Recensione Smok RSST, atomizzatore (tank) rigenerabile a mesh 37


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 8073 volte.

Mi scuso per il ritardo …

Dello Smok RSST ve ne avevo già parlato in quel lungo video dove facevo una sorta di tutorial della sua rigenerazione.

L’articolo con video era questo, e vi consiglio di vederlo se vi imbattete per la prima volta in un sistema a mesh.

Ho continuato ad usarlo e l’ho rigenerato diverse volte e quindi era arrivato il momento di fare la recensione finale dell’oggetto.

Per quanto mi riguarda vale ampiamente i 25 € circa che costa (preso da ego2.pl).

L’oggetto in sé è rifinito piuttosto bene, gli unici difetti che gli ho trovato sono:
– la vite che di fatto è il pin centrale di contatto che non è ben rifinita e occorre lisciarla per evitare che vada a rigare il pin centrale del nostro PV (ma magari era il mio “uscito male”);
– la guarnizione superiore centrale, in silicone, che è facile da smarrire: come dico nel video comunque con i tubetti delle boccette dei sistemi BF si risolve alla grande.

Io francamente lo consiglio, per i pochi euro che costa vale la pena averne uno in casa.

E’ chiaro che:
– non ci vuole fretta per farlo andare, nel senso che un pò di prove fanno fatte;
– non ci vuole fretta per ottenere la miglior resa aromatica, verrete tuttavia ripagati da una vita molto lunga della resistenza;
– non ci vuole fretta per capire come gestire gli hot spot e se non capite come gestirli non vi godrete mai appieno l’oggetto.

Io ho provato ad usarlo con le seguenti mesh: 325, 400, 500 e 625 ma quella che ho trovato “migliore” (bilanciata) con la base tradizionale è la 400.

Allo stesso modo per realizzare la resistenza si possono usare diversi accorgimenti ma tra avvolgere la mesh prima di montarla nel tank e tra avvolgerla dopo mediamente ho ottenuto i migliori risultati avvolgendo il filo resistivo mentre la mesh è già infilata nel tank: questo comporta l’avere sicuramente dei rognosi hot spot da eliminare ma il contatto con la mesh è costante per tutta la lunghezza del filo resistivo e questo assicura i migliori risultati.

Tra ribbon e khantal normale probabilmente è il ribbon che la spunta, ma anche il khantal classico (0.20 o meglio ancora 0.25) rende comunque bene.

IMG_20130818_122929

IMG_20130818_123039

IMG_20130818_123112

Video recensione:


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


37 commenti su “Recensione Smok RSST, atomizzatore (tank) rigenerabile a mesh

  • ares

    Ciao miky e buon rientro dalle vacanze,volevo chiederti ho intenzione di acquistare uno zmax v5 mi dai un sito sicuro dove prenderlo?grazie

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      non saprei, io aspetterei che ce l’abbia fumodigitale cosi se hai problemi … c’è la garanzia 🙂

  • glenn

    Michele provalo con il cavo d’ acciaio al posto della mesh… Strepitosooooo…….

      • glenn

        Ho preso il 3mm da Zip…. Michele ti assicuro che e’ un altro mondo… stentavo a crederci ma………….. unica cosa negativa che scalda da paura ma ci si fa’ l’ abitudine…. altra cosa il taglio netto del cavo per evitare sfilacciamenti e’ essenziale ma tu non avrai problemi….. il 3 mm entra con qualche difficoltà ma e’ perfetto… non vedo l’ora che lo proverai… un mondo nuovo nei Genesis…

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          azzo mi incuriosisci 🙂
          lo proverò di sicuro 🙂

          • glenn

            7×19…. Capillarità eccelsa, non ci si crede, aroma, e che te lo dico a fare…. all’ inizio lo usavo con la mesh sotto la coil poi direttamente sul cavo, ci metti un po’ di piu’ a rodarlo ma poi…. il paradiso…

            • mc0676 L'autore dell'articolo

              Orco zio, poi se non mi piace vengo a cercarti ahahah

              • glenn

                Se ti scoccia venire giu’ da me ti rimborso le spese del cavo e e la spedizione. soluzione che preferirei perche a quanto pare sei un armadio a quattro ante e non avrei scampo….

                  • glenn

                    Grandeeeee… non vedo l’ ora, riuscirai a darmi qualche dritta in più come sempre…

  • mariopfavero

    Ciao! Volevo dire una cosa piccola piccola. Anche io possiedo un rsst… E è sacrosanto che vale tutti i (pochi!) euro che costa. Ma vorrei spezzare una lancia bella grossa a favore dell’AC9 di cui l’rsst è il paraculissimo clone 🙂
    Sul prezzo non c’è storia e va da sè. Una trentina di euro (rsst) contro i 120 o giù di lì dell’AC9. Però, ragazzi, non c’è partita a livello di resa/costruzione/solidità/hit/aroma eccetera. Magari mi becco un solenne ecchisenefrega … Ma, insomma, AC9 tutta la vita! Il migliore atom della mia piccola collezione. Meglio di ithaka (che mi piace assai), meglio dello chalice (che mi piace assai), meglio del kayfun (che mi piace). Eccetera (2).

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Beh gli originali sono sempre gli originali.
      L’RSST nel suo piccolo esser economico e fatto abbastanza bene funziona a meraviglia, questo non possiamo negarlo 🙂

  • gasber

    ciao michele
    ben tornato gia al lavoro beh ovvio esclamazione stupida visto l impegno che ci metti nella sigaretta elettronica comunque volevo chiederti se un ipotetico domani e sottolineo domani vorresti dare via quel sistema che hai in mano mi piacerebbe sapere che tu avessi un pensierino per me senza impegno però eh? sempre a testa alta cosi come sei bravo michele ciao da gino e ciao da monza

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      no dai quella è una scatoletta esercizio 🙂
      sicuramente arriverà nel mercato qualcosa di simile prima o poi vedrai 🙂

      • gasber

        ma da persona intelligente avrai capito che intendo dire qualcosa fatto da te con misure piccole e non standard negli shop trovi si il modello finito ma a prezzi esagerati per cui tu che sei un mago puoi inventare qualcosa di interessante tanto se ti ci metti la magia la farai ne sono certo io sono qua quando avrai tempo e voglia ime lo dici tanto la pazienza e la virtu dei forti tu inventi ed io aspettoa proposito su di un sito cinese ho notato lo smoke rsst a 18 euro cambio dollari euro se la dogana non ci mette lo zampino si possono fare degli ottimi acquisti in questione parlo del FASTTECH ciao michele alla prossima

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          ho capito ma non è facile come credi
          un oggetto del genere devi assemblarlo, fare le saldature, non è uno scherzo farselo in casa e anche se ti appoggi ad una ditta anche lei vuole la sua parte non ti credere
          e poi ora come ora con sta legge alle porte meglio vedere cosa succede, poi dopo si vedrà
          ma io per 18 euro lo lascerei li visto che dovrai aspettare un mese, piuttosto da ego2.pl costa 6 € in + e basta quindi vedi te 🙂

  • lucaros5

    Ciao Michele. Innanzitutto devo ringraziarti ancora per il consiglio del tubicino delle boxmod…ora il mio rsst è tornato a funzionare con una spesa ridicola!
    Vorrei sapere invece cosa ne pensi del tappino per la ricarica.
    Quando svapi lo tieni inserito?
    Ho notato che in certe situazioni l’rsst funziona meglio senza. Oggi per es. ero alla fine del tank e la mesh non si irrorava bene nonostante la tenessi orizzontale e quindi “a mollo”.
    Tolto il tappino ed è tornato a funzionare a dovere.
    Hai fatto qualche prova?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      questo perché fai la mesh troppo larga, falla in modo che larghezzi nel suo buco e che scambi aria con l’interno, vedrai che pesca bene fino alla fine.
      io cmq lo lascio inserito 🙂

      • lucaros5

        In effetti la mesh entra nel foro senza forzare ma non ha “gioco”.
        In questo caso ho seguito il consiglio di un tipo su un forum, il quale nell’RSST dice di avvolgere il rotolino attorno ad un cacciavite di 2mm di diametro e fare solo 3 giri.
        C’è una ragione che non sto qui a riportare.
        Quindi il rotolino viene con uno strato di acciaio di 1mm e un foro interno di ca.2.
        Sembra non sia male!!
        Potresti anche provare…:))

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Ho capito, codesta è la soluzione inversa, ossia lasci un grosso passaggio in mezzo ma lo fai + preciso.
          Io la faccio diversa, dentro 1 mm di aria (un fermaglio) e fuori che largheggi nella sede 🙂

          • lucaros5

            Esatto. Ma utilizzare 2/3 giri di mesh dicono sia una soluzione migliore rispetto al rotolino in quanto le maglie non si deformano durante il rollaggio e garantiscono una capillarità migliore.
            Inoltre meno acciaio sul rotolino equivale a minor quantità di corrente per essere scaldato. Infine migliorerebbe l’uniformità del calore dissipato dalla res sulla mesh.
            Insomma di teorie ce ne sono tante…l’unica è provare! =)

  • Andrea.

    Ciao Michele,non vedo nelle tue recensioni,una che parli di mesh e cavetto in acciaio.Siccome ho visto che hai ordinato il cavetto (post del 19 CM) volevo illuminazioni a riguardo.
    Se tu potessi far vedere come metti una mesh con cavetto d’acciaio ne sarei contento.

  • marcobg

    Ciao Michele e grazie ancora per le tue utilissime recensioni.
    Ho appena acquistato l’rsst,mi dovrebbe arrivare in settimana, perdona la mia ignoranza,ma vedo che lo usi su una box,ma non è un atom da box vero?
    Perchè stò cercando di capire queste mod-box, e ne vorrei acquistare una da provare.
    Mi sai, gentilmente dire,dove posso acquistare una buona mod-box?
    E,al momento,qual’è l’atomizzatore rigenerabile migliore per queste mod-box?
    Grazie

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      L’RSST è per Big Battery, non per Box Mod !

      La tua domanda è davvero difficile da rispondere, ci sono tante box in giro.

      Io ora come ora opterei per una SunBox con il DNA20D oppure una SVA con DNA20D o Saphira.

      Come atom … bella domanda ! eBaron spiral direi …

      Però prima informati bene, nel blog in alto a sx trovi ben spiegati i sistemi bottom feeder, ossia le box mod.

  • Andrea.

    Michele ,ho perso il tappino bianco,quello per evitare la fuoriuscita del liquido mmmmmm…che cosa posso metterci??

      • Andrea.

        troppo piccolo,comunque un pezzetto di legno,visto che il legno va bene,me lo faccio.

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          Vero hai ragione, passa giù !
          In qualche modo fai, a limite anche con un pezzettino di plastica (delrin) che ti metti li con il coltellino e lo fai a punta.

  • Handler46

    Ciao Michele, sto provando a utilizzarlo ma mi trovo con un tiro durissimo. E’ normale? Il foro è ben posizionato di fronte alla resistenza, Vedo però sui vari mercatini che alcuni lo vendono con il foro “allargato”. Conferma che originariamente il tiro è dura di suo? Se sì di quanto dovrei allargarlo? Grazie.

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      A me cosi com’era pareva giusto.
      Lo allargherei con una punta da 1.25 mm.
      E poi da 1.5 mm se ancora è duro.
      Punte che trovi in ferramenta.

I commenti sono chiusi.