Perfumer’s Apprentice mette le mani avanti … 5


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 2745 volte.

1

Dopo uno scambio di email dell’amico Andrea (winky) ecco cosa è venuto fuori …

Fonte

Due to import restrictions, we can no longer ship perfumery items to Italy
Also: Italian customs is requiring that customers importing flavors have certain Health permits.
We recommend that Italian customers check with their local post office or customs office to make sure that they will receive their packages with no problem

Speriamo che Inawera non segua il suo esempio …


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


5 commenti su “Perfumer’s Apprentice mette le mani avanti …

  • fraggante

    Non vorrei sbagliarmi, ma mi pare che la situazione fosse così sul loro sito già da molto tempo (almeno alcuni mesi). Credo che i rivenditori europei e italiani di PA possano procurarci gli aromi senza problemi.

  • verapelle

    Per quanto riguarda la mia esperienza, posso dire che a giugno ho acquistato direttamente sul sito di PA più di 40 aromi, e, a parte i tempi di transito biblici, li ho ricevuti senza problemi.
    Ho dovuto, però, pagarci i dazi doganali!

      • verapelle

        Ad essere sincero, non mi ricordo di averlo visto.
        Sicuramente avrò controllato le informazioni per la spedizione, ma, non ricordo…
        Credo di no, perché, forse, avrei desistito dall’acquisto…

I commenti sono chiusi.