Riapertura del Blog 7


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 2487 volte.

open-sign

Il blog riapre e in pratica la riapertura consiste nel ridare la possibilità di commentare gli articoli e, ovviamente, riprenderò a scrivere.

Ci sono però dei piccoli cambiamenti per il futuro !
Intanto i servizi associati al Blog (hosting etc etc) che scadevano in data 15 settembre sono stati rinnovati per un altro anno: non vi nascondo che ho pensato seriamente se rinnovare o meno e c’ho pensato perché sapevo perfettamente in quale direzione stavo andando ma poi ho realizzato che tra le tante robe che ho scritto ce n’è anche qualcuna giusta e utile e quindi ho optato per tirare avanti almeno un altro anno.
Ma salvo il vero penso che i rischi che possa essere l’ultimo anno di vita di EsigBlog sono realmente molto concreti.
Perché questo ?
Perché per come la vedo io lo svapo è entrato in un loop di che barba che noia che noia che barba e le novità sono diventate un vero miraggio. Ad oggi l’ultima vera novità è il controllo di temperatura che tra le altre oggi è presente praticamente in tutte le box mod.
Per il resto al di là dei nomi e delle forme tutti gli altri sistemi o atomizzatori sono semplicemente un riciclo o un rispolvero di robe già viste.
E poi ora con tutti questi watt si stanno sfidando a chi ce l’ha più lungo e ho già detto tutto.

Nei prossimi giorni usciranno una serie di articoli dove vi parlerò di un serie di cose, per altro frettolosamente con annessi video, che ho provato nell’ultimo mese e man mano che li provavo andavo ad annotarmi le varie cose. Insomma tutto quello che avevo preso lo documenterò come sempre se non altro per evitare che qualcuno butti via i suoi soldi come nel caso del Reo Grand Cagata Clone.

Tutto quello che avevo ordinato è stato consegnato e non ho niente in attesa, strano ma vero.
Escluso il materiale per il fai da té (compreso DNA200) è stata l’Istick TC40w l’ultimo acquisto che ho effettuato relativo allo svapo e a meno che non mi dia nell’occhio qualcosa di realmente interessante per un pò penso che starò fermo con gli acquisti specialmente sui materiali originali che continuano a costare veramente troppo.
Per dire ero davvero curioso di provare l’Ataman perché osannato praticamente ovunque e cosi ho preso il clone (di vero titanio) e constatato che effettivamente ha una buona resa sono rimasto molto perplesso: un tempo si criticava il phantom perché aveva solo 2 ml di capienza … e oggi viene osannato un sistema di alimentazione di 22 mm (VENTIDUE MILLIMETRI !!!) con meno di 3 ml di capienza con una regolazione dell’aria con progetto dell’uno quando non c’era nessuno e con un sistema di ricarica come se fosse Antani ?
Non so, forse sono io che sono troppo esigente ma penso che tutto questo riciclo di roba già vista e rivista (l’Ataman è l’ennesimo clone mixato di altri sistemi già visti) offuschi la lucidità di molti giudizi che si leggono in giro. Magari mi sbaglio però se avevo preso il clone per poi eventualmente prendere l’originale devo ringraziare proprio il clone per aver buttato solo 18 euro anziché 100 circa.
Io penso che un sistema di alimentazione in quanto tale dovrebbe essere per prima cosa capiente (l’Ataman non lo è) quindi pratico (l’Ataman non lo è) e quindi a me poco importa se funziona bene. Anche i genesis funzionano bene ma li lascio volentieri agli altri :).

Mi sono calmato con gli acquisti anche perché mi sono infognato veramente tanto con la stampante 3D e chiaramente preferisco destinare soldi a questa passione piuttosto che allo svapo anche se spesso come avrete potuto notare le due cose si incrociano.
Quindi il cambiamento principale che ci sarà per il futuro è che per lo svapo destinerò veramente il minimo indispensabile per le spese.
Per il futuro cosa potrebbe attirare la mia attenzione ?
Sicuramente i circuiti da infilare in qualche box.
Sicuramente atomizzatori da 18-22 mm nati e pensati per il bottom feeder e il tiro di bocca (o di guancia, se vi piace di più).
Sicuramente sistemi di alimentazione con capienza minima di 4.5 ml.
Non so se prenderò anche qualche boxettina commerciale, vedremo.
Molto probabilmente seguirò il percorso clone > originale che ad oggi ritengo essere il più ragionevole per diversi motivi:
– gli originali costano tanto;
– spesso i modder fanno come i cinesi ossia oggi esce la v1 e dopo 2 mesi rimettono mano al progetto migliorandolo ed escono con la v2 (pensarci prima no, vero ?) cosi i 100-150 € che hai speso per la v1 te li cacci laddove non batte il sole e questo a me non piace per nulla.
Ma de gustibus, ognuno con i suoi soldi farà un pò quello che vuole.

Riguardo gli oggetti omaggiati dai venditori ho deciso di cambiare le regole: niente più omaggi o regali.
E se ne riceverò non ne verranno scritti articoli o fatti video.
Purtroppo questa cosa per me ha creato solamente problemi e messo in discussione la mia credibilità e a conti fatti preferisco non fare video o scrivere articoli piuttosto di sapere che chi mi sta leggendo o guardando possa avere il dubbio che io stia facendo una marchetta.
L’ultimo prodotto in ordine temporale (fine luglio) che ho ricevuto gratuitamente e che mi era stato promesso a maggio è il PentaKill che ho ricevuto dagli amici Roberto e Alessandro (il Team HStone) non per una richiesta recensione ma per farmelo provare e di cui probabilmente farò un video prossimamente.
Ma come ho spiegato un po’ a tutti e come ho scritto nella pagina dedicata se qualche produttore d’ora in avanti vorrà farmi provare qualcosa io come sempre ho fatto sarò disponibile a provarlo. Ma farò video e scriverò articoli su quel prodotto solo se avrò la possibilità di acquistare (pagare !) l’oggetto. E vorrò comprarlo solo se chiaramente mi piacerà per davvero. Di meglio non posso fare e ritengo che questa sia un buon modo di operare senza dubbio coerente con il mio modo di essere e di fare.

Riguardo come svapo (io) per ora sono ancora abbastanza monotono: bottom feeder e atomizzatori da 18 o 22 mm e tiro di bocca.
Se un tempo in tanti hanno messo da parte il bottom feeder per determinati limiti (autonomia di squonk in primis) oggi tra circuiti anti-stecca (controllo di temperatura) e atom da 18-22 mm per quanto mi riguarda non ci sono davvero più dubbi: il bottom feeder, come del resto per me è sempre stato, è il sistema di svapo di riferimento e il migliore in assoluto.
Sto parlando dei miei gusti personali, mi pare ovvio. Non voglio convincervi, vi sto’ solo raccontando la mia svapo-esperienza.
Riguardo il tiro di polmoni per me è sempre stato, e sempre sarà, un gioco divertente. A dire il vero c’ho provato ma proprio non riesco a trovarci niente di particolarmente interessante per pensare ad un’eventuale conversione. De gustibus.

Per il passeggio invece pensate un pò … alla fine mi sono preso una base del Kayfun Lite Pus ’14 originale a cui ho associato gli altri pezzi del primo Kayfun Lite originale che presi tempo fa e cosi messo sopra alla Istick TC40w ho la macchina perfetta per lo svapo da passeggio.
E pensate a quanti sistemi di alimentazione nel corso del tempo ho provato. Niente da fare, il Kayfun Lite Plus ancor oggi per una serie di motivi mette in riga tantissimi altri sistemi.

Per quanto concerne il wicking salvo sporadiche puntatine sulla wick oramai grazie al controllo di temperatura mi sono convertito quasi completamente al cotone muji perché obiettivamente a discapito di una minore resa aromatica ha una praticità disarmante. La mesh che mi è rimasta probabilmente la metterò da parte per cucirla e rifarci il prossimo anno la zanzariera che mi si è rovinata. I chilometri di khantal che ho invece li destinerò probabilmente al pollaio.

Per quanto concerne invece i liquidi da diverso tempo sto giocando con i TPA e varie ricette simpatiche che mi permettono di staccarmi dai miei solidi liquidi di sempre ma per esempio per ovvii motivi (sghei) mi tengo ben lontano dai pronti.
Come nicotina non mi schiodo dai 9 mg/ml: è una delle prime cose che ho imparato nello svapo. Calare la percentuale di nicotina rimanendo con gli stessi sistemi ha davvero senso ed è giusto farlo. Calare la percentuale di nicotina e devastarsi il fegato alla ricerca di sistemi più performanti o wattosi per continuare a svapare con soddisfazione lo disapprovo totalmente.
Ma tant’è non siamo tutti e ognuno farà come gli pare e piace tanto fino a che qualcuno non mi dimostrerà il contrario io continuerò a pensare che fa molto meno male un kayfun con liquido a 9 mg/ml svapato a 13w piuttosto che un qualsiasi atomizzatore da filippino (incluso SubbéTenché e similari) svapato a 50w con liquido a 3 mg/ml.
Idem per i liquidi: sicuri che tutti questi liquidi cosi tanto buoni e golosi dai nomi impossibili e famosi che si trovano in giro e che dopo 4 ml vi hanno devastato la resistenza sia davvero cosi salutare svaparli ? Io i miei dubbi continuerò ad averli.

Ultima nota la scrivo riguardo le richieste che ricevo e che dopo un periodo di tranquillità hanno ricominciato a pervenire dopo aver pubblicato le ultime box stampate in 3D.
Io lo voglio ripetere per (spero) l’ultima volta. Io salvo casi particolarissimi NON faccio box per altri.
Il giorno che deciderò di fare commercio di box mod lo dirò apertamente ma per il momento non voglio farne per tanti motivi:
– se faccio roba per altri … NON posso farla per me e vi assicuro che c’ho una cartella piena di robe da fare e mi manca il tempo;
– penso che condividere i progetti sia già un grosso favore: mandate i file in giro, fateveli stampare e montatevi da soli la vostra box;
– non è che le mie giornate durano 48 ore … durano 24 come le vostre, purtroppo :D.
Quindi voglia scusarmi chi invia richieste e io non rispondo o tergiverso ma che io non faccio box mod su ordinazione penso che sia abbastanza chiaro da tempo.

Per quanto riguarda il Blog tre note:
– tapatalk funzionerà anche per Android verso fine settembre mentre pre iOs già funziona;
– sarà possibile commentare articoli che hanno fino a 2 anni di vita, oltre non ha davvero senso;
– se fino ad oggi ho chiuso un occhio verso quei commenti lasciati a caso (vale a dire NON riferiti all’articolo e al suo contenuto) d’ora in avanti sarò intransigente a riguardo.

In conclusione, quindi, fatta eccezione per questo primo periodo di ri-apertura durante il quale mi rimetterò in pari con gli arretrati per il futuro prevedo un rallentamento verso tutto quello che è “commerciale” mentre mi dedicherò moltissimo, ancor di più di quanto ho fatto fino ad oggi, al fai da té.


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.

0

7 commenti su “Riapertura del Blog

  • Avatar
    stizza62

    Ciao Michele solo 2 parole sono d’accordo con quello che hai scritto.Io personalmente botton fedeer con ciclone.

  • Avatar
    bubi4x4

    Ciao Michele,innanzitutto complimenti per il blog e per la passione che ci metti e che traspare da ogni tuo video e articolo.
    Io sono un novellino dello svapo ma molti trucchetti li ho trovati sul tuo blog e ho evitato incauti acquisti.
    Spero che non deciderai di chiudere il blog anche se capisco che sia impegnativo.
    Ciao

    • Avatar
      ROBY289

      Ti seguo da quando ho cominciato a svapare,da circa tre anni.
      Mi sono evoluto nel mondo delle e-cig seguendo i tuoi consigli, concordo pienamente su ciò che hai scritto, a mio parere al momento due sono punti imprescindibili dello svapo, il botton feader ed il Kayfun.
      In passato ho comprato troppo e male,alla fine mi sono ritrovato sepre al punto di partenza.
      In questo periodo di ferie, ho riflettuto se veramente valesse la pena investire molti, troppi soldi in una chimera. Ho deciso pertanto, che non spenderò più nulla in hardware che non sia per una vera innovazione.
      Continuerò a svapare in b.f.in casa, ed usare i kayfun a “passeggio” ed in ufficio.
      L’unica cosa che bramo è realizzarmi una box b.f., ma non è detto che non la farò.
      Continua così Michele , è questa la strada giusta!

      • Avatar
        mc0676 L'autore dell'articolo

        Grazie 🙂
        Ti consiglio di trovare il tempo di fartene una, è comunque un’esperienza che vale la pena di fare. Sicuramente vale + la pena di provare il BF che provare tanti dei sistemi di alimentazione che ci sono in giro.

  • Avatar
    su-iddanoesu

    Michele, un consiglio su un atom bf da 22. Naturalmente ad un prezzo accessibile. Pure clone naturalmente. Grazie.

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      Hobo v3 Tobeco, non so però se esca già con il buco per il bf ma moddarlo è una bischerata.
      Ideale per tiro di bocca sia per quello di polmoni, sia single che dual. Ottimo atom. Uscirà la rece a breve del clone di FT ma ti suggerisco il tobeco.

I commenti sono chiusi.