mc Dna Box 8


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 3048 volte.

Ecco qua, dopo circa 12 ore totali di lavoro, la mia mc DNA Box.

E’ in noce nazionale, scavata dal pieno.

Al suo interno è ospitato il circuito, prodotto da Evolv, DNA20d, un booster step up capace di erogare 20 watt.

La box è molto compatta, 98 mm di altezza, 48 mm di larghezza e 26 mm di spessore (tazza esclusa).

Come noterete dalle foto, ho dovuto optare per collocare il display lateralmente perché le dimensioni ristrette non mi consentivano altre strade: questo mi ha imposto di distanziare la batteria dal fianco per evitare che premesse nel display dell’Evolv, che a vederlo e toccarlo sembrerebbe veramente molto fragile.

Lo sportellino è venuto come fatto con i piedi, revo rifarlo assolutamente, ma per saggiare la bontà del circuito mi basta e avanza.

Come notate dalle foto ho piazzato i 2 switch in basso, ricavando degli spazi nel separatore.

La prossima va assolutamente fatta 6-7 mm più alta, cosi siamo troppo stretti con gli spazi.

Per il resto la box funziona e tra qualche giorno saprò anche se funziona bene o se non funziona.

Ho già capito che per sfruttare oltre i 12w le NCR me le friggo tutte, e questa è stata la scoperta più triste e raccapriciante che potessi fare …

Inoltre non mi sono perso nel rifinirla, anzi nel posteriore ci sono delle macchie nere che ha raccolto nel box mentre la facevo e non sono riuscito a toglierle. Pazienza.

Per la tazza ho pensato ad una forma un pò diversa, per richiamare l’ARB.

Vi allego qualche foto in altissima risoluzione, con confronti dimensionali con la mia Vamo Box e vinci.

DSC_1421

DSC_1420

DSC_1422

DSC_1423

DSC_1424

DSC_1425

DSC_1426

DSC_1427


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


8 commenti su “mc Dna Box

  • Avatar
    vilavinc

    lavore semplicemente perfetto da apprezzare soprattutto l’estremo ordine che c’è all’interno della box bella veramente bella complimenti sincero
    P.S. scusa se scrivo qui ma non riesco più ad entrare nella sezione CONTATTAMI mi appare la presentazione ripetuta continuamente

  • Avatar
    Isidoro

    Complimenti Michele, grandi lavori come sempre i tuoi. Oltre che svapare 10ml al giorno mi diletto in restauro, ti consiglierei una finitura a gommalacca …. naturale e dall’ottima resa cromatica e sensoriale.

  • Avatar
    antonioFNC

    bel lavoro mike che sezione di cavo hai usato per il positivo e negativo ? sembrano ben fatti 😉 !! aspetto un bel video sul circuito e tutto il resto !!

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      Bello grosso, mi è passato a malapena nei fori del circuito, ci andava preciso preciso.

      Per gli switch e per il fire invece ho usato il cavettino che trovi dentro ai cavi di rete.

  • Avatar
    cristo

    ciao michele, bellissima box, volevo chiederti con cosa lo hai fissato il display alla parete?

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      niente, è appoggiato al legno e sopra un pezzettino di nastro isolante nero giusto per tenerlo fermo.

      Tutto questo per permettermi un domani di smontare il tutto senza fare danni.

I commenti sono chiusi.