Resistenza con nichel non resistivo 8


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 4894 volte.

Per puro cazzeggio [quindi se provate e vi fate la bua NON me ne assumo la minima responsabilità] ho provato a fare una resistenza nel mio Origen utilizzo come filo resistivo … il nichel non resistivo da 0.20 che solitamente uso per fare le res no res.
Incuriosito dal DNA40 (dopo aver visto il video con la res fatta con il nichel puro) ho provato appunto a usare il nichel.

Ho avvolto 20 spire (spira + spira -) in un tondino di 2.5 mm.
Sono circa 15-20 cm di filo (a occhio) ed esce una resistenza da 0.46 ohm.
E’ una resistenza un pò estrema, ma usando un tondino di 3.0 mm si arriverà grosso modo intorno agli 0.6-0.7 ohm che sono una cosa giusta per il dripping in meccanico e non sono cosi estremi.

Il vantaggio ? La reattività. E’ incredibilmente reattivo. Si preme il pulsante e via subito frigge a cannone !

Insomma se qualcuno di voi (esperto !) vuole provare e dire come si trova …

Purtroppo non posso dirvi molto di resa aromatica perché sono raffreddato come una bestia. Neanche l’hit a dire il vero. Vapore ne fa a vagoni.

Per assurdo magari la cosa è già in uso dai drippatori “pro” (non mi sono informato, non lo so).

Un paio di foto:

20141019_005552

20141019_005650


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.

0

8 commenti su “Resistenza con nichel non resistivo

  • Avatar
    Stefano M.

    Ciao Michele, io ho una IPV2 che scende fino a 0,2 ohm se faccio una resistenza da 0,4 ohm su un per esempio Taifun GT secondo te esplode?? :))

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      Se ci vai cauto con i watt penso di no, anche perché l’elettronica ti protegge 🙂

      • Avatar
        Stefano M.

        Ok allora provo… 🙂 la IPV2 scende al minimo a 7 W e quindi con 0,6 ohm si dovrebbe andare a circa 3,41 A, non so se bastano per scaldare il Nickel da 0,20… grazie ciao

  • Avatar
    mascian

    Ti ho appena letto e subito fatta: 22 spire su 3 mm (paro paro alla res che avevo prima: 0,8 ohm).
    Il DNA non se n’è nemmeno accorto, io si…:D 😀 😀
    Per ora e così al volo…più vapore e più denso, aroma direi come prima (ma, stupidamente, ho cambiato liquido!) …direi anche più hit …!!
    Bravo Michele…;)

  • Avatar
    mascian

    Dimenticavo…secondo me, questo tipo di filo, si adatterà molto bene ad essere “twistato”…potrebbe davvero valerne la pena (ma oramai è tardi, domani provo).

  • Avatar
    mascian

    Roby… Ogni tanto me la viaggio; non ho ragionato sul fatto che in quel modo, il valore resistivo, si dimezza. Per cui la res twistata l’ho fatta… Ma è venuta 0,1 ohm… Inutilizzabile… 😉

    • Avatar
      pippofly

      con una 26650 da 64 ampere di spunto (efest) è ancora una res “ammissibile”!!! 😉

I commenti sono chiusi.