La nuova Bimba, Box Battery con SX350J (Stampante 3D) 11


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 4447 volte.

Vi presento ufficialmente la mia nuova bimba, una box battery con singola 18650 che monta il circuito YiHi SX350J.
La box è alta 90 mm, larga 40 mm e spessa 25 mm. Il suo peso con batteria montata è di 116 grammi.

Ho scelto di ripetere l’operazione “cremino” alternando però due colori “distanti” quali il giallo ed il nero e sono veramente molto contento per il risultato ottenuto perché Mi Piace veramente tanto.
La box oltre al circuito che oramai conoscete e che dovrei trovare il tempo di parlarvene un pò (!) monta:
– una tazza easy flat di svapiamo alla quale ho sostituito il pin M3 con una vite di ottone a taglio in modo da poter regolare da sopra tenendo il dado sotto fermo;
– contatto positivo con il solito “cazzarillo” di ottone;
– molla negativo di svapamo;
– 6 viti a brugola M1.6 x 6 per il fissaggio del circuito alla box;
– magneti 3×1, 2×2 e 3×2.

La tazza è stata fissata con del bicomponente e sopra infatti un filo di sporco giro giro mi è rimasto, peccato.

Il montaggio è semplice: io ho tolto i fili già saldato nel circuito e ne ho messi di più lunghi e quindi ho fissato il circuito.
Ho montato la molla del negativo con un filo saldato che ho ponticellato con quello che veniva dal circuito e quindi fissato al negativo tazza (grano).
Quindi ho collegato il positivo batteria e uscita potenza.
Lo sportellino ho pensato di farlo con questa scritta enorme, abbastanza tamarra, ma sono sempre in tempo a farne un altro nero e basta :D.

Chi fosse interessato a stamparsela questo è il progetto.

Il progetto è stato stampato con la mia solita Prusa R2 Evo con risoluzione 125 micron per ogni parte. Slicing effettuato con Simplify3D.
Il filo utilizzato è un PLA RepRapWorld.

Adesso per un pò basta box mod (lo prometto !).

Vi lascio con le solite foto di rito mentre la box la vedrete da vicino quando farò il video dell’SX350J.

DSC_7856 (2)

DSC_7857 (2)

DSC_7858 (2)

DSC_7859 (2)

DSC_7860 (2)

DSC_7862 (2)

DSC_7863 (2)

DSC_7864 (2)

DSC_7865 (2)

DSC_7866 (2)


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


11 commenti su “La nuova Bimba, Box Battery con SX350J (Stampante 3D)

  • Avatar
    xxxfabioxxx

    Bella, ma per che il connettore/tazza 510 non lo incassi dentro la box ?

  • Avatar
    banzaito

    Michele tu con queste cose mi stai facendo scimmiare, dopo aver saggiato la precisione con cui le disegni, ancora complimenti, posso dire fantastica. Farò stampare anche questa.

  • Avatar
    NewLife

    Caro Michele, sempre apprezzabili il tuo impegno e la tua passione…che si estende ora anche al 3D. Anche io come te, svapatore dal 2012, sono approdato alla stampa 3D. Sto finendo di assemblare la mia Prusa i3 RepRap e quindi non vedo l’ora di realizzare le mie prime box. Mi lascia molto a malincuore la scelta che leggo sul lasciare le box per un po’ senza produrre altri disegni. Ti spiego, ho un chip SX350 classico quello fino a 60 watt. La scelta ricadde su questo per prezzo/disponibilità e per un fattore estetico della box in PLA che ho acquistato da Svapiamo. Il chip è ok…la box di svapiamo però non è del tuo calibro e mi spiace dirlo. Spazi ridotti, fori piccoli per il passaggio dei fili, nessun supporto per tenere ferma la connessione USB. Insomma una stampa di una box fata su carta come se non si conoscesse la reale ‘difficoltà’ di un chip con fili enormi per diametro e quindi non facilmente gestibili nel ridotto spazio. Poi l’ SX350 è ricoperto da quella guaina nera che non so come si chiami tecnicamente, impossibile da togliere senza rischiare di rovinare il circuito, cosa che rende impossibile il cambio dei fili. Tutto questo per dire che se avessi ordinato la tua DNA 40 a quest’ora svaperei già da un pezzo a variwatt. quindi per farla breve…disegna un SX350 prima di mollare i progetti 3D, please. 😀 Gioco, grazie comunque per la tua capacità e voglia di essere sempre un passo avanti senza doverne trarre un profitto. Lo apprezzo e stimo molto.

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      Ascolta, guardati il mio tutorial di freecad.
      Non appena avrai finito di montare la prusa vedrai che la voglia di farsi qualcosa su misura ti assalirà e sarà l’occasione buona per imparare ad usare freecad 🙂

I commenti sono chiusi.