mc Ulivo Kicked Box Mod 17


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 7508 volte.

Tempo fa vi feci vedere l’Uliva Saphira Box Mod, con il circuito Saphira di Roby74.
Se proprio devo essere sincero non ho usato tantissimo questa box e il motivo è che parlando di pura elettronica ho sempre avuto un debole per il DNA20D, pur apprezzando il Saphira. In più mettici la “mono” batteria da me sempre preferita e il resto viene da sé.
Il punto è che mi rompeva tenere questa bella box a prendere la polvere e poiché era da diverso tempo che mi balenava in mente l’idea di farmi una meccanica “pura” (è da quando ho venduto il Vinci che non provo lo svapo del 2×18350) ho deciso di smontare l’Ulivo e donargli nuova vita.

In pratica ho rimosso il circuito Saphira e l’ho predisposta per il Kick.
L’avevo già montata diversamente ma siccome mi rompeva metterci una supermolla per tenere pigiato il kick ho optato per la soluzione migliore, ossia aggiungere una parete, sempre di ulivo, dove il kick una volta messo li rimane.
Visto che c’ero ho cambiato tazza, mettendo una con diametro interno utile di 15.5 mm.
Poiché è noto il difetto del Kick v2 che rimane sempre attivo ho pensato bene di interrompere il negativo.
Per cui dalla molla inferiore parte un filo che arriva al pulsante e dall’altro riparte il negativo che prende il connettore e il piattello di battuta del kick.
Ho provato con le NCR18500 e un Cyclone e funziona alla grandissima.

Qualche foto del lavoro.

DSC_4419

DSC_4420

DSC_4421

DSC_4422

DSC_4423

DSC_4424


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


17 commenti su “mc Ulivo Kicked Box Mod

  • Avatar
    gandalf2000

    Complimenti, molto bella.
    Visto che ci siamo e che parliamo di box meccanica, qualcuno mi può dare conferma del fatto che il kick2 protegga da eventuali corti dovuti all’atomizzattore?

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      Corti su atom no problem, inversione di polarità in ingresso ciao ciao kick

  • Avatar
    gandalf2000

    Claro, grazie della risposta. Ho avuto un problemino dettato probabilmente da un contatto impreciso dello spiral, ora ho la certezza che se avessi avuto il Kick la mia molla sarebbe salva adesso…

  • Avatar
    Tommaso

    scusami, non intervengo mai, perche’ imparo da voi esperti, io non ho niente da insegnare, pero’stavolta mi sento di dire la mia .

    Ho il Kick 2 Evapor montato su Nemesis clone ,dopo essermi stufato si usare
    batterie 18650 ( AW IMR ) non tirano piu’ a 3,6 / 3,7. Ho messo due 18350, e ho trovato la perfezione
    buona autonomia , potenza, e udite udite stacca a 2,9 /,3,0 e fino all’ultimo tiro stessa potenza e quando cala stacca subito

    Quello che non capisco è perche ritenete che elettronica con due batterie è Ciofeca, se guardate intorno a voi tutto funziona con due batterie ,Telecomando del televisore, torcie , ecc. ecc.
    Io consiglio vivamente di provare

    Ciao
    tuo Fan

    • Avatar
      kerz

      Non credo che il kick sia stato progettato per 2 batterie in serie

      In ingresso vuole massimo 4.8V e tu gliene dai più di 8?

      • Avatar
        Tommaso

        Ciao Kerz,
        Funziona benissimo con 2 18350, anzi presumo che sia stato
        progettato per 2 18350

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      Ciao Tommaso,
      capisco la tua osservazione e provo a spiegare.
      Nel contesto di questa box tieni presente che dispongo già di altre 3 Box VW con DNA20D e una quarta sempre elettronica mi sembrava di troppo e mal sfruttata.
      Questa l’ho fatta per poter disporre di una meccanica pura e VW all’occorrenza (con kick) ma quest’ultima applicazione la userò molto molto raramente e di fatto sta box la userò solo in meccanica pura con 2×18350.

      Riguardo il tuo discorso del Nemesis ti capisco, ma nel tuo caso c’è di mezzo il Nemesis.
      Io con il mio Roller con le INR18650-20R le tolto dal roller (con il Kick che inizia a lampeggiare) e sono a 3.08-3.12 volts.

      Il fatto che ti stacchino a 3.6-3.7 con le AW è una gran palla ti capisco ma il BB fa la differenza con il Kick. Chiaramente con 2 batterie risolvi il problema.

      Riguardo il 2 batterie poi io considero anche che:
      – una batteria INR18650-20R o 25R (2000 x 10C o 2500 x 10C) costano rispettivamente 7 e 8 €;
      – due batterie AW18350 costano rispettivamente 8 euro cadauna.

      Insomma c’è anche un discorso di costo dietro per cui in linea di massima in elettronico tendo a preferire la singola batteria.

      Nei telecomandi spesso usano 2 o 3 batterie per un discorso di volts. 3 stilo in serie forniscono un voltaggio inferiore ad una singola 16340 .:).

  • Avatar
    kerz

    Arte pura Michele!!!

    Poi l’ulivo è meraviglioso

    Sono mesi che cerco con pazienza quelle NCR18500 ma nisba… 🙁

    • Avatar
      gandalf2000

      Anche io, chi avesse notizie aggiornate spero le riporti anche qui magari.

  • Avatar
    negus61

    ciao michele
    sono nuovo e ti faccio i miei complimenti per il tuo blog,
    sto creando una box proprio come questa solo che invece dell’ evolv metto il kick della sigelei clone, con batteria 18500 da poter usare anche in meccanica con 18650, volevo sapere per cortesia le misure interne della tua box e se il sigelei e’ alto quanto l’evolv. poi non capisco lo schema contatti, il negativo massa del kick, il pin piccolino laterale per intenderci , che fa’ contatto alla piastrina di metallo ,hai collegata al negativo della batteria la piastrina stessa?.come hai fermato il kick, oppure e’ a pressione con la batteria liber di togliere e mettere?
    infinite grazie
    marco

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      La box ha i seguenti ingombri interni:
      – circa 77 in altezza
      – circa 42 in larghezza

      I collegamenti sono semplici:
      – dal positivo batteria vai diretto al pin centrale del connettore
      – dal negativo batteria (molla) va ad uno dei 2 pin del pulsante
      – dalla piastrina di contatto del kick vai diretto al connettore massa
      – dal connettore massa vai diretto all’altro pin del pulsante

      il kick v2 di evolv è circa 16.5 mm e nella box ci sta da solo perché come vedi in foto fa pressione con il listello interno.

  • Avatar
    negus61

    bah.. grazie mille, 2,5cm di profondita’ bastano ? .via buttiamoci in questa avventura maremma hane e vediamo i che vien fori eheh

  • Avatar
    marco.c

    ciao Michele cosa usi per trattare il legno di ulivo , per evitare che scurisca???

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      Premessa: non sono un esperto di legno.
      All’Ulivo ho solo dato olio di teek ogni tanto.
      Ad ora è sempre del suo colore chiaro.
      Però andrebbe data anche la cera, per far bene.

I commenti sono chiusi.