Recensione delle Samsung INR1865020R: ottime, ma le Panasonic CGR18650CH 4C sono migliori 42


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 6416 volte.

Oramai è un mesetto che uso le mie due Samsung INR1865020R e le ho utilizzate praticamente solo nelle Box con DNA20D.
Il confronto diretto è stato fatto con le Panasonic CGR18650CH 4C.

Le prime erogano 20A di corrente max e hanno una capacità di 2000 mah (10C).
Le seconde erogano 9A di corrente max e hanno una capacità di 2250 mah (4C).

Le Samsung costano circa 9 € a batteria, le Panasonic circa 7 €.

Ebbene nonostante i numeri relativi agli Ampere farebbero pensare che in un circuito come il DNA20D le Samsung siano in netto vantaggio ecco che dati alla mano … non solo non ce la fanno a fare di meglio rispetto alle Panasonic, ma mediamente durano meno.

E questo è quello che ho riscontrato: con le CGR18650CH riesco quasi sempre a svuotare la boccetta da 6 ml a 12w mentre con le Samsung ahimé quel mezzo ml di liquido ci rimane sempre.
E’ chiaro che la differenza è minima ma considerando la differenza prezzo non ha davvero senso preferire le Samsung alle Panasonic se si vogliono usare in un BB VV o VW.
Tra l’altro il tempo di ricarica delle Samsung è nettamente superiore alle altre (almeno con il mio Soshine).

Chiaramente se si volessero paragonare in utilizzo meccanico il discorso sarebbe ben diverso perché in questo caso i 20A di ampere di scarica massima farebbero la differenza ma tant’è io mai le userò in questo modo.

A tal scopo proporrò più avanti un test sotto carico in utilizzo meccanico cosi da apprezzare queste differenze.

Le due piccolette a confronto.

IMG_20131017_120753

Le CGR18650CH 4C si trovano bene su Amazon, specie in lotti da 8 pz che fanno scendere il costo della singola a 6 € al pezzo (per acquistarle con degli amici, per esempio).
Le INR1865020R si trovano su Ebay senza problemi.

Le prime le trovate anche negli shop di sigarette elettroniche ovviamente, mentre le seconde probabilmente non ancora.

Tra l’altro in questo foto notate come una Panasonic vecchia di 6 mesi abbia ancora le scritte ben leggibili mentre la Samsung dopo 1 mese di vita le ha praticamente già stinte (!).

Per par condicio vi dico che stando ai vari grafici test le Samsung INR1865020R stroncano le tanto decantate AW18650 2000 mah che a sua volta verranno quindi iperstroncate dalle CGR18650CH che costano la metà esatta (anche meno !).

Qua vedete un confronto con scarica tipica a 3A:

Appunti Windows-1

Appro, vi segnalo questo sito dove sono pubblicati vari test su diverse batterie.


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


42 commenti su “Recensione delle Samsung INR1865020R: ottime, ma le Panasonic CGR18650CH 4C sono migliori

  • Enrico

    Ciao Michele, stasera mi arrivano le Panasonic. Le provo nel Semovar, poi ti dico la mia..
    Per quanto riguarda le AW, un noto shop della mia regione, alla mia richiesta di come mai non le avesse a catalogo mi ha risposto:

    “Non disponiamo dei prodotti AW in quanto trattasi di una azienda fantasma:
    – Non esiste una sede,
    – Non esiste una fabbrica,
    – Non è un produttore, ma solo una persona (una sola) che risiede a Hong Kong e si fa assemblare le batterie da diversi produttori Giapponesi e Cinesi,
    Con queste premesse non è possibile instaurare un rapporto (serio) di collaborazione. Confermiamo in ogni caso che le AW (quelle vere) sono buone batterie in quanto utilizzano celle di produttori seri (Panasonic, Sanyo, Samsung). Preferiamo contattare direttamente le aziende che producono le celle utilizzate per le batterie AW
    Per ottenere le celle AW basta solo un bollino appiccicato, quindi perfettamente falsificabile, come il 95% delle celle AW che si trova in commercio”

    Ci tenevo a comunicartelo.
    😉

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      ehehe casca a fagiolo visto l’ultimo episodio delle AW clone 🙂

    • viro

      la spedizione è 15,90 eur fino a 10 kg. Quindi direi che il prezzo diventa interessante solo se ammazzi le spese di spedizione con un GDA…

  • Timeslot

    Per quanto ne so io da articoli su internet e consulenze di esperti del settore, il mercato delle batterie è come quello dei condizionatori: ci sono quelle di “qualità giapponese” genericamente di ottimo livello, e quelle di “qualità cinese” genericamente economiche, ma scadenti.

    Panasonic è giapponese, mentre Samsung è koreana… la Korea non è la Cina, ma neanche il Giapponese, quindi… avrei scommesso sulle Panasonic 🙂

    Poi è chiaro che bisogna fare le dovute distinzioni e non è detto che chi commercializza le batterie le produca, ma in genere ci si becca. So che il miglior produttore di batterie ricaricabili al mondo è Sanyo, e lo posso confermare dall’acquisto delle famose “Eneloop” (AA) che sono degli autentici muli con una stabilità eccezionale per usi professionali.

    AW sinceramente non so dove siano prodotte, ma leggo in giro che quelle di buona qualità sono le 18350 e 18490… sulle 18650 non è la prima volta che leggo critiche negative.

    Io sul Provari Mini ho seguito le indicazioni di “mamma Provape” e uso le AW. Mi trovo bene, ma non scommetterei sulla superiorità rispetto alle Efest… soprattutto non sono certo che la differenza di prezzo corrisponda alla effettiva superiorità, e considerando che in giro ci sono parecchi cloni AW penso che sui tagli 18350 e 18500 la scelta di Efest sia migliore.

    Peccato che Panasonic faccia solo le 18650, quindi la possibilità di sceglierle si limita a bb della categoria che Michele chiama “alabarde spaziali” 🙂
    …per chi usa le box il problema non si pone, ma io ho la malattia dei tubi e mi tengo il mio discreto arsenale di missili a lunga gittata 🙂

  • Stefano17
    Stefano17

    Io utilizzo le Panasonic NCR18650B 3,6V 3400mAh
    Non ho fatto test di valutazione, ma a sensazione durano molti di più delle AW 18650 e non hanno perdite eccessive a fine carica…… questo per il mio modo di svapare.

    Ripeto questo senza aver fatto nessun test……

    Però non so se sono protette o meno….

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Ho usato le A da 2900 mah per molti mesi nel provari, sono ottime batterie.
      Però con il DNA non le useresti, nel senso che ti durerebbero un pò poco per via degli AMP.

      • Stefano17
        Stefano17

        quindi nel DNA mi consigliesenti come inticato sopre le Panasonic CGR18650CH 4C, che sono le migliori…
        Posso usarle anche con altri BB VV avendo lo stesso risultato (+ o -) ????

  • lacun

    Prendendo in considerazione i BB “elettronici” , senza scomodare i meccanici, tantomeno i circuiti Snap-in , terrei come curva da considerare quella della scarica a 5A.
    Attualmente è quella che risponde con maggiore fedeltà allo svapo che, per comodità, identifichiamo tra i 9 ed i 15 Watt… Giusto per naturalmente 🙂

    Sicuro che le batterie siano in buone condizioni e non abbiano subito maltrattamenti? Solitamente le scritte scolorate sono il risultato di eliquid… Mmm … Una opinione poco convincente.

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Il mio test è riferito a 2 INR (ne ho prese) che si comportano ugualmente 🙂
      La scritta scolorita è colpa della qualità della serigrafia della Samsung.
      Quella panasonic in foto ha 6 mesi e ha preso 2 corti circuiti su meccanico, eppure mi svuota la boccia 😀

  • kerz

    le INR1865020R le vende anche il sito di tecnologia veloce a 10 dollari la coppia con spedizione inclusa

    C’è sempre il dubbio di ricezione del pacco per le batterie al litio, ma al massimo rimborsano se torna indietro

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      E’ lo so.
      Ma considerando che senza pudore vendono il Kayfun 3.1 che sicuramente non è l’originale inizio a non fidarmi troppo di quel sito … specialmente quando i prezzi sono troppo bassi.
      Anche perché una batteria la usi 6-8 mesi e si parla di risparmiare 5 € in 8 mesi, vale davvero il gioco, mi chiedo ?

      • kerz

        Per il prezzo hai ragione, ma dubito che si sprechino a clonare le batterie, sui BB e sul kayfun forse ha un senso economico per loro la clonazione

        E poi… siamo sicuri che gli shop europei non comprino le stesse batterie da loro?

        Un ordine comunque lo faccio per le INR, non ho fretta di averle

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Per tua info il produttore delle AW ci ha informato che solo 2 shop in Italia prendono le sue batterie e solo lui le produce.
          Eppure tutti hanno le AW.
          Poi, cercando, si è scoperto che si tratta, quasi sempre, di cloni.

          Le clonano eccome. Se c’è richiesta loro clonano, che gliene frega.

          • kerz

            Sono giunto alla conclusione che per le AW sia pressochè impossibile capire se sono originali. Solo comprandole direttamente da Mr. AW come nel GDA di ESP

            Ci sono quelle originali senza marchiature di sicurezza come le americane, e quelle destinate al mercato europeo con i vari marchi. Quelle con la guaina stretta e larga… insomma, non c’è un sistema sicuro per riconoscerle.

  • eltony

    Anche se ho avuto il piacere di conoscerti a Pavia sono sempre qui a chiederti consigli:-D
    Finalmente mi è arrivata la mia box mod con il cuore DNA 20 D. Mi puoi consigliare una batteria che mi dura più dei miei AW rossi quelle classiche x provari, con queste faccio circa 4 ml ma se sai di una batteria che mi possa durare un po di più mi faresti un piacere 😉

  • eltony

    Faccio una piccola premessa prima di farti una domanda, so che tra poco chiuderai il tuo canale x ovvi ragione che capisco bene…. Ma quando vedo certi video che metti su YouTube come esempio l’ultimo delle resistenze in cotone o tanti altri che dai consigli (intelligenti )
    Mi viene spontaneo dire che sarà una grande perdita x il mondo dello svapo made in itali che ha bisogno di gente come te… Mi dispiacerà non leggere più i tuoi articoli 🙁
    Detto questo volevo dire che ho comprato oggi su Amazon le Panasonic è ho avuto fortuna che era l’ultimo lotto di otto disponibile ma è scritto di stare attenti che le batterie non sono protetti, cosa significa? Nel senso possono essere dannosi x la box con DNA 20?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Ciao,
      significa che non hanno protezioni interne per l’eccessiva scarica e eccessiva carica e corto circuito.
      Ma se le usi su un Provari o su un DNA20D che hanno un elettronica che vigila su queste cose puoi dormire sonni tranquilli.
      L’eccessiva carica con i moderni charger non la raggiungerai mai, aggiungo.

  • eltony

    Ok!! 😀
    Panasonic arrivati ieri della Germania, e bene si sulla mia box con dna20d durano decisamente molto più dei AW rossi! Ma una cosa strana che non mi so spiegare e che non vanno sul mio provari… Stessa dimensione e forma ma quando le metto sul provari, zero assoluto niente il provari morto. Non è che sia importante (ho le AW) però trovo stranissimo sta cosa! Se sai qualcos fammi sapere ma ripeto non importante .. Ancora grazie ciao 🙂 .

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      E’ normale 🙂
      Sono piatte sopra, mentre le AW hanno il pin sporgente.

  • su-iddanoesu

    Ciao Michele, piccolo consiglio, devo acquistare almeno 4 batterie, quali mi consigli? io vorrei le panasonic dell’articolo o per avere prestazioni top ancora bisogna prendere la aw rosse??
    Grazie e non chiuderlo il blog a gennaio.. 🙂

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Che uso vuoi farne ?
      Se per meccanico meglio le INR.
      Se in uso kick o provari o dna vanno bene CGR e INR.
      Anche le AW sono ottime ma il loro rapporto qualità prezzo è scarso rispetto alle altre.

  • su-iddanoesu

    come prestazioni preferisco le 18650, a meno che non mi consigli le 18490… le 18350 le escludo a priori,,, per quanto svapiamo noi 🙂 bisogna uscire con 10 in tasca.

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Vero ! 🙂
      Senti ora sto usando la NCR18500 con il kick a 10w e il magoo, ho svuotato un pieno e ora ho avviato il secondo, stupefacente batteria poi scrivo un articoletto.

  • su-iddanoesu

    Attendo con piacere,,, cosi magari riduco le dimensioni della pipa e comunque ne traggo vantaggio in prestazioni… Grazie Michele..

  • axio

    Buonasera Michele, mi sono arrivate oggi le samsung e devo ancora ciclarle per bene, ma posso dire che, a 15 w vanno giù che è un piacere e sopratutto, quando le rimetto in carica, hanno consumato solo 6-700 mAh, anche abbassando progressivamente i w fino a 13, spero che questo si risolva con la stabilizzazione della cella, che ne pensi?

    Ciao

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Beh secondo me un calo ci sarà sempre è normale, casomai dopo una 20ina di cicli ti migliorerà sensibilmente l’autonomia 🙂

  • nicholas. mottin

    Ciao Michele,sono di nuovo qui a romperto visto che a giorni dovrebbe arrivare la mia prima box 🙂 senza neanche pensarci ho preso l’ebaron spiral dopo aver letto la tua recensione(ormai leggo i tuoi articoli e compro a colpo sicuro senza farmi tante domande)…ho acquistato due Samsung inr 18650 20R e due panasonic cgr sempre 18650 4C.ovviamentr le Samsung le userò sul provari finché aspetto,mentre le altre saranno esclusivamente per box visto che non vorrei metterci le mani con magnetini vari…e qui la domanda:ho un carica batterie scrauso della ultra fire per 3.2V e 3.7V,può andare bene anche per le batterie nuove che ho acquistato o devo passare ad altro?
    Lo so che ti sfrangio le balle,ma perdonami in anticipo 😉
    Grazie come sempre

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Buttalo via.
      Quelle batterie si meritano di più.
      Un soshine sc mix v3 o un intellicharger i4, per esempio.

  • leomars71

    Ciao Michele , ti vorrei chiedere un consiglio : che batterie devo usare su una box con circuito dna30, tenendo conto che già possiedo una coppia di panasonic cgr18650ch.

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Quelle che hai.
      Se proprio vuoi cambiare, le INR18650-25R.

I commenti sono chiusi.