta fisso 18650 senza pin quali mi consigli?
    Grazie.

I commenti sono chiusi.