Prime (e ultime) impressioni del sistema CE vattelapesca 7


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 3916 volte.

Premetto che questo ruzzino me lo ha regalato un amico per provarlo, perché io non lo avrei mai comprato, viste le esperienze passate.

IMG_20130216_152907

E’ un sistema CE, presumibilmente CE5, che ho rivisto in giro in diversi shop con diversi nomi.

In pratica lo si può rigenerare facilmente ma non ha la ceramica.

L’ho testato con un liquido preso in America, da notare l’etichetta, che riporta tutte le indicazioni necessarie per Legge (beati gli americani che fanno quel che cazzo gli pare …).

Sono riuscito a svaparci addirittura 2 pieni, circa 3 ml di liquido dopodichè sono giunto alle seguenti conclusioni:

Pro:
– rigenerabile.

Contro:
– vapore tiepido;
– tiro troppo duro visto il sistema;
– hit non pervenuto.

Insomma, mi ha proprio entusiasmato. LOL. 😀

Diciamo che un banale phantom lo surglassa in lungo e largo. Probabilmente questo sistema non avrà i problemi di condensa del phantom (non ho avuto modo di verificarlo, l’ho già smontato e lavato) però come prestazioni generali non mi ha per niente soddisfatto.

Magari ad un neo vapers potrebbe anche andare, a me no.

Allego qualche scatto della fase di rigenerazione.
Di serie monta 4 wick dure come il filo di ferro, non ho avuto il coraggio di usarlo cosi come arrivato, ho optato per metterci la mia fidata wick da 2.0 mm che conosco bene.

IMG_20130216_152131

IMG_20130216_152336

IMG_20130216_152420

IMG_20130216_152437

IMG_20130216_152455

IMG_20130216_152534


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


7 commenti su “Prime (e ultime) impressioni del sistema CE vattelapesca

  • Avatar
    luigi1954

    quoto queste impressioni sui vari CE…..essendo un neo svapatore(circa 3 mesi) e seguendo, oltre a questo blog, alcuni forum tra cui esigforum, per iniziare ho provato vari sistemi phantom, ego-c, CE 3,4,5 Kanger T3 ho abbandonato dopo circa 1 mese il phantom per la condensa…non la reggo proprio……i vari CE per quanto sopra evidenziato(tra l’altro lo avevo evidenziato anche su un topic del forum esig…), l’unico CE che mi ha dato un pò di soddisfazione è stato il CE5 U style con lanetta e ceramica, attualmente svapo con soddifazione, che fanno un furto con scasso, ai vari CE…il sistema ego-c yovetech e il Kanger T3 botton coil. con batterie VV vision e twist.
    Ho messo in preventivo l’acquisto di un BB (probabilmente Zmax V2 )
    per continuare la mia esperienza con DTC Boge e dual coil…
    Luigi

  • Avatar
    Grecine

    Anche a me il CE5 U style ha dato soddisfazione (con batterie VV), poi dopo circa tre settimane di utilizzo ho cambiato la cartuccia ai primi sentori di bruciato e ho messo quella di ricambio che, dopo una giornata, sapeva di nuovo di bruciato e sono dovuto tornare al Phantom.
    E’ successo anche a te?
    In ogni caso, ora ho ordinato il Provarino, prossimo passo: bottom feeder …

  • Avatar
    luigi1954

    A me i CE5 u style non mi hanno mai dato sentori di bruciato…ma devo dire che con batterie VV, con questi sistemi con wich, non sono mai andato oltre i 3,7-3,8 volt quindi a seconda della resistenza, cerco di usarli tra i 6-6,5 Watt massimo, mentre con i Kanger T3 botton coil, essendo la resistenza in basso più irrorata di liquido…..arrivo anche a 4-4,2 volt…il phantom sinceramente…troppa condensa.. a me personalmemte da molto fastidio….

  • Avatar
    rebel1980

    ciao a tt,ieri ho acquistato una batteria E-GO da 650mah,e un cartomizzatore ce 5 v3, nn vedo i filamenti, è normale?è da pochi giorni che svapo,nn ci capisco nulla.ho un liquido della Dea(venere) da 9 mg,lo conoscete,che ne pensate?vorrei acquistare su internet,cosa posso montare su questa batteria,la ragazza del negozio mi ha detto che ha lo stesso attacco per il phantom.ho ricaricato fino a 1,6 ml anche un po di +,è normale che duri + di un giorno,svapo poco?

  • Avatar
    micpie

    Michele, il sistema che hai recensito è un CE4 v3 lo uso da 2-3 mesi e confermi i tuoi pro e contro

    Pro:
    – rigenerabile.
    Contro:
    – vapore tiepido;
    – tiro troppo duro visto il sistema;
    – hit non pervenuto.

    Il problema maggiore secondo me è il tiro! veramente troppo duro!

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      Grazie per le conferme 🙂
      Tra l’altro ho notato che non hanno implementato il sistema, l’hanno lasciato morire li 🙁

      • Avatar
        micpie

        figurati 😀
        cmq il sistema Cinesone si perde nel mondo dei CExxx cmq questo CE4 dopo un pò scoccia poi è pure senza ceramica, cmq nel cestino/cassetto ci sta bene 🙂

I commenti sono chiusi.