Ridere per non piangere … 8


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 7261 volte.

Nel posto in cui lavoro oramai dato che sono 2 anni che svapo in diversi mi hanno visto ma solamente due persone si sono convertite allo svapo nonostante in parecchie mi abbiano chiesto info e abbiamo glissato con facilonerie del tipo “tanto non funziona” nonostante abbia persistito nello spiegare che alla fine nicotina per nicotina tanto vale farsi meno male con l’esig.

Ebbene.

In queste ultime due settimane, in concomitanza con le pubblicità di Ovale in TV e i recenti articoli di giornale che hanno parlato di Esig ma non solo, anche grazie a pubblicità locale che il negozio Smooke in prossima apertura ha fatto ecco che in parecchi sono tornati a chiedere info.

Ma l’approccio è stato ben diverso …

… sai ho visto Scotti con la sigaretta elettronica ! Ma allora funziona per davvero !

Cioè, in pratica mi sono cadute le palle in terra.
Questa è proprio mancanza di rispetto e assenza totale di fiducia nei miei confronti !

E poi sempre le solite domande del cazzo: “ma tu hai smesso davvero di fumare ?

No, per finta stai a vedere !

Se fossi stato particolarmente stronzo li avrei mandati tutti a quel paese … ma sto invitando tutti ad aspettare che apra quel negozio cosi ce li porto io e cosi li consiglio io su cosa comprare.


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


8 commenti su “Ridere per non piangere …

  • Atars

    Ma lascia perdere…. l’80% delle persone è così. Di questo 80% un buon 30% è giustificabile, il resto è un pecoraio che segue i VIPPESE del momento. Io, fossi in te, non li porterei da nessuna parte. E pensare che in questi due mesi e mezzo mi sarebbe piaciuto avere un collega sul posto di lavoro con la tua esperienza… Oltre al fatto che ti avrei fatto da betatester praticamente per ogni impiccio che hai creato 😀 😀

  • microchip

    io sono più fortunato, ho due negozi a cui mandarli 🙂
    e continuerò su questa linea, si riforniscono da me solo per i liquidi, li assaggiano se piacciono bon altrimenti c’è il negozio.
    Meglio glissarli sul nascere altrimenti non è più finita e da me sono in tanti.
    Io non li porterei nemmeno al negozio a meno che non sia una bella tipa 🙂

  • kepke

    Purtroppo, specie chi sono decine di anni che fuma, è molto difficile convincerli ad abbandonare un vizio che gli da sicurezza oltre che un certo piacere.
    Ho molti amici che si stanno avvicinando alle e sig, forse più che per la pubblicità, per il fatto di avermi visto con le mie “armi” .
    Cerco di dargli qualche umile consiglio nonostante siano solo 3 mesi che svapo , cerco di dargli dei sistemi basic per lo svapo, sistemi che funzionino senza troppi sbattimenti e che siano modulari in modo che se la cosa gli prende, almeno possono montarci quello che vogliono su una batteria ego.
    In questi giorni il mio studio è diventato un porto di mare con corrieri che arrivano e amici che passano a ritirare i sistemi di svapo…

    Anche io devo ringraziare Michele che anche se non conosco di persona, grazie al suo Blog ho imparato e sto imparando un sacco di cose nuove 🙂

  • ermanno Dibiase

    io faccio prima gli do il video che hai fatto che spiega il tutto
    e arrivederci…..
    se devo stare dietro a tutte le loro domande non mi salvo piu.
    a parma anno aperto 3 shop ,prima ce nera solo 1 ovale….carissimo
    adesso ce un po di concorenza, ma il migliori acquisti si fanno in rete.
    non ce niente da fare..io prendo tutto da siti in polonia e mi trovo bene.
    anche etigara fa dei bei prezzi e costa poco la spedizione.
    al contrario che in italia che la spedizione e carissima…
    se conpri tanto materiale amortizzi, ma se vuoi solo un acessorio
    ti costa piu di spedizione che il prodotto.

    se una persona vuole informarsi sulla sigaretta elettronica
    fa come hanno fatto tutti on line,i forum spiegano tutto oppure vanno in negozio, e li ci sono delle persone competenti che ti aiutano,
    ma quelli che fanno tante domande e solo curiosita che poi
    la domanda e sempre la stessa ,ma ai smesso di fumare?
    funziona? fa schifo? o vergogna uscire per strada? a un brutto sapore?
    e via …. ma solo perche non conoscono il sitema…ma ti posso assicurare che appena propvano e stanno 2-3 giorni senza fumare sigarette e stanno già bene con il fiato non tornano piu indietro,
    io sono riuscito a convertirli 5,6 persone e sono contente
    li trovo per strada che svapano alla grande e se ne fregano di tutto..
    poi adesso con la publicità che si sta vedendo in tv …ale alla grande

  • NewZealand
    NewZealand

    Caro Michele, mi ha fatto divertire la situazione, soprattutto per come la descrivi ;-D
    Verissimo tutto quanto, anch’io in due anni ho convertito poche persone, 6-7; ma solo da poco l’unico fumatore che lavora con me e che mi vede da sempre con ego o provari in mano nell’ultimo periodo ha deciso (dice lui..) che acquisterà la sigatronica.
    Nel suo caso, e nei tuoi, credo anch’io che sia stato il buon Gerry Scotti, e non io o te, a fargli prendere la fatidica decisione.
    Io, che non ho peli sulla lingua, gli ho lasciato andare un: “bello str***o, vedi me da 2 anni e adesso perchè vedi Gerry Scotti ti decidi!? Sì sì, ti aiuto io nella scelta…sì sì non ti preoccupare….intanto ti do’ il primo consiglio: vai a fare in c**o!”.
    Poi però son buono e qualche consiglio glielo do.
    Comunque anche nel 2012 internet o no, ancora la maggioranza delle persone è succube della pubblicità, su questo non ci piove.

  • contegeorge

    Secondo me quella dei tuoi colleghi non è mancanza di rispetto nei tuoi confronti ma semplice incapacità di critica e di autovalutazione. Mi rendo sempre più conto che sono pochi quelli che decidono di indagare con le loro forze per conoscere qualcosa di nuovo (parlo in generale non solo ecig). Invece sortisce un gran effetto il concetto: se lo fanno in molti o qualcuno di noto e conosciuto allora forse la cosa ha un senso. Ritengo la cosa un poco triste.

  • Arnaldo Zanchi

    E’ la triste cultura o meglio incultura del tubo catodico dove la maggior parte dei telespettatori, la quasi totalità degli italiani, prende per oro colato solo quello che dice l’ancorman.
    Non mandarli a fan c..o è stato da vero signore quale tu sei.
    Ciao Arnaldo

I commenti sono chiusi.