Kayfun v4 clone by EhPro, proviamolo ! Agg. x4 Recensione 116


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 25557 volte.

DSC_0036

Oggi è arrivato il Kayfun v4 clone di EhPro.
L’ho preso tramite GDA gestito da Carmelo aka Nerone e c’è costato sui 24 € l’uno circa esclusa spedizione a noi.
E’ del produttore EhPro.
Questo è il secondo clone che ho preso mentre l’altro, quello di Fasttech, non è ancora arrivato.

Intanto la confezione è un pò diversa poiché a corredo oltre a quanto c’è nell’originale c’è il solito cacciavite e un utilissimo set di orings.

Quello che mi ha sorpreso, appena preso in mano, è la fattura.
E’ incredibilmente fatto bene.
Imbarazzante.

Gli unici tre difetti “reali” riscontrati sono:
– un oring “schiacciata” nel camino estendibile: l’ho cambiata e tutto è filato liscio, evidentemente in fase di montaggio, a secco, l’hanno schiacciata (vedi ultima foto);
– il pin inferiore se si stringe troppo si blocca la rotazione del sistema di apertura/chiusura liquido per cui non si deve stringere troppo (l’originale si può stringere quanto si vuole, il meccanismo di rotazione non si blocca);
– sotto al camino mobile c’è un “punto”, una specie di bugna che non fa danno chiaramente ma c’è.

Per il resto signori miei è fatto molto bene, davvero.
Se guardate le foto noterete che in alcuni particolari la finitura del clone è migliore dell’originale …
Per fortuna la scatola è diversa, cosi nei mercatini il richiedere la confezione originale sarà una sorta di garanzia dell’originale.
Anche il logo del camino è sensibilmente diverso, per fortuna.

Ho speso un pò di tempo per fare delle foto (che speravo venissero meglio tra l’altro) con la reflex comparando il clone con l’originale.

Nelle foto O sta per originale, C per clone, ovviamente.
Le foto le ho ruotate di 180°, ma forse era meglio non ruotarle …
Sono foto molto grandi e pesanti, ci vuole pazienza.

Li ho anche pesati, come da foto.
Insieme nella bilancia pesano 202 grammi, messi singolarmente pesano 101 grammi cadauno, quindi clone 1:1.

Chiaramente l’articolo sarà aggiornato con il test di questo clone che al momento non ho ancora rigenerato.

DSC_0010

DSC_0011

DSC_0012

DSC_0013

DSC_0014

DSC_0015

DSC_0016

DSC_0017

DSC_0018

DSC_0019

DSC_0020

DSC_0021

DSC_0022

DSC_0023

DSC_0024

DSC_0025

DSC_0026

DSC_0027

DSC_0028

DSC_0029

DSC_0030

DSC_0031

DSC_0032

DSC_0033

DSC_0035

Dopo averlo rigenerato (premesso che lo avevo lavato) sentivo dei retrogusti strani quindi ho optato per smontarlo fino all’ultimo pezzo per bollirlo.

20150110_002812

Parlando con amici è venuto fuori un altro particolare un pò diverso che non mi ero accorto.
In pratica il cilindretto che si rimuove per la ricarica non ha nella filettatura “gli scarichi” per lo sfogo dell’aria, vedremo se causa problemi oppure no.

Aggiornamento del 10/01/2015 – Agg. x1 Prime Impressioni

Prima di dire come funge rifacciamo un breve riepilogo delle differenze che ci sono tra il clone e l’originale:
– il pin inferiore (quello che si smonta per regolare l’aria) non lo si può stringere “forte” perché altrimenti si blocca la rotazione del sistema di apertura/chiusura del liquido: ho provato a capire il motivo e da quello che ho potuto capire sembra che abbiano sbagliato, nel clonare, le quote dei componenti interni della base poiché è la stessa vite principale (quella che tiene assieme i pezzi della base) che se si stringe forte blocca il meccanismo mentre nell’originale tale vite è serrata fortissimo e non blocca il meccanismo: sinceramente non è un grosso problema questo, basta non stringe troppo la vite del pin però è giusto segnalarlo;
– il cilindro superiore di ricarica non ha le asole di sfogo dell’aria: questo aspetto lo valuterò con l’uso e il tempo per capire se crea problemi;
– le viti per il fissaggio del filo resistivo hanno la croce un pò piccola per cui è obbligatorio usare il cacciavite a corredo: inoltre essendo la croce piccola non si riescono a stringere fortissimo: non lo ritengo un difetto, è solo una segnalazione;
– le oring del tip sono diverse;
– il logo è sensibilmente diverso.

Per il resto è esattamente identico all’originale, c’è poco da dire.
Si indubbiamente qualche particolare come si nota dalle foto presenta qualche micro bava ma di contro qualche altro è rifinito meglio dell’originale. Insomma tra poggi e buche si fa pare, si dice dalle mie parti.

L’ho rigenerato due volte per ora, solo a wick.
La prima volta come scritto ieri ho dovuto smontarlo e fare un lavaggio più accurato causa strani retrogusti (copertone bruciato, olio) mentre la seconda, che sto usando, sta andando decisamente meglio.
I retrogusti sono spariti e posso godermi il mio Old West.

Apro una parentesi: consiglio vivamente, a chi ha preso questo clone (ma anche altri perché penso che i produttori abbiano fatto una corsa contro il tempo) due cose:
– la prima è un lavaggio bollitura: lo smontate all’ennesimo pezzo e poi bollite in acqua calda per 5 minuti (5 minuti di acqua che bolle) magari buttandoci dentro qualche goccia di limone strizzato;
– la seconda è, se possibile (io non l’ho fatto perché falserebbe il test), è cambiare tutte le orings: purtroppo le orings, specialmente se non di qualità, possono avere un brutto effetto nella resa aromatica rilasciando strani retrogusti. In questo Kayfun v4 Clone dopo il lavaggio non mi sento di dire che le oring sono da cambiare ma su altri cloni potrebbe essere necessario.

Ho usato 9 cm di wick da 2.5 mm, NiCr da 0.22 e sono partito a 12w con il DNA30 ma il target è salire fino ai 13w circa.
Si alimenta perfettamente.
Ho deciso di usare la wick perché l’originale ha il difetto che in pratica con la wick, dopo la ricarica, tende a produrre un fruscio / rumore che potrebbe per qualcuno risultare perfino antipatico e voglio capire se anche il clone presenta questo difetto.
Per quanto riguarda i valori di svapo, stando alle prime impressioni, c’è poco da dire poiché funziona esattamente come l’originale.

Insomma al momento, cosi su due piedi, ritengo che il clone sia un ottimo clone e vedremo se manterrò queste mie sensazioni anche con il tempo e con l’uso.

Aggiornamento del 12/01/2015 – Agg. x2 Seconde Impressioni

In questi giorni ho giocato abbastanza con questo clonazzo e l’ho rigenerato un tot di volte.
L’obiettivo era quello di capire come funzionasse con i vari tipi di rigenerazione.
All’atto pratico funziona praticamente come l’originale, c’è poco da dire.
L’ultima rigenerazione è con wick, questa, con doppia wick da 2.5 mm infilata dentro ad S ma con i terminali tagliati quindi senza anelli.

20150112_200258

20150112_200738

20150112_200744

Funziona normalmente, niente di eccezionale era solo per farvi vedere un ulteriore variante a wick.
Il problema della wick, ahimé, è che dopo un pò il tiro non è più fluido. Si sente un micro-gorgoglio quando si tira.
Non è che si beve o robe del genere ma c’è. Una specie di sibilino.
Come l’originale, del resto.
Con il cotone invece nessun problema. Vallo a capire.

Invece ne approfitto per segnalarvi l’ottima pensata di Cristiano aka Crysdgt che in pratica ha suggerito di togliere la vitina di regolazione dell’aria e mettere al suo posto un grano.
Serve un grano M3, si trova facilmente in ferramenta e poi serve una normale brugolina.
Ma cosi regolare l’aria diventa veramente più pratico e veloce, bella pensata.

20150112_211219

20150112_211248

Riepilogando, riguardo questo clone, gli unici difetti che ha, e li riepilogo, sono:
– il fatto che non si possa serrare bene il gruppo base altrimenti si blocca la rotazione;
– il fatto che la sede dell’oring del camino “mobile” è troppo precisa e si rischia di pizzicare l’oring.

Insomma EhPro ha cannato l’unico particolare di una certa complessità, di sicuro il più complesso dell’insieme.

Aggiornamento del 13/01/2015 – Agg. x3 Full Fixed

201412221116032153

Stasera sono riuscito a fare in modo che l’atom, senza modifiche pesanti, sia pressoché perfetto.

La prima modifica che ho fatto, giorni fa, riguarda il pezzo 10 (vedi disegno sopra).
Questo pezzo nell’originale viene via assieme al pezzo 11 non appena si toglie il pin.
In questo clone invece era pressoché inchiodato.
L’ho tolto e aiutandomi con delle limette da unghie ho tolto quei decimi di millimetro che ne rendevano il montaggio un pò troppo pressato.

20150110_121555

20150110_121654

L’altra modifica riguarda la risoluzione del problema che stringendo troppo la vite 9 o il pin 1 ecco che la rotazione della base risultava bloccata.
In pratica ho semplicemente tolto la rondella 7 e al suo posto c’ho messo un’oring 15x13x1 di queste prese a suo tempo da Fasttech.com.
Ne approfitto per suggerirvi di prenderne un pò di varie misure. Non costano molto, sono fatte bene e fanno sempre molto comodo !
Ad ogni modo con questa oring riesco a serrare a battuta la vite 9 come nell’originale e il pin.
Ma soprattutto ho una rotazione della base molto piacevolmente contrastata e non dura al punto tale che 99 su 100 farò la medesima modifica nel Kay v4 originale.

20150113_181508

20150113_181528

L’ultima modifica che ho fatto, ieri, riguarda la sostituzione dell’oring 16, quella del camino mobile, che ogni tanto si pizzica.
Al suo posto ho messo un’oring 16x13x1.5 sempre presa su fasttech, ossia questa.
Quest’oring è leggermente più rigida e non si pizzica e fa ugualmente tenuta.

Con queste piccole modifiche il clone è diventato identico all’originale in tutto e per tutto.

Aggiornerò l’articolo con la recensione quando sarà il momento.

Aggiornamento del 27/01/2014 – Agg. x4 Recensione

Verdetto: rimandato a settembre.

Il motivo è semplice: non è perfetto e bisogna metterci le mani per ottimizzarlo.
Posso dire che come fattura dei vari pezzi veramente siamo ad altissimi livelli per essere un clone peccato che abbiano cannato qualche quota qua e la.
Ad ogni modo il funzionamento è pari all’originale.

La video-recensione:


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


116 commenti su “Kayfun v4 clone by EhPro, proviamolo ! Agg. x4 Recensione

  • andreabz

    Sondaggio Prodotti Clone : acquisto esclusivamente cloni in Cina perché
    non amo farmi inchiappettare.
    Forse troppo sarcastico però quando ci vuole ci vuole !

  • esigice

    L’imbarazzo è nella netta sensazione di aver buttato via qualche euro di troppo, va bene premiare l’idea però cavoli.
    Comunque il mio originale si blocca oh se si blocca, devo stare molto attento a non stringere, e nemmeno troppo, se no addio 🙂

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Il mio originale è intonso, non si blocca.
      Smontarlo fino all’ultimo pezzo e rimontalo 😀

      • Fev83

        Sarei interessato all acquisto ma non ho capito bene di che materiale é fatta la placchetta (che dovrebbe essere in peek) sulla base del negativo…

  • angelox
    angelox

    Ciao Michele. Ti confermo che, se serrato troppo il pin inferiore, risulta molto difficile la regolazione del liquido.
    Prima di usarlo, l’ho lavato per bene con acqua calda e sapone e non ho sentito retrogusti strani.
    L’ho rigenerato con 3 wick da 3mm con kanthal 0,25 per 1,9 ohm, a 13 watt.
    La resistenza non viene irrorata come piace a me.
    Probabilmente con wick da 2,5 dovrebbe andare meglio.
    Ho notato una cosa … con regolazione liquido tutta chiusa, la res mi risulta più alta, a volte anche sui 3 ohm. È normale?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      uhm non ho mai guardato cosa succede chiudendo il liquido ma poco mi interessa ma penso sia normale poiché la molla non é in trazione come dovrebbe. Per la wick io uso 9 cm nodo ad S di 2.5 e anche a 13.6w potrei alzare …

  • Adriano

    Vai avanti così Michele testare solo gli originali o solo i cloni al giorno d’oggi e poco professionale ,tu sei per noi che ti seguiamo una garanzia che vale molto di più delle parole dei venditori sia dei cloni che degli originali GRAZIE ANCORA PER L’IMPEGNO.

  • ANGELO SIRAGUSA

    Salve,
    io ho provato anche il clone della tobecco
    ed e’ clone 1:1,
    stringendo la vite del pin anche a morte non si blocca,
    ha le asole dello sfogo dell’aria ci sono,
    le viti della torre per rigenerarlo sono le stesse,
    nella confezione a parte i 3 diversi componenti si trova solamente la molla argentata,
    se puo’ essere di aiuto tutto qui,
    Michele….il problema di andare a secco non ho avuto piu’,invece quello del liquido che andava nel foro centrale creando quel fruscio l’ho risolto usando piu’ cotone.
    Ciao a tutti

  • eltony

    Mi scuso in anticipo per il mio linguaggio ma tutto ciò mi brucia il culo..
    per un motivo mio psicologico e per motivo di allergia hai veri metalli (NICKEL) non compro più cloni ma bene a chi lo fa,
    anche perché uso solo due atom e basta sono stanco di sperimentare e comprare qualsia si cosa che esce sul mercato…
    Ma il k4 non potevo non prenderlo visto che sono un amante del 3.1 e sono molto soddisfatto di questo K4 anzi (so che sarò l’unico a dirlo) ma ritengo uno dei migliore atom che ho avuto al mio possesso,
    ma sono 150 euro anche se e vero alla differenza di altri moder svoemesto e rimasto generoso sono sempre 150 euro e non sono pochi visto i tempi che corono ma la cosa che mi brucia e, che sono sempre più convinto che sono proprio i moder a far fare i cloni se no non mi spiego che escono quasi in contemporaneo con l’originale :/
    per lo meno poterebbe aver il buon senso di farli fare un po’ diverse e non a 1.1 per non farci rimanere di merda visto la differenza di prezzo tra originale e cloni!
    ovviamente il discorso vale se sono veramente i moder a dare i progetti per fare i cloni cosa che sono sempre piu convinto che sia cosi.
    Buon 2015 Michele 🙂

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Beh si sono 2 cloni diversi !
      Ci sono almeno 4 produttori di cloni ora ! 😀

      • Akita

        Sto aspettando quello del link che ho incollato, il primo della serie che hai testato.
        Spero di aver “indovinato” clone.. 🙂

  • Ascarace

    Avrei una domanda da porvi, ma quando bollite un atom per pulirlo da residui di lavorazione fate bollire tutto? Anche guarnizioni e isolante? Io quest’ultimi non li ho mai bolliti per timore di rovinarli ma li lascio qualche ora in acqua e amuchina.

    • danrevella

      Salve a tutti!!!
      Volevo anche io porre la stessa domanda… 😉
      Inoltre è proprio il caso di smontate assolutamente TUTTI i pezzi?

      • mc0676 L'autore dell'articolo

        Io smonto tutto e lavo (bollisco in questo caso) tutto, orings comprese.
        Le orings non temono i 100° dell’acqua … hanno limiti ben più alti.
        Il delrin idem.
        Semmai il PMMA del tank potrebbe risentirne, ma poco o nulla e se non di qualità perché se é PMMA vero no problem.

          • mc0676 L'autore dell'articolo

            Li tolgo con uno spillo, se segui il metallo con la punta dello spillo non pizzichi niente 🙂

  • gigetto

    Dalle foto non si notano differenze di fattura, strano il prezzaccio di 25€ per tutta sta roba ma come fanno…..e i materiali?

  • danrevella

    chiedo scusa (ormai avrete capito che rimarrò un newbie per il resto dlla mia vita…) :-))
    >Ho usato 9 cm di wick da 2.5 mm, NiCr da 0.22 e sono partito a 12w con il DNA30 ma il target è salire >fino ai 13w circa.
    >Si alimenta perfettamente.
    Per questa rigenerazione hai usato il classico nodo ad S (lo deduco dai 9 cm.) oppure hai sfaldato la wick?

    Grazie

  • Roberto-Francesco

    Ciao Michele, da un pò di tempo che ti seguo sia su you tube che il tuo bellissimo blog,io penso che tu sei una persona fantastica senza peli sulla lingua,dici le cose con onestà e senza lecchinaggio,io ti apprezzo e ammiro,comunque anche io ho preso un clone del kayfun va della infinte,la scatola e uguale all’originale cambia il logo del sigillo,quindi il discorso che facevi sul mercatino che uno si accorge se clone o originale dello scatolo non credo anche se il sigillo e diverso,quindi al limite te ne accorgi,io in corredo ho solo trovato il kayfun e i due tanck e basta,non cacciavitine ne altro,spero che questo mio commento ti sia d’aiuto,Michele mi raccomando continua con la tua grande classe,onestà e disponibilità,ciao

  • Nessuno89

    Ciao Michele,
    Come sempre grazie per le tue guide! Quasi sicuramente acquisterò il KF v4 ma questa volta clone. Non me la sento di spendere tutti quei soldi per un atomizzatore, che a detta di tutte non porta grandissime novità in termini di svapo rispetto al modello precedente,ma ho la necessità di aver un altro atom affidabile 🙂
    Quando pensi che ti arriverà quello di FT? credi che farai un paragone tra i due cloni?
    Grazie un saluto
    Buona giornata
    Luca

  • mc0676 L'autore dell'articolo

    Arriverà nei prox giorni, certo lo farò un confronto.
    Considera che ora su FT ci sono ben 5 versioni, io ho la prima …

    • Nessuno89

      Si ho notato.Sto cercando delle review per capire quale sia il clone che funziona meglio. Ho un kf originale, ma prima di acquistarlo ero indeciso e tutti mi consigliavano il clone ehpro se non avessi optato per l’originale. L’ho provato da amici e funziona proprio come il mio, a parte il tip che è piu ballerino.
      Non posso dire lo stesso dell’unico prodotto tobeco che ho avuto in mano: si è rotta una torretta appena stretto la vite.Non vedo l’ora di avere nuove info da questo clone 🙂

  • Svappatore
    Svappatore

    Grazie Michele per il tuo onesto parere,sicuramente questa recensione la terrò sottomano,vista la qualità fornita da tale produttore,anche se i produttori cinesi fanno molto bene il loro lavoro ultimamente.
    Sono un po indeciso, nel frattempo aspetto il clone 1:1 su fasttech e continuo con il vecchio e caro buon kayfun 3.1 almeno per il momento,grazie ancora di tutto

  • mm67

    Ciao Michele sono nuovo ma ti seguo da un po’ di tempo so che questo probabilmente non è’ il posto adatto per scrivere questo post ma non trovo la sezione adatta su questo blog spero mi perdonerai, ma volevo chiederti cosa ne pensavi dell’ EGRIP di joytech e del suo atom rigenerabile e se avevi intenzione di provarlo . Grazie mille per tutte le risposte che potrai darmi .
    Marco

  • g.falchini@gmail.com

    Ciao Michele,
    Innanzi tutto complimenti per il blog e per le tue recensioni. Sono un novellino che grazie, o per colpa 😉 tua si è avventurato in questo mondo da circa un anno.
    Ho seguito tutti gli step, iniziando con una ego, provando vari kanger, rigenerando e facendomi i liquidi in casa. Sono passato poi al BB con il magoo ed ora ho ordinato il Kayfun 4 su FT. In attesa che mi arrivi avrei un paio di domande da farti. La microcoil per il kayfun 4 si fa solo in sub ohm oppure si possono fare anche sui 2 ohm? Ovviamente per la rigenerazione con cotone.
    La rigenerazione con wick a quanto vedo è semplice e non differisce molto dal magoo se non per il fatto che si usa solo il resistivo, ma perché qui non usi il Kantal A1 come invece usi (quasi) sempre sul magoo?

    Grazie di tutto.

    P.S.

    Anche io sono di Siena, magari un caffè? 🙂

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Ciao grazie 🙂
      Allora il Kay v4 lo puoi fare come preferisci, non serve fare sub-ohm. Considera che se alcune mi vengono basse è perché uso il DNA40 e il nichel puro, altrimenti uso normalissimo A1 con resistenze da 2-2.5 ohm.
      Per il caffé no problem 🙂

  • riccardoweb

    Ciao mc, ciao a tutti,
    Anche se ultimamente sono stato avaro di commenti ho continuato come un cagnolino fedele a seguirti con la solita ammirazione.
    In questo breve periodo ho provata molti atomizzatore Kanger, ho rigenerato le mie resistenze res no res e trovato i miei aromi preferiti, poi preso dal fantastico ( opinione soggettiva ) design ho acquistato un meccanico dalla forma a pipa che è la forma che più mi aggrada, nello specifico un HAMMER tobeco e un Atomizzatore Rigenerabile da dripping Zenith V2 Tobeco con il quale continuo a litigare con alti e bassa da una decina di giorni. Con il meccanico utilizzo oltre che lo Zenith anche il protank3 con resistenza da 1,5 o da 1,8 con risultati soddisfacenti, ma adesso….
    Adesso mi sento pronto per un atomizzatore rigenerabile, tipo questo Kayfun, che però mi sembra troppo complicato da gestire
    e quindi mi affido alla tua competenza per chiederti consiglio, considerando che non amo un tiro troppo arioso ( meglio se fosse regolabile) e che non ho una manualità ancora così allenata e che fino ad ora i tuoi suggerimenti sono sempre stati per me azzeccatissimi ( per esempio uso ormai solo il tuo amato old west anche se inizialmente non mi piaceva moltissimo) mi rimetto al tuo impeccabile giudizio e aspetto che tu mi illumini la nuova strada
    Grazie come sempre….

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Sicuramente il Kay v4 è più tecnico da gestire rispetto al v3.1/lite plus ma non è niente di impossibile.
      Di sicuro pesa di più ed è più grande del lite plus ed è meno capiente.
      Però permette uno svapo più grasso e offre una gamma di rigenerazione più ampia secondo me.
      La regolazione dell’aria è ok.
      Boh vedi te 🙂
      Considera che un Lite Plus Tobeco con 20/25 € lo prendi, a limite puoi sempre spendere un 50ino e prenderli entrambi 🙂

      • riccardoweb

        un confronto con russian99% o magoo ?
        ce ne sono davvero troppi di questi aggeggi in commercio!!
        mi piacerebbe fare delle res anche tipo le micro o macrocoil che faccio per
        quello da dripping ( a proposito del dripping,con lo zenith v2 il tiro e ariosissimo, troppo veramente, ma son tutti così quelli da driping? e poi è noioso star li a sgocciolare, ma le resistenze sono facilissime da fare,peccato)

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Il magoo come funziona non me lo ricordo neanche più ehehehe
          Diciamo che il v4 in linea di massima è come il predecessore, e quindi anche i russian, ma offre uno svapo + grasso che io preferisco.

  • Nessuno89

    Ciao Michele,
    ancora prima di leggere l’ultimo aggiornamento avevo messo in preventivo di acquistare un po di scorte di O-ring visto il prezzo,che avevi già consigliato in svariati articoli. sono ignorantissimo in materia, secondo te quali sono le dimensioni che consigli acquistare? Quelle più standard diciamo.
    Luca

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Non c’è uno standard purtroppo, ogni produttore usa le sue.
      L’unica cosa è spendere un 10-15 € e prenderne una decina di varianti, medio-grande con filo da 1 mm e medie con filo 1.5 e 1.78 mm.

  • Nicola Zener

    Aspetto la recensione del V4 by Fastech, già in mio possesso, nel mio caso non presenta problemi della versione EhPro ma stiamo a vedere cosa ne pensi tu 🙂

  • Antonino

    Ciao, finalmente ci sono anch’io!!!! Anche io come te di Siena (svapatore da 2 anni) Non mi dispiacerebbe se un giorno ci si potesse incontrare per un caffe e scambiare un qualche opinione! Sono discretamente attrezzato, non pratico BB, uso i rigenerabili (non a mesh). Ho avuto in mano per qualche settimana il V4 originale ed attendevo il clone (già ordinato e in arrivo) per avere un riscontro. Peccato che l’ho scordato al cesso di Porta Siena e quando precipitosamente sono tornato ne ho trovati due!!!!!! Ho dovuto sudare per trovare un sito per poter riacquistarne uno nuovo originale (in italia non si trovano più!).
    Tra qualche giorno avro quindi l’originale ed il clone. ti chedevo, li hai provati entrambi, quali sono le tue impressioni?
    In attesa di un tuo giudizio ti saluto cordialmente e, se ti dovesse capitare di passare dalla Stufa Secca, fermati un attimo in Banca d’Italia, mi troverai!
    Antonio Trapani

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Ciao Antonio, un altro senese wow 🙂
      Quello di FT deve ancora arrivarmi 🙂

      • Antonino

        Buongiorno carissimo,
        proprio ieri mi è stato consegnato il clone K4 acquistato su ebay (djsygo) a 34 euro. E’ stata una serata di passione: col filo da 2 è stata un’impresa serrare la resistenza! viti scadenti spanate in testa al primo giro di cacciavite e una lotta titanica pe fissare il filo!
        Comunque, resistenza da 1.2 (cotone) a 14 w niente male!
        Dopo questo primo rodaggio proverò a cambiare le viti (ho visto che Veronica di Svapolibero ha postato le nuove viti a boccola che forse funzionano meglio per le torrette forate) spero di poterle trovare da ferramenta moderna in viale Cavour! Per un giudizio completo su questo clone aspetto l’originale (acquistato da Self-e-Steam.com).
        Ti auguro una buona giornata. Antonio

        p.s. – non ho idea di quanti a Siena “svapano serio”; sarebbe interessante poter creare un gruppo e ritrovarsi di tanto in tanto magari davanti ad una bella bistecca di Chianina per “arricchirsi”.

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Non le trovi alla moderna eheh
          E’ + facile in camollia dentro porta al negozio di modellismo 😉

          Io suggerisco la fiorentina però !

          • Antonino

            Grazie per l’informazione! Tra l’altro per me è comodissimo perché sono in Stufa Secca e sono 4 passi!
            Per la fiorentina non c’è problema si può fare, mi farebbe molto piacere conoscersi (ti farò mangiare la migliore fiorentina al mondo!!!!) Come ti dicevo io sono in via della Stufa Secca (Banca d’Italia) se ti capita vienimi a trovare e si organizza!!!!
            Buona giornata!

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Ne parlano bene … io non l’ho provato chissà magari in futuro.

      • chinasky

        Io, visto che avevo comunque bisogno di un altro atom e la spedizione da FT ahimè è bloccata per problemi di Ft con le poste olandesi, ho comprato qui in Italia il clone tobeco (dopo averne letto un gran bene). E’ perfetto! ad una settimana dall’uso non ha perdite, la regolazione del liquido è perfetta, quella dell’aria funziona senza problemi e non si blocca. L’ho dovuto pulire bene perchè sapeva d’olio, ma ad eccezione di quello ne sono davvero soddisfatto. Oltretutto nel negozio nostrano l’ho pagato (spedito) 29€. Nemmeno tanto più che da FT.

        Michele, ti consiglio di recensirlo se hai voglia di giocare ancora con il v4. Questo merita davvero.

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Non stento a crederti ma ora come ora mi tengo l’originale e quello di FT che una volta sistemate le or funziona benone 🙂

  • mykel198950
    mykel198950

    ciao michele sono un nuovo entrato e volevo dire che io ho provato a comprare il kayfun 4 tobeco e devo dire che, nonostante non abbia avuto modo di provare l’originale, sono rimasto colpito dal funzionamento pulito e regolare di questo clone…fattura direi ottima e al tatto anche il materiale mi sembra buono…appena arrivato l’ho subito lavato e poi rigenerato con kanthal a1 0.35 a 8 spire se non ricordo male e wick in cotone: res da 1.1 ohm sulla mia i stick 20watt a 15 watt va che è un piacere…l’unica cosa negativa che probabilmente sono io che sbaglio e nel ricaricarlo perchè i primi 5 tiri mi fa glo glo glo e poi basta e comincia la vaponiera 🙂

  • wolfs88

    Ciao Michele,
    ho preso il clone 1:1 del kay4 da un rivenditore italiano mi è stato detto che è infinite ma nella scatola nn è presente il bell cup e per questo credo di essere stato gabbato (ahahah). Poco importa il clone va bene a parte qualke sbavatura da limare ed il tank in plastica che nello svitarlo si porta via l’oring e la distrugge 🙁 tuttavia un punto a favore è il grano gia istallato per la regolazione dell’aria.

    Colgo l’occasione per chiederti se conosci il funzionamento del kit kayfun 4s in vendita su svaoemesto; è per la regolazione dell’aria ma non capisco come funziona e cosa cambierebbe dalla versione attuale.

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Con quel kit non c’è regolazione dell’aria … è un foro aperto e di diametro maggiore 🙂
      E’ per chi tira di polmone 😀

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Quando lo carichi ovviamente devi chiudere il liquido.
      Poi lo carichi da sopra e dopo aver rimesso il camino sopra lo metti sotto sopra e riapri il liquido quindi lo svapi 😀

      • Akita

        Ciao Michele, sto provando il Kay, e non è mia intenzione mettere in dubbio cio che dici, ma una cosa non mi quadra…

        e’ vero che “aprendo” la ghiera, il liquido non scende… ma volendo lavorare sulla resistenza, il liquido scende eccome, mentre tu dici che non dovrebbe farlo, chiudendo la ghiera.

        Poi un consiglio… per me è troppo arioso, anche chiudendo al massimo la vitina.. cambia qualcosa con il grano? non c’è la possibilità di chiuderla del tutto l’aria?

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Quando togli la base il tank devi metterlo sottosopra ovviamente ! 🙂

          Per l’aria. Se l’avviti tutta la vite non passa aria, forzala evidentemente c’è il filetto non perfetto e ti si ferma prima.

          • Akita

            Ahahah che nabbo che sono… io avevo inteso che lo potevamo maneggiare tranquillamente.

            Grazie per il consiglio, ora metto il grano e provo.

  • su-iddanoesu

    Ciao Michele, io ho preso quello venduto da Evkoo, che non so chi lo produce, ma come funzionamente è praticamente perfetto, nessuna perdita, viti perfette, forse solo i buchini dell’aflusso dell’aria che ho dovuto pulire bene, ma nel complesso ottimo…

  • tuttosvapo

    Ciao Michele , a me è arrivato il clone del kayfun v4 lunedì , devo dire che è fatto molto meglio di quello che ho visto nel tuo video, a me è arrivato nella stessa scatola del kayfun v4 originale con sigillo , con tutte le istruzioni vari insomma come l’originale. L’ho rigenerato a wick e cotone e funzionano bene in entrambi i setup , anche se a wick ho riscontrato il tuo stesso problema cioè gorgoglia e questo perché entra eccessivo liquido anche chiudendo la regolazione liquido , cosa che a cotone non da nessun problema. Cmq il clone che ho preso io e veramente fatto bene in tutte le parti e confrontato con l’originale di un mio amico che è rimasto sorpreso dal suo funzionamento identico al suo , io l’ho pagato 17 euro circa compresa spedizione che tra l’altro sono stati velocissimi in 15 giorni mi è arrivato a casa . Il clone che ho preso e identico in tutte le sue parti , anche l’anello del tip quello che si toglie per il rabbocco del liquido e identico , mentre nel tuo ho visto che era diverso , regolazione aria precisa e regolazione liquido perfetto , che dire Michele sarò stato fortunato ? per il prezzo che l’ho pagato va veramente bene nulla da invidiare all’originale , ciao Michele e grazie per l’aiuto che ci dai ogni volta buon pomeriggio

  • Francesco Dam

    Peccato io ho preso l’originale e l’ho pagato con soldi sudati lavorando. Ora leggo che il clone e’ uguale. Ero contento del mio acquisto…..ora rimango molto amareggiato…. queste sono le cose che mi farebbero voglia di accendermi una sigaretta. Colpa mia, non avevo letto il tuo articolo.
    Ad ogni modo penso che se pesa uguale, significa che i materiali sono gli stessi. Allora sara’ proprio vero che Svoe ha preso nuovamente per i fondelli i suoi clienti passando i progetti e i fornitori per i materiali…..

  • oddoss

    Chiedo scusa per l’invadenza, ma dico questo e poi leggo e basta: Volevo solo segnalare che pochi giorni fa , quando sono andato a ritirare l’Istck 30 visto i problemi che ho avuto con la 20, ho preso anche un clone kayfun 4 della Tobeco, per curiosità e per il basso costo, bene vicino all’originale che ho, si nota a parte il solito logo (che a me…) una differenza nel colore del metallo ( l’originale è più scuro) ma per il resto, TUTTO il resto sono rimasto impressionato dalla fattura, io sono un appassionato di orologi ed ho usato degli strumenti diciamo”visivi” non riscontrando praticamente differenza, almeno questa è la mia impressione impressionante.Fine.Ciao

  • tony.vaper
    tony.vaper

    michele una domanda veloce che non so se è stupida ma come si svita il pezzo 14????? 😉

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Lo prendo da sotto con un paio di pinze e lo sviti 🙂

  • sixcube
    sixcube

    Ormai da due settimane ho questo KFV4 di EhPro. Smontandolo per il lavaggio, non ho riscontrato l’un castro che dici tra il pezzo 10 e 11; una volta tolta la vite si sono dosasse malati da soli.
    Ho cercato da un ferramenta estremamente fornito (dalle mie parti, in provincia di Varese) le guarnizioni per effettuare la modifica da te suggerita, invano. Alla fine acquisterò quelle che hai linkato tu, anche se mi dispiace comprarne 50 quando me ne serve 1.
    Ora, dopo 2 settimane di utilizzo, la regolazione del liquido è diventata davvero dura; proverò per prima cosa a mollare un po’ il pin, e vedremo se cambierà qualcosa.
    Ma a parte questo, trovo questo atom davvero ottimo. Fino ad ora l’ho rigenerato con micro e cotone, proverò nei prossimi giorni a farlo a wick, per curiosità.
    In definitiva, il mio giudizio è oltre ogni previsione!

    Piccola nota: il mio non ha il logo sul camino!!!!

    • sixcube
      sixcube

      Maledetto correttore automatico! Dicevo che non ho riscontrato l’incastro tra le parti 10 e 11, e che togliendo la vite si sono disassemblati da soli.

  • Dax74

    Ciao Michele,
    scusami ma come faccio a riconoscere un kay4 originale da un clone?
    Te lo chiedo perchè ne ho comprato usato uno e vorrei accertarmene.
    Grazie.

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Dal logo e della finitura esterna.
      Se carichi una foto di qualità su imgur e posti il link qui te lo dico io.

  • Dax74

    Grazie Michele!! Ti posto link di uno zip con delle foto, dimmi se te ne servono altre.
    http://www.filedropper.com/packed

    Te lo chiesto perchè le filettature sono un pò rognose, sopratutto quella della base.. s’ inchiodano.. una guerra per smontarlo 🙂
    In più mi gorgoglia sempre, non riesco a risolvere, ho provato in stile kflp ma niente, più wick più cotone… rompe sempre.. quindi mi è venuto il dubbio… o meglio i dubbi..
    1) sono impedito io che non riesco a rigenerarlo..
    2) è un clone..

    Grazie!

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      E’ originale, tranquillo 🙂
      Rigeneralo come da tutorial pubblicato la settimana scorsa 🙂

  • Dax74

    Mille grazie Michele!! Mi hai levato un dubbio.. è solo colpa allora della mia incompetenza 😛
    Provo a fare come da tuo tutorial e speriamo 😉

    Grazie ancora e buon fine settimana.
    Ciao

  • giovanni andreoli

    Salve a tutti, ho visto che fasttech ha fatto una versione forse corretta del Kay?
    Insomma quale clone conviene comprare e con quale eventuali pezzi correttivi?

  • Riccardo

    clone kay 4 tobeco…..sconsigliatissimo!
    piange liquido e va in secca sempre….devo allentare il cup superiore per svapare….sembra di fumare in dripping

    • laky 66

      Io ci sto svapando ora, e va benissimo.
      Appena ricevuto ho dovuto cambiare l’oring n. 16 con uno 15×12 e l’oring n. 18 e soprattutto i fori del pezzo 14 e 17 alcuni risultavano ostruiti da sfridi di lavorazione, cosa che impediva il regolare passaggio del liquido.-

  • Riccardo

    Ciao Michele,scusami ma ti rompo sempre le p…. ho visto su SVAPOPLANET il kayfun 4 EHPRO,mi consigli che è meglio dell’INFFiTE?????sennza allagamenti di liquido bestiali!!!Vorrei acquistarlo,anche se come ti ho già scritto ho acquistato tutte le OR possibili e immaginabili da FT,che aspetto.CIAO e sempre grazie per la tua PAZIENZA!!!!!Riccardo.

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      EhPro non è malvagio, funziona bene. Anche lui non è perfetto ma almeno il mio da nuovo non perdeva …

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          No che poi l’ho dato ad un amico e non so cosa stia facendo ora !

          • Riccardo

            Sinceramente,sono indeciso se riprendere un INFINITE o un TOBECO ,o un EHPRO, tu cosa mi consigli?

            • mc0676 L'autore dell'articolo

              quello che ti pare, tanto va anche a culo con i cloni 😀

  • Riccardo

    Infatti!!!spero che questo kayfun che arriva, non mi dia tanti problemi come il primo,poi ti faccio sapere.Ciao e sempre grazie!!!!!!!!!!!!!!!!

    • Riccardo

      Ciao Michele,ieri mi sono deciso è ho acquistato il kayfun 4 ehpro,ma sai se c’è differenza tra il Kayfun v4 ehpro, o il Kayfun 4 ehpro?

  • Riccardo

    Ciao Michele,è arrivato il Kayfun v4 ehpro,dopo il solito lavaggio in acqua calda e limone,ho cambiato la or come da tuo consiglio per il no blocco della ghiera del pin,ho cambiato la vite dell’aria con un grano M3,và una bomba nessuna perdita e nessun gorgoglio,l’unica cosa strana è che non c’è il piccolo simbolo tondo SM!!!! E nel tank di acciaio non c’e la scritta Svoemesto!!!!Cosa ne pensi?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Che si sono cagati in mano e l’hanno tolta perché credo sia un marchio registrato 🙂

  • Riccardo

    Mahhh!!!! Sicuramente stì Cinesi avranno pensato bene,di non passare qualche brutto guaio!!!!!!!!!!! Comunque nell’insieme funziona veramente bene,non c’è nulla da dire,ho già fatto fuori il secondo tank di vetro,e non ha fatto una piega,nemmeno una goccia di condensa.Comunque io aspetto le OR ordinate da FT,dovrebbero arrivare a quanto pare da Singapore,appena arrivano ricomincerò a fare la battaglia con il Kayfun v4 Infinite. Non mi arrendo!!!!!!!!!! Ciao una buona serata, e sempre scusa il disturbo.

  • Riccardo

    Ciao Michele,come al solito ti rompo le scatole!!! Ho rigenerato il Kayfun v4 ehpro con kantal A1 da 0,40 su tondino da 2,5, per una resistenza di 1.3 e cotone muj montato a S,come ti ho già scritto prima và una bomba nessun allagamento o gorgoglio,l’unica cosa che ogni tanto, un tiro ha un lieve sapore di bruciato,ho rigenerato è ho messo un pò meno di cotone,ma il problemino sussiste. Cosa mi consigli di fare?

  • fabiomito

    Ciao Michele, io ho preso il k4 ehpro e dopo averlo smontato pezzo pezzo x bollirlo una volta rimontato mi succedeva che il negativo non mi faceva contatto e dopo varie prove ho ridotto lo spessore della rondella grande in derlin. dato che nei tuoi commenti non ne fai menzione volevo capire se è un difetto solo del mio come nel tuo c’era la bugna oppure capita frequente. grazie e continua sempre cosi.

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Sui 3 che ho avuto (ma non il tobeco che non ho mai posseduto) non ho riscontrato codesto problema ma ci sta comunque che se non adeguatamente spessorata in effetti possa dare problemi sul negativo. Sai su sti cloni ci sono tante, spesso troppe, variabili !

      • fabiomito

        Ciao Michele, potresti darmi le quote del cilindretto che hai messo al posto della molla nella base del kayfun? ho notato che se sottoposti ad attivazione in meccanico ripetute possono perdere le loro caratteristiche e schiacciarsi non facendo più contatto.
        PS: adesso ho ehpro-infinite e tobeco e posso dire che le uniche differenze che ho riscontrato sono ehpro senza loghi metre infinite e tobeco si, infinite fornisce anche il belcup, il tobeco è l’unico dei tre che ha la vite pin centrale che sembra un rame bagnato nell’argento ma comunque non è acciaio come x gli altri due.
        viva il tornio e lo svapo 🙂

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          azz l’ho cercato e non riesco a trovarlo 🙁
          cmq, era semplice: misura il diametro del cilindro che sporge (quello che dentro ce il grano di reg dell’aria) e quello è il foro del cilindro a cui aggiungi 0.25 altrimenti ci si grippa mentre per la lunghezza circa 0.50 mm più sporgente rispetto a quel cilindretto. Quando hai lasciato 1 mm di parete al cilindro sei a posto !

  • Gulliver

    Ciao Michele,
    ho preso una replica kf4 di EhPro mooolto di recente e debbo dire che, dopo aver visto/letto la tua splendida recensione, sembra che il produttore l’abbia fatto anch’egli, risolvendo (quasi) tutti i problemi da te segnalati.
    Riassumo:
    1. Simbolo SM sparito
    2. No bugne in alcun particolare
    3. Particolare plastico di blocco PIN migliorato e non manda più in blocco il sistema di gestione del liquido, nemmeno stringendo a bestia
    4. Piattina base in plastica sostituita da o-ring
    L’unica cosa che non ha risolto è stata la corretta levigatura del tank in pyrex.
    Dopo lavaggio ed alcune rigenerazioni di test posso solo confermare i notevoli miglioramenti di aspirazione, aromaticità e versatilità rispetto al KLF (che ho originale).
    Forse risulta un “pelino” meno hittoso del vecchio, ma nel complesso è davvero un gran bell’oggetto.
    Quando riuscirò a rigenerarlo in modo tale che non mi vada in secca a tank “pieno” ne sarò completamente soddisfatto.
    Grazie per quello che fai, sei grande, continua così “neutrale” 🙂

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Grazie 🙂
      Interessare vedere che c’hanno messo le mani per sistemarlo e non è male.
      Per il discorso dell’alimentarsi a pieno è un pò un problema che affligge tutti questi atom dai tank più cicciotti. Alcuni modders (es. mark Bugs) per togliersi ogni responsabilità proprio indicano di non riempirli oltre l’80%. Anche se poi dichiarano come capienza quella del 100% 😀

  • Handler46

    Ciao Michele, ho appena preso anch’io il Kay 4 Ehpro e volevo chiederti due cose che non mi sono chiare anche osservando il video.
    La prima riguarda i 4 fori presenti sul deck che sono chiusi nella parte sottostante. Non ho ben capito, devono essere aperti questi fori per il corretto funzionamento dell’atom?
    La seconda riguarda il famigerato problema del blocco della rotazione della base. Ho risolto come da tue indicazioni mettendo un oring in luogo della rondella in plastica rovinando però irrimediabilmente l’isolatore stante la sua esagerata pressione all’interno della sede. Non c’è stato verso di toglierlo senza distruggerlo per arrivare alla vite di sblocco. Questo particolare, unitamente al dado filettato è in vendita sul sito Svoemesto ma ti chiedo: è indispensabile (immagino) questo isolatore o posso sopperire con altro particolare tipo una rondella in teflon o altro?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Si, i 4 fori devono aprirsi.
      Secondo me puoi sopperire anche con una rondella in teflon.

  • Stefano M.

    Michele ciao
    Scusami se rompo ma ho un problema di alimentazione, volevo sapere se sai di quanto sono i quattro fori che alimentano la coil sulla torretta, può essere che siano di 1,5 mm? I miei erano da 1,2 credo e io li ho allargati a 1,5 mm e ora sembra andare bene ma volevo una conferma da te che mangi pane e Kayfun V4 …. 🙂

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      L’originale non ce l’ho più 🙁
      Nel clonazzo che ho sembrano 1.35-1.40.
      La 1.30 ci va larga, la 1.50 non entra.

      • Stefano M.

        Ok, grazie Michele allora è come il mio, io li ho fatti da 1,5 poi ti farò sapere…

  • tony.vaper
    tony.vaper

    Michele un grande grazie per il tuo lavoro stavo per buttare nel cestino il kay 4 della ehpro perchè non riuscivo più a rendere scorrevole la rotazione senza dover svitare un pò il pin adesso con le modifiche da te suggerite è uno spettacolo. Grazie ancora per rendere piacevole e semplice la nostra passione.

  • Gulliver

    Ciao Michele,
    complimenti per l’eccelso articolo !
    Vorrei chiedere, se posso, un tuo su quale sia la soluzione migliore di rigenerazione da adottare per utilizzarlo con una base 80%VG / 20%H2O; fermo restando che sia un atom che secondo te si presti anche a liquidi densi.
    Grazie,
    Gulliver

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Ahi, 80% VG è tanta roba !
      Non sono sicuro che si alimenti benissimo sai !
      A naso la migliore che puoi provare è a pipa di cocco (quella del video) con poco cotone, il minimo indispensabile su un tondino di 2.5 mm.
      Ma io la vedo dura ! Ma tentar non nuoce.

      • Gulliver

        Hai ragione Michele, purtroppo si alimenta a stento.
        Non è un atom per questo tipo di svapo.. 🙁

  • riccardo16

    ciao michele davvero bel blog complimenti ho visto tonnellate di tue recensioni! e dopo averle viste tutte l’atom che mi ha convinto di più è stato il kayfun 4 ora rimane solo una scelta dopo questo di clone è uscito anche il tobeco secondo te quale è più valido? è un atom che consiglieresti come atom da tutto il giorno?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Ora come ora non te lo consiglierei per tutto il giorno.
      Al suo posto meglio il phenomenon o il tilemahos 🙂
      Più piccoli, più leggeri, più pratici. Tra i due meglio il secondo anche se poco capiente.

I commenti sono chiusi.