Joyetech VTC Mini, ebbrava Joye: agg. x1 Acciaio 304 o 316 ? 80


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 13556 volte.

Dopo aver atteso qualche settimana, giusto il tempo di capire se chi l’aveva presa ne era rimasto contento, ho deciso di prenderla anch’io.
Mi serviva un’altra piccoletta da affiancare all’Istick TC40w per il passeggio. Ho anche un’altra Istick 20w (oramai ha 1 anno e funziona ancora) ma di questi tempi vado praticamente solo con controllo temperatura e quella è destinata a prendere polvere, nel bene o nel male.
Inoltre si registrano parecchi casi di Istick TC40 morte e quindi per sicurezza ho deciso di prendere un altro device “piccolo”.
L’ho presa da Teknosvapo.it e l’ho pagata poco meno di 50 € e ho ordinato il kit solo corpo.
A dire il vero mi è arrivato il kit completo (con l’atom Ego One Mega) che mi ha omaggiato il venditore perché in pratica dal momento dell’ordine alla consegna è passata una settimana e per scusarsi del tempo di consegna più lungo del normale mi ha mandato il kit completo spiegando tramite lettera il perché. E’ un gesto che ho apprezzato e che dimostra serietà del venditore. Io comunque, per essere precisi, non mi ero lamentato del ritardo poiché non avevo fretta di riceverla :D.

La VTC Mini è una battery box in grado di erogare fino a 75w e che può funzionare:
– come normalissima battery box in modalità potenza;
– con controllo di temperatura con Ni200 (Ni), Titanio (Ti) e Acciaio (SS);
– come battery box “meccanica” semplicemente sfruttando l’apposita opzione “bypass”.
La batteria è facilmente intercambiabile e cosa non meno importante il firmware è aggiornabile: infatti appena arrivata ho provveduto ad aggiornare il firmware portandolo all’ultima versione, ossia la v2.0.
Dal sito del produttore (Link) è possibile accedere alla pagina di download del software di gestione del firmware. L’aggiornamento della VTC Mini è facile: la si collega al PC tramite il cavo in dotazione e si avvia il software, si preme su update e si sceglie il firmware che si vuole. Infatti il file che si scarica contiene le varie versioni di firmware fin qui rilasciate.

A corredo c’è solamente il cavo microUSB e l’atomizzatore Ego One Mega per chi ha il kit completo. Poi le solite brochure, sigilli di autenticità etc etc.

Com’è fatta ?

Bene ! Indubbiamente ad un prezzo umano (50 € !) è davvero difficile pretendere di più: la box è nel complesso curata in ogni sua singola parte e l’unica nota stonata (almeno della mia) è lo sportellino che da una parte a voler essere precisi non è perfettamente allineato.
Per il resto è fatto tutto molto bene:
– la verniciatura è ok;
– non ci sono strani giochi (parliamo di sportello);
– il pin del positivo è flottante;
– i pulsanti sono della giusta dimensione e offrono il giusto contrasto senza essere particolarmente “cliccosi”.

Le note dolenti, sempre considerandone il costo, sono:
– il pulsante del fire io lo avrei preferito un millimetro più sporgente;
– la faccia inferiore produce un angolo vivo che se avessero raggiato un filo di più sarebbe stato perfetto e mai fastidioso;
– il peso: 160 gr, sono tanti.

Le dimensioni invece sono veramente molto contenute: siamo sugli 82x22x38, insomma è davvero piccoletta. Ma pesa.

Qualche foto …

DSC_7890

DSC_7891

DSC_7893

DSC_7894

Menù & Come funziona

Il menù è abbastanza intuitivo anche se scorrere tra le varie funzioni all’inizio può dare l’idea del macchinoso. In particolare la regolazione dei watt se si usa in modalità Ni è piuttosto pallosa. Sarebbe stato carino poter regolare direttamente i watt anziché la temperatura e forse il modo c’è ma io ancora non sono riuscito a trovarlo. Il display in compenso è bello grande e chiaro anche se rimane un pò troppo nero inutilizzato intorno alla cornice e avrebbero potuto sfruttarlo un pò meglio.

DSC_7898

Le informazioni mostrate sono diverse …
– modalità operativa (VW/Ni/Ti/SS/By Pass);
– il valore della resistenza (che si può bloccare);
– la corrente assorbita;
– i watt;
– il numero dei puff (tiri): che si può resettare;
– il tempo totale di attivazione: che si può resettare;
– l’immancabile indicatore della batteria in questo caso bello grande.

Simpatica l’informazione del tempo: si può infatti fare una banale divisione tra tempo e numero dei puff per stabilire la lunghezza media di ogni singolo tiro: il tempo espresso è in secondi.

Per il momento l’ho solo utilizzata prevalentemente in modalità Ni.
Ho usato un pò l’Ego One Mega (di cui eventualmente se lo ritengo opportuno ne parlerò in un articolo a parte) sia con la coil a Ni che quella a Ti, un poco il Tilemahos e poi per lo più il Kayfun damigiana (a Ni200) che tutt’ora ho sotto.
Il controllo di temperatura funziona bene ma un pò come avviene con l’Istick TC40w (di Eleaf, che è sottomarca Joyetech) bisogna alzare un attimo il limite della temperatura per avere risultati similari rispetto a SX350 e DNA40. Ma non lo ritengo un difetto.
OK, c’è chi si è fatto una camionata di seghe mentali perché 200° impostati anziché 200° reali erano 190° o 210° ma secondo me … sono e rimangono seghe mentali. Potrei capire che l’errore fosse di 100° ma fin tanto rimaniamo dentro i 20-30° non ci vedo grossi problemi.
Basta saperlo e basta comportarsi di conseguenza.
Per saperlo non servono misure, basta la gola. Per adeguarsi bastano due o tre click nel pulsante giusto.

L’erogazione è bella grintosa: lo spunto è notevole, reattivo. A me piace.
Potendo agire sui watt anche con controllo di temperatura se qualcuno preferisce uno spunto ancora più cattivo basterà alzare i watt e almeno a freddo o a coil a riposo e quindi ben irrorata avrete uno spunto “extra”.

Un difetto che ho riscontrato nell’elettronica è che quando la si riprende da riposo chiede se è una nuova coil o è sempre la vecchia. Bisogna quindi, una volta aver fatto leggere la coil la prima volta, andare a bloccarla tramite menù. Altrimenti potrebbe rompere le scatole chiedendo se è nuova oppure no: questo mi è accaduto con il Kayfun Damigiana ma è da capire se è un problema di atom o è una caratteristica dell’elettronica.

Per il resto: gestione della batteria e quant’altro tornerò a parlarne più avanti. Per il momento posso dire che mi sembra che sfrutti la batteria molto bene, cioè l’elettronica sembra non essere particolarmente esigente.

Un paio di scatti in confronto con la Istick TC 40w:

DSC_7892

DSC_7900

Infine chi volesse stamparsi uno sportellino extra può scaricarsi il file che ho fatto qui.
Ero curioso di disegnarlo per capire se era fattibile ed è andata bene. Dopo averlo stampato servono 4 magneti 4×1.
Non badate al colore …

DSC_7895

DSC_7896

Assieme alla box ho preso anche la custodia sua in silicone.
Ve la consiglio vivamente perché risolve un paio di difetti di quelli menzionati sopra:
– il pulsante fire diventa sporgente;
– l’angolo vivo sotto scompare.
E infine la vostra battery box sarà sempre protetta e quindi la verniciatura durerà a lungo.

Per concludere il video girato lunedi appena arrivata, è un video prime impressioni.
Mi scuso per il video che ogni tanto lagga (ho dei problemi, devo risolverli) e per la vecchia intro. Con calma sistemerò tutto, spero.

Ovviamente tornerò ad aggiornare questo articolo per chiudere la recensione con il solito verdetto :).

Aggiornamento del 01/12/2015 – Agg. x1 Acciaio 304 o 316 ?

Mi ero dimenticato il verdetto per questa VTC.
Non può che essere promossa.
Nel suo complesso, seppur non precisissima nel suo controllo di temperatura funziona molto ma molto bene.
E inoltre è molto parca con le batterie quasi al pari del circuito SX350 e secondo me migliore del DNA40.
Insomma, ve la consiglio a occhi chiusi.

Parliamo però adesso di acciaio.
Come sapete ho preso sia il 304 che il 316 ma non ho ben capito quale dei due sia quello che si può usare con la VTC.
C’è chi dice il 304, chi il 316. Fonti molto vicine a Joyetech dicono 304.
Ad ogni modo per tagliare la testa al toro ho fatto una prova molto semplice ossia ho fatto due resistenze identiche (6 spire su tondino 2.40 mm) nel mio Tilemahos v2 plus originale e ho fatto la prova dell’acqua.

Queste le differenze:

20151201_211057~2_resized

20151201_211552~2_resized

All’atto pratico quindi entrambi gli acciaio si discostano di molto dai 100 gradi previsti ma il più preciso è il 304, seppur di poco.
Ho ripetuto la prova diverse volte e il risultato è questo.
Cosa significa ?
Che probabilmente potrete utilizzare l’uno e l’altro e che l’unica accortezza da adoperare sarà quella di tenere il limite di temperatura un pelo più alto rispetto al Ni200 per ottenere le stesse “sensazioni” allo svapo.
Adesso comunque sto provando il 304, ho già fatto fuori un tank e mezzo del Tilemahos con limite a 240 C° e a 17.2w e il controllo non interviene, come non interviene con il Ni200 e per quanto concerne lo svapo offerta non mi sta dispiacendo affatto.
L’unica palla dell’acciaio è che risulta duretto nella lavorazione e con un pelo di effetto molla ma niente di disperato.
Tornerò sull’argomento più avanti.


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


80 commenti su “Joyetech VTC Mini, ebbrava Joye: agg. x1 Acciaio 304 o 316 ?

  • mrhcool

    Ciao Mik, anch’io sto aspettando trepidante la mia 🙂
    A dar retta a Pbusardo i limiti sono 9V/25A… il che indurrebbe a pensare che l’elettronica potrebbe gestire potenzialmente la bellezza di 225W, ma che sia stata limitata commercialmente ai 75. Trovo la possibilità di aggiornare il firmware la più promettente caratteristica di questa box, e c’è già qualche genietto all’opera per scoprirne i segreti; mi aspetto ci riescano e che da questo si tiri fuori un software di personalizzazione sulla falsariga di quello Evolv. Onde evitarti qualche mal di testa in future prove con il TC/SS, ti segnalo che PARE sia previsto il 304 e non il 316.
    ps: prima che lo facciano i cinesi, perché con la stampante non ti inventi una sorta di “camel-back” per poter alloggiare 2 batterie in parallelo+circuito di bilanciamento/protezione? Magari sostituendo il vano plastico originale e riciclando lo sportellino metallico… sarei il tuo primo cliente 😉
    pss: peccato per il microfono, l’aureola trovo ti donasse… ahahah

    un salutone

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Si ho visto del 304, dovrò prendere anche quello che coglioni :D.
      Perché vuoi mettere 2 batterie in parallelo ? Per i watt ?
      A me piacerebbe che buttassero fuori il solo circuito, cosi il vestito gli si rifa da zero :D.

      • mrhcool

        per l’autonomia, ma soprattutto per gli ampere in sicurezza ed economia. Il subohm è bello però…. 😉
        poter cambiare al volo tra singola e doppia trovo sarebbe comodissimo
        Il circuito lo tiri fuori senza smadonnamenti… mi sa che l’ingegnere non era cinese 😛

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Non ho ancora visto com’è fatta dentro, cioè non ho provato a devastarla. A dire il vero non vorrei neanche devastarla :D.

          • mrhcool

            dici sempre così, poi… 😀
            due viti nel vano e viene via alloggio batteria e circuito, unica accortezza per il 510 che è integrato nel pcb

            • mrhcool

              se può esserti utile… http://forums.logitech.com/t5/Webcams/Are-there-any-microphone-options-on-the-C920/td-p/861078

              arrivata la vtc, confermo i “difetti” che hai rilevato, soprattutto il peso specifico veramente elevato, dovuto credo al metallaccio da pressofusione usato per la scocca. Piccola e pesante=casca, e se casca fa danno. La custodia in silicone non è un optional! Capisco il voler fare una box economica ma a sto punto avrebbero fatto meglio a farla in plastica; non l’ho pesato ma solo lo sportellino mi sa che fa 20-30 grammi. Riguardo invece la raggiatura sul fondo, è particolarmente fastidiosa dove fa spigolo sul retro e sul fondo dello sportellino batteria(che almeno sulla mia sporgeva pure) che dove si raccorda con la box è appuntita e tagliente. La finestra del display è davvero esagerata, c’è poco spazio per chi usa il pollice e con la sleeve montata fa gradino e da fastidio. Altro difetto estetico la micro usb che pare passata dai servizi di Siffredi. Comodo avere tutte le info visibili con il fw 2.0, peccato non si legga un piffero;devono pulire un po e magari ingrandire i caratteri più piccoli. Il circuito in compenso è una bomba

              • mc0676 L'autore dell'articolo

                Tanto tra poco gli faccio il vestito tutto di plastica 😀

      • paologranvi

        Buona sera a tutti mi presento sono Paolo. Leggo da molto tempo il blog ma non ho mai avuto la necessità o il coraggio di scrivere perché ho sempre trovato i vostri commenti e le vostre risposte molto interessanti. A questo punto però ho una domanda da farvi potrei usare la Evic insieme all’atomizzatore eleaf Gs air Che utilizzo attualmente? Grazie e scusate la domanda stupida ma sono un svapatore alle prime armi

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Ciao Paolo, non aver paura di chiedere 🙂
          Certo che puoi usare il tuo GS nella VTC, non ci sono problemi.

          • paologranvi

            Non mi è chiaro il discorso sulla regolazione della resistenza titanio nichel boh? Io uso le teste della gs air standard. C’è una regolazione automatica? Grazie

            • mc0676 L'autore dell'articolo

              Devi usarla in modalità vari-w con le testine normali.
              Se poi ci sono testine al Ni200 (nickel) allora devi usare la modalità variwatt.
              La modalità variwatt è quella con la scritta “Power” e regoli da 1 a 75w.

  • Stefano17
    Stefano17

    Ciao Michele,
    Ti sei dimenticato della funzione bypass, può essere utile per chi cerca W superiori ai 75W che può erogare il circuito o a chi utilizza la mesh per l’eliminazione degli hot-spot.
    Per gli spigoli concordo a pieno, li potevano raggiare un filino in più.
    Anche il peso è leggermente alto se lo rapportiamo al volume.
    Per il tasto invece, a mio avviso è perfetto e ti permette di trasportare la box senza il problema di false attivazioni.

    Aspetto che ho trovato comodo a differenza del DNA25, accetta resistenza basse
    Watt Mode: 0.15 – 3.5 Ohm
    Temp Mode: 0.05 – 1.0 Ohm

    Nel DNA25 se sbagli a fare i calcoli con il ni200 e ti viene una coil da 0,90 ohm sei del gatto.

    A parte questi piccoli dettagli è una signora BOX da consigliare veramente.

    Cambiando discorso, per l’audio devo dire che funziona perfettamente ed è uniforme durante l’intero video.
    Spero tu possa sistemare il problema video.

    Buona giornata

  • Kanarus

    Credo di far piacere a chi la deve ancora prendere nel riferire che si trova anche da uno shop italico a 38 eurini 🙂 che non mi pare malaccio

  • andrea_SI
    andrea_SI

    Ciao Michele, mi spiace ma con l’audio non ci siamo….
    ritenta sarai più fortunato…. comunque sei il mio idolo, serio, preciso (in mezzo a tanta disinformazione e markettari che abbondano sul Tubo) e soprattutto sei uno che non le manda a dire, ma le dice direttamente!
    Andrea.

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      🙁
      🙁
      Dove lo trovo un mic stereo da spendere il giusto ?

      • prag

        Ciao Michele! Se vuoi posso darti una mano per il discorso microfono/audio, se hai bisogno chiedi pure… Almeno posso sdebitarmi un po’ per il grosso lavoro che fai ogni giorno per noi!!

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Grazie 🙂
          Il problema che ho e purtroppo ho fatto badilate di ricerche senza esito è che con il software logitech di acquisizione video per la mia C920 se scelgo come input audio un qualunque altro microfono lui se ne fotte di che tipologia di mic è e acquisisce SOLO in mono e a max 11000 hz.
          Invece con il suo mic di bordo registra in stereo ma max a 38.000 hz.
          In pratica so bene che l’unica soluzione è quella di acquisire l’audio e il video separati e poi montare solo che cosi … mi vengono 2 palle grosse grosse 😀

          • prag

            Ok… Ma tu dove colleghi il mic esterno? Al Pc o direttamente nella camera? In realtà quello del mono è un falso problema anche perché è giusto che se colleghi un mic mono lui ti registra una traccia mono ma ripeto quello non è un problema… Il brutto è negli 11 khz che sono un po’ pochini, invece 38khz sono anche troppi… Ma puoi provare ad utilizzare un software alternativo? Magari sta lì il problema, o nel mic esterno oppure nel collegamento appunto. Magari provo a scaricarmi il software logitech così faccio qualche tentativo…

            • mc0676 L'autore dell'articolo

              Io collego il microfono al PC, la cam va via USB.
              E’ tramite il software logitech che deciso la sorgente MIC da utilizzare.

              • prag

                Hai per caso già provato a registrare solo la traccia audio con un software audio, dico una registrazione a caso giusto per capire se così le frequenze ci sono tutte. Perché potrebbe benissimo essere il microfono che più di 11khz non registra. Un’altra cosa che mi viene in mente, tu utilizzi una scheda audio esterna alla quale connetti il mic oppure lo colleghi diretto nella scheda interna del Pc? Oppure è un mic usb? Perché potrebbe anche essere la scheda audio interna del Pc che fa i capricci… Un’altra cosa, da dove hai ricavato lo spettro delle frequenze? Hai usato un plugin o semplicemente te lo dice il software?? Scusa le mille domande ma almeno capisco bene come sei impostato così spero di riuscire a darti una mano!

                • mc0676 L'autore dell'articolo

                  Nel PC oltre alla scheda audio integrata ne ho una PCI (Xonar e qualcosa dell’Asus) e mi collego li con il microfono con il jack classico.
                  Non ho analizzato nessun spettro (non so neanche come si fa) :D.
                  Posso anche provare a registrare l’audio per conto suo ma come soluzione proprio non mi piace perché dopo il montaggio diventa un calvario vero e proprio.

                  Il montaggio dei video lo faccio con vegas pro ma non mi metto li a usare i filtri per il miglioramento dell’audio anche perché mi ci perdo e non so dove mettere le mani 😀

                  • prag

                    No infatti sarebbe uno sbattimento inutile! Io dicevo solo di fare una prova di 30 secondi di solo audio, magari proprio con vegas, per vedere se così l’audio è migliore perché se non è così allora il problema sta nel microfono o nella scheda audio… Se invece così la qualità migliora allora il problema sta nel software di logitech. Sinceramente Sony vegas lo conosco solo di nome ma non di fatto, sarebbe complesso pensare di registrare audio e video direttamente in vegas?

                    Per il discorso dei filtri ha senso non metterci mano anche perché la magia non esiste e se la registrazione a monte non ha certe frequenze non è che le puoi aggiungere dopo con un plugin!

                    Se ti va puoi mandarmi la traccia di prova così la analizzo e ti dico.

                    Il software di logitech l’ho scaricato ma purtroppo senza un loro prodotto non posso utilizzarlo…

                    • mc0676 L'autore dell'articolo

                      OK grazie, domani sera ti mando tutto (stasera non posso). L’email è quella che hai inserito qui ?

  • Kanarus

    Per la serie forse non frega niente a nessuna, ma la mia media è di 4 sec precisi a puff 🙂 la vostra?

  • jojope73
    jojope73

    Bella recensione.Nel caso dovessi fare un aggiornamento che so magari illustrando come settarla con le varie coil,potresti pubblicare anche una breve lista delle batterie consigliata per questa box visto che arriva a 75 watt senza contare la modalita bypass??Che poi e’ una di quelle domande che si fanno sempre sui forum,magari basterebbe una breve lista delle migliori batterie.
    Ciao e grazie!

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Non hai tutti i torti :D.
      Però va detto che ora come ora tutte, o quasi diciamolo, le batterie che trovi vanno bene per lo scopo. Oramai tutte almeno 20A di scarica, quindi sulla carta tutte vanno.
      Io comunque non uso la modalità bypass e sicuramente sono la persona meno indicata per fornire indicazioni a riguardo su quale sia la batteria migliore da usare.
      Per i fili ho in mente un video che prima o poi farò, speriamo.

  • La Brucaliffa

    Io sto giusto meditando di regalarmi per Natale un’altra boxettina (al momento ho l’iStick 100W) e sto valutando tra questa, l’iStick TC 60W e la Cloupor Mini Plus.

    Mi ha fatto sorridere il discorso sull’aver scelto il bianco per cambiare un po’ perché, vedendo tutte queste boxettine, anche quelle che hanno colori alternativi (tipo il rosa o il viola che sono i colori su cui in genere io mi butto a capofitto per altre cose) mi rendo conto che finiscono sempre per piacermi di più quelle nere 😀 Ho idea che mi ritroverò anch’io con una valanga di box nere.

        • La Brucaliffa

          Ieri mi sono messa a valutare quale delle tre box che cito sopra potrei acquistare prossimamente e mi sono imbattuta in un’altra box, la Koopor della Smoktech.
          Il caso ha voluto che nel mio feed YouTube comparissero due nuovi video che la recensiscono. Ci sono due modelli al momento, la plus (200W, doppia 18650, TC) e la mini (60W, 18650 unica, TC). Con i prezzi si è allineati alle boxettine nominate sopra e all’iStick 100W per la versione Plus e ho visto che ne parlano molto bene.
          Purtroppo non ho visto nessuno fare un test di temperatura per verificarne l’accuratezza ma, viste così, sembrano due box interessanti, soprattutto visto il prezzo.

          Tremenda indecisione.

          • mc0676 L'autore dell'articolo

            Se la storia non è cambiata la Smok lasciala perdere. Molto meglio la Eleaf che è sottomarca Joyetech.

            • La Brucaliffa

              A quanto dicono le recensioni, non ci sono i problemi che hanno dato in passato box Smoktech. E’ il motivo per cui mi hanno interessata queste due box.
              Devono aver cominciato a fare marketing da poco perché me ne sono beccata nel feed ben tre nello stesso giorno da youtuber diversi e le impressioni sono state tutte molto favorevoli, anche da parte di chi ha menzionato i passati problemi di Smoktech. Forse un occhio su queste box lo si può tenere, per vedere se non finiscono con il cadere con il tempo.

                • mc0676 L'autore dell'articolo

                  Sembra che funzioni discretamente. Solo che è un mattone 😀

                  • La Brucaliffa

                    Ahahahah la plus sì ma la mini sembra carina e dovrebbero avere performance paragonabili.

                    Non ricordo di aver visto altrove software TC che chiede anche se si ha installato un dual coil o un single coil per migliorare l’accuratezza. Non so decidermi se è un po’ come imbrogliare per far fare all’utente quanto il dispositivo dovrebbe sapere fare da solo o se è effettivamente un parametro utile a cui molti altri non hanno pensato.

                    Io comunque sto facendoci il pensiero su una di queste due. Su FastTech ci sono a ottimi prezzi entrambe, devo solo decidere se restare con la prima idea di un formato mini o prendermi un cassone 😀 Non ho visto confronti diretti con l’iStick 100W ma ho idea che questa Koopor sia molto più grande.

                    • mc0676 L'autore dell'articolo

                      Eh si alla fine bisogna sempre rischiare la spesa nello svapo 🙂
                      D’altronde escono sempre prodotti nuovi e ogni tanto il rischio di prendere la sola bisogna prenderselo.

            • Paki

              sei sicuro di questa informazione?
              Dunque eleaf è affidabile quanto joyetech?

              • mc0676 L'autore dell'articolo

                Come lo è Seat nei confronti di VW.
                Poiché Eleaf (idem Wismec) sono di proprietà Joyetech.

  • Axel85

    bianca riesco a trovarla solo da 60w non da 75w come mai?
    ti seguo sempre maestro

    • jojope73
      jojope73

      Alex ,spero che il boss mi perdonera se ti rispondo io,le box sono tutte da 60 watt,i 75 watt li segna/raggiunge solo dopo che hai effettuato l’aggiornamento del firmware,oppure contatti shop come teknosvapo(lo scritto perche’ e’ l’unico che conosco che so che lo fa ) e ti fai fare l’aggiornamento prima di fartela spedire.

        • Axel85

          quindi questo aggiornamento protrei farlo anche da solo?
          stavo pensando di prenderla su fasttech al posto di una istick 40w….sono indeciso la batteria sostituibile mi piace…aspetterò comunque il giudizio finale del maestro.
          anche se da come svapo io che non sono un grande esperto (uso principalmente ancora i t3s kangertech) forse forse 75w sono inutili

          • mc0676 L'autore dell'articolo

            Non è solo per i 75w, è che migliore pure la gestione della batteria.
            Per aggiornarla basta un PC con winzozz.

  • marcodassi

    Ciao a tutti!

    Sono anch’io in attesa della piccoletta da FT, per sostituire il glorioso nemesis kick-ato che dopo due anni comincia a starmi stretto (kick clone sempre FT, penso stia tirando le cuoia; in piu’ non ne posso piu’ dei tubi!) e per provare finalmente la libido del TC 😉

    A tal proposito, riguardo i vari tipi di SS, ho trovato questa tabella:

    docs.google.com/spreadsheets/d/1uMdo8GWD…/edit#gid=1748518699

    da cui si evince che il TFR dell’acciaio 304 e’ praticamente identico a quello del 316… quindi, Michele, secondo me puoi provare tranquillamente con il 316 che hai in casa, sempre se non l’hai gia’ adoperato tutto per il pollaio LOL 🙂

    Buonanotte!

  • prag

    Chiedo scusa se rispondo qui in fondo ma il blog non mi consente più di rispondere al post di sopra!
    Comunque si, la mia mail è quella che ho usato qui! Intando provo a giocare un po con vegas…

  • p.davide2

    Grazie per la bella recensione, sembra un buon articolo, peccato il peso elevato, non mi spiego perchè non le facciano in plastica ste box, non ha senso farle così pesanti, visto che uso solo clear penso che mi prenderò un’altro tubo, ho ancora la clk 1280 da un anno che pesa un quinto e spinge bene e pesa meno della metà.

  • Maxietta

    Ciao , prima di tutto grazie per l’ottimo lavoro che stai facendo con questo BLOG.
    Ho appena acquistato una EVIC VTC MINI come mia prima (sigh) sigaretta elettronica.
    Non riesco a capirci assolutamente nulla su come impostare i parametri purtroppo.
    Quindi gentilmente ti chiedo : con l’atomizzatore originale in dotazione nel kit-box a che valori devo impostare il TC con relativi W per avere una fumata soddisfacente sia per aroma che per tirata.
    Che atomizzatore nuovo mi consigli da acquistare.
    Grazie mille per la pazienza.

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Ciao, grazie.
      Ovviamente con la testina Ni dovrai settarla su Ni, mentre con la testina Ti in modalità Ti e fin qui tutti i santi aiutano.
      Come limite di temperatura puoi spingerti, secondo me, fino ai 260 gradi centigradi ma è soggettivo e dipende da che liquido usi: se usi un fruttato è meglio non andare oltre i 240 se usi un tabacco puoi anche arrivare intorno ai 280 gradi ma in ogni caso lo senti te se la resa aromatica ti soddisfa o meno.
      Per i watt ti suggerisco di impostare 20w e provare. Almeno le mie testine i 20w li reggono davvero a malapena, quindi non ha senso andare oltre. Ma anche se imposti 30w non succede niente poiché interviene il controllo di temperatura e taglia i watt in eccesso.

  • moro7702
    moro7702

    Ho preso come tuo consiglio una vtc mini della joyetech con suo atomizzatore ego one mega,gran bel prodotto anche se per via della mia forte allergia al nichel ho montato sopra una resistenza già fatta da loro al titanio,poche ore di svapo e il giorno dopo forte reazione nel solito punto sotto gli occhi…soliti puntini rossi da irrizazioni,dopo ricerche su internet ho scperto che la resistenza al titanio(gommino rosso) non è puro ma è catalogato come gr2 cioè al 92% titanio ..rimanente 8% presenza di nichel…che palle…che sfiga scusa lo sfogo.volevo chiederti ho preso allora sempre resistenze già fatte ma con oring nero…cosa identifica che sono al kanthal? e quindi privi di Nichel? Il rosso è per il titanio mentre il blù/azzurro è ni200 giusto o sbaglio..?correggimi.Mi dai tue delucidazioni visto la tua grande esperienza e competenza.quelle con oring nero se sono kenthal ovviamente escludono il controllo della temperatura….secondo te si posso trovare resistenze solo titanio puro che dovrebbe avere come sigla gr1 guardando su internet?ultima cosa che ti volevo chiedere…esistono altri materiali senza Nichel per resistenze…tipo in acciaio(ss)?si trovano già e sono pure?purtroppo la mia forte intolleranza/allergia al nichel mi avvilisce molto e non mi fà svapare come vorrei.ciao aspetto tue risposte e già ti ringrazio per la tua disponibilità,ti seguo sempre sul forum….grande competenza.ALEX

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      I colori che hai menzionato di ni200 e ti sono esatti, però le altre IO non le conosco purtroppo ma nel khantal di sicuro non c’è nickel !
      Altro materiale che puoi usare con la tua vtc è l’acciaio, lo trovi su zivipf o in altri negozi specializzati. Dovrebbe servire il 304, vedi nel mio blog c’è un articolo dedicato.

      • e-gut
        e-gut

        Ciao alex, scusa MC se aggiungo,
        potresti prendere le coil Ego One CLR
        e provare a rigenerarle con il Titanio Gr1,
        non so però in pratica quanto sia fattibile
        visto le recensioni riguardo al tipo di filo fatte dal Maestro.
        (Al limite tu hai un pollaio?) 🙂
        Tra l’altro anch’io ogni tanto ho qualche sfogo sul viso
        ma non riesco ancora a capire da cosa possa dipendere.
        Credevo dal Total VG ma non so …

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Per la rigenerazione sono pallose, sono vertical coil … tante bestemmie assicurate !
          Per i tuoi sfoghi io farei uno di quei test per le allergie a glicole, glicerolo, nickel e cromo.

          • e-gut
            e-gut

            Sei sicuro che anche le coils CLR (quelle rigenerabili) siano delle vertical?
            Ho visto lo spaccato, non mi sembra. Ciao! 🙂

  • silviog

    Ciao Michele per me sei il numero uno, volevo sapere cosa ne pensi dell’ utilizzo di questa box in bypass mode, io sono un vaper non tanto preparato ma usando una testina da 1 ohm in bypass mi sembra che anche tirando come un matto non sento l’ odore di bruciato, come mai?
    Tanti saluti da Silvio

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Ciao grazie 🙂
      Con una res da 1 ohm sei sui 14-15w.
      Guarda i volts che eroga e poi fai vxv / ohm e vedi da solo.
      Poi dipende dall’atom ovviamente cioè se regge o meno quei watt.

      • silviog

        é il tron s che in bypass mi segnala 11,5 w fissi 3,61 v sembra quasi un controllo di temperatura, ma tutti i meccanici funzionano così? non ne ho mai preso uno perché non mi fido delle mie abilità

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Non dare retta ai watt indicati, premi il pulsante e leggi i reali volts che eroga quando attivi e poi fai il calcolo.
          I meccanici non sono cosi … man mano che la batteria si scarica … calano i watt !

  • Isidoro

    Ciao Michele, ho preso anch’io questo splendido attrezzo abbinato ad un sub-tank mini. Ho un problema con la rigenerazione:
    rigenero con Ni200 da 0.25 su una punta da 3.5 mm

    Nonostante tutti gli aggiustamenti, controlli delle spire, il burn dura solo un paio di secondi e il circuito taglia … in pratica facendo un tiro di polmone di 10 secondi, nello stesso tiro ho 5 attivazioni senza mai mollare il pulsante!

    Da cosa puo’ dipendere secondo te ?

    grazie

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Potrebbe essere:
      – lettura della coil errata (non perché non sei capace ma perché l’atom ha dei pezzi tali per cui la lettura non è accurata e quindi anche la variazione resistiva del ni200 non viene rilevata correttamente);
      – limite temp troppo basso;
      – watt troppi.
      Proverei ad alzare il limite (fino a 260 puoi andare) e abbassare i watt.
      Se non cambia nulla devi capire cosa non va nel subtank … provare a fissare meglio tutte le parti incluso il filo resistivo alle viti.

  • Yiteo

    Ciao Michele, appena scarta la VTC mini, che dire gran bel giocattolo!!
    Ho solo un problema con il KLP originale taglia di brutto a 420F, pensavo fosse un problema di rigenerazione, rifatto tutto e stessa cosa.
    Incuriosito ho collaudato il KLP su IPV4, e a 400F va come sempre.
    Quindi ho aumentato fino a vedere a quanti gradi stava lavorando sulla VTC e segna sui 460F/470F. Tu hai mai collaudato il tuo sulla VTC per vedere a quanto lavora?
    Sinceramente mi sembra un po altino come gradi, per completezza 13,3 W Ni200 0,12ohm. Scusa per il domandone!!

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Si è normale, con il KLP anche io devo stare sui 460-480 e comunque oltre 13-14w non li regge. O meglio puoi andarci alzando di molto il limite ma poi ciao ciao resa aromatica.

  • Nayaran

    Ciao,
    ho una evic vtc mini da circa 1 mese scarso e da un paio di giorni ho dei problemi con il rilevamento del livello della batteria. A volte succede che mi segna la batteria piena (quando non lo è) e soprattutto da ieri se lo collego alla presa usb e vado per upgradarlo non mi rileva il dispositivo nè il firmware… (ho provato anche con un’altra batteria ma il problema si ripresenta). Avresti qualche consiglio?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Ciao Nayaran,
      l’unica cosa che mi viene in mente è che forse ti è entrato del liquido dentro dal connettore che ahimé come in tutte queste box mod non è ermetico.
      Se il PC non te la vede, è evidente che c’è qualche problema con l’elettronica.
      Puoi fare due cose:
      – se è in garanzia, sfruttarla contattando il venditore;
      – se hai dell’alcool isopropilico in casa una volta tolta la batteria la metterei in ammollo per una mezz’oretta (tutta completa) e poi la farei asciugare completamente.
      L’alcool isopropilico è un alcool puro e in questi casi quando ci sono infiltrazioni di liquido fa miracoli, costa 7-10 € al litro e si trova bene online mentre su strada è dura trovarlo.
      Di prima battuta però opterei per la garanzia se ce l’hai ancora.

I commenti sono chiusi.