Origin & Aqua: recensione e rigenerazione


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 9794 volte.

Ringrazio l’amico Luca Ciriola che mi ha dato modo di avere tra le mani per una decina di giorni l’Origin e l’Aqua clone di Tobeco.

Il kit che ho avuto tra le mani è stato acquistato da un negozio di Roma ma lo si trova agilmente navigando per il web con prezzi che oscillano trai 65 € e gli 80 €.

L’Origin è un big battery, meccanico, con pulsante sotto e che a corredo dispone di una ghiera di estensione che permette l’utilizzo del Kick con una batteria 18650.
L’Aqua è un sistema di alimentazione rigenerabile a wick o cotone o quello che volete.

Riguardo l’Origin.
La fattura del BB considerato il prezzo è buona.
Le filettature sono fatte bene e sebbene il diametro esterno sia ridotto all’osso non si ha la sensazione che si possa rompere tra le mani, sensazione che avevo provato con il KTS+.
Chiaramente non da la stessa sensazione di robustezza che ci regala un Galileo o un Roller, sia chiaro.
La finitura superficiale è brushed, ma nonostante non sia lucido dopo un breve utilizzo inizio a percepire il fastidio derivante dalla sensazione di umidiccio.
Questo, come più volte ho scritto e detto, è probabilmente un mio difetto e per questo apprezzo molto il Roller finitura matte (impallinato).
L’Origin previa rimozione del Cup può imparentarsi con l’Aqua in modalità ibrida cioè rimuovendo l’attacco 510.
In questo modo la lunghezza si riduce molto e il BB diventa un unico cilindro piuttosto compatto e leggero.
Il BB in meccanico sembra che sia valido dal punto di vista conduttivo e l’unico aspetto che mi ha lasciato un pò perplesso è il pulsante.
A parte il fatto che l’angolo è molto vivo (quindi fastidioso) ho notato una marcata tendenza all’impuntamento da parte del pulsante.
E’ anche vero che si può agire sulla lunghezza di attivazione, ma in linea di massima ho appurato che tende ad impuntarsi abbastanza spesso. Probabilmente agendo con un pò di carta abrasiva fina e acqua nel perno centrale si riesce ad annullare questo fastidioso effetto.

Sono quindi stato molto incerto sul tipo di giudizio da dare al BB, quindi all’Origin, e alla fine ho deciso di promuovere il BB.
Confido nel fatto che con piccole modifiche fai da te il pulsante possa essere migliorato e di molto.
Tuttavia a parte il difetto il BB è molto versatile (offre diverse soluzioni e/o regolazioni), leggero e compatto. E sopratutto fatto bene.

Riguardo l’Aqua.
Anche in questo caso la fattura è buona, in ogni sua parte per essere un clone questo Aqua è fatto piuttosto bene.
Aqua che è un sistema di alimentazione rigenerabile, sia a wick che a cotone (con cui pare renda il meglio, anche se io non ho mai provato) che offre una discutibile regolazione dell’aria e una funzionale regolazione del liquido anche se all’atto pratico lo si usa sempre con regolazione del liquido tutta aperta.
Il tipo di resistenza che si può montare nell’Aqua è gioco forza di tipo dual coil e la rigenerazione è indubbiamente più complessa di quella di un Kayfun o similare.
Non serve, per fortuna, filo non resistivo.
Durante il test ho provato due rigenerazioni:
– dual coil normale da 1.2 ohm per uso in meccanico;
– dual micro coil da 1.6 ohm per uso con kick.

Foto della dual micro coils:

IMG_20140123_220839

Ho sempre e solo usato singola wick da 2.5 mm per ogni resistenza.
Questo sistema di alimentazione il cui principio di funzionamento grosso modo è quello dell’Ithaka/Magoo, ha sostanzialmente tre grossi difetti:
– una capienza ridicola (2 ml ?) che mal concilia con il fatto che consuma parecchio;
– non si vede il livello del liquido;
– la ricarica è macchinosa e ci si sporcano sempre le mani di liquido ad ogni ricarica.
E’ per questa serie di motivi che il sistema lo rimando a settembre.
Non posso bocciarlo perché effettivamente una volta a regime funziona.
Può permettersi di reggere trai 10w e gli 11w con le seguenti caratteristiche di svapo:
– produzione di vapore media, non esagerata;
– resa aromatica nella media, non esagerata;
– hit buono, ai livelli del Kayfun.
Il tipo di svapo è uno svapo tendenzialmente meno “grasso” di quello offerto dal Magoo, cosi per dare un riferimento.
Tuttavia alimentare si alimenta bene e quando si sente un’intensa variazione aromatica con tendenza alla steccata è perché è finito il liquido e capita ahimé troppo frequentemente per via della ridicola capienza.
La regolazione dell’aria funziona, ma basta allentare il cap di pochi gradi che già si ha una discreta ariosità, insomma come regolazione non la ritengo proprio capillare.
La regolazione del liquido è un pò come quella del Magoo, alla fine la si usa sempre tutta aperta.
Riguardo la rihenerazione mi é stato consigliato, anche se non ho avuto il tempo di provare, di sovrapporre alla zona resistenza una seconda wick. Questa soluzione dovrebbe, mi dicono, migliorare la resa aromatica.

Vi rimando al video che contiene vista da vicino, rigenerazione, prime impressioni e recensione.


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.