iTaste CLK 1280: la ego cicciona … dopata. Agg. x4: Consumi. 41


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 10785 volte.

Questa batteria viene da Svapobar.it.
Il suo costo oscilla, franco shop, trai 25 € ed i 40 €.
E’ una ego “cicciona”, quindi non diametro 14 come le ego standard bensi 16 mm. Anzi, 17 (in questo caso).
E’ una varivolts 3.5 – 5.0 volts e quello che sorprende sono le sue caratteristiche: 3.5A di assorbimento (come il Provari 2.5 !), ben 15w massimi (come il Provari v2.5) ma soprattutto, cosa interessante, resistenze ammesse a partire da 1.2 volts.
Ha 1280 mah e dispone di una porta microUSB per la ricarica.

Viene venduta dentro ad un “case” di plastica con all’interno alcuni gadgets tra cui:
– un anello adattatore per coprire il cono ego;
– un anello di quelli che si usano per agganciare la ego al collo previo laccetto;
– il laccetto;
– un cavo microUSB.

Il kit si presenta cosi:

20140912_164758

E la batteria da vicino è cosi:

20140912_164836

20140912_164843

Con Evod BCC v2 montato sopra:

20140913_110623

Confronto con Evod Twist 1300 mah (sopra) e ego twist 650 mah (sotto:

20140913_110723

Come vedete è molto particolare.
Il pulsante quando si preme ha 3 colori: verde è carica, giallo è a mezza carica, rossi è tempo di ricaricare !
Il selettore sotto ha uno scatto per ogni regolazione, in pratica non è a rotazione libera come quella della twist ma ad ogni punto di voltaggio ha uno “stop” molto piacevole e sensato.
Nel complesso è fatta molto bene. Il pulsante si trova molto facilmente ed ha un piacevole feedback “cliccoso”.
L’unico difetto che ho trovato è l’attacco: il pin di contatto è mediamente più basso rispetto alle ego normali e quindi se avete un atom dove il pin non sporge almeno mezzo millimetro dunque non avrete contatto (con il Kraken clone di FT non ce lo avevo, il pin questo caso è filo connettore). Probabilmente è solo l’esemplare in mio possesso che ha questo difetto o almeno lo spero. Io comunque per sistemarla ho limato mezzo millimetro l’attacco sopra con carta vetrata (è ottone, si fa in 2 minuti) e ho risolto il problema.

Quello che mi ha sorpreso di questa batteria è … la potenza.

Se vi dico che messa sopra una resistenza da 1.53 ohm lei eroga 4.75 volts sotto carico (valore medio, calcolato dal fatto che appena si attiva parte da 4.80 volts e cala, lentamente, fino a 4.70 volts e poi subentra il cut-off), voi ci credete ?
Sono la bellezza di 14.8 watt, contro i 15 dichiarati.
Cioè, tanto per capirsi, se voi mettete la solita resistenza sopra una Spinner o una ego Twist (o anche la evod 1300 mah che ho preso tempo fa) oltre i 3.7v sotto carico non andate, insomma quasi 15 watt contro “miseri” 9w delle altre vari volts.

Ho provato ad usarla un pò con il Kraken clone con resistenza da 1.75 ohm (impostata a 5 volts, eroga oltre 4.80v sotto carico, pari a circa 13.40w) e sono rimasto impressionato dal suo funzionamento. Quasi come usarlo nel Provari (e sono serio, non scherzo).

Al momento non chiedetemi però com’è il suo comportamento durante la scarica (cioè se perde resa in carico oppure se la mantiene). E’ un aspetto, questo, che valuterò con il tempo.

Aggiornamento del 15/09/2014. Agg. x1: prime impressioni.

Ieri ho potuto usare tutto il giorno la CLK1280 e quindi posso parlare di prime impressioni.
Per quello che riguarda le dimensioni grosso modo è come la Evod Twist 1300 mah, non è molto diversa.
In mano è piacevole e anche se è liscia (mentre la Evod è gommata) ha un ottimo grip.
Il pulsante è piacevole e confermo che ha un buon feed back tattile.
L’ho usata con un Evod v2 e in pratica è andata in giallo (arancione) dopo due tank (3 ml circa) e non ho potuto finire il terzo: onestamente quando è andata in giallo non ho avvertito un calo della resa. L’ho sempre usata a 4.5v e qualche volta sono salito a 4.8v ma poco dopo tornavo a 4.5v perché a 4.8v spingeva “troppo”.
In effetti l’unica cosa che ho notato, anche provando un T3D con resistenza simile, è che tra le regolazioni “alte”, quindi 4.5-4.8 e 5.0, sembra che ci sia uno scalino di erogazione maggiore rispetto a quello che mi sarei aspettato.
Ma probabilmente sono solo sensazioni.
Per cercare di quantificare le mie sensazioni ho provato a leggere sotto carico l’erogazione della batteria ma i numeri che escono sono insensati.
Mi spiego meglio.
Premesso che la CLK1280 non la si riesce a leggere con l’LCD Meter di Eleaf (anche li sballa) o con il “tankometro” normale, ho provato a leggerla con il tester.
Ma i numeri che escono sono insensati.
Ad esempio impostata a 3.5 volts io leggo, sotto carico, 2.40 volts ma in realtà è un erogazione da 3.5v circa e assolutamente non da 2.4v.
E lo stesso vale per tutti gli altri valori eccetto al massimo, 5.0v impostati, dove eroga i volts giusti.
Probabilmente eroga in PWM (o similari) e servirebbe un oscilloscopio per capirci qualcosa di più, peccato.

Ad ogni modo, cosi per dire, se io ci metto sopra il Kraken Clone con res da 1.7 ohm circa e imposto a 4.8 volts (e idem sul Provari P3) vi assicuro che lo svapo è totalmente confrontabile. Insomma la batteria spinge davvero forte e non è lontanamente parente alla Evod Twist da 1.300 mah che impostata a 4.8v neanche riesce a far scoppiettare decentemente il Kraken.

Aggiornamento del 17/09/2014: Agg. x2: videino

Dato che avevo un pò di tempo ho girato un breve video per farvela vedere da vicino.

Questo:

In linea di massima confermo tutto quanto ho già scritto.
Nella confezione, come vedrete nel video, si parla di max 9.5w mentre nella pagina ufficiale si parla di 15w.
Onestamente non ho gli strumenti, come spiegato, per poter stabilire i reali watt che eroga ma secondo me, a naso, i 10w si superano.
E comunque la differenza di resa rispetto alla Evod Twist è nettamente marcata. Spinge di più.
Una cosa che non avevo ancora scritto (perché l’ho scoperta dopo) è che il pin è telescopico, quindi qualunque cosa voi ci mettiate sopra comunque andrà a battuta.
La filettatura ego è fatta molto bene ed è precisa e fatta in modo che mai andrà a coprire i fori dell’aria del vostro BCC di turno.
Confermo anche il fatto che una volta entrata in “giallo/arancione” è ora di caricarla perché di li a poco si scaricherà completamente.

Come dico nel video, con il test avevo fatto delle misurazioni.
Ma secondo me, come ho spiegato, lasciano il tempo che trovano perché di fatto servirebbe un oscilloscopio.
Eccole qua (ripeto, solo per curiosità):

itaste

Concludendo, per ora, è indubbiamente una batteria fatta nel suo complesso bene. L’unico “neo-dubbio” riguarda la sporgenza del pin che in certi device (vedi mio Kraken clone con pin a filo e non sporgente) potrebbe non fare contatto.
Costa indubbiamente tanto per essere una “ego”, ma la prima twist joye la pagai 20 euroni e facendo due proporzioni il prezzo non è poi cosi tanto esagerato.
Per il momento non sono in grado di promuoverla o bocciarla perché la stò usando tra troppo poco.
Tra un pò di mesi, quando l’avrò usata abbastanza, tireremo le somme.
Per ora posso solo dire che merita.
Torneremo a parlarne più avanti.

Agg.to del 22/09/2014: Agg. x3 Chiarimento

Poiché la storia del bugiardino che indica (come da video):
– max ampere 3.0A (anziché 3.5A come nel sito)
– max wattage 9.5w (anziché 15w come nel sito)
non mi convinceva ho scritto a Innokin.
Devo dire che in meno di 24h hanno risposto (dimostrando efficienza) chiarendo che:

Hi Michele ,
Thank you for contacting Innokin .
You may purchase the first batch, it does not matter, does not affect the use ,the battery capacity is still the same .
If you have any other question pls let me know .
Best Regards

Quindi in pratica se vi capita con il bugiardino non aggiornato non preoccapatevi, la batteria ha le stesse specifiche di potenza riportate nel sito.

Agg.to del 02/10/2014: Agg. x4 Consumi

Cosi per riferimento, usando la batteria a 4.5 volts su resistenza da circa 1.8 ohm (11w circa) va in giallo dopo 4 ml (abbondanti svapati).
Insomma questo è un gran risultato, perché fino al momento in cui diventa gialla non si apprezzano cali “significativi”. Probabilmente poco prima inizia a erogare qualcosa meno ma ribadisco che è veramente poco o nulla, qualcuno neanche lo percepirà.
Ottima batteria.
Inoltre mentre ricarica, tramite la porta USB, funziona. Quindi si può svapare anche mentre si ricarica.


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


41 commenti su “iTaste CLK 1280: la ego cicciona … dopata. Agg. x4: Consumi.

  • Kanarus

    Gran bella batteria, i problemi da valutare sono di certo due, uno tutto da verificare come tu stesso premetti, cioè il comportamento durante la scarica e l’altro più evidente, cioè il diametro esterno che mi sa ne pesce ne carne… soprattutto con quelle potenzialità che ha descritto

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Sta caricando il video, metto l’articolo in stand by fino a che non finisce.

  • Kanarus

    Ciao MIchele, volevo capire se si percepisce il calo man mano che la batteria si scarica oppure supponi che ci sia un booster?

  • Kanarus

    Sta batteria mi ha incuriosito a tal punto che l’ho ordinata, dovrebbe arrivarmi lunedi 🙂
    Secondo te, so che hai provato un clone del kay mini tempo fa, vale la pena abbinarcelo (clone fastech si intende)?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Quel clone no perché fa pena, magari altri che funzionano si 🙂
      Poi mi dici come va.

  • 6904Gabriele

    Ciao Michele,essendo in possesso sia della CLK versione 1(chiamiamola così) e della versione 1280 ci tengo a farti notare che la metà inferiore della tua etichetta della 1280 è quella che è stampata sulla versione 1,che corrisponde pienamente ai valori indicati.
    Sull’etichetta della versione 1280 sono stampati i valori come dichiarati nel sito di INNOKIN.
    Mi chiedo da quale”Photoshop”arriva la tua etichetta…

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Ciao Gabriele grazie per l’interessamento.
      Ne ho 2 in questo momento, una di Svapobar e una di Svapoweb, entrambe con IDENTICA etichetta !
      La tua che etichetta ha ?

  • 6904Gabriele

    Vedo ora che non è possibile inviarti immagini per mail,sarà che non partecipo spesso ai Blog….
    Comunque,ti scrivo i valori stampati sul retro della mia CLK 1280:
    MAXIMUM OUTPUT CURRENT 3,5A
    MAXIMUM OUTPUT WATTAGE 15W
    CLEAROMIZER RESISTANCE 1,2 OHM MINIMUM
    BATTERY BUILT-IN 1280 MAH POLYMER
    …e per il resto dei dati sono praticamente i medesimi della prima versione CLK.
    Viaggio spesso nel mondo percui ho sempre occasione di arraffare le ultime novità sul mercato,questi due modelli di INNOKIN li uso propio quando sono in viaggio, per la loro comodità d’uso,la buona resa anche “sotto stress” e la portabilità.
    Per il resto,quando sono a casa mi sollazzo la gola con gingilli ben più superiori.
    Comunque complimenti a te e per l’interesse spassionato che ci metti in questo bel modo di fumare :->

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Azzo, questo è assurdo.
      Ora scrivo al venditore.
      Grazie davvero per la dritta.

  • gabrielwesker

    Una domanda… quando metto questa batteria sotto carica come faccio a capire che la procedura di ricarica è stata completata? il LED diventa VERDE o la BATTERIA si SPEGNE?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      La mia quando la carico il led resta verde.
      Poi dopo un tot si spenge, allora è carica.

  • demym

    Ciao Michele, ottima recensione… domanda: io ho una itaste vw v 3.0, che indica la stessa max corrente di 3.5A… tu l’hai mai provata ? Io penso che spinga notevolmente di più di qualsiasi simil-twist, a parità di V/W… probabilmente sono proprio i 3.5A… grazie, ciao

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Mai provata 🙂
      Però può essere che l’elettronica è la medesima quindi ci credo che spinge 🙂

  • Kanarus

    Arrivata stamattina, l’ho presa da EDYM (POLONIA). Il bugiardino riporta i 3.5A e i 15W per il resto è identica alla tua.

      • Kanarus

        Allora Michele, la sto usando da due ore, la carica è ancora quella con cui è arrivata, e per il momento non ho percepito cali. Non voglio dire eresie ma ho impostato il provari a 5 volt sul kayfun con 2 ohm solita erogazione morbita non graffiante vapore tiepido. Messo sulla 1280 a 5 volt, beh sembra di svapare a voltaggi più alti, hit piu netto, vapore molto piu caldo e molto piu reattiva e graffiante. Sono rimasto a bocca aperta. Ora sarà da analizzare quando e se cala prima di scaricarsi ma sono veramente stupito.

  • batista04

    Ciao Michele presa da poco anch’io. Per caso hai notato che se si fanno delle attivazioni ripetute senza aspettare che si spenga del tutto il led (che si spegne un po alla volta) la batteria va in protezione comese non si avesse mai lasciato il pulsante? Fammi sapere non vorrei fosse solo la mia. Grazie

  • batista04

    Peccato però……. Di solito qualsiasi cosa uso sono abituato a fare 3/4 serie veloci. Va bè. Grazie ancora.

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Anche io, ma con i tiri normali (5-6 sec) non me lo fa. Solo se resto li pigiato.

  • su-iddanoesu

    Michele, scusa se non è inerente con questo articolo, ma alla fine l’hai provato il clone del rose v2?.. non riesco a trovarlo qua nel blog.

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Si, quello che prendo di volta in volta lo trovi nella pagina “To Do List” in alto e prima o dopo uscirà l’articolo.

  • p.davide2

    Ciao Michele, ti spiacerebbe dirmi la lunghezza di questa batteria? non la trovo da nessuna parte, sono interessato ad acquistarla, ma io sono per la max portabilità e uso attualmente solo un evod 1.
    Grazie di cuore nel condividere con noi i prodotti dello svapo.

      • p.davide2

        Grazie, alla fine l’ho acquistata, sono veramente soddisfatto è bella anche esteticamente e sopratutto mi dura tanto, anche perchè io svapo max a 4 volt

  • Matteo F.

    Ciao Michele, scusa non sapevo dove scrivere, innanzi tutto ti ringrazio, grazie ai tuoi video e recensioni ( con cui mi sto drogando 🙂 ) ho fatto bei acquisti e capito davvero cosa stavo cercando, sei mitico!!! Una domanda non inerente all’articolo (ps mi comprero sta batteria di sicuro!!), volevo chiederti se conosci o hai provato batteria kangertech ipow 2, ne ho appena presa una e volevo sapere un tuo parere, scusa per il fuori tema!!
    Saluti

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Ciao Matteo, grazie 🙂
      Si la conosco ma non ho avuto modo di provarla.
      Diciamo che ora mi sto orientando a tappeto sulle scatolette 😀

      • Matteo F.

        Si ho notato, si chiama istigazione a delinquere :). Mi sta vendedo una voglia pazza di prenderne una carina per svapo casalingo, magari quando mi aggiornero ulteriormente ai rigenerabili.
        La cosa strana è che anche la mia non viene letta dall LCD Meter di Eleaf, da valori strambi, qualsiasi Watt metta risulta sempre a 4.6V e virca 12W di uscita con res 1.8/1.9, ma quando è scarica o meglio quando mi segnala low battery ma si puo fare ancora qualche tiretto allora il Meter la legge perfettamente con risultati quasi estatti con il display della batteria, boh chi ci capisce..
        Saluti e grazie a te!!

  • jos4

    Sto usando questa batteria e mi trovo molto bene, di tanto in tanto pero’ succede una roba strana di cui non si trova soluzione nel manuale, o almeno… non l’ho vista!

    Capita ogni tanto, mentre e’ in carica (non mi e’ mai successo quando non e’ collegata all’usb), che per qualche secondo il led diventi rosso, fisso e continui a tirare dall’atomizzatore come se il pulsante fosse pigiato ma in realta’ io non lo pigio (e meccanicamente non risulta pigiato)… basta staccare il cavo e ricollegarlo per riprendere normalmente ad usarla. A qualcuno e’ mai successo? Avete idea di cosa potrebbe trattarsi? Grazie mille anticipatamente!

    • jos4

      Ps: ho notato che anche un altro utente, in una reply sopra, ha avuto un problema simile al mio, non sono sicuro pero’ che sia il medesimo (spero di si almeno so cos’e’)… sperando di essermi spiegato bene, grazie ancora e complimenti per i tuoi video!

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Purtroppo io l’ho messo un pò li questa batteria (istick docet) però secondo me non è normale per niente …

  • Ste74

    Ciao Michele, grazie per la qualità e quantità dei materiali che produci e condividi. Sono per la terza volta un neosvapatore, nel senso che per la terza volta provo a sostituire il digitale con l’analogico. Le differenze tra questa volta e le altre sono due: 1) Svapo soltanto, non fumo (da 20 giorni) e 2) cerco di testare hardware nuovi, invece che andare nel negozio fisico a prendere phantom e liquidi per il kit ego-w che acquistai nel 2011.
    Ho acquistato mezzo litro di VGP, abbandonato i phantom, preso un Kanger Evod BCC (grazie a te), un iClear16, aromi e una iTaste CLK 1280 (grazie a te). Un altro mondo. Tra gli aromi purtroppo ne ho trovato uno che mi piace molto, è il cubana T-Juice. Dico purtroppo perché rovina le resistenze. Google, esigblog… Kayfun Lite Plus.
    Ecco la domanda: posso tranquillamente prendere il Kayfun e godermelo sulla iTaste? Vorrei evitare per qualche tempo (almeno un due mesi) di acquistare un’altra batteria. Nel caso, puoi consigliarmi qualche altro sistema di alimentazione facilmente rigenerabile adatto per la batteria in questione e compatibile con un futuro upgrade della batteria stessa? Grazie e ancora complimenti per il blog.

  • Ste74

    Ciao Michele, grazie per la qualità e quantità dei materiali che produci e condividi. Sono per la terza volta un neosvapatore, nel senso che per la terza volta provo a sostituire il digitale con l’analogico. Le differenze tra questa volta e le altre sono due: 1) Svapo soltanto, non fumo (da 20 giorni) e 2) cerco di testare hardware nuovi, invece che andare nel negozio fisico a prendere phantom e liquidi per il kit ego-w che acquistai nel 2011.
    Ho acquistato mezzo litro di VGP, abbandonato i phantom, preso un Kanger Evod BCC (grazie a te), un iClear16, aromi e una iTaste CLK 1280 (grazie a te). Un altro mondo. Tra gli aromi purtroppo ne ho trovato uno che mi piace molto, è il cubana T-Juice. Dico purtroppo perché rovina le resistenze. Google, esigblog… Kayfun Lite Plus.
    Ecco la domanda: posso tranquillamente prendere il Kayfun e godermelo sulla iTaste? Vorrei evitare per qualche tempo (almeno un due mesi) di acquistare un’altra batteria. Nel caso, puoi consigliarmi qualche altro sistema di alimentazione facilmente rigenerabile adatto per la batteria in questione e compatibile con un futuro upgrade della batteria stessa? Grazie e ancora complimenti per il blog.
    Stefano

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Ciao Stefano,
      il Kayfun è universale, ti troveresti sicuramente bene.
      Però metti in pista di dover rifare la resistenza ogni 20-25 ml se non di più.
      Se rigeneri con il cotone potrai solamente rimettere il cotone pulito e via per almeno 2 volte.
      Se invece userai la wick dovrai rifare tutto.
      La CLK spinge molto forte, con il Kay non hai problemi anche se ora come ora io prenderei una eleaf istick 30w che costa il giusto e rende davvero bene.

      • Ste74

        Grazie, gentilissimo! 20 ml per me sono 5 giorni (consumi del Kay permettendo), arriverei a 10 giorni col cotone: si può fare. Se nel frattempo trovo qualche liquido meno insozzone che mi piace, tanto di guadagnato. Grazie anche per avere aggiunto un nuovo item da smarcare nella mia tabella di marcia: l’istick; vedo che hai recensito la 20w. Vado a leggere. Ciao!

I commenti sono chiusi.