Il Kraken clone di Fasttech: promosso ! Agg. x2. 62


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 36793 volte.

Ed ecco l’ennesimo clone by Fasttech.com.
A scanso di equivoci, si tratta di questo clone qua.

E’ arrivato qualche settimana fa ma siccome non avevo tempo di provarlo subito l’ho prestato ad un amico e oggi mi è tornato e quindi mi sono messo a giocarci un pò, giusto per capire se c’è “ciccia” per recensirlo a fondo oppure se il gioco non vale la candela.

Il Kraken è un genesis, ossia un sistema di alimentazione da utilizzarsi con la mesh oppure con il cavetto d’acciaio.
La sua particolarità è che ha la possibilità di essere rigenerato in dual coils e offre un sistema di regolazione dell’aria, sia se usato in dual coils (con i fori contrapposti entrambi regolati) sia se usato in single coil.
Il progetto originale è del famoso modder Vicious Ant e tutto quello che troverete nell’articolo è riferito, ovviamente, al clone.
E non avendo mai avuto tra le mani l’originale non posso sbilanciarmi in commenti del tipo: è simile, è diverso, ci assomiglia oppure no.

Arriva in una scatoletta in cui all’interno c’è il solito cacciavite (stavolta blu), un pò di mesh, wick e filo resistivo.

DSC_0233

Esteticamente sembra fatto molto bene.
Non si notano, cioè, evidenti bave di lavorazioni o difetti.
La finitura è a specchio e il materiale, anche considerando il peso, sembra proprio acciaio.
Il tank dovrebbe essere pirex (simil vetro).

DSC_0234

DSC_0235

Il corpo esterno si toglie durante la ricarica e sta attaccato al corpo per mezzo di una oring.
Tuttavia l’incastro di serie è “lasco” ossia il corpo esterno tende a venire via facilmente.
Se osservate questa foto presa dal link del prodotto e poi osservate il mio Kraken noterete che c’è una oring in più.
In effetti ce l’ho messa io e adesso il corpo esterno rimane ben saldo a tutto il resto.
Anche l’originale ha una sola oring.
Il clone con una sola oring non offre gran tenuta (tuttavia sufficiente) ma con due è perfetto.

DSC_0236

La parte superiore presenta 3 fori:
– uno, liscio, per la ricarica: e a corredo non ci sono tappini per chiuderlo, quindi rimane sempre aperto;
– due, filettati, per infilarci la mesh: se si lavora in single coil viene fornito un grano M4 da usarsi per chiudere il foro non utilizzato.

Ovviamente, poi, ci sono le 2 vitine per i contatti di massa delle due resistenze e la vite del pin centrale.

DSC_0237

DSC_0240

Rigenerazione

Tempo fa spesi molto tempo per fare un articolo sulle mesh indicando, anche grazie all’aiuto di alcuni vapers, alcune dritte per riuscire a fare “bene” la resistenza fin da subito, senza diventare troppo scemi con gli hot spot tipici dei sistemi a mesh.
L’articolo è questo, e ne approfitto per spammarlo nel caso in cui per la prima volta scoprite la mesh.

Per rigenerare il Kraken io ho utilizzato:
– 2 pezzi di mesh 400 (Zivipf) dimensioni 30 mm per 30 mm;
– filo resistivo Khantal 0.32 (6 spire circa).

Per la preparazione della mesh, come dicevo, mi sono avvalso dei soliti criteri.
In particolare in questo caso abbiamo a che fare con una dual coils e quindi si deve essere particolarmente precisi e bravi.
Alcune “dritte”:
– la mesh una volta arrotolata e ossidata deve entrare facilmente nel suo foro e non deve essere troppo precisa;
– prima di avvolgere la mesh si deve fare un bordino di 1-2 mm ripiegato su stesso;
– quando si avvolge il filo resistivo si deve essere delicati, ossia non stringerlo troppo sulla mesh altrimenti dopo togliere gli hot spot sarà difficile ma allo stesso modo non si può lasciarlo troppo lente altrimenti prenderemo delle “steccate” durante lo svapo.

DSC_0250

I fili di massa si serrano al corpo normalmente mentre osservando questa foto noterete la comodità delle 2 rondelle del positivo che permettono di inserirci in mezzo il resistivo e praticamente quando si serra la vite centrale questa NON richiama il filo stesso e quindi non va a strozzare la mesh dando luogo ai tipici hot spot.

DSC_0251

DSC_0253

Tolti gli hot spot si presenta cosi:

DSC_0258

Per la cronaca 0.6 ohm finale, un pò troppo poco …

L’ho provato, cosi per capire, in prima battuta, sull’Atmizoo LAB.

DSC_0263

Prime impressioni

In dual coils … non sa da fare. Non mi piace.
Sia chiara una cosa, in dual coils funziona MOLTO bene.
Ma per farlo rendere bene ossia sfruttare la dual coils si deve tenere la regolazione dell’aria (il cui funzionamento è ottimo !) piuttosto aperta e io con il tiro arioso non ci vado a nozze.
In dual coils andrebbe tirato direttamente di polmoni ma non mi piace, gratta troppo la gola ed è un tipo di tiro che non riesco a farmi piacere.
In ogni caso, con meccanico e 18650 siamo sui 18-20w circa a batteria carica e nonostante l’elevato wattaggio si alimenta bene e non restituisci retrogusti bruciati.
Hit esagerato, produzione di vapore esagerata, resa aromatica per ora scarsa ma si sa che la mesh deve rodarsi un pò.
Tra l’altro nell’oretta e mezzo che l’ho usato in dual coils ho potuto constatare che beve come una Ferrari e considerando la capienza davvero scarsa (2.5 ml circa) questo non è positivo.
Cosi per info per la ricarica si deve usare una boccetta con ago.

Soddisfatta la curiosità del dual coils e appurato che la regolazione dell’aria funziona bene in questa modalità ho preso e ho tolto una resistenza per gustarmelo in single coil.

In questo caso si deve ruotare di 90° il corpo e far lavorare una sola asola.
La regolazione dell’aria si mantiene e con la singola resistenza diventa ancora più efficace.
Lo sto usando, e cosi intendo procedere, con il Galileo ed il kick v2 impostato sui 14w.
Mi piace come funziona, l’hit chiaramente non è lo stesso del meccanico in dual coils ma è comunque soddisfacente, cosi come soddisfacente è la produzione di vapore.
La resa aromatica per ora è scarsa, vedremo più avanti poiché con la mesh non ci vuole assolutamente fretta.

Seconde impressioni (pseudo recensione)

Dopo averlo usato abbastanza mi sento di promuovere il Kraken alla grande, soprattutto considerando cosa costa.
L’unico vero difetto che ha e che non ha menzionato nel video è il fatto che non sia adatto per il passeggio.
Il fatto che il foro di carica rimanga sempre aperto fa si che se posizionato in orizzontale perda liquido. Chiaramente sul clone da 9 € passa, se avessi preso l’originale da 100 e passa euro mi sarebbero girati i coglioni, ma queste sono congetture diplomatiche.
Eventualmente si può sempre usare il foro di carica per metterci la mesh e mettere 2 grani M4 nei 2 fori nativi per la mesh e poi alla ricarica si toglie un grano e si carica. Diventerà tipo un RSST.

Di fatto però funziona molto bene e il suo punto forte è la regolazione dell’aria, davvero capillare.

La capienza è scarsa, come tutti i sistemi a mesh purtroppo. Di fatto di ml utili ce ne sono 1.5 max 2. Inutile cercare di svuotare il tank, è impossibile. Siete avvisati.

Il suo wattaggio di utilizzo è dai 13w ai 20w. Personalmente lo trovo appagante, per esempio, anche con il kick v2 settato a 14w.
La resa aromatica dopo un paio di pieni inizia ad essere ragionevole, l’hit c’è e la produzione di vapore è buona.

Sicuramente lo consiglio alla grande :).

Il video con la rigenerazione.

Aggiornamento del 24/04/2014 – Agg. x1

Volevo consigliare una modifica.
La modifica è irreversibile quindi se la fate … cavoli vostri !
In pratica come sapete entrambi i fori di passaggio della mesh sono filettati M3.
Siccome non capisco perché li abbiano filettati entrambi (uno non potevano lasciarlo libero ?) ho pensato di entrare con una punta di 3 mm e togliere il filetto.
Il lavoro è semplice, basta una punta di 3 e un buon trapano. Il Kraken si tiene in mano durante il lavoro o al massimo montato in un BB, si procede con cautela senza fare danni.

DSC_1091

DSC_1093

Per la rigenerazione serve un pezzo di mesh largo 35 mm e alto 30 mm mentre la resistenza la si avvolge in una punta da 2.5 mm.

Funzionava bene prima e funziona forse meglio ora, il vantaggio della modifica è il poter mettere una mesh con diametro più largo. 2.5 mm è perfetta secondo me.

Un ulteriore consiglio per togliere gli hotspot oltre a quanto detto fino ad ora nell’articolo e nel video è quello di drippare, dopo aver tolto gli hotspot nel modo classico, una gocciola di eliquid nella resistenza (prima di caricare il tank) e farla evaporare. Per una decina di volte. Intanto rodate la mesh in questo modo ma poi se per assurdo quale hotspot ostico fosse rimasto in questo modo lo intercettate ed eliminate.

DSC_1095

Aggiornamento del 05/05/2014 – Agg. x2

Vi segnalo questo setup che, al momento, è quello che mi ha dato in assoluto la maggior soddisfazione.

Mesh: 325 dimensioni 5 cm x 3 cm
Filo resistivo: Khantal A1 0.20 twistato (*) x 4 spire.

La resistenza che si ottiene è di 1.0 ohm spaccato che è pressoché perfetta per l’utilizzo in meccanico puro con 18650.
Si riesce a svapare bene un pieno (2.5 ml) poi la batteria va cambiata.
Questo setup permette un buon hit, un’ottima produzione di vapore e una buona (la migliore delle provate fino ad oggi) resa aromatica.

Qualche foto:

IMG_20140505_200551

IMG_20140505_201450

(*) twistato, per chi non lo sapesse, è pratica un filo doppio arrotolato su sé stesso. Nei prossimi giorni farò un video a riguardo da aggiungere alla mia “collezione” di video-tematici.


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


62 commenti su “Il Kraken clone di Fasttech: promosso ! Agg. x2.

  • PrincipeLele

    La recensione che aspettavo. Ci stavo già facendo un pensierino. Grazie Mic!

  • Nicola Lorenzini

    Felicissimo di questa recensione!!! Però avrei una domanda: come diavolo levo quei grani M4?

  • Kanarus

    150 l’originale…sono fesso? Siiiii
    Cmq gli oring tengono ahahhaah

    Provalo con il cavetto di acciaio rivestito dalla mesh… va molto ma molto meglio imho

  • kerz

    grazie per la recensione Michele!

    Io avevo preso il kraken da e-dym, però arriva senza rondelline sul positivo, senza grani M4 e con gli oring del tank troppo grossi percui è facile rompere il vetro

    Sembra che quello fasttech sia migliore alla fine

  • angelox
    angelox

    Michele hai mai usato il cavetto di acciaio?
    Ho avuto tra le mani quello di ego2 e ho notato che gli estrmi sono leggermente sfilacciati e di conseguenza di diametro più larghi.

    Come mi consigli di accoeciarlo senza deformare le estremità?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Con un bel paio di tronchesi di qualità oppure lo fasci con nastro isolante e poi lo seghi con i dischi da taglio del dremel.

      • angelox
        angelox

        Ok, grazie. Mi adopererò per l’acquisto di una tronchesa decente.

  • formicatossica

    Io volevo chiedere il perchè solitamente viene usata la mesh sui pv meccanici? E’ solo una questione di basse resistenze/maggior wattaggio? C’è qualcosa in più da sapere se un sistema a mesh viene usato su un elettronico?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Perché il meccanico ti offre uno spunto migliore rispetto ad un elettronico.
      NB A me va bene pure in elettronico 😉

  • sakas

    Ciao michele, prima di tutto volevo farti i complimenti! Come al solito i tuoi video sono i migliori! Volevo chiederti una cosa ho da poco acquistato un kayfun lite plus clone dell’ehpro, oggi mi é arrivato, l’ho subito lavato con acqua calda e mi sono subito cimentato nella mia prima build seguendo ovviamente uno dei tuoi video, non sembra venuta malissimo, solo che c’é quel sapore metallico (penso di nuovo) che sovrasta tutto. Ho sentito che fai bollire questi sistemi prima di usarli e magari usi anche qualche prodotto, personalmente non so come comportarmi, se usare acqua del rubinetto o distillata o quale tipo di prodotto e cosa posso e cosa non posso bollire. Poi da quello che ho capito il pin non si smonta idem per lo scalino di plastica, per capirci quello che si trova sotto la resistenza e che appunto si avvita al pin, quindi non so se posso bollirlo. Tu cosa mi consigli di fare? Grazie mille e ancora complimenti per il blog e i tuoi video!

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Tieni ferma la torretta quella larga con un paio di pinze e svita la vite, ti si smonta.
      Quando lo rimonti, stringilo il giusto, senza esagerare.
      ATTENTO a perdere gli isolanti in delrin.
      Per lavarlo, io la primissima volta bagno con chanteclair (lo sgrassante potente), lascio agire per qualche minuto e poi rischiaquo in acqua calda calda.
      Poi rilavo con sapone normalissimo.
      Onestamente un tempo pezzo per pezzo (NON TUTTI INSIEME ALTRIMENTI SI ROVINANO !) li lavavo al microonde, ma non è necessario.
      Se riesci a pulire il pin bene vedrai che ti migliora perché quel sapore metallico che senti 99 su 100 è il pin da cui entra l’aria.

      • sakas

        Gazie Michele sei sempre il migliore! Comunque la torretta sono riuscito facilmente a smontarla ma il pin proprio non ne vuole sapere di uscire, e non ho voluto forzarlo troppo é talmente incastrato che sembra che gli abbiano costruito la base attorno LOL. Comunque grazie ancora.

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Fa pressione sull’isolante sotto probabilmente, spingilo da sopra leggermente e vedi se si muove.

          • sakas

            si sono riuscito perdendo un paio di dita a farlo scendere a livello dell’isolante poi avrei dovuto tirarlo con una pinza da sotto ci ho provato senza esagerare ma come ti ho detto non volevo forzarlo ancora di piú.

  • miky83

    Ciao Michele,
    volevo segnalarti un problemino che ho avuto. Ho acquistato il clone del Kraken su FT purtroppo non quello che hai segnalato tu ma la versione con Tip, pensando che per 1,5 euri in più avrei avuto anche il drip tip….non l’avessi mai fatto. Il clone in questione è fatto da un produttore diverso da quello che hai segnalato tu, sembra fatto un po’ meno bene, anche a giudicare dall’acciaio.
    Inoltre ci sono delle differenze costruttive che sono:
    – il corpo esterno si avvita e non va a serrare in pressione: potrebbe essere un pro, ma se lo avviti stretto ci vuole un bel po per svitarlo ed accedere al tank;
    – il pin centrale è diverso, è stretto in una guaina di isolante, non ci provo nemmeno ad estrarlo;
    – non c’è nessun foro filettato ne grani da inserire, il che in single coil diventa un problema, se un foro perde un po’ figuriamoci con due..
    Che ne pensi?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Penso che mi dispiace che hai preso codesta versione che a quanto pare non merita rispetto all’altra 🙁
      Grazie per aver condiviso l’informazione.

  • miky83

    Prego Michele,
    comunque provo a smanettarci un pochino, in effetti dopo averlo lavato e attivato ho provato ad utilizzarlo, ho utilizzato cmq la mesh in dotazione che sembra una ciofeca, sto aspettando della mesh seria da zvipf (in questi gg dovrebbe arrivare) e ci riprovo magari va meglio.
    Una domanda, dato che non ci sono le filettature, mi sai segnalare dei tappini in silicone che potrebbero andar bene? Per ora ho ritagliato alla meno peggio i tappini di un vecchio phantom e incastrati nei due fori sembra non perdere. Ma se esiste in commercio qualcosina di meglio magari risolvo questo problemino.
    Riguardo alla modifica di allargare il foro filettato mi sa che su questa versione non è fattibile, l’estremo dei fori sono davvero troppo vicini ai fori filettati dove ci sono le viti di serraggio, e secondo me se ci si prova si spacca tutto.
    Altra segnalazione: attenzione alla versione brass sempre sul sito FT, sembra la stessa ciofeca
    Un saluto e complimenti anche da me per tutto quello che fai!
    Michele

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Allora, per il tuo problema non è facile trovare qualcosa del genere.
      Mi vengono in menti questi:
      http://www.esigblog.com/2013/11/14/guarnizioni-interne-connettori/

      oltre a quelli che vedi in foto mandano anche degli appositi tappini da infilarci a pressione.

      Qui lo capisci meglio:
      http://www.ebay.it/itm/10-set-Tube-Grommets-Elbows-for-Epson-HP-Canon-Brother-CISS-ink-system-/271453983892?pt=UK_Computing_Other_Computing_Networking&hash=item3f33eb1494&_uhb=1

      a casa dovrei averne un tot, potrei mandartene qualcuno.

      • miky83

        Mah, ad occhio sembrerebbero perfetti…
        se puoi mandarmene qualcuno mi faresti un immenso piacere, fammi sapere come ci possiamo accordare.
        Ma questi tappini non potrebbero essere usati anche nel tuo per risolvere il problema svapo da passeggio?
        grazie mille Michele

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Allora, ti devo una brutta news.
          Li ho provati, sono troppo grossi (nel foro di 3 mm) :(.
          Ho risolto con il tappino delle boccette con ago. Da una parte è pieno, prova ad infilarcelo dentro e vedi come si compra.
          Il tapparli tutti può fartelo portare a passeggio è vero si e no nel senso che per farlo funzionare un sistema a mesh se tappi tutti i buchi comunque la mesh devi farla in modo che la mesh faccia passare aria nel tank e quindi, poco o tanto, si allagherebbe.
          I sistemi a mesh non sono da passeggio IMHO.

            • miky83

              Ciao Mike,
              da FT mi hanno risposto che me lo sostituiscono gratuitamente coprendo anche le spese di spedizione, tu hai mai avuto la necessità di sostituire qualcosa da FT? Se si i tempi dell’operazione quali sono?

              • mc0676 L'autore dell'articolo

                Si, 2 volte.
                I tempi sono gli stessi degli ordini, un mese – un mese e mezzo.

  • CLONE

    michele vorrei farti una domanda su fasttech visto che fai arrivare delle cose anche tu, io o fatto arrivare 2 articoli il primo via airmail il secondo via singapore arrivati qui in italia mi sono trovato a pagare lo sdoganamento la cifra era inferiore di 20 euro sia per il primo che per il secondo non metto la foto dellae lettere per non violare qualche legge vorrei solo sapere se anche voi pagate lo sdoganamento ?????. grazie

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      9 ordini mai pagata dogana ! questa mi è nuova !

  • CLONE

    rispondo non e uno scherzo da parte mia vorrei farti vedere le lettere comunque sul primo ordine o dovuto pagare 16 euro sul secondo sto aspettando la risposta

  • formicatossica

    Alla fine ho preso anche io questo “Cloken” per provare un buon rigenerabile a mesh senza spendere un patrimonio e seguendo le tue istruzioni l’ ho rigenerato in single coil senza cavetto.
    Penso di aver fatto tutto giusto, con le spire che si accendono dal centro verso l’ esterno dopo la rimozione degli hot spot.
    Purtroppo non ho il palato fino come il tuo, mi limito a dire se un liquido mi piace o meno e quello che volevo chiederti, ammesso che abbia rigenerato bene, è se secondo te questo kraken ha uno svapo piuttosto secco rispetto ad un atom a wick, ad esempio l’ ithaka.
    P.S. ieri sera mi è caduto dalla scrivania e si vede lo sfregio sull’ angolo in alto della ghiera dell’ aria solo se ci passi sopra il dito o lo guardi controluce. Mi sa che è vero acciaio!

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Si è vero acciaio.
      Lo svapo è sicuramente + secco rispetto ad un magoo.
      Puoi migliorarlo di un pò se fai la mesh super bene ma uno svapo grasso con la mesh è difficile ottenerlo.

  • 2slow4u

    Da qualche giorno ne possiedo uno anch’io, identico a questo!
    Lo ha comprato un amico su FT, conoscendolo (pazienza=zero, totale inesperienza con la mesh…) sapevo che lo avrebbe scagliato contro il muro, invece lo ha dato a me! :p
    Che dire, io di pazienza ne ho, l’esperienza non mi manca (uso i genesis da due anni ormai, e ne ho avuto almeno sei modelli diversi), eppure questo atom non riesco a usarlo.
    Ho provato solo in single coil, il dual coil la considero una tavanata galattica sul genesis, sopratutto in questi casi in cui i fori per le mesh, sono contrapposti, un errore concettuale clamoroso ma…vabbe’…
    Qual’e’ il problema?, gorgoglia, si allaga.
    Se tengo l’aria bella aperta il problema non si pone, ma se regolo il tiro secondo mia abitudine (foro equivalente a 1-1.2mm), dopo 2 tiri l’atom comincia a fischiettare e a gorgogliare, finche’ non vedo la gocciolina di liquido che spunta dal foro di aspirazione.
    Ho provato rollando mesh solide (con foro centrale strettissimo) e a cannuccia (foro interno, molto ampio), non c’e’ verso.
    Ho provato anche a chiudere il foro di refill….nisba, gorgoglia lo stesso.
    Mi resta da provare solo il cavetto, ma dubito seriamente possa risolvere il problema, problema che francamente non riesco ancora a spiegarmi.
    E’ un peccato, perche’ e’ un bell’oggettino.

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Ti passa troppo liquido dentro mi sa.
      Qualche volta lo ha fatto anche a me ad onor del vero !

      • 2slow4u

        A me lo fa sistematicamente, usarlo e’ davvero una pena…
        Tra la’ltro, vedo che tu hai usato il foro mesh piu’ vicino al foro di refill, quindi quando svapi ti ritrovi il foro di ricarica in basso, dovrebbe uscirti liquido a fiumi!

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          No anzi !
          Io per far entrare più aria nel tank ora come ora ho:
          – forato con punta di 3 mm le 2 sedi per le resistenze;
          – tappato il foro di ricarica.
          E in pratica lo svapo in single coil con il foro “aperto” opposto.
          L’ultima rigenerazione che funziona molto bene è con mesh325 5 cm x 3 cm, res da 1.2 ohm a 14w con il dna30d.
          Devo dire che io lo svapo qui al pc e sto molto attento a come lo inclino, nel senso che a tank cario lo inclino poco e poi man mano aumento l’inclinazione.
          Di sicuro non me lo porterei mai dietro né in ufficio né in auto per via di quel foro da 3 mm sempre aperto ovviamente.

          PS Stai pronto con il download di AC MultiP ASD.

          • 2slow4u

            Ecco, io svapo col PV praticamente orizzontale coi genesis, perche’ trovo sia l’unico modo per ottenere un alimentazione abbastanza “ricca”. Se lo tengo inclinato a 45° sento il vapore diverso, piu’ secco…non mi piace.
            Bisognerebbe usare la rope e vedere come va, mai fatto.
            Cosa usi per tappare il foro di refill?….io ho usato un pioletto di plastica, ma una volta forzato dentro, per sfilarlo devo usare le pinze, scomodissimo!
            Per quanto riguarda il multi di AC…ahahahah!!!…ho preparato il popcorn! 😀
            Ma francamente, mi interessa poco, sono un paio d’anni che online non ci vado praticamente piu’…;-)

            • mc0676 L'autore dell'articolo

              Io ho usato il tappino dell’ago delle boccette con ago 😀

              Spero che tu ne abbia presi tanti di popcorn ahah.

              • 2slow4u

                Ci avevo provato ad usare il tappino delle boccette con ago, ma nel foro di refill non entra assolutamente!
                Probabilmente entra nei fori per la mesh, ma per quelli uso il grano in dotazione.

                • mc0676 L'autore dell'articolo

                  Mi sa che dipende dal tipo di boccetta con ago hai.
                  In alternativa è dura trovare un tappo per lo scopo.

  • jorjo86

    ciao michele, scusa ma devo chiederti una cosa che è OT, ma solo tu puoi aiutarmi.
    Io utilizzo il tank x8 con dentro un diver e mi piace da matti!
    bene ho perso una delle due vitine svitabili a mano e non ne posso fare a meno (anche se al momento ho tappato il buco x ricarica liquido con una vitina che non ci sta tanto been)…
    sai per caso quelle vitine come si chiamano?
    dove posso trovarle online o negozi fisici? te ne è mai capitata qualcuna tra le mani e ricordi in che oggetto?
    ti ringrazio tantissimo e ti faccio tantio complimenti…le tue recensioni per me sono un must!

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Uhm online trovi nulla mi sa.
      L’unica è capire che viti sono (m2 ?) e prendere dal un RDA (4 €) però ripeto, da vedere se sono m2 come filetto.

      • jorjo86

        mmmm ho un rda appena torno a casa controllo se la filettatura è la stessa…non ci avevo pensato!
        sei un grande adesso almeno se dovesse essere m2 ho almeno un nome!!
        e potrei cercare da un ferramenta?
        orologiaio? ottico?
        mammamia se le trovo ne prendo 100 di scorta

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Intanto vedi se è un filetto M2.
          Poi se è, negozi di modellismo :).

  • jorjo86

    Ho provato con l’RDA della smocktech che possiedo..ma le vitine di quest ultimo sono troppo piccole per l’X8. Maledizione! Domattina proveró prima da un orologiaio amico e poi da un negozio di modellistica. Se a te viene qualche idea…fammi sapere..non vorrei buttare un X8 arrivato da una settimana

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Piccole ?
      Ottimo.
      Allora è un filetto M2.5 o M3.0.

      Guarda nei negozi di modellismo online cos’hanno, a limite le prendi da 2.5 o 3.0.

      • frik

        Ciao michele scusami se mi inserisco in un discorso fuori tema mi serve un consiglio mi dici precisamente il nores Che devo prendere di zivipf per il magoo, grazie ciao

  • jorjo86

    Il negozio di Modellistica ha detto che probabilmente non sono neanche 2,5 perché è una misura strana (americana?) non mi fido tanto di ciò che ha detto… Non mi resta che l’orologiaio amico dopodiché dovrò ordinare un nuovo x8..

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      mi pare strano che abbiano usato filetto NON metrico.
      + che strano, assurdo.

      • jorjo86

        vabbe non do molto peso perchè mi è sembrato che si sia scocciato di cercare…mah!
        comunque seriamente assurdo che non vendano ste viti di ricambio!
        giuro che se le trovo le distribuisco nei vari shop!

  • seba78

    Ciao Michele,

    nel video fai vedere come fai la resistenza singola, quando invece fai due resistenze su due mesh, gli hot spot li levi con già tutte e due montate o una per volta e poi colleghi tutto insieme?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Nelle poche rigenerazione dual coil le ho sempre montate insieme però toglierli prima da una e poi dall’altra penso che sia + semplice e veloce.

  • Lino

    Ciao a tutti,
    per esperienza personale per tappare il foro di ricarica ho usato un pezzo di metallo diritto ricavato da una graffetta metallica fermafogli (quelle che hanno le due parti terminali arrotondate) di diametro leggermente inferiore al foro così passa cmq un po’ d’aria ed è praticamente inesistente la fuoriuscita del liquido; la lunghezza deve andare dal fondo del tank alla sommità della vite del polo positivo, in questo modo tocca all’interno del “cappuccio” con le prese d’aria e non “balla” andando su e giù quando si muove il bb durante l’uso. In questo modo si inserisce un corpo estraneo che è cmq di metallo e non si mettono vicino alle resistenza materiali che potrebbero avere controindicazioni essendo soggette al calore.
    Lino

  • PrincipeLele

    Mic cosa mi consigli? non riesco ne a togliere il plexi ne a svitare il cap per regolare l’aria!

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Quale hai preso te ? (Link)
      Cmq per il plexy avvitalo ad un bb e poi prova a sbloccare il plexy.
      Puoi provare anche a metterlo nell’acqua bella bollita.

      • PrincipeLele

        credo sia lo stesso tuo (ft 1530400). il plexy sono riuscito avvitandolo al bb come supporto. ma il cap nada. Vedo dalla foto che ha due o-ring, proverò stasera a metterlo nell’acqua calda, così la gomma si ammorbidisce, giusto?

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Si esatto.
          Io però la parte sopra del cup non l’ho mai smontata.

  • morningrain

    michele, mi sapresti dire le dimensioni delle oring… le mie erano quelle in silicone trasparente e si sono letteralmente sbricciolate togliendo il tank, devo farmele mandare in sostituzione ma lo shop mi ha chiesto le misure e non so da dove tirarle fuori… mi riferisco alle due oring che tengono il tank e alla oring che tiene il cup appena sotto le coil… grazie

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Dovrebbero avere filo da 1 mm credo ma non sono sicurissimo, potrebbero essere anche da 1.5 oppure custom.

      Io ho usato 2 oring filo da 1.78 (le standard) ma ben più piccole cosi montandole si affinano ma montarle non è uno scherzo.

  • Akita

    Ho preso anche io questo atom, e ora ad un anno di distanza dal tuo test, mi è arrivato senza filettatura e senza grano. Quindi con una sola mesh, rimangono aperti due fori.
    Manca sempre l’oring in basso, ma non ne sento la necessita, e gli or sono neri, e non in silicone trasparente.
    Cmq funzia alla grande.

    Grazie

    • Akita

      L’ho rigenerato in mille modi…. sì all’aroma…. ma l’hit non c’è… sbaglio qualcosa?

      • mc0676 L'autore dell'articolo

        Rispetto ai moderni genesis “camera ridotta” hitta meno si, c’è poco da fare 🙂

I commenti sono chiusi.