Il meraviglioso cotone Aruni, diffidate dalle imitazioni. E dalle supercazzole. 10


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 3962 volte.

prematurata

Il mio omonimo LordByron77 su ESP a questo link ha diffuso un video dove in pratica va a recensire un nuovo cotone.
Il cotone in questione è l’Aruni. E’ un cotone che probabilmente ad oggi non avete ancora mai sentito nominare.
Da come ne parla Michele sembra che sia semplicemente eccezionale e funziona come altri cotoni di brand ben più noti venduti a peso d’oro.

Vi consiglio la visione del video e poi la lettura dello spoiler sotto.

Il video:

Che dite, dovrei provarlo ?

[su_accordion]
[su_spoiler title=”Spoiler: clicca qui dopo aver visto il video …” style=”fancy”]
Il video pubblicato da Lordbyron77 è indubbiamente geniale.
Ultimamente avrete notato che in qualche shop vengono venduti dei sacchettini contenenti dei pad di cotone con dei bugiardini che voi stessi vi potreste stampare in casa e scriverci quello che volete.
Addirittura ho visto catene di negozi (ometto i nomi per evitare polemiche) che addirittura millantano di aver effettuato minuziose ricerche tra i migliori cotoni giapponesi e poi vi rifilano a 2 € la bellezza di 1 PAD da 50×70 cm del Muji che potete trovare in ogni negozio Muji (o online) al costo di 3 € … per 140 (CENTOQUARANTA) pad.
E’ vero. I negozi in qualche modo devono sopravvivere ma questa storia ricorda un pò il nostro modo di fare tutto italiano … ossia che l’importante è inculare sempre e comunque il prossimo.
Per questo lasciate perdere il provare il cotone Aruni o il cotone Antani con Scappellamento a Sinistra. Alla fine tanti nomi di cotoni “più o meno noti” sono riconducibili ad unico produttore che come avviene per tante cose distribuisce per vari marchi.

Tra l’altro, parliamo di igiene.
Questi signori tirano fuori dalle buste i cari e amati pad di cotone e uno per uno li infilano dentro alle bustine comprate su ebay. Domanda da 100 milioni di dollari: in che ambiente lo fanno ? Si sono lavati le mani dopo aver fatto pipi e prima di impacchettare i pad ? Hanno ambienti sanitariamente igienizzati per poterlo fare ? Perché dico … la wick bene o male la ripasso con il caramellizzatore e la sterilizzo a casa … ma il cotone … lo devo usare per come arriva e quindi …

Il mio consiglio ? Lo stesso di Lordbyron77 … prendete una confezione da un negozio Muji (o lo ordinate online) e rimanete con le penne attaccate al vostro corpo.
Sia chiaro, io non sono certo un amante del cotone, ad oggi continuo a sostenere che su certi utilizzi la wick abbia una marcia in più (resa aromatica in primis).
Tuttavia nel dripping il cotone è indubbiamente la soluzione migliore e sebbene non mi possa definire un esperto il muji (di cui vi avevo già parlato in questo articolo) è un valido cotone.
[/su_spoiler]
[/su_accordion]


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.

0

10 commenti su “Il meraviglioso cotone Aruni, diffidate dalle imitazioni. E dalle supercazzole.

  • dante801
    dante801

    ti do ragione infatti non mi convince tanto e poi ho visto nel video il pacco grande a 5,95 e sembra identico ed in piu non e toccato singolarmente io sinceramente preferisco un pelino meno di marca ma che sia piu sicuro e non di una marca superiore(si fa per dire)ke e toccato da piu persone…

  • Avatar
    pico

    Ciao!
    Riguardo il cotone…usavo fino a poco tempo fà del normale cotone idrofilo (sbiancato ad ossigeno) avvertendo un leggero retrogusto dolciastro ai primi tiri, che andava però scomparendo dopo i primi ml.
    Settimana scorsa ho preso il cotone Muji (negozio Muji di Roma), e devo dire che effettivamente sembra più neutro…quindi effettivamente valido ad un prezzo che possiamo considerare irrisorio rispetto alla quantità di cotone (pochi euro per una busta di pads…praticamente infinita).

    La domanda che vorrei fare ai più esperti, però, è questa… dal video LordByron taglia delle striscioline di pad…ma ho notato che questi hanno delle superfici più “stoffose” rispetto invece al materiale interno. Infatti lo sto usando aprendolo e tirando fuori un pò di cotone, anche considerando il fatto che lo devo inserire in una microcoil.
    Voi come fate? Riuscite a schiacciare le striscioline tanto da farle entrare nella coil?

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      Io non taglio striscioline perché resta troppo compatto (IMHO).
      Io lo sfilaccio lateralmente, di un pad non mi avanza niente tanto per capirsi.

      • Avatar
        pico

        Grazie per la risposta Michele!
        Quindi sfilacci anche la superfice? Non ti risulta che sia più compatta e simile alla stoffa?

        Ciao!

        • Avatar
          mc0676 L'autore dell'articolo

          si lo è ma se fai delicato si sfibra pure lei, sembra sia stato stirato 😀

  • Avatar
    maxroma1969

    Scusate l’intromissione (è la prima volta che scrivo sul blog del Mitico, ho scritto solo qualche post sul forum ma non so se anche qui vale che prima bisogna presentarsi). Anche io Muji e anche io strisciolina tagliata, l’unica cosa è che levo il primo strato sopra e sotto che sono più spessi e compatti. Microcoil da 2mm e strisciolina da circa 5mm di spessore. Così mi sembra di rispettare di più la trama del cotone.
    PS (OT): Michele complimenti, mi hai fatto spendere migliaia di Euri ma sono un uomo felice….

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      ciao Massimiliano, mi spiace di averti alleggerito il portafogli 😀 !
      Cmq ecco il tuo metodo è + sensato, togliendo le parti compatte allora la strisciolina viene della parte “morbidosa” e non compatta, giusto.

  • Avatar
    art1964

    Il video di Lord è geniale sono d’accordo, io è un po’ che uso il cotone greggio della Farmac-zabban si ordina in farmacia, al prezzo di 13 euro per 1 Kilo (basterà per una vita) assolutamente naturale senza nessun tipo di sbiancamento ,di colore giallino. ottimo

  • dante801
    dante801

    ciao michele volevo segnalarti un nuovo tipo di cotone e prodotto in america ke si chiama Graham Cotton 100% Rayon Fiber…ke ne pensi? ciao

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      Boh ! 😀
      Ho un tot di muji, a fine 2015 quando lo avrò finito mi guarderò attorno 😀

I commenti sono chiusi.