Recensione Evolvapor DNA30D 20


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 4839 volte.

IMG_20140317_101957

Oramai è passato più di un mese e mezzo da quando ho montato il DNA30D nella mia Hammond Box Mod.

E’ quindi giunto il momento di tirare le somme.

Se entro un mese non ho avuto problemi di “affidabilità” da parte del circuito è giusto pensare che per un bel pò non ne avrò e questo lo dico basandomi sulle precedenti Box o BB che mi sono costruito con il DNA20D, tutt’oggi vivi e funzionanti.

Il DNA30D al pari del suo fratellino minore è un orologio svizzero, probabilmente (mio pensiero) il miglior circuito oggi in circolazione.

La mia sensazione è che il 30D sia più efficiente del 20D: più efficiente vale a dire che a parità di batteria e di resistenza permette di svapare circa 1 ml in più.
Tuttavia quest’affermazione la dovete prendere con le pinze: con le pinze perché mi baso sulle box che mi sono costruito e come sapete bene non sono certo un esperto elettronico e quindi nei vari giocattoli che mi sono fatto potrei aver introdotto delle variabili (saldature scarse, qualità dei contatti etc etc) che potrebbero in qualche modo influenzare l’efficienza del circuito.
Eventualmente se qualche lettore ha avuto sia l’uno che l’altro, magari potrebbe confermare o smentire.

In linea di massima come autonomia con una CGR18650CH 4C si fa la boccetta da 6 ml sui 12-13w senza problemi e la si prosciuga mentre con il 20D un ml circa avanzava sempre.

La lettura della resistenza nel display ha uno 0.1 ohm di “margine”, vale a dire che se la resistenza è da 1.2 ohm è facile che il display la mostri a 1.3 ohm ma questo non è un grosso problema.

L’erogazione è costante dall’inizio alla fine.
Personalmente non avverto cali. Se ci sono dei cali forse ci sono 4-5 tiri prima che la batteria crolli, ma non se sono neanche troppo sicuro poiché qualche volta li ho avvertiti, altre no. E poi da quando uso le Efest 30A la batteria non la finisco mai poiché a fine boccetta la sostituisco.

Il tipo di erogazione è lineare, tranquillo. Ho provato circuiti che a parità di wattaggio sembrano più “incazzati” (es. Saphira) ma personalmente trovo equilibrato e sufficiente il DNA30D per il mio tipo di svapo.
Indubbiamente non è da fessi asserire che un circuito renderà al meglio su un tipo di atom piuttosto che un altro. Voglio però aggiungere che il DNA30D lo uso anche in “modalità BB” quindi piazzandoci sopra i classici sistemi di alimentazione e anche su quelli lo trovo gradevole come tipologia di erogazione.

Quindi per quanto concerne il funzionamento … è PROMOSSO.

Anche il servizio di assistenza è eccellente. Evolv rimanda indietro il circuito nuovo in caso di problemi, basta scrivergli e inviare l’RMA e poi rimandare indietro via raccomandata internazionale (6-7 €) il circuito fallato.
Di quelli montati fino ad oggi mi è capitato uno che faceva i capricci e l’ho rimandato indietro ma non me la sento di dire che fosse colpa del circuito. Come scritto in questo articolo ci sono tante variabili dietro e spesso l’ignoranza (la mia, in questo caso) può giocare brutti scherzi.

Anche per quanto concerne l’assistenza … è PROMOSSO.

Gli unici aspetti negativi di questo circuito riguardano la sua complessità di montaggio e questo riguarda logicamente chi, come me, si diverte a costruirsi le Box.
Se in qualche modo si riesce a sfruttare gli switch a bordo sono solo 4 i fili vaganti, ma se si intende montare pulsante e switch esterni diventano ben 10 i cavi in giro, non proprio pochini.
Io sarei felicissimo se Evolv lo implementasse togliendo gli inutili switch e lasciando un solo pulsante e permettendo la regolazione dei watt con 6 o 7 pressioni, insomma come avviene per altri circuiti in circolazione (come il Nivel o il Provari, per esempio).
Non solo, non sarebbe male se mettesse il display a bordo, magari dalla parte del pulsante.

Concludendo: il DNA30D è un signor circuito, per me è stato una vera manna dal cielo e se volete comprare una Box o volete costruirvela io vi suggerisco caldamente di optare, laddove possibile, per il DNA30D.
E anche se vi capita un 20D tra le mani non fatevelo scappare. E’ comunque un ottimo circuito pure lui e sopra i 20w sappiamo bene che non ci svaperete mai.


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


20 commenti su “Recensione Evolvapor DNA30D

  • laky 66

    Caro Michele il mio 30 non è ancora arrivato successivamente saprò dirti.
    In compenso il DNA 20D montato sulla mia box da un paio di giorni emette uno strano clac
    dopo aver rilasciato il pulsante di attivazione, preciso che viene utilizzato il pulsante del circuito.
    Tra l’altro questa problematica non si presenta subito ma dopo un paio di ore di utilizzo.
    forse il surriscaldamento del circuito? A te è mai successo? è normale?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      No, mai.
      Ma box autocostruita ?
      Sarà mica il pulsante ?

      • laky 66

        non è una box autocostruita ma una sva box dna20d, il problema è che la box funziona regolarmente non si avvertono cali ne altre problematiche ma dopo un uso intensivo si avverte, al rilascio del pulsante un rumore CLAK, sembra provenire dal circuito.-

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Mi spiace ma non so che dirti. 🙁
          Devi sentire il buon Giacomo.

  • svapo-max

    Twistando i fili dei pulsanti hai risolto ai vari malfunzionamenti riscontrati nel dnax0d ?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Per ora nell’unico caso (30D) capitato si.
      Ma come vedi l’hammond box non li ha twistati e non ha mai dato problemi, il BB invece ne ha dato e li ho risolti twistando.

  • gasber

    ciao michele
    in questo annetto come utente il tuo blog ho imparato tantissimo in pratica so diciamo quasi far tutto eppure l unica cosa che non so fare è una box. forse perchè non ho gli attrezzi necessari in casa e sicuramente anche il tempo che non ne ho per niente. volevo chiederti se potevi avere tempo per farne una per me: premesso che conosco già il tuo pensiero riguardo a farle per gli altri poi ultimamente che avete avuto non poche discussioni su quelle che vi avete costruito quindi figuriamoci….. tuttavia ti dico la verità sarei davvero onorato e felice se trovassi il tempo e la voglia di farmi una box a tuo piacimento scusami ma la domanda te la dovevo fare anche perchè non saprei a chi rivolgermi e capisci visto gli stratosferici costi. in positivo e in negativo ti ringrazio sempre ciao GINO

  • cristian

    Ciao Michele volevo chiedere se tu o qualcuno di voi sa che cosa bisogna fare per avere sul dna 30 un pulsante capacitato o tipo orione o shapira.. So che ci vuole il mosfet ma nn so come fare se ci vuole anke una res. Avete un link uno schema? Grazie perché vorrei farlo volevo mettere un pulsante a sfioramento ma costano almeno 50 euro l uno!!!!

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Io purtroppo non conosco nessuno che lo abbia fatto 🙁
      Svapamo mi pare ne venda uno da montarsi che costa poco (mi pare, non sono sicuro) dacci un occhio.

  • cristian

    Ciao Michelea nel dna 30 le impostazioni sthealth ecc cosa sono? Sono solo ke impostazioni dx e sx del display o altro?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Stealth lo metti a display spento … in italiano non ci sono ma puoi prendere il PDF originale e tradurlo online 🙂

  • cristian

    Ciao Michele ma nn capisco nn cambia nulla da right mode a normal mode invece il display destro o sinistro va… Sai cosa vuol dire?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Modalità Bloccato: Premendo il pulsante di fuoco cinque volte con meno di 0,7 secondi tra le pressioni causeranno
      il dispositivo per accedere alla modalità di blocco. In modo bloccato, il dispositivo non scatta e la potenza di uscita non
      regolare accidentalmente. Mentre in modalità bloccato, lo schermo si spegne, tranne che premendo un pulsante mostrerà
      “Locked, Click 5X”. Per uscire dalla modalità bloccata, premere il pulsante di fuoco 5 volte.
      Modalità Stealth: Mentre bloccato, tenendo i pulsanti di fuoco e giù contemporaneamente per cinque secondi sarà
      passare alla modalità stealth. In questa modalità il display è spento. Sarà ancora mostrare messaggi di errore e blocco. a
      tornare alla modalità di visualizzazione normale, tenere premuto il fuoco e giù i tasti contemporaneamente per 5 secondi.
      Questa impostazione viene memorizzata nella memoria flash interna, e rimane, se viene tolta l’alimentazione.
      Modalità Sinistra Destra Modalità e: Mentre bloccato, tenendo il fuoco e fino tasti contemporaneamente per 5 secondi
      ribalta il display. Questo consente la massima flessibilità nella progettazione del mod, così come alloggiamento di sinistra
      uso con la mano. Questa impostazione viene memorizzata nella memoria flash interna, e rimane, se viene tolta l’alimentazione. Se si utilizza un
      potenziometro, questa opzione può essere impostata prima di saldare il potenziometro durante la produzione.
      Modalità Power Locked: Tenendo premuti entrambi i pulsanti su e giù per due secondi metterà il dispositivo
      in modalità Power Locked. In questa modalità, il mod sarà funziona normalmente, ma non sarà in grado di cambiare
      l’impostazione di potenza. Questa modalità impedisce modifiche a livello di potenza accidentali dovuti ai pulsanti sono stati premuti
      mentre in una tasca. Per uscire dalla modalità di alimentazione bloccato, tenere premuto il su e giù tasti per due secondi.

  • cristian

    NNO capisco anche evolve segue le mode dei super watt dna 40!!! Ma perché non fanno un sistema più piccolo magari più aperto….

  • cristian

    Ciao Michele sono riuscito a convincere i svapo a fare sulla app un calcolatore dei giusti watt da usare in base ai w/mm2 e alla res…. Perke con quello su exell nn ci capivo nulla potrebbe esser utile no?

I commenti sono chiusi.