L’ARB e la mesh 1


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 3181 volte.

Incuriosito da Ciro che sta usando l’mc esis V2 con molta soddisfazione mi è venuta la voglia di provare nel mio atom la mesh.
Sempre su consiglio di Ciro ho quindi realizzato una striscia di mesh 400 di 1×6 cm:

A questo punto l’ho “rullata” bene, in modo da:
– ottenere un cilindro del diametro di circa 1 mm;
– assicurarmi di stringere bene questo cilindro, per non lasciare aria in mezzo (sempre su consiglio di Ciro).

A questo punto ho seguito la procedura di ossidazione della mesh.
Non mi dilungo in questo passaggio, che già conoscete e in caso contrario potrete consultare i video di Scott Bonner dove in diverse occasioni illustra i passaggi da seguire per una corretta ossidazione della mesh.

Successivamente ho realizzato la resistenza con il metodo del doppio occhiello (che per me è il migliore in assoluto, non ho dubbi a questo punto) e l’ho montata nella mesh.

A questo punto ho montato l’ARB come se fosse con la wick.
Ho incontrato qualche piccolo problemino con la mesh, nel piegarla perché chiaramente non è malleabile come la wick ma con calma si riesce a piegarla.

Per ora lo sto usando. Ho notato che avrei potuto osare di più n lunghezza (almeno 10 cm) perché mi rimane molto spazio libero intorno alla ceramica perché la mesh a differenza della wick NON dilata quando riceve il liquido e quindi mi rimane spazio. Da verificare se con più materiale l’autonomia di squonkata aumenta.

Un piccolo video:


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.

0

Un commento su “L’ARB e la mesh

  • Avatar
    microchip

    Scoperto dove sbagliavo sicuramente, non la arrotolavo cosi fissa, ma per fortuna la mesh e’ recuperabile :).
    Bel fumerone comunque, ci riprovo.

I commenti sono chiusi.