La EFEST IMR18650 2100 mah 30A 34


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 10571 volte.

Con l’amico Luca Ciriola abbiamo preso da uno shop estero le batterie in oggetto.

Sono batterie accreditate di 30A di scarica (addirittura 60A per pochi secondi, c’è scritto nel corpo) e quindi dato il loro costo (8 € circa) erano, e sono, interessanti da provare.

Come sapere io non amo moltissimo (anzi, per niente) l’utilizzo in meccanico e quindi le ho prese per usarle con il DNA ed il Kick.

In questo articolo vi avevo parlato anche delle Sony da 30A mentre in quest’altro delle INR Samsung da 25A.

Insomma indubbiamente stando ai valori dichiarati queste EFEST vanno a cozzare appunto con le due batterie sopra menzionati.

E dai primi risultati con DNA30D (le sto usando da 3 giorni) sembrerebbe proprio cosi.

Torno quindi ad aggiornare, con uso DNA30D, la tabella sui consumi.

– EFEST IMR18650 2100 mah 15C 30A: 7.5-8-0 ml a 12.6w;
– Sony US18650VTC4 2100 mah 15C 30A: 7.0-7.5 ml a 12.6w;
– Samsung INR18650-25R 2500 mah 10C 25A: 6.5-7.0 ml a 12.6w (*);
– Panasonic CGR18650CG 2250 mah 4C 9A: 5.5-6.0 ml a 12.6w;
– Samsung INR18650-20R 2000 mah 10C 20A: 5.0-5.5 ml a 12.6w.

(*) consumo rilevato con DNA20D che consuma un capello di più rispetto al 30D.

In pratica come vedete ho guadagnato circa 0.5 ml rispetto alle Sony.

In pratica per utilizzarle con il DNA30D sono ottime batterie.

Con il kick le proverò appena mi tornerà il Roller che ho prestato ad un amico.

Parlando di utilizzo in meccanico (ecco la nota dolente) dalle misurazioni che ho fatto sembra che questa batteria se la giochi, come resa sotto carico, con le INR18650-20R mentre sembra prendere schiaffoni dalla INR18650-25R e dalla Sony.
In pratica la Efest sembrerebbe molto buona per utilizzo in elettronico (tubi o box) e meno performante delle altre per utilizzo in meccanico.

Prossimamente posterò comunque una comparativa sotto carico tra tutte le batteria sopra menzionate.

Allego una foto della seconda boccetta, nel momento in cui la Efest è morta. Era a 3.42v.

IMG_20140221_113127


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


34 commenti su “La EFEST IMR18650 2100 mah 30A

  • Vinzo

    Quindi al momento secondo te la miglior batteria per utilizzo in elettronico(come autonomia e prestazioni) è la EFEST IMR18650 2100 mah 15C 30A?
    mentre in meccanico sapresti consigliarmi una batteria che secondo te è migliore in autonomia e prestazioni? Attualmente in meccanico uso le AW IMR 18650 2000 mah.
    Grazie, sempre utili i tuoi articoli 🙂

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Le AW oramai sono roba superata.
      Io ora come ora se la trovi prenderei la Samsung INR18650-25R.
      Oppure, appunto, la Efest dell’articolo.
      La differenza tra le due potrebbe essere la durata nel tempo, la Samsung dovrebbe essere costruita con maggiore qualità, ma tutto è da dimostrare.

  • Massimiliano

    Ciao Michi, di questa Efest ne fanno anche un modello a 35A, l’ho intravista in qualche shop inglese se non erro, colore violaceo…
    Personalmente le 18650 le uso solo a casa e tendenzialmente tutte in meccanico (con il kick il tubo comincia ad essere importante).
    Straconfermo la buonissima qualità della Panasonic CGR18650CG 2250, va benissimo e la sua durata è ottimale in un meccanico, con resistenza da 0.6 -0.5 tira con piacere fino a 3.6-3.4 (poi le stacco) è arrivo tranquillamente a circa 5 ml poco più poco meno…
    Ho anche le MNKE IMR 18650 1500mAh da 30 A…lei è veramente cattiva, occhio che ci si svapa anche i peli del…naso…non ho mai verificato la sua durata perchè la uso quando ricerca la massima prestazione e i gran colpi (dopo una fiorentina, carne hai ferri o cose pesanti 🙂 )
    Comunque spezzo una lancia in favore della Panasonic 3400 (mi pare di aver misurato un valore di 5/6 ampere) comunque usata in meccanico (non propriamente il suo terreno dato il valore basso di scarico) con una resistenza da 0.8 ha il suo soddisfacentissimo perchè, provare per credere, durata? ci si stanca
    Michi a quando una box con le 26650?? ho letto numeri da paura nello stoccaggio di carica -almeno nominali- nell’ordine dei 5000 mAh… numeri da centrale elettrica hehe
    ciao Grandeeeeeeeeeeee

  • gasber

    ciao michele volevo farti 2 domande
    la prima è se posso usare nel provari mini con estensione una batteria efest o sony o panasonic o le aw rosse ,,, insomma quello che è da 18500 con un mah superiore agli standard e cioe che ne so magari da 2000 mah o superiore visto che come autonomia sono molto limitate le 18500 0 18490 da 1100 mah
    la seconda è più o meno la stessa domanda ma in questo caso parlo di un bb meccanico od elettronico poichè ho sia il chiyou che lo zmax e quindi in questo caso se posso usare una 18650 con mah superiore agli standard 2200 e quindi se si puo usare una 3000 o addirittura 3600 mah grazie in anticipo e complimenti per il lavoro che svolgi sempre ligio e utile ciao

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      per la prima c’è solo la panasonic ncr18500 2000 mah, devi cercarla con pin sporgente però.

      per l’altra domanda puoi usare la batteria che preferisce, ma la resa non dipende dai mah, bensi dai C di scarica.

      Una batteria ncr18650b da 3100 mah prende paga da una inr18650-20r 2000 mah.

      perché la prima è 2C di scarica (6A) l’altra è 10C (20 A).

  • laky 66

    Caro Michele per l’ennesima volta chiedo il tuo aiuto,
    nella mia Box con dna20d tutte le batterie da me utilizzate staccanocon un voltaggio residuo di 3.7 / 3.8
    anche se mi permettono di svapare all’incirca 6 ml a 11 w.-
    Ti volevo chiedere se era un problema del circuito?
    Con le batterie dell’articolo riuscirei ad utilizzarle di più ossia sino ai canonici 3.2/3.3 v??
    Ciao e buona domenica.-

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Che batterie sono ?
      3.7-3.8 mi sembra che te le stacchi prestino.
      A me le tira tutte dai 3.4 ai 3.55v.

      • laky 66

        ne ho diverse ma tutte si comportano in maniera analoga

        panasonic CGR 18650 CH 2250 Mah circa 6 ml di liquido svapato
        panasonic NCR 18650 B 3400 Mah circa 9 ml di liquido svapato
        AW IMR 18650 2000 Mah circa 5/5.5 ml di liquido svapato .-

        Sono in attesa che mi arrivi il dna30d per sostituirlo nella box.-

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Allora forse, dico forse, è la molla del negativo sotto dimensionata.

            • mc0676 L'autore dell'articolo

              Allora non saprei. Di sicuro è un comportamento molto strano.

            • mc0676 L'autore dell'articolo

              Cosi per info, il BB DNA30D la Efest me l’ha staccata, usandolo a 11w con il russian, a 3.38v.

  • laky 66

    vedremo quando mi arriverà il dna30d.-
    comunque come ml consumati ci siamo
    riesco a farci gli stessi ml che ci fai tu, voglio testare le batterie
    con un altro tester, che comprerò domani.-
    Comunque le efest 30 amh dove le hai prese?????

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Le ho prese in una sorta di GDA su edampf-shop ma è caro, le trovi su akkueille.

  • Fabio88

    Efest arrivata!!!! spero solo che riesco a svuotarci un kayfun con queste batterie!!! test in corso!!! Michele voglio farti una domanda che da tempo mi perseguita…o da un paio di settimane il semovar ottimo tubo…ma la durata della batterie influisce anche sul modo di svapare? io sono uno svapatore incallito roba da 3-4 tiri di seguito…uno svapo piu lineare o uno svapo piu “nervoso” influiscono sulla durata della batteria? grazie ancora …MC for svapo president!!!!

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Lo svapo compulsivo aumenta il consumo delle batterie, purtroppo.
      Ho avuto modo di verificarlo con tanti amici vapers, è proprio cosi.
      Ma 3-4 tiri di seguito non è svapo compulsivo.

      Lo svapo compulsivo è quando ti attacchi 6-7 minuti a fila e tiri tiri tiri.

      Personalmente per evitare di diventare compulsivo non ho mai abbassato la nicotina, tanto è quella che ti frega. Se l’abbassi poi ciucci ciucci alla ricerca del benestare.

      • Fabio88

        Ma io 3-4 tiri di seguito li faccio senza lasciare mai il pulsante di attivazione!!! e faccio lunghe sessioni di svapo avvolte anche un quarto d ora (pausa svapo al lavoro) 🙂 riguardo alla nicotina a luglio faccio un anno che o abbassato a 9 da 16 e ora viaggio sempre tra 12 purtroppo la halo fa solo quello e ora sto svapando il regular di luciano a 8 …svapando…me lo sto bevendo!!!! huhuhuhu l unica “box” che mi da soddisfazione me la sono fatta fare da un mio amico con circuito tutto fatto da lui..svapi a 30w tutta la giornata…perche ha la spina e si attacca alla corrente!!! si lo so sono malato la il kayfun anche in quelle condizioni nn perde un colpo!!! grazie michele e scusami per le paranoie!!!

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Ah ecco, 3-4 di seguito senza lasciare il pulsante, allora sei compulsivo pure tu LOL !

          • Fabio88

            devo chiedere a questo mio amico se a voglia di investire su quel prodotto…box da casa!!! huhu per gli svapatori compulsivi!!! attacchi la scatoletta alla corrente e ha due ingressi jack ci si puo svapare alla due l impugnatura e il cavo sembrano un microfono pero quello si puo modificare che ne dici puo essere un idea folle ma tuttavia funzionale e pratica? se vuoi ti mando un video dimostrativo!!! 🙂

            • mc0676 L'autore dell'articolo

              Ho un amico che fa codeste cose 😀
              Vanno bene per l’uso in casa e per l’uso in auto (all’accendisigari) però per uso commerciale sono abbastanza limitate secondo me !

              • Fabio88

                si ti capisco non e una cosa molto pratica pero per chi lavora in uffici…per chi passa molto tempo a casa secondo me il fatto di non scaricare batterie e molto allettante!!! 🙂

  • Fabio88

    ps. il kayfun lite plus con res da 2.5 e doppia S…e semovar impostato su 12w

  • riccardo fumagalli

    Ciao Michele, ho appena acquistato una E7 con DNA20 e sono in cerca di batterie…
    Ho visto in casa Efest ci sono le 20, 30 e 35A, differiscono anche per i mAh…
    La domanda è quale batteria per un DNA20?
    Una di queste Efest oppure Sony, Samsung, Panasonic?
    Grazie mille e complimenti per l’ottimo blog ricco di informazioni utili!

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Ciao Riccardo,
      la migliore che io abbia mai provato è la Samsung INR1865025R 2500 mah.

      • rick1982

        Grazie Michele!
        Si è rivelata anche affidabile e duratura nel tempo?

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Sono 3 mesi che le sto usando, per ora vanno come nuove però sai … ne parliamo tra 8-9 mesi 🙂

  • StevevetS

    Ciao Michele… vorrei chiederti una cosa relativamente alla “corrente di scarica” … nel caso di questa batteria viene indicato “30A” … alcune altre 10 o 20, o 25 ecc … alcune non indicano nulla… è da tempo che mi chiedo cosa sia questo valore… cosa comporta il fatto che sia più alto o più basso ai fini dello svapo (uso BB elettronici) … per il fatto che alcune non indichino questo valore, per esempio, io stò usando una Panasonic NCR18650B 3400mAh in cui tale valore non è indicato ma mi sembra una bella bestiolina… non capisco! Mi aiuti? Grazie

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      La corrente di scarica si calcola in basse al fattore C, ossia il fattore di scarica.
      Se una batteria è 2500 mah 10C dunque può avere una capacità di scarica pari a 2.500×10 = 25A.
      Le due NCR sono 2C, quindi circa 7A di scarica.
      Per capire di quanti ampere hai bisogno per la tua resistenza devi studiarti la famosa legge di ohm :).
      Solitamente le batterie con tanti A in scarica sono usate da chi ama le resistenze cosiddette sub-ohm, quindi 0.3-0.6 ohm.
      Se usi resistenza umane, da 1.2 ohm in sù, puoi usare, in linea di massima, batteria umane come quella che usi te.
      Poi c’è il discorso device: se le usi in meccanico è un discorso (meglio quelle da 25A rispetto alle NCR) mentre se usate in device elettronici sostanzialmente non c’è molta differenza perché l’elettronica la fa da padrone.

      • StevevetS

        Perfetto… chiarissimo… pensa che i siti che vendono le batterie la massimo mi rispondevano che se quel valore è più alto “vuol dire che spingono di più” … !!! 🙁
        Ma ora è tutto chiaro… tranne il fatto che, a parte quando il sito che le vende lo indichi nella descrizione, non so dove è indicato il dato 2C o 10c ecc… per esempio… nelle Panasonic NCR 18650B, dove cavolo è questo dato… da cosa lo capisco se è 2C, 10C ecc ???
        Poi… Collegandomi a questa caratteristica… e leggendo ciò che mi hai risposto… mi viene in mente un altra curiosità…
        ci sono BB che arrivano ad erogare potenze impressionanti… 40W, 100, 150 ecc … io, che stò usando il Provari P3 che arriva a 20W già mi sembrano “fuoco” le svapate se imposto i 20… allora ti chiedo, a te che sei sicuramente più ferrato ed esperto… chi svapa a 50 o addirittura a 100 watt ? Perché queste potenze… quale è lo scopo?
        Ti chiedo questo perché, come te, mi sono appassionato alla sig. elettr. e col passare del tempo vorrei migliorare la qualità di svapo
        e salire di livello… mi chiedo se io svapo a 12/13 watt con kayfun su P3 e res. da 2.0 ohm poi sento che che nei test fai prove con gli stessi dati ma svapi a 18W allora mi confondo… senza contare che se poi arriviamo a 40 o oltre… se io metto 18W su P3 con kayfun e res da 2.0 ohm sembra che escono le fiamme dal drip 🙂 … e poi pare che si bruci il liquido!!!
        Ti va di farmi capire queste cose? 🙂
        Aiutami a migliore!
        Ciao e grazie.

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Andiamo per punti.
          Le caratteristiche delle batterie spesso le trovi sul sito del costruttore e di rado nei siti dei venditori che spesso non solo non scrivono nulla ma forniscono informazioni false e tendenziose come risposta a domande tecniche. Purtroppo tanti vendono e pochi ci capiscono qualcosa e realmente conoscono quello che vendono.
          Comunque le tue sono 2C, quindi 3.400×2 = 6.8A.

          Chi sale con i watt a quei livelli non lo fa di certo con un Kayfun.
          Aumentando i watt di fatto aumenta la quantità di liquido evaporato per istante e quindi aumenta tantissimo la produzione di vapore.
          Ne consegue che anche l’aria in ingresso dev’essere ben maggiore.
          Più aria in ingresso, più liquido evaporato quindi più vapore prodotto.
          Cambia anche il modo di svapare, non tiri più con la bocca per cui buttare nei polmoni ma aspiri direttamente con i polmoni.
          E’ uno svapo diverso che a me non piace ma che tanti praticano. 🙂

          • StevevetS

            Bene… 🙂 anche a me non piace tirare direttamente nei polmoni tipo “narghilè” … 🙂 quindi, per svapare al mio livello mi dici che un elettronica che arriva a 20W è più che sufficiente?
            POI… non ho potuto far a meno di notare quando hai scritto “Chi sale con i watt a quei livelli non lo fa di certo con un Kayfun” … questo in che senso??? Mi dici che il KayFun non è un buon prodotto???
            Per le tue esperienze… quale consideri “stupendo” come atomizzatore? Io fin ora ho in uso, appunto il kayfun lite e lo sQuape e mi sembrano due bei pezzi… secondo te c’è qualcosa che possa fare la differenza??? 😉

            • mc0676 L'autore dell'articolo

              Non lo fa con il kayfun perché il kayfun non può reggere 40w poiché non ce la fa ad alimentarsi.
              I sistemi di alimentazione sono cosi, si usano dai 10w ai 15w circa poi ci sono i genesis (mesh) che permettono qualcosa di più.
              Gli alti wattaggi si raggiungono con gli atom da dripping.
              Nel blog trovi tutto :).

              • StevevetS

                Grande… perfetto… oggi ho fatto un gran passo avanti per capire alcune cosette rilevanti 😉 grazie a te.

I commenti sono chiusi.