Kanger SubTank … in pillole. 11


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 13685 volte.

R0016346_1024x1024

Alcuni di voi, tra quelli che leggono la pagina “To Do List” hanno visto apparire … e poi sparire il SubTank.
Non è magheggio, sia chiaro. Provo a spiegare.
Di roba via via ne prendo ma non tutto quello che prendo finisce nel Blog.
Questo essenzialmente per motivi di tempo. Perché mettersi li a scrivere di un qualcosa, fargli le foto, fare il video, testarlo costa diverso tempo e quindi preferisco ottimizzare le risorse dedicandomi solo a quelle cose che ritengo possano interessare.

Qualcuno dirà: ma se son ciofeche se tu lo scrivessi faresti un favore alla comunità dei vapers !

No, non è cosi. Il punto è che se io provo un qualcosa e proprio non mi piace al punto tale che neanche riesco a svaparlo per 10 minuti non ho la pretesa di imporre che sia una cagata pazzesca specialmente se è un qualcosa non molto diffuso. Preferisco metterlo li a prendere polvere o rivenderlo poco dopo.

Il SubTank era un qualcosa che ero curioso di provare. L’ho provato e proprio non mi è piaciuto (poi dopo vi spiego perché) e quindi il suo destino era quello di finire nel mercatino senza sprecare tempo a parlarne.
Poi siccome qualcuno ha chiesto e poiché nel web ci sono molte contrapposizioni (in tanti lo venerano ma i mercatini sono pieni di gente che lo rivende LOL) ho deciso di spendere 10 minuti per scrivere queste poche righe.

Il Kanger SubTank è un sistema di alimentazione nato e pensato per chi tira di polmone. Il suo funzionamento, infatti, è ottimizzato proprio per chi è solito svapare tirando di polmone. Usarlo, pur parzializzando la regolazione dell’aria, tirando di bocca è un’ovvia forzatura. Un qualcosa che né snatura il funzionamento e non lo fa rendere come dovrebbe.

Ecco perché non ha senso per me farci un test e una recensione ! Io non tiro di polmoni e quindi il SubTank non fa al caso mio, semplice !

Quindi attenzione: non sto dicendo che è una ciofeca, sto dicendo che è un prodotto rivolto a chi tira di polmoni :).

In effetti non c’è spazio per l’immaginazione, la regolazione dell’aria offre:
– 1 foro da 2.5 mm mentre i genesis normalmente ne hanno 1 da 1.2 mm: in pratica un’area di 4,91 mmq contro 1,13 mmq (!!!);
– 2 fori da 2.5 mm;
– 3 fori da 2.5 mm.

La ghiera dell’aria si blocca in corrisponda di una delle 3 combinazioni di cui sopra. Volendo, come dicevo sopra, si può anche forzare la ghiera a parzializzare un singolo foro ma è … appunto una forzatura !
E’ una forzatura perché di liquido nella coil ne entra parecchio quindi si devono alzare i watt e quindi si deve aumentare anche l’aria in ingresso.
Un sistema che assolutamente non si addice al mio tipo di svapo :).
Oramai lo avrete imparato tutti: più liquido chiama più watt e a sua volta più aria !

Io ho provato una testina originale e la rigenerabile, per entrambe le “soluzioni” valgono le considerazioni fin’ora fatte.

Il sistema è davvero molto capiente ma altrettanto pesante e ingombrante (25 mm di diametro !).
E’ fatto piuttosto bene, come tutti i prodotti Kanger e il corredo al solito è completissimo.

Mi dispiace deludere chi si aspettava magari una video recensione nuvolosa ma come sapete bene non è una questione di fare a gara a chi fa più video o chi fa più vapore e quindi non aveva davvero senso per me sprecare tempo per il SubTank.
Ammetto candidamente che avrei dovuto documentarmi maggiormente prima di prenderlo e ho peccato di leggerezza in questo frangente. Farò maggiore attenzione la prossima volta :).

Riguardo il tiro con i polmoni è una pratica che proprio non mi aggrada ma è un fatto soggettivo. Il bello dello svapo è anche questo :).


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


11 commenti su “Kanger SubTank … in pillole.

  • Stefano M.

    Michele ciao

    sono completamente d’accordo con te, questo sistema per il mio tipo di svapo non va bene, troppo arioso e io ormai sono abituato a altri sistemi..

    Stefano

  • PopsLutor

    Eh, ma cosa intendi per tirare di polmoni? Io tiro di polmoni nel senso che il fumo lo aspiro fino a farlo entrare li, nn lo lascio solo in bocca per poi farlo uscire da li e dal naso, aspiro in fondo

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Io riempio la bocca e poi lo butto nei polmoni.
      Altri tirano direttamente di polmone.
      Sono due cose diverse 😀

  • Jack Palladilegno

    Per me il subtank è un ottimo sistema.
    dalla sua ha vari PRO quali:
    Il prezzo: costa un 30 euro circa
    La capienza: in versione grande con testine arriva a 6ml!
    Doppio utilizzo: in rba per gli smanettoni e con testine per chi non si vuole sbattere.
    Possibilità in rba di rigirarlo e mettere mano alla resistenza senza perdita di liquido semplicemente capovolgendolo (con il kayfun se sbagli a rigenerare sai già che qualcosa perderai)
    Regolazione dell’aria per tutti (nasce chiaramente per fare nuvoloni e tiri di polmone ma è possibile “smezzare” il foro per un tiro un po’ più chiuso).
    completa smontabilità come il kayfun per accurata pulizia.
    insomma… per 30 euro è il top.
    e poi è kanger… non un clone.
    Ciao!!

  • creedrob

    Ho notato nella base della regolazione del aria è presente un 4 scatto con tutti e tre i fori chiusi, volendo uno puo aggiungere un foro di 1,2 mm 🙂
    io mi sto trovando molto bene anche con mezzo foro suo aperto, ha un ottima resa aromatica, l’unica cosa che mi dispiace è la grandezza, il mini è uscito dopo peccato.

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      si volendo si puó peró secondo me é snatutarlo. Vero peccato per il mini … semmai proveró quello.

    • Stefano M.

      Diciamola tutta, questa volta Kanger ha cagato fuori dal vaso con la regolazione/non regolazione dell’aria……

  • gigetto

    Bella la testina, vista in noto shop, alla fine però in sovrassaturazione di prodotti 30-40€ per testare un aggeggio che proprio non fa al caso mio sarebbero stati buttati…Grazie Michele.

  • Cristiano83

    Ciao Michele, scusa se arrivo un po’ in ritardo a commentare questo ariticolo ma ho acquistato da poco un Subtank (versione mini).
    Ti scrivo perchè sto avendo un problema con questo atom per quanto riguarda il suo montaggio su una Zero Modz. In sostanza l’atom non arriva a battuta sulla Box lasciando circa un 2 mm di aria tra atom e box (N.B: non è questione di regolazione del pin della box, ho provato anche a toglierlo del tutto, ed il problema permane).
    Credo di aver intuito quale possa essere l’origine del problema ed avevo pensato ad una piccola modifica da fare all’atom, ma volevo avere, se possibile, una tua consulenza da un punto di vista puramente meccanico (visto che ci sai parecchio fare).
    Mi chiedevo se era possibile discuterne avendo un breve scambio di mail, allegherei anche qualche foto esplicativa.
    Ti ringrazio anticipatamente per la disponibilità.
    Ciao.

I commenti sono chiusi.