Res no Res Joiner, guida by Ciro (Vapers.it) 12


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 4144 volte.

Ciro ha pubblicato un’interessante tutorial che spiega come costruirsi il res no res joiner.

Io vi dico, se avete le competenze … fatevelo perché merita davvero 🙂

Io ho oramai affinato il processo di giunzione testa-testa ed è una passeggiata 🙂

Link alla guida.

n12emr


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


12 commenti su “Res no Res Joiner, guida by Ciro (Vapers.it)

    • Avatar
      kepke

      Ah…naturalmente grazie a Ciro e a te Michele per aver lavorato su questo progetto 😉

  • Avatar
    chef cloud

    Ciao Michele
    volevo chiederti un consiglio sull’acquisto di un bb meccanico abbastanza valido da non spendere molto e magari il link del sito su dove acqustarlo.
    Attualmento sto usando una innokin itaste vv ed un battery tube 18650 ma mi piacerebbe qualcosa di meglio.
    Grazie anticipatamente per le informazioni che mi fornirai.
    Complimenti per il tuo blog un vero punto di riferimento per tutti i svapatori.

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      Grazie per i complimenti 🙂
      Io cercherei nei forums, mettendo un annuncio di ricerca, un galileo 🙂
      E’ semplice e molto affidabile. Ha il problema che essendo di alluminio porta i segni dell’uso con il tempo, ma anche questo aspetto ha il suo fascino.
      Per il funzionamento è notevole e polivalente. E’ stato il mio primo BB meccanico serio.

      • Avatar
        chef cloud

        Ti ringrazio per la tempestiva rispostada te fornitami.
        Al galileo avevo pensato anche io ma onestamente con i soldi del galileo riesco gia a prendere uno zmax quindi mi sarebbe piaciuto spendere un po meno.
        Ti volevo inoltre chiedere se hai dato un occhio al nuovo prodotto della innokin????: innokin itaste svd
        Sembra che a questo giro siamo a livelli da provari

        • Avatar
          mc0676 L'autore dell'articolo

          Ma tu devi cercarlo usato, sui 40-50 € lo trovi 🙂

          Francamente non seguo molto i BB ora come ora, diciamo che mi attraggono molto di + i circuiti per farmi le box 🙂

  • Avatar
    chef cloud

    Anche io ne sto costruendo una attualmente ma preferisco sempre il tubo lungo: mi piacerebbe comunque molto sentire un parereda un esperto sulla innokin itaste svd.
    Grazie ancora dei consigli

  • Avatar
    chef cloud

    Ciao Michele alla fine ho optato per comprare un bb a voltaggio variabile ho preordinato la innokin itaste svd visto che sto usando la svp e mi trovo da dio. Una piccola domandoo che differenza ce tra zmax sigelei e zmax smok? Inoltre la anyvape dove posso trovarla? Grazie anticipatamente

  • Avatar
    Coto86

    Ciao Michele! Scusami se rispolvero questo post, ma sto cercando di costruirmi anche io questo fantastico aggeggino e sto riscontrando qualche difficoltà!
    Ho utilizzato il circuito di una macchina fotografica usa e getta cinese, circuito un po diverso dalla kodak, ma dopo non pochi sbattimenti sono riuscito ad assemblare piu o meno tutto. L’unico problema è che non riesco a caricare a dovere i condensatori. Con la batteria AA 1.5V quasi non si caricano…Ho provato con una 9V(quelle rettangolari) e la cosa va un po meglio ma non carica comunque abbastanza…
    Ho notato che alla lampada del circuito arrivavano 3 collegamenti…positivo, negativo e un piedino di un trasformatore piccino…Quel piedino è rimasto volante…Possibile che vada collegato da qualche parte?

    Grazie mille per eventuali consigli e complimenti per il blog! è un punto di riferimento importante!!!

    Ciao

    Paolo

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      Quel piedino deve rimanere libero.
      Non serve una 9v, basta la AA.
      E una Kodak usa e getta da 7 € 🙂

      • Avatar
        Coto86

        Si credo che oggi andrò a cercarla la kodak perchè questo circuitino qua mi sa che a forza di fare prove l’ho ridotto male XD
        grazie ancora!

        Paolo

I commenti sono chiusi.