Quando l’originale batte il clone, prime impressioni del Sigelei #20 (clone del Roller) 39


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 5980 volte.

E cosi dopo una settimana è arrivato sto benedetto Sigelei #20.
10 € ho speso di spedizione per averlo in una settimana precisa, non vi dico il nome del sito crucco ma di sicuro a me “ummi” rivedono. Cioè vuoi 10 € di spedizione e me lo fai avere in una settimana ?

Vabbé chiusa questa parentesi polemica parliamo del clone del Roller.

E’ fatto bene, la finiture e i materiali sono OK.
Le uniche note stonate sono:
– le filettature fatte un pò cosi (molto gioco);
– il pulsante che arrivato a battuta non ha uno stop “secco” come l’originale.

I pezzi sono intercambiabili con l’originale, cosi per info.

La nota dolente, quella forte, viene dalla conduttività del BB stesso. Come vedrete nel video perde 2.5w (quasi) sotto carico rispetto all’originale. CHE E’ TANTISSIMO !

Per capirsi il Roller con atom da 0.9 ohm può erogare 3.84v circa (16.3w) mentre il Sigelei circa 3.55v (14.0w) ovviamente con la stessa batteria.
Questo denota una costruzione davvero molto più economica e si ha una perdita di carico (dispersione di energia) davvero troppo marcata nel clone.
Questa dispersione avrà impatti negativi sulla durata della batteria e sulla qualità generale dello svapo.

Anche con il Kick le cose non vanno bene. Come noterete nel video, con il Kick v2 montato il BB clone perde circa 0.5w rispetto all’originale, con stesse impostazioni.

Per me è stata una sorpresa (veramente !) perché davo per scontato che il Kick sopperisse alle mancanze del BB ed invece non è cosi. Evidentemente nei BB che mi sono girati tra le mani ora mi è sempre andata di lusso perché appena montato il Magoo sopra al clone con kick come impostato sul Roller ho sentito subito che spingeva meno, era evidente.

Poiché ho detto molto nel video, non aggiungo altro qua e vi invito a vederlo.

Prima però qualche scatto:

IMG_20131030_184915

IMG_20131030_184928

IMG_20131030_184941

IMG_20131030_185000

IMG_20131030_185024

IMG_20131030_185053

IMG_20131030_185103

IMG_20131030_185121

IMG_20131030_185143

E in versione ibrida (LOL):

IMG_20131030_192147

E infine il video che è un pò lunghetto ma ne vale la pena.


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


39 commenti su “Quando l’originale batte il clone, prime impressioni del Sigelei #20 (clone del Roller)

  • luca70

    2,5 watt!!! Alla faccia che la conduttività è una diceria popolare!!! Grazie Michele per la rece. Il video per ora non riesco a vederlo, spero sia per motivi di connessione.

  • Roberto Chiurato

    io l’ho notato subito con i miei primi due meccanici che il discorso della conduttività è cosa vera…seppur si tratti di due pezzi da pochi euro : un KTS+ ed un Sentinel M16 clone completamente in ottone, quest’ultimo è notevolmente più performante,si sente subito svapando senza bisogno di misurazioni quando il divario è netto.
    Grazie Michele,sono da poco iscritto quì ma già ho avuto dei grossi aiuti dalle tue recensioni.

  • FabioV

    Dato che il roller, e il suo clone, sono tra i pochi meccanici che hanno il pulsante tra il positivo della batteria e l’atomizzatore, mi viene il sospetto che la caduta di tensione, in questo caso, più che per la scarsa conduttività del tubo e delle sue filettature, possa dipendere dal pulsate stesso, che evidentemente nel roller originale è molto meglio. La cosa sembrerebbe anche confermata dal kick. Recensione molto interessante, non mi sarei aspettato tanta differenza tra i due, grazie.

  • kerz

    Molto interessante Michele!

    Visto che sono compatibili hai avuto anche tempo per verificare quale parte genera la perdita di conduttività?
    Nel senso provando a intercambiare i singoli pezzi e rieffettuando la misurazione

    Potrebbe essere semplicemente il positivo di pessima qualità del clone e non il tubo in sè

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Codesta mod però mi sa che è per un discorso di sicurezza + che di conduttività cosi a leggere e vedere le foto (boh !).

      • kerz

        Si può essere, nel titolo scrivono anche “Voltage drop fix” quindi qualcosa farà 🙂

        Ma questa non era la versione 2 revisionata appunto per sistemare la conduttività??

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Hai ragione, vero.
          Però sono modifiche davvero importanti, non alla portata di tutti purtroppo.

  • Zerobollas

    Interessante articolo, ho sempre pensato che i meccanici non sono tutti uguali. Tuttavia ho sempre creduto che il kick si comportasse in maniera analoga in tutti i meccanici, quella che hai fatto mi sembra una scoperta molto interessante!
    I due buchini sulla testa del sigelei, secondo me servono per smontare la parte interna della testa stessa che appare sensibilmente diversa da quella del roller.
    Credo che la maggior parte del lavoro nel roller sia dovuto proprio al suo positivo che credo non abbia eguali (quando ho smontato per la prima volta il positivo del roller, la prima cosa che ho pensato è stata: “questo è impossibile clonarlo”). Mi viene da pensare che magari acquistando il polo positivo su atmizoo e adattandolo al sigelei potrebbe migliorare qualcosa…

  • Kanarus

    La qualità si paga, anche stavolta è cosi, in linea di massima è sempre cosi, tranne nel caso eclatante del magoo le altre volte che ho comperato cloni sono finiti male o nel dimenticatoio. Il roller costa troppo, però è una settimana che lo adopero e lo trovo piacevolissimo, o anche messo da parte il mio adorato provari. E’ leggero, è rapido nel accendere e spegnere, qualsiasi batterie mi sia portato dietro gliela posso infilare in un lampo e poi con il kick spinge che è un piacere!
    Queste differenze tra i cloni e gli l’originali vanno a scapito nostro, perchè permettono ai produttori degli originali di tenere i prezzi alle stelle, e di considerare i cloni come dei loro demo.

  • antogiar83

    Ok. Mike per natale mi faccio regalare da mia moglie il Roller con il Kick V2 😀

    Ma la prova che hai fatto con il tester e lo strano pezzo home made non avresti potuto farla con il tankometer?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      No perché il mio tankmeter “non legge” l’erogazione del Kick v2 🙂

  • antogiar83

    Stamattina mi è arrivato l’unitank kanger. Gli do una provata domani e ti dico. Hai uno schema per la costruzione di quello strano arnese?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Quello strano arnese è semplice … maschio 510 sotto e femmina 510 sopra … e 2 perni saldati l’uno alla massa e l’altro al positivo.

  • rossano

    Ciao Michele è un po’ che non ci si sente e volevo portare un contributo alla discussione.
    Per come funzionano tutti i vari watt e quindi anche il kick v2 la potenza erogata è controllata sul contatto di uscita dell’elettronica e quella è sicuramente precisa(ovviamente fino a che la batteria ce la fà).quindi sia che la tensione scende per via della batteria o per via della conducibilità del case del B.B. questo non pregiudica in alcun modo la tensione che lui fornirà per avere i watt desiderati in uscita.Detti circuiti sono nati proprio per questo.( la resistenza del case in metallo è assolutamente ininfluente secondo me)
    Questo è vero se dall’uscita della elettronica al contatto dove tu avviti l’atomizzatore hai una perfetta connessione ( leggi filo grosso e corto saldato), ma se dopo l’elettronica tu hai un contatto non perfetto (pulsante)che ha una sua resistenza alla conducibilità è evidente che in uscita tu avrai di meno, e cioè avrai una caduta di tensione equivalente al prodotto della corrente che scorre moltiplicato per la resistenza di contatto che in questo caso è quella dell’ interruttore. In buona sostanza, il pulsante di attivazione del clone è più scadente dell’originale e questo vale solo per i pulsanti che interrompono il positivo all’uscita dell’elettronica.
    Se il pulsante fosse messo sul negativo cioè sotto non ci sarebbe questa differenza almeno a batteria sufficientemente carica. Tra l’ altro il pulsante che interrompe il positivo ha anche l’inconveniente di lasciare costantemente alimentata l’elettronica anche quando non usi il B:B: .
    Spero di essere stato di aiuto
    Ciao

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Ciao Rossano,
      quello che dici è giustissimo.
      E in effetti nel KTS+ non avevo sentito nessuna differenza con il Kick v2 rispetto al Galileo !

  • untore

    peccato! avevo adocchiato il 20 ancora prima di conoscere il roller (lo so è incredibile ma forse questo è il frutto del fatto che non mi interesso ai meccanici costosi ; ) )
    michè ti posso chiedere se hai intenzione di fare qualche mod per magari risolvere i problemi?
    se posso… aggiungerei un’altra ipotesi (ma è buttata lì visto che non ci capisco nulla di meccanici), spesso i problemi possono essere dovuti anche alla molla… può essere?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Non penso, se hai visto il video avrai notato che ho provato pure con tappo del roller e molla d’argento 🙂

      Il problema è nel cup.

      Vedremo se si può moddare.

    • ninok0

      Ciao untore,io come te non sono interessato ai tubi costosi,per cui un mesetto fa mi sono accattato,in Irlanda,questo siegelei 20 e lo uso spesso con il kick siegelei oppure smock, e seppure stra facendo si perde tutti sti watt per come svapo io,10 max 12 watt,lo trovo valido.

  • untore

    si l’ho visto ieri notte… ma ero in coma! ahah!
    dai speriamo che riesci a risolvere! così avrò il mio piccolo sigelei 20 (deve far compagnia al 19! ahah)

  • alex77

    Grazie della rece Michele,questo clone l’avevo adocchiato anche io sul famoso sito tedesco,ma quanto ho visto nel tuo video, che il BB è na ciofeca, però se è possibile volevo farti una domanda,
    Dato che io non posso permettermi un BB originale quale mi consiglieresti come clone?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Purtroppo non sò davvero cosa consigliarti 🙁
      Se ne trovi uno con finitura satinata tipo roller ice matte fiondati 🙂

      • alex77

        Grazie lo stesso Michele,allora dici che un BB meccanico clone essendo satinato come il roller avrà, non dico un’eccellente ma discreta conduttività ?

  • seven

    Non hai provato a mettere la head del Roller sul clone. Non so perché ma penso che si riequilibrino i valori. Ti va di provare?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Con la testa del roller nel clone … il clone funge come il roller.
      La head l’ho tolta, ma per toglierla l’ho distrutta poiché era stata incollata 🙂
      Fortuna che ci va quella del roller senza problemi. Cmq rifarò con calma tutto il comparti pulsante.

  • seven

    intendevo rifare la misura montando la testa del roller sul clone. Penso che il pulsante faccia la differenza

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      si fatto e come ti ho scritto a quel punto il clone con la testa del roller funziona come il roller completo 🙂

  • seven

    quindi il pulsante fa la differenza… puoi postare una foto del pulsante del clone per piacere? E’ d’ottone?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Codesto pare di un altro produttore, bisognerebbe vedere dentro il pulsante com’è fatto 🙂

      • neosvapo

        Spero che magari ti capiti per le mani per un altro confronto, anche se l’originale è l’originale.

        Sono andato sul sito di Atomizoo ed ho provato a fare nella prima pagina che si vede, una simulazione di quello che vorrei ( il tuo modello con gli stessi accessori ), ma a parte l’estensione non vorrei sbagliare nella scelta dei pezzi, potresti elencarmi cosa mi occorre ( in base a come viene descritto sul sito ) cosa mi occorre prendere per avere un gioiellino come il tuo + accessori? Scusami, se ti rompo le scatole, ma sono ancora agli inizi, ed un elenco di cio che serve può essere d’aiuto a molti neosvapo come me.

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          alla fine ti serve:
          – l’estensore del kick + 18650 dello stesso colore del roller (ovvio !)
          – 1 molla d’argento
          – 1 kit ricambio del pulsante

          Nello shop NON puoi sbagliare, ogni ricambio è etichettato per roller, guppy o lab e quindi è impossibile sbagliarsi ! 😀

  • seven

    Io penso è il pulsante il problema, non il tubo… Se Michele monta il pulsante del roller sul sigelei la differenza si annulla

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Si certo il problema del #20 è proprio il pulsante.

I commenti sono chiusi.