Origen Dripper (v2) Clone by Fasttech 27


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 22119 volte.

Stiamo parlando di questo prodotto di Fasttech.com.

Costa 8-9 € spedito a casa, quindi poca roba.

L’ho preso perché dopo averlo visto in mano a qualche vapers mi ha incuriosito non poco.
E’ un atom il cui modder ha mostrato indubbiamente di averci studiato sopra e ha proposto qualcosa di nuovo e diverso rispetto a tutto quello che si era visto fino ad oggi.
In pratica la base dell’atom contiene una sorta di tank di accumulo del liquido e questo assicura un’ottima autonomia di svapo rispetto agli altri dripping atomizer in commercio.

Questo clone è il clone 1:1 (occhio che ci sono 2 prodotti su Fasttech e non conosco l’altro) della versione 2 poiché la versione 1 da quello che mi è stato detto aveva le due zone “di raccolta” non comunicanti.

Il clone è fatto abbastanza bene nel suo complesso e ha solo un difetto: in pratica il foro del tip è stato fatto stretto e non tutti i tip ci vanno. Dei miei metallici e alluminio nessuno ci entra ma per fortuna quelli di ceramica si. Non so se è un difetto del mio, ma tenetelo presente. Si tratta di decimi di millimetro che comunque si possono togliere via con lima e pazienza.

Per il resto non ho riscontrato nessun’altro difetto anzi sono rimasto sorpreso per come è fatto bene.

L’atom come dicevo sopra è studiato davvero bene: nella “vasca” di raccolta della base si può mettere tanta wick e quindi drippare tanto liquido.
Ma la cosa carina, come ho potuto notare nel web già fatta da altri, è che si può usare come se fosse un mini-genesis da dripping ma con la mesh completamente esposta al liquido e quindi con un’irrorazione pressoché perfetta.
Ho usato mesh 400, dimensioni 60×15 mm. Filo resistivo Khantal A1 da 0.25 mm per 4 spire.
Certamente usarlo come vedrete nel video che ho fatto impone delle restrizioni d’uso ma vi assicuro che se rigenerato cosi vi farà divertire e svapare con soddisfazione.
Alla fine si può, standoci attenti, usarlo in modo che il foro dell’aria sia da parte ma all’inizio si deve stare molto attenti perché è facile che il liquido vada davanti al foro con le conseguenze del caso mentre a fine liquido non si riesce a finirlo tutto. Comunque l’autonomia è davvero importante, rilevante direi.

Se rigenerato con la wick funziona ugualmente bene, non c’è dubbio. E lo si può anche usare a passeggio.
Ma volendo anche con la mesh potrete usarlo a passeggio, magari non riempiendo la base perché la sessione di svapo risulterebbe come dire … lunghetta !

La regolazione dell’aria non è male ma io avrei preferito almeno altri 2 fori, di misure intermedie dal più piccolo al medio presenti nel cap perché quello piccolo tende al tiro un pelo chiuso e quello medio al tiro un pelo aperto.
E’ anche vero che si possono parzializzare quelli esistenti ma trovo che sia una “costrizione” e visto che c’era spazio 5 fori totali sarebbero stati la perfezione, probabilmente.

Comunque i valore di svapo sono tutti alti, non male:
– resa aromatica: buona;
– hit: buono;
– produzione vapore: ottima;
– temperatura del vapore: buona.

Tra l’altro questo atom viene venduto anche con un pin per utilizzarlo in modalità bottom feeder e diventa davvero molto interessante.
Non escludo di prenderne un altro per moddarlo per lo scopo. Comprare il pin specifico non ha senso poiché costa quasi il doppio del clone da solo (!).

Io lo consiglio vivamente e lo promuovo per il rotto della cuffia giusto per via del difetto del tip che comunque bene o male si risolve.

Qualche foto:

DSC_4414

DSC_4415

DSC_4416

DSC_4417

DSC_4418

DSC_4419

DSC_4420

E infine il video:


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


27 commenti su “Origen Dripper (v2) Clone by Fasttech

  • gandalf2000

    Nene, aspettavo la tua prova. In attesa del video ti dico che anche nel V2 originale il foro del pin é un tantino stretto.
    Io ho la versione in rame e gli avevo preso un bel tip Oxygen in rame e titanio da abbinarci e x farlo entrare ci ho dovuto lavorare parecchio di carta vetrata fine (sul tip chiaramente, tolti gli oring), con ottimi risultati visto che in definitiva, come dici tu nellarticolo, si tratta in effetti di qualche micron…

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Bene a sapersi.
      Io penso che allargherò la sede cosi da montarci tutti i miei tip 🙂

  • Niria

    Preso oggi origen tobeco.. a 13,90€ Quando lo provo scrivo le mie impressioni..anche se questo hai preso te è infinite e secondo me è meglio del tobeco..Purtroppo non avevo 1 mese per aspettare tra poco parto..Poi se mi dovesse piacere prendo l’originale anche io.. 😉

  • Niria

    Arrivato il tobeco.. Nessun engraving i drip tip entrano tutti qualche residuo di lavorazione..per il resto per 13,90€ 1 giorno di attesa ci può stare.. fatta single micro coil e cotone..ho messo dentro circa 1ml di liquido vediamo quanto dura..foro dell’aria utilizzato quello medio.. Non penso di utilizzarlo a mesh perchè già così scalda tanto però una prova la farò..Se avrò i soldi a settembre prenderò l’originale.. 😉

  • morningrain

    ho preso per errore il tobecco V1… a parte il fatto delle 2 camere non comunicanti… esistono differenze in termini di resa col v2? come resa sono super soddisfatto del v1…

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Secondo me la resa dovrebbe essere uguale, almeno in teoria.

  • morningrain

    tra l’altro il v1, avendo le camere separate ha il vantaggio di poter svapare in single coil a mesh con il foro dell’aria rivolto verso l’alto… cioè si riesce a svuotare tutta la camera essendo la mesh sempre a contatto con il liquido, fino all’ultima goccia… ed evitando perdite e gorgoglii dal foro dell’aria… certo la capienza è dimezzata rispetto al v2…
    vorrei provare a fare una riduzione di camera artigianale per dimezzare il volume di aria all’interno della camera di vaporizzazione eliminando la metà non usata in single coil… appena mi viene un idea su come farlo ci provo…

  • Kanarus

    Ieri dopo due mesi di attesa (ordinato il 13 luglio) è arrivato finalmente l’origen da fastech.
    Posso dire tranquillamente che è il miglior acquisto fatto in cina. E’ lavorato perfettamente, gli or danno il giusto contrasto, non ci sono bave o sporco di alcun genere… ma soprattutto i drip tip entrano alla perfezione :-))
    Per quanto riguarda lo svapo, l’ho rigenerato con il cotone, e va che è una meraviglia. L’unica attenzione che bisogna fare, ma credo sia buona norma in tutti gli atom da dripping configurati in single coil, è di mettere i fori del aria vicino alla resistenza.
    Credo che questo possa essere il mio atom definitivo da dripping, anche se ho in arrivo sempre da fastech il magma 🙂

  • carminoh

    Prima di tutto ……AUGURI…….!!!!!!!!

    ho preso l’origen clone per fare un po’ di pratica con le mesh, se peopeio peopeio non mi ci fossi trovato … beh avrei buttato pochi soldi.
    Invece mi sono appassionato e l’ho rigenerato e lo rigenero in tutti i modi possibili, mi manca il cavetto, a dire il vero.
    Ecco la domandina: può essere che in sub-ohm, il provari mi dice 0,9, con tubo meccanico, il 69, le batterie protette vadano in blocco?
    Le batterie sono delle trustfire 18350 prese da fasttech quando inizai a svapare, errori di gioventù.
    Ciao Michelone e davvero davvero ancora tantissimi successi come in questi 3 anni

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Grazie 🙂
      Si può essere !
      Ma perché non apri il cestino e gli consegni quelle batterie e non ti prendi qualche efest purple che spingono forte ? 🙂

  • carminoh

    Già fatto, le 18500 le usa mia moglie col nemesis e vanno alla grande.
    Se può interessare a qualcuno, le VTC5 fanno paura. 🙂

  • carminoh

    Ho rifatto la mesh (400), stavolta kantal 0,25, il provari mi dice 1,2 ohm.
    Funziona con le protette di cui sopra.
    Al mio palato: più che buono l’aroma, bene la produzione di vapore, ma l’hit … scarsino.
    L’ho messo sul provari a 3,8, 12 watt, solito aroma, un po’ più vapore, dipenderà dalla batteria che intanto si stava scaricando suppongo, ma l’hit … scarsino uguale.
    Che ho sbagliato qualcosa?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Prova a salire un pelo con i watt tipo 13 o 14. A mesh dovrebbe hittare in maniera sufficiente non scarsa 🙂

  • Giuseppe T.

    Ciao Michele ho rigenerato l origen con due coil da 0,8 ohm a cotone. In uso meccanico su nemesis con batteria efest purple 35A scalda il tubo. Non si riesce a tenere in mano. Perché? non è che esplode? in singole coil va alla grande. Mi sai aiutare a capire cosa non va?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      E’ strano. La res non è neanche troppo bassa. Ma è un clone o l’originale ? I contatti sono apposto ?

  • Giuseppe T.

    È un clone.Mi sono sbagliato sono due res da 0.6 ohm. La res finale dovrebbe essere da 0.36 e la forza di scarica di circa 22A. Giusto? Perché non mi va? I contatti mi sembrano a posto.

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Beh è normale che scalda. Io a codesti assorbimenti di corrente con un clone eviterei di andarci, a meno che tu non abbia conoscenti che lo fanno regolarmene.
      Quando scalda … no buono. Mai.
      Un pò riscalderà sempre, è normale. Ma da non tenerlo in mano … no, non va bene.
      Poi altro non posso dirti perché mai ho provato codesta tipologia di svapo in meccanico.

      • Giuseppe T.

        Grazie. Ti farò sapere se riesco a capire il perché scalda così tanto.

  • sixcube
    sixcube

    Ciao Michele; anzitutto vorrei farti tanti complimenti per questo tuo blog, che è per me fonte di ispirazione e conoscenza (nonché di spese!!!!)

    Io ho acquistato l’origen V2 Tobeco; nessun problema con i drip tip, entrano tutto senza nessun problema.

    Ma….questo atom mi sta facendo impazzire!!! Avevo acquistato un mini rda per provare il dripping; essendomici trovato bene, ed avendo trovato piacere in questa pratica, avevo scelto di prendere il v2, soprattutto per ovviare al problema del mini rda, cioè il piccolo seppur fastidioso trafilamento del liquido dal fondo del cap, non appena questo si sposta leggermente dalla su posizione ottimale.

    Bè, ho provato di tutto! Coil normali da 2 ohm con il khantal 0.20, doppia micro coil con il khantal da 0.32 con 1.5 ohm totali, micro coil singola e doppia ancora con lo 0.20, rimanendo sempre intorno agli 1.5-2 ohm…ho sempre usato la wick, perché al momento non dispongo (ne’ ho mai usato) cotone o mesh.
    Alla fine non ho ottenuto niente; vapore freddo, aroma scarsissimo (se confrontato con il kayfun che rigenero a micro coil con un bb meccanico); l’unica cosa che sento è l’hit, che però mancando degli altri fattori trovo addirittura fastidioso.

    Le resistenze non le faccio sotto agli 1.5 ohm perché il mio bb VW (smok sid) non riconosce resistenze di valore inferiore.

    Sinceramente non so più che fare; confido in una tua sapiente illuminazione!
    Ciao
    Luca

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Ciao, grazie 🙂 Bada, è strano roba !
      Perché non ti compri una iStick 30w o 50w ?
      Nel tuo caso manca la potenza mi sa. L’origen, come avrai notari, comunque lo rigeneri la coil è sempre pregna di liquido e servono watt per bruciarlo. 15w (che poi vorrei vedere se li fa il SID, secondo me ne farà forse 12 effettivi) sono pochini per l’origen.
      Prima di cestinarlo dammi retta, prova l’istick e vedi. Il setup credo c’entri poco, è questione di potenza.

      • sixcube
        sixcube

        No dai, cestinarlo no. Mi piace, è ben fatto, robusto. Poi leggo tanti commenti positivi, quindi sicuramente nel mio setup, sia come coil che come hardware, c’è qualcosa che non va.
        Avevo ipotizzato pure io fosse un problema di potenza. Cambiando hardware posso scendere di ohm e salire di watt.
        Penso che a quel punto avrò risolto i miei problemi! O almeno lo spero!!!!

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Sali di watt.
          Prova a fare una coil su diametro massimo 2.5 mm, cotone o wick non cambia molto. Coil classica 0.25 0.28 su 5.6 spire o la solita macrocoils.

          • sixcube
            sixcube

            Ciao Mike! Allora, alla fine ho preso l’IPV V2S; ho optato per questo perché varie recensioni lette mi hanno molto convinto. Effettivamente lo trovo ottimo!!! (Vero che ho trovato ottimo anche il SID, essendo stato il primo BB!).
            Già che c’ero, ho preso il Kayfun V4 EhPro (davvero ottimo prodotto).
            Ma torniamo a questo dripper; dopo attenta meditazione credo di essere io impedito a rigenerarlo…ho fatto 2 microcoil con khantal 0.28 su tondo da 2.5 con cotone, per un resistenza totale di 1.8 ohm….niente! Ho provato vari wattaggi ma non ho trovato il valore giusto.
            Allora ne ho tolta una, portandolo a single coil; peggio ancora! Ho avuto addirittura un mezzo principio di incendio! Comunque non demordo!

            • sixcube
              sixcube

              C’è poi una cosa che accomuna tutte le rigenerazioni che ho fatto su questo atom: dopo 6/7 tiri (a distanza ravvicinata), l’atomizzatore diventa bollente (ci si scotta quasi) mentre il vapore è freddino….

              • mc0676 L'autore dell'articolo

                Stranissima questa cosa, davvero.
                Ma il foro, o i fori se in dual, dell’aria li hai orientati bene ? Se scalda l’atom parecchio vuol dire che non entra abbastanza aria e deve entrarne di più. Con i cotone si deve usare il buco quello grosso mi raccomando.
                A me pensa con il DNA40 e il nichel a cotone single coils mi tiene i 18-19w senza battere ciglio.

  • sixcube
    sixcube

    Apro un nuovo commento, altrimenti verrebbe fuori una colonna di singole lettere!
    Ma lo stesso problema ce l’avevo anche con la rigenerazione a wick. Io normalmente uso il foro intermedio; ora che è a cotone seguirò il tuo consiglio.
    Comunque penso di avere un problema di regolazione anche con il pin centrale; sporge di pochissimo, tanto che il bb meccanico (hammer) non fa nemmeno contatto. Proverò a svitarlo un po’, vediamo se cambia qualcosa….

I commenti sono chiusi.