Magma Paradigm Clone by Fasttech 14


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 4721 volte.

Ecco un altro clone targato Fasttech.com.
Ossia il Magma, esattamente questo Sku.
P.S. E’ il terzo cazzarillo che ordino con China Post che arriva in meno di 20 gg lavorativi, non male.

Ad ogni modo l’ho preso per due motivi:
– diversi amici nel corso del tempo me lo hanno suggerito;
– mi interessava metterci le mani per moddarlo in BF.

Costa poco più di 12 dollari e a corredo un cacciavite blu a taglio (per la vostra collezione di cacciavitini colorati) e due pezzettini di wick da cestinare immediatamente.

L’atom ha la particolarità di far arrivare l’aria direttamente sotto la resistenza attraverso una semplice canalizzazione della stessa e questo confluisce all’atom un buon principio di funzionamento (nel senso che in tutti gli atom “seri” l’aria dovrebbe arrivare da sotto rispetto alla coil !).

L’atom, a primo impatto, si presenta molto bene e il livello di fattura per essere un clone è decisamente molto alto.
Si vedono pochissimi segni di lavorazione e tutto sembra fatto molto bene.
Tuttavia analizzandolo a fondo si scovano un paio di difettucci:
– l’attacco 510 è più lungo di circa 1-1.5 mm rispetto allo standard e questo fa si che l’atom rimanga “più alto” nei vostri tubi o nelle vostre qualora non dotate di pin regolabile;
– la torretta del pin positivo è fissata ad incastro (pressione) in un pezzettino di forma “ovale” in cui il suo fissaggio è precario: vi consiglio di ribattere il pezzettino in modo che il grip tra torretta e pezzettino aumenti in modo da preservare la qualità del contatto nel tempo.

Qualche scatto.

L’insieme dei pezzi:

DSC_0031

La torretta del positivo con il pezzettino incriminato e il sistema di aggancio “discutibile”:

DSC_0032

DSC_0034

DSC_0035

Varie viste di varie parti dell’atom:

DSC_0037

DSC_0038

DSC_0039

DSC_0040

DSC_0041

La ghiera di regolazione dell’aria funziona sia in single coil che in dual coil.
Se usata in single coil c’è la possibilità di far entrare l’aria da una sola parte soltanto.
L’unica critica che muovo a questa ghiera è il fatto che si passa da un foro di 1 mm a un foro di 2 mm circa senza step intermedi e quindi si fa da un tiro particolarmente chiuso ad un tiro particolarmente aperto.

Rigenerazione per utilizzo in dripping a cotone.

Per provarlo ho fatto un paio di rigenerazioni a cotone, come vedete in queste foto:

DSC_0046

DSC_0047

DSC_0048

DSC_0049

DSC_0051

Il funzionamento è nel complesso buono:
– resa aromatica sufficiente/buona;
– hit sufficiente.

Quello che non va bene è che come già scritto sopra la regolazione dell’aria è discutibile (è anche vero che si può parzializzare uno dei fori grandi) e soprattutto il fatto che l’atom sia un pò sbrodolone.
Cioè quando si drippa bisogna farlo in modo certosino e preciso altrimenti c’è il rischio che il liquido arrivi al piano di entrata dell’aria e poi esca dai fori della ghiera.
Insomma è un pò una palla.

Se dovessi giudicarlo per l’utilizzo in dripping il mio giudizio complessivo sarebbe “rimandato a settembre” per la somma degli aspetti di cui sopra e onestamente non mi sentirei di consigliarlo. Voglio dire … prendete l’origen e vi girate molto meno le scatole :).

Ma se invece avete un minimo di conoscenza “fai da té” e siete in grado di moddarlo per essere utilizzato in bottom feeder allora il discorso cambia e potrebbe aver senso prenderlo.

Modifica per utilizzo in Bottom Feeder

Per utilizzarlo in bottom feeder ho attuato le seguenti modifiche:
– al tornio ho forato la vite del pin (lasciando tutto montato) con una punta da 1.50 mm arrivando a forare anche l’ultimo pezzettino in delrin (distanziale torrette);
– ho fatto una filettatura M3 nei 2 fori di entrata dell’aria in modo da poterne occludere uno con grano M3 all’occorrenza perché comunque lo userò solo in single coil ma andandolo a coprire riduco drasticamente gli sbrodolamenti verso la ghiera;
– ho aumentato i 3 fori piccoli della ghiera portandoli a 1.25, 1.50 e 1.75 mm e attualmente per svapare uso quello da 1.50 mm.

Un pò di foto della varie modifiche:

DSC_0195

DSC_0196

DSC_0197

DSC_0198

DSC_0199

Con queste modifiche l’atom mantiene le caratteristiche di funzionamento ante-modifica e quindi nel complesso è un discreto atom ma modificando come sopra:
– si ottiene una migliore regolazione dell’aria;
– si riduce drasticamente lo sbrodolamento.

L’autonomia di svapo tra una squonkata e l’altra è importante, si parla di 15-20 tiri a 13w con la wick. Con il cotone, che ancora in BF non ho provato, sicuramente quest’autonomia è destinata ad aumentare. Ho scelto di usare la wick perché il liquido che attualmente ho nella box si presta meglio alla wick piuttosto che al cotone :).

Insomma nel complesso lo consiglio solo se intendete moddarlo per bottom feeder altrimenti no.

PS Una curiosità: dopo aver riposto la box continua ad uscire dal foro della ghiera dove entra l’aria un filo “di vapore” che alla lunga crea uno strato “di umido” sopra la box, specialmente se è di legno.

Video-recensione:


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


14 commenti su “Magma Paradigm Clone by Fasttech

  • TheGame

    Ciao Michele, sono diciamo un neofita dello svapo anche se son quasi 2 anni che uso ecig, innanzi tutto complimenti, ho scoperto il tuo blog circa 1 sett fa e per una sett intera mi son visto TUTTI i tuoi video, che dire? sei un grande!!!
    Passando oltre i complimenti vorrei un consiglio da te se possibile, come detto svapo da quasi due anni ma con il kit EGO base diciamo che sono indietro anni luce rispetto a voi 🙂 cmq è un pò che il mio kit non mi convinceva più, cosi ho cercato di fare un upgrade del mio hardware, prima ho preso una vision spinner 2 che cmq il suo lavoro l’ha fatto, poi girando in rete e grazie ai tuoi video ho preso due boxine, la innokin MVP3.0 (lo so che non l’hai recensita ma mi piaceva e ho voluto provare e poi la eleaf istick, ottime entrambe, ma ora mi trovo AL VERO PROBLEMA, le boxine fantastiche ma ho scoperto che i soliti atom classici colorati della innokin a 2.0ohm (per capirci quelli che si ricaricano svitando la tip in cima) son il problema, quindi vedendo i tuoi video avrei deciso di passare ai rigenerati, e ho apprezzato molto il Russian 2.0 anche x la semplicità di rigenerazione, tu che consiglio mi daresti? ripeto sarebbe il mio primo atom da rigenerare quindi vorrei partire da qualcosa di “facile” 🙂
    Grazie ancora del meraviglioso lavoro che svolgi e continua cosi, sei un mito ;D

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Guarda per iniziare io ti consiglio un Kayfun Lite Plus (originale o clone la decisione spetta a te) perché compatto e funziona molto bene.
      Il russian 2.0 è ok ma è lunghetto. Comunque funziona benone :).
      Tra l’altro diciamo che più che per iniziare potrebbe essere anche per “continuare” perché il kayfun nella versione 3 (lite plus 3.1 russian 91% etc etc) è tutt’oggi un ottimo sistema di alimentazione.

      • TheGame

        Intanto grazie ancora per la cortesia 😉 cmq diciamo che il Russian 2.0 di UCT nella tua recensione mi ha fatto innamorare anche se non sopratutto perchè + lungo 🙂 non mi piacciono particolarmente i sistemi corti, preferisco avere + tank a disposizione. Comunque se posso approfittare della tua esperienza, su un sistema come MPV 3 ( o eleaf ) con il russian 2.0 considerando che io svapo liquido a 6mg su che OHM di resistenza mi consigli di stare in media? xkè anche guardando i tuoi video non ho ancora capito se con boxine da 30W e appunto un Russian2 sia meglio avere una res con ohm superiore o inferiore per esempio ai 2.0.
        Grazie ancora x i consigli e scusa se magari le mie domande sono da “noob”:)

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Con queste box da 30w si può spaziare tra 1 ohm e 3 ohm, alla fine i 10-16w a cui lo userai li sfrutti sempre. Poi con il tempo capirai cosa è meglio per te, cosa è meglio con i fruttati, tabaccosi e via dicendo :). Io comunque sono sempre stato tra 1.6 e 2.4 ohm.

          • TheGame

            Ok perfetto, pensavo anche io di stare in quel range di ohm e poi con il calcolatore non dovrebbe essere difficile, ora farò l’ordine da zivipf intanto della wick e del kanthal a1 da 0.20 e poi tra un 20 giorni ti farò sapere, in quanto dovrò cmq aspettare dato che sarò negli UStates dalla mia ragazza e li il Russian2 lo potrò prendere in negozio fisico pagandolo anche lievemente meno e magari trovo pure qualche altra chicca di hardware 🙂
            P.S. = ma quella base enorme (che usi anche nel vido del russian 2) che tu usi per fare le rigerenazioni te la sei fatta in casa o comprata? no xkè sto impazzendo per trovarla in rete ma non la trovo 😉

            • mc0676 L'autore dell'articolo

              Quella base me la sono fatta :).

              Prendi anche 0.25 e 0.28/0.30, ti possono fare molto comodo specie se ti butti nel cotone.

              • TheGame

                ho provato cotone da un amico fiorentino che usa una box penso BF ma io x gusto mio sono un tipo da sola wick eheh cmq per il russian2 basta il filo solo res kanthal giusto? non mi serve di fare giunzioni nores-res-nores chiedo giusto per esser sicuro 100% 😉
                Grazie ancora per i consigli e il tuo tempo, sei un mito 🙂

                • mc0676 L'autore dell'articolo

                  Si esatto non ti serve il no res 🙂
                  Figurati 😉

                  • TheGame

                    Un ultimissima curiosità poi giuro che non ti rompo + le scatole per un bel pezzo 😉
                    Ad oggi esistono box pre buildate (non son bravo con circuiti vari 🙂 ) che montano il DNA40D con controllo temperatura che funzionano bene con russian 2 e wick dato che ho letto nei tuoi aggiornamenti che tu stesso con il russian avevi avuto probemi, se esistono tu che consigli ? 🙂

                    • mc0676 L'autore dell'articolo

                      DNA40, a limite escludi il controllo di temperatura 😀

  • Roberto-Francesco

    Ciao Michele,come al tuo solito sei un genio,ottima idea,comunque ne approfitto analizzando la tua splendida idea con una piccola variante,io premetto non ho mai usato il bf anche se mi piacerebbe iniziare come ben sai e che ti scrissi in un altro post,ma veniamo a noi, ti consiglio o propongo se possibile fare la filettatura sulla parte alta e non quella laterale come hai fatto,se lo faresti alla parte alta proprio il foro dell’aria vicino la res allora in quel modo inserendo la vitina a brucola il liquido quando squonchi non andrebbe nel foro dell’aria e non uscirebbe fuori il liquido,spero che mi sia saputo spiegare cosa voglio dire,infatti chiudendo la parte superiore il liquido troverebbe la strada chiusa e ritorna indietro,non so la mia e un’evoluzione della tua idea geniale,comunque bel video e bella recensione,ciao

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Si anche, il problema è che non c’è materiale per farci una filettatura purtroppo 🙁

  • Otto

    Ciao e complimenti per il blog che ho letto piu volte con molto interesse! Scrivo su questo del Magma perchè ho preso il clone Infinite e da buon novello svapatore mi sono incagliato in un problema stupido: non riesco a togliere il sapore di ferraglia / ferro da stiro / officina meccanica che puntualmente mi entra nel cervello a ogni puff, non so davvero come fare le ho provate tutte per lavarlo. Hai consigli?
    Ciao e scusa la domanda stupida!

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Prova a bollirlo (smontato) in acqua calda dove strizzerai uno spicchio di limone e lasci bollire per 5-6 minuti.

I commenti sono chiusi.