Prime impressioni (e ultime) cartomizzatori Smok DCT-2-A Single Coil 2.0 ohm 9


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 4567 volte.

Avevo preso, a finalmente sono riuscito a provarli, 5 cartomizzatori Smok DCT-2-A, ossia i cartomizzatori “a mesh” o almeno cosi avevo letto in giro.

In realtà non sono cartomizzatori a mesh, sono cartomizzatori che hanno al loro interno una ceramica con resistenza normalissima e wick e al posto della lanetta c’è una specie di “mesh” o rete metallica che è la stessa che si ritrova nei normalissimi atomizzatori per dripping (i mitici 510, per esempio).

Qualche foto che chiarisce le cose:

IMG_20130714_152415

IMG_20130714_152527

IMG_20130714_152527

All’atto pratica questi cartom presentano 3 fori (non simmetrici) di alimentazione, fori da poco meno di 1 mm.

Questi fori sono a malapena sufficienti per irrorare la resistenza per un utilizzo a circa 8w.

Ho dovuto aggiungere 2 fori per poter utilizzare questi cartom a 9w e comunque non ho ottenuto un risultato “decente”.

Le mie impressioni, cosi in prima battuta, sono:
– scarsa capacità di alimentazione della resistenza;
– vapore caldo, ma poco denso e poco abbondante;
– resa aromatica non buona, appena sufficiente: sicuramente il fatto che non si alimenta benissimo causa una perdita nella resa aromatica visto che la ceramica dovrebbe aiutare in questo senso;
– il tiro è fin troppo contrastato, dopo una lunga sessione si percepisce “la stanchezza” derivante dalla fatica del tiro;
– hit “medio”.

La notizia buona è che come sistema in assenza di lanetta dovrebbe essere più sicuro rispetto ai cartomizzatori a lanetta e per questo mi auguro che la Smok continui a lavorarci magari sistemando i fori di alimentazione.

In effetti se li prendete, il consiglio che posso dare è aggiungere 2 o 3 fori magari belli grandi grazie ai quali il sistema potrebbe guadagnarne in termini di funzionamento. Io non me la sento di provare solo per il fatto che il vedere “un gruviera” mi disturba un pò. A limite proverò ad allargare, parecchio, i 3 esistenti.
Tenete presente che quando si allargano si deve andare cauti perché dietro c’è la ceramica e c’è il rischio di romperla 🙂

Per ora lo rimando a settembre in attesa di vedere l’evoluzione del sistema.

Solito video …


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


9 commenti su “Prime impressioni (e ultime) cartomizzatori Smok DCT-2-A Single Coil 2.0 ohm

  • MarcelloR

    Sottoscrivo totalmente. Mi sono fatto un tank giusto per non sprecare il liquido. Sono rimasto particolarmente deluso perché mi aspettavo in realtà un comportamento BEN diverso.

      • chef cloud

        I dual coil sono leggermente migliori vanno molto bene per i primi 10 millilitri e poi sempre peggio nulla che vedere con i cartom boge 🙂

  • HeroInLife

    Holà Mick! Tutto bene? Come Va?

    Senti, volevo chiederti un’info al riguardo.
    Proprio qualche giorno fa un amico mi ha regalato uno di questi cartom, ovviamente lo utilizzerò nel tank.
    Mi consigli di inizializzarlo in qualche modo? (che so, tipo buttare qulche goccia da sopra in drip e poi metterlo nel Tank) oppure di infilarlo direttamente nel tank?

    Gracias caro 😉

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Inizia a gocciolare 4-5 gocce per volta da sopra senza buttare liquido nel foro centrale e aspetta che lo abbia assorbito.
      Procedi cosi fino a quando non farà una gocciolina dal connettore sotto.
      Ci vorranno 15-20 minuti.
      A quel punto puoi usarlo 😀

  • HeroInLife

    Mick Grazie mille! Gentilissimo!

    Purtroppo ho letto il commento solo adesso e stamattina ho fatto da solo, sbagliando totalmente.
    Se vado a leggere ciò che hai scritto ho fatto praticamente il contrario sbagliando tutto ahahaha
    Ma magicamente è partito…e va anche da Dio!!

    Lo sto usando in un tank con ozone e liquirizia sul provari mini.

    Resistenza 1,5 ohm

    Onestamente…almeno per il momento, lo sto fumando a 4 volt e si alimenta benissimo!
    Fa un vapore non dico come i boge ma quasi, ottima aromaticità.
    Hit buono ma non estremo.
    Insomma…se durano piu dei boge, secondo me bisognerebbe sempre averne qualcuno nel cassetto.
    Premetto che non ho fatto altri fori, con i 3 che ha si alimenta benissimo, almeno fino e ad ora.
    Ci avrò svapato un paio di ml.

    Ecco il casino che ho fatto: xD

    Preso il cartom, fatto sgocciolare 3 gocce proprio sulla resistenza auhauhah il contrario che avevi detto.
    Non l’ho fatto ne gocciolare da sotto ne l’ho lasciato a riposo per 15-20 minuti.
    Messo subito nel tank, l’ho riempito,e il cartom si è allagato un attimino, ma dopo una decina di tiri, soffiando un po da sopra per far uscire il liquido in eccesso…è partito alla grandissima.

    xD

    Secondo me mi è andata proprio bene ahaha, ho praticamente sbagliato tutto nell’inizializzarlo, che culo 😀

I commenti sono chiusi.