Res No Reg Joiner 19


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 6064 volte.

Ultimamente non è ho mai parlato ma il res no res joiner che mi sono realizzato con l’aiuto dell’amico Ciro si è rilevata, probabilmente, la miglior mod che io mi sia mai costruita.

Il suo funzionamento è ineccepibile, nel tempo in cui prima realizzavo una resistenza adesso riesco a farne più o meno 5 ma apparte il tempo nettamente inferiore quello che mi ha colpito è indubbiamente il fatto che si fanno le resistenze spaccate al decimo di ohm.

Per la cronaca io continuo a fare la giunzione testa – testa, utilizzando sempre il silver wire da 0.20 e abbinandoci a seconda dei casi khantal tipo A da 0.15 o 0.20.

L’unica cosa che ancora non ho capito e che forse dipende da variabili che ignoro è che non sempre il voltaggio è lo stesso ossia se oggi 5 resistenze le unisco a 65v, ci sta che tra 2 settimane quando ne rifaccio altre 5 le unisco a 70v.

Inoltre, come ho già detto in questo articolo facendo la giunzione testa – testa non viene mai al primo, ma nel 70% dei casi al secondo e nel 30% dei casi al terzo tentativo.

Ad ogni modo il risultato è quasi sempre perfetto, ogni tanto mi capita (5%-10% dei casi) che quando vado ad avvolgere la wick la saldatura “parte” ma è una difettosità veramente minima.

Queste sono 5 resistenze da 2.0 (khantal 0.15 – 25 mm) fatte ieri:

IMG_20130412_170111

L’unica modifica “fisica” che ho apportato al mio joiner rispetto a quanto ve l’ho fatto vedere è stato riempire l’interno dei coccodrilli con lo stagno e questo mi ha permesso di NON intaccare il filo durante le operazioni di giunzione e come vedete sopra infatti non ci sono segni o intaccature.

Cosi:

IMG_20130413_002205


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


19 commenti su “Res No Reg Joiner

  • Avatar
    mascian

    Gran bel lavoro…;)
    Io ho continuato con il mio sistema manuale, alla fine non ne faccio molte e non mi pesa più di tanto…
    Ma quando vedo una bella serie di resistenze già pronte…slurp…(^_^)

  • Avatar
    microchip

    La mod più utile visto che uso solo l’arb e sono tre cambi alla settimana 🙂 . Senza contare che le resistenze entrano nel bicchierino da sole senza più la rottura di scatole dei nodini che si intraversano e il cambio resistenza si traduce in un pit stop 🙂
    Un altro modo di viaggiare.

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      Si è vero 🙂
      3 alla settimana ? Zio caro ma quanto svapi ?

    • angelox
      angelox

      3 cambi la settimana!!! Resistenze sempre belle fresche e pimpanti.
      Viziato. LOL

      • Avatar
        microchip

        Dai 10 ai 15 ml al giorno, con sistemi del genere ci si abitua ad avere resistenze sempre più pulite possibili. e l’aroma per me e’ diventata la soddisfazione primaria nello svapo, c’è chi spende in aggeggi io nella qualità/bontà dell’aroma.
        Poi anche con il no res mica tutte le resistenze riescono col buco, bisogna anche avvolgerle bene 🙂

        • Avatar
          mc0676 L'autore dell'articolo

          A ok, allora mi tornano i 3 ricambi / settimana.

          Fortuna che hanno inventato i rigenerabili perché se dovevi spavare i Cisco … ti suicidavi !!! LOL !

          • Avatar
            microchip

            E si proprio un colpo di c… Ho trovato uno che li fa anche bene 🙂

  • Avatar
    Morry

    che bell’apparecchio quello…io mi sto scazzando con il fare le resistenze manualmente che poi con il resistivo nickel crome a 0.15 vado bene ma con il 0.18 faccio una fatica bestia a infilare la resitenza nella ceramica tra i nodini e le troppe spire faccio un macello. Non è che potrei usare il caricabatteria dell’auto ..ne ho uno piccolino xd. Mi sa che con quello mi fulmino xd. ciao

  • Avatar
    automan

    Ciao,

    Vi consiglio il seguente voltmetro:

    http://www.ebay.it/itm/Mini-DC-0V-To-99-9V-Red-LED-Digital-Panel-Volt-Voltage-Meter-Voltmeter-/280928770982?pt=LH_DefaultDomain_0&var=&hash=item4168a8dba6

    In questo modo si evita di sacrificare un tester spendendo molto meno e avendo un attrezzo decisamente più portatile. Io per costruire il tutto ho usato un condensatore da 470uF – 100V. Le giunzioni con kanthal 0.20 le faccio a 55 volt spaccati. Il range è abbastanza limitato diciamo che funziona da 53 a 57 volt quindi bisogna essere abbastanza veloci altrimenti il condensatore si scarica troppo.

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      Ottimo suggerimento 😀

      In effetti il tester è sprecato 😉

  • Avatar
    fabio2765

    scusa Michele ti posso chiedere un’informazione, andrebbe bene questo per congiungere il resistivo al nonresistivo?
    Clicca per ingrandire
    Saldatore materiale metallico da 35W per piccole riparazioni
    [5864]
    Prezzo: €5,00

    Disponibilità:
    DISPONIBILE

    Quantità:

    Scrivi una recensione su questo prodotto
    Comunicami gli aggiornamenti di questo prodotto
    Fai una domanda su questo prodotto
    Stampa la scheda del prodotto

    Descrizione

    Saldatore 35W è ideale per la riparazione gioielli, riparazione orologi, apparecchiature informatiche e di oggetti artigianali, facile da usare.

    Specifiche:
    Materile corpo: plastica
    Spina tipo 2 Pin Flat
    Tensione di funzionamento 220-240V AC
    Potenza 35W
    Dimensione totale (circa) 21 x 2,3 centimetri
    Lunghezza del cavo (circa) 137 centimetri
    Colore Blu
    Peso 100 grammi
    Contenuto della confezione: 1 x saldatore
    grazie in anticipo dell’eventuale risposta
    saranno graditi informazioni e consigli anche da altri utenti

  • Avatar
    fabio2765

    javascript:popupWindow(‘http://www.itastore.it/saldatore-materiale-metallico-piccole-riparazioni-pi-965.html’, ‘650’ ,’630′)

  • Avatar
    svaporevolutions

    Salve a tutti potrei avere lo schema preciso delle saldature per il Joiner?io ho visto tutto ma non essendo un elettricista(anche se penso di saperlo fare)accetto i consigli di stare alla larga se non si sa quello che si fa……)ma datosi che ho amici elettricisti e di cui uno in particolare bravo gli vorrei dire dove fare le saldature…..oppure se e’ disponibile per comprarlo lo compro……perfavore che a fare i nodi impazzisco e il risultato non mi soddisfa a pieno!!!grazie

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      Vai su vapers.it, troverai lo schema postato da Ciro82.

  • Avatar
    flussante

    Ragazzi io proprio non ci riesco a fare il join testa a testa ma dove sbaglio? Ho provato a 55V e 70V ma niente, o meglio riesco a fare 1 join ogni 10-11 tentativi, inoltre anche le giunture fatte (uno sull’altro per intenderci, quando vado a riavvolgere sulla wick mi si staccano di continuo, sta diventando sempre piu difficoltoso….. chiedo disperatamente aiuto !!!

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      Testa testa neanche io ! Solo con resistivo in argento, ma con il nichel non mi sono mai venute 😉

I commenti sono chiusi.