Rose v2 Atomizer by Eden Mods … Clone: agg.x1: Promosso ! (Videorecensione) 39


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 5368 volte.

Ecco un altro clone destinato alla promozione, il Rose v2.
Intanto ringrazio Angelo alias Angelox che me la procurato da un GDA. Costa poco più di 20 €.

Il Rose v2 è un sistema di alimentazione, per big battery, dotato di ceramica ma che ha la caratteristica di non necessitare di filo non resistivo. Insomma manna dal cielo per chi non dispone di un res non res joiner e per chi in generale ha sempre avuto “antipatiche” le giunzioni tra resistivo e non resistivo.

Ce l’ho da circa 3 settimane e l’ho già utilizzato abbastanza da essere sicuro di potermi sbilanciare a promuoverlo.

DESCRIZIONE

Il Rose v2 dispone di un controllo del liquido (ma si paga la funzione con un tip proprietario che non è possibile) e un controllo dell’aria.
Come fattura è fatto molto bene, veramente con questi cloni stanno raggiungendo livelli molto alti ma come al solito si perdono nelle bischerati.
Per esempio nel mio esemplare ho potuto constatare due difetti:
– la base non si serrava completamente lasciando circa mezzo millimetro d’aria: ho risolto modificando una parte;
– un grano M3 di serraggio del filo resistivo non era fatto benissimo e in ferramenta ne ho presi una manciata per 0.50 €.

Un paio di foto delle varie parti commentate.

Nel corredo c’è:
– un atom completo;
– una ceramica di scorta;
– un tank in metallo;
– una brugola;
– un martello di Thor (base multifunzionale di smontaggio e rigenerazione) con tondino apposito per smontaggio;
– set completo di oring.

Insomma la dotazione è di tutto rispetto !

20141014_184900

20141014_184956

20141014_184959

Da sinistra verso destra: anello inferiore tank, camino (con tip), tank (in policarbonato ?), cap superiore:

20141014_185053

Particolare dell’anello inferiore:

20141014_185115

Particolare del camino/tip mouthpiece (o come lo volete chiamare):

20141014_185138

Particolare del tank che non ho capito di che materiale sia:

20141014_185146

Particolare del cap superiore:

20141014_185208

Particolare della zona ceramica con ceramica montata:

20141014_185225

20141014_185303

Particolare della base:

20141014_185246

Particolare di profilo della base con grano fissaggio resistivo:

20141014_185314

Come si deve mettere nel martello di Thor utilizzando l’apposito tondino per smontare la parte superiore della base:

20141014_185350

Particolare dell’interno parte superiore base: sono la vite in ottone e il particolare in delrin che ho dovuto abbassare, alla fresa di precisione, di circa 0.6 mm per togliere l’aria che rimaneva sotto. Consiglio, per chi ha amici in grado di fare questa modifica, di NON esagerare altrimenti dopo c’è il rischio che la ghiera dell’aria rimanga bloccata quando si serra il tutto.

20141014_185433

Particolare interno della parte inferiore della base: quel piattello centrale è collegato al pin e trasmette il positivo. Il pin è regolabile.

20141014_185440

Particolare della base vista da sotto:

20141014_185508

Vista laterale dell’assieme base con ghiera di regolazione dell’aria:

20141014_185524

Vista tutto intero:

20141014_185614

Da sinistra: Unknown Atomizer, Russian v2, Rose v2, Russian 91%, Kraken clone FT.

20141014_185733

RIGENERAZIONE

La rigenerazione di questo atom io l’ho fatta solo con la mitica wick e al cotone non c’ho manco pensato !
In linea di massima ho fatto diverse prove a doppia e quadrupla wick ma alla fine ho convenuto che questa fosse la migliore:

20141014_193007

In pratica una semplice wick avvolta a tre (come per il Kayfun e il nodo ad S, per capirsi) e passando gli anelli tra le asole della wick poi dopo vado a tagliare la wick al filo della ghiera esterna, come vedrete nel video.

Non è la più facile ma come dicevo è quella che per me rende di più. C’è più wick a centro resistenza rispetto, per esempio, ad utilizzare 2 wick in parallelo anche se le due wick in parallelo sono di gran lunga più facili da gestire nel contesto di rigenerazione. Insomma vedete voi.

COME FUNZIONA ?

Bene funziona ! In tutti i modi in cui l’ho rigenerato questo Rose v2 è sempre andato, un pò più e un pò meno bene ma è sempre andato.
Abbondare con la wick NON paga (secondo me) e lasciare una singola wick da 2.5 per ogni asola è la soluzione che garantisce la migliore alimentazione.
Cosi facendo questo Rose v2 regge senza problemi wattaggi ben superiori anche al Kayfun, permettendo di svapare a 14-15w senza troppi problemi.
La regolazione del liquido c’è ma in linea di massima una volta svitato il tip di 1-2 giri poi non serve toccare più nulla. Se chiaramente c’è la sensazione che si stia allagando ben allora basta avvitarlo e il gioco è fatto.
La nota “dolente” è sull’aria: a conti fatti anche aprendo tutto il foro non è che sia cosi particolarmente arioso. Io mi sono arrangiato, nel senso che per me è ok però chi cerca un tiro bello aperto forse non lo amerà (!).

Parlando di resa posso dire che la resa aromatica è buona ma non mi ha “stupito”: nel senso che da un sistema ceramico mi sarei aspettato di più. Sicuramente funziona meglio del Kayfun parlando di resa aromatica ma non è che la differenza sia cosi marcata. Mi rimane anche difficile fare un confronto con il Magoo/Ithaka: non ce l’ho più ed è troppo tempo che non lo utilizzo e la memoria è quella che è.
La produzione di vapore è buona: come tutti questi sistemi i primi tiri il vapore non è caldissimo ma poi diventa gradevole.
L’hit è buono.
Durante il tiro ogni tanto “sibila”. A volte si, a volte no. Pensavo dipendesse da come la wick è sistemata ma la wick non c’entra nulla, lo fa quando gli pare.

La ricarica è però la nota dolente. Tiene 4.5 ml e non è male tuttavia per caricarlo come vedrete nel video si deve usare un qualcosa con ago e si deve smontare la base e caricarlo da sotto, poi al rimontaggio si deve “beccare” filettatura della base e del camino. Non che sia difficile ma che un sistema che da originale costa svariati eurini mi sarei aspettato qualcosa di più serio (mia opinione, s’intende).

Per il resto è piuttosto pesante e il cap in acciaio pieno ne sbilancia in alto il peso, un pò tipo il Taifun tanto per capirsi.
Capisco che l’acciaio faccia figo ma nel contesto un bell’alluminio anodizzato ci sarebbe stato parecchio meglio, togliendo 20-30 gr dalla parte alta dell’atom.

Comunque in linea di massima lo promuovo (parlo del Clone) e consiglio vivamente di provarlo, perché secondo me merita.

Facendo un breve riepilogo di pregi e difetti:

Pregi:
– fattura di ottimo livello per essere un clone;
– ottima dotazione di serie;
– presenta di ceramica rigenerazione senza non resistivo;
– regolazione del liquido;
– regolazione dell’aria;
– ottima costanza di funzionamento;
– regge alti wattaggi senza problemi.

Difetti:
– tip proprietario non sostituibile;
– ariosità limitata per chi predilige un tiro molto aperto;
– è pesantuccio !;
– fischietto durante il tiro … random;
– ricarica un pò macchinosa;
– particolare inferiore della base (di cui sopra) non fatto bene.

Ne riparleremo più avanti con la solita video recensione.

Aggiornamento del 21/10/2014: agg.x1 Promosso – Videorecensione.

Come intuibile alla fine questo clone del Rose v2 è nel suo complesso promosso.
Ma deve essere chiara una cosa.
L’avrei voluta dire nel video ma 100 ne pensi e 1 ne fai (ahimé, spesso mi capita !) è andata che non l’ho detta … ossia che la promozione è riferita in modo unico ed esclusivo a questo clone. Insomma la promozione è per il clone pagato 20 € nonostante qualche difettuccio qua e là.

Però se avessi speso i 140-160 € che costa l’originale ahimé una promozione probabilmente non sarebbe mai arrivata.
Non sarebbe mai arrivata perché:
– se su un oggetto da 20 € può starci di doverlo ricaricare in quel modo, in un prodotto da 150 € no, proprio non ci sta;
– perché è pesante e lungo e in particolare nel cap non è stata fatta alcuna ottimizzazione dei pesi e pesa tantissimo “di testa”;
– perché il tip non posso cambiarlo.
E se anche l’originale dovesse fischiare ci metterei pure questo difetto ma probabilmente l’originale non fischia (cioè, voglio sperarlo !).

In parole povere tra un Kayfun Lite Plus da 75 € e un Rose v2 da 150 € io non avrei dubbi, andrei di Kayfun (a occhi chiusi).

Questo clone per quel costa io lo consiglio vivamente.
E’ una spesa ridicola che vi permette anche di fare esperienza.
La rigenerazione probabilmente è un pò pallosa ma lo svapo è nel complesso appagante.

La video recensione:


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


39 commenti su “Rose v2 Atomizer by Eden Mods … Clone: agg.x1: Promosso ! (Videorecensione)

  • PrincipeLele

    Io ho preso quello di FT ma sto diventando scemo per trovare il giusto setup, in cotone e one coil diciamo. Mi perde di continuo

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Non so come aiutarti !
      Perché il mio non viene da Fasttech.
      Sentiamo se Angelox sa qualcosa.
      Cmq a vedere dalle foto direi il primo …

  • carminoh

    Se puo’ aiutare rispondo sia a principe che a frik:
    io ho preso il primo,https://www.fasttech.com/products/0/10009626/1849800-rose-v2-styled-rebuildable-tank-atomizer-3-7ml, è brutto quanto il peccato, non ci puoi cambiare il tip e a mi piaceva metterci quello che mi pare, pesa uno stonfo, però …… non c’è verso di farlo perdere. Ho fatto di tutto, l’ho messo in tutte le posizioni, ho addirittura svitato completamente il camino e l’ho riavvitato, nemmeno una piega. Non sono uno in grado di dare consigli a nessuno, ma principe, direi che o il tuo è difettoso o non hai strinto bene o ti sei dimenticato qualche oring.

    • PrincipeLele

      Ho rifatto la res con la wick, prima usavo cotone idrofilo. Il fatto è che fatta la res è facile posizionarla senza ne wick ne cotone e dopo inservi dentro ciò che si vuole. Più complesso, e si rischia di rovinare quelle belle spire, se si inserisce nella sede del Rose dopo avvolta (in wick o cotone).

      Il cotone era decisamente più facile da inserire, la wick meno. Dopo un primo tentavio (come Mc insegna) creando la coil con una punta da 2mm ed inserendo wick da 2mm (quella da 1,5 era trooooppo piccola) ho ripiegato nel creare la coil avvolgendola direttamente sulla wick.

      Beh così funziona e non perde, ma è comunque difficile sistemarla nella sede e trovare la giusta angolazione per infilarla poi nelle asole..

      Senza considerare che, si fa un errore, tenendo fra pollice ed indice due pezzi di wick. Automaticamente viene di metterli uno sopra l’altro, in verticale diciamo. Si fa la res intorno, poi però nella sede dovremmo metterli in orizzontale. Ecco piega di qua, smuovi di la e sistemi i piedini, ma ragazzi…. ufff…..

  • Kanarus

    Cosi a stima però direi che il primo costa leggermente meno del secondo anche se ha in più il martello di Thor 🙂 poi nel secondo c’è scritto clone 1:1 mentre nel primo no… (e anche vero che fino a pochi giorni fa il primo costava di più e ora hanno abbassato il prezzo)… insomma che dire… io a naso prenderò il secondo. Ebbene si rinuncio al martello di Thor!!!

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Aspetta il video … poi capirai che il martello è must to have.

  • angelox
    angelox

    Ciao. Quello del GDA è questo

    http://www.alibaba.com/product-detail/2014-Lambo-crazy-sell-rda-rba_60018206262.html?s=p

    Come già detto da carminoh e da Kanarus sono sostanzialmente uguali.
    Uno ha anche la base, pur costando meno.
    La cosa da tenere in conto è anche la finitura, a mio avviso.
    Uno è Polished (lucido) l’altro è Brushed (satinato).
    Io sarei più propenso per il satinato per un fatto puramente estetico, anche se, vedendo anche le foto di Michele, le didate si vedono lo stesso.

    Non trovo più il link … ma so che è uscita una versione con un mouthpiece e top cap cambiata. Hanno svuotato il cap e inserito una oring, accorciato il mouthpiece. La capienza rimane intorno ai 3,5ml pur accorciandosi di circa 5mm. Un pò come il Magoo. Se ritrovo il link lo posterò.

  • doncamillo

    E’ identico al mio … non è male … ma per chi come me predilige la praticità … beh .. è un tantino troppo ferruginoso da gestire 🙂
    A me il martello serve eccome: le ceramichine entrano SFORZATISSIME!

  • Sting71

    Molto noiosa la rigenerazione, azzeccare i buchi con uno 0,20 non è immediato, ma si alimenta bene con 3 wick da 2,5 nel centro, svapo soddisfacente.
    La res mi viene Alta con lo 0,20, 4 spire mi è venuta di 2,4 ohm. Purtroppo i buchi sono lontani dal centro Res…
    Per ricaricare ho inclinato atom in mano e ho verso con l’altra mano la boccetta, un po’ rozzo ma efficace.
    Anche a me sibila quando vuole lui….

    Credo che lo terrò…

  • Stefano M.

    Ciao Michele, confermo le tue opinioni su questo atom, io lo uso con 2 wick da 2,5 e Kantal A1 da 0,22 ma siccome sono imbranato non sono riuscito a fare la tua rigenerazione 🙁 ….aspetterò il video come sempre..
    Vorrei capire quanti ohm ti viene con 5 giri di Kantal 0,20 su tre wick da 2,5 ? A me con 5 giri mi supera 3 ohm!!!

    Stefano M.

  • Sting71

    Help!!!
    Ho fatto la res come nelle tue foto, ottima resa, nessun allagamento, ma dopo 24 ore, poco meno di 2 tank, la res è già sporca…
    Scarsa alimentazione?
    Eppure lo svapo era molto aromatico!
    Kanthal 0,20 di scarsa qualità?
    Wick di scarsa qualità?
    Cosa ne pensi?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Che vuol dire che era già sporca ?
      A me dopo 2 ml è già appena annerita. E allora ? 🙂
      L’importante è che funzioni 😀

      • Sting71

        certo che funziona, ma la resa aromatica è già calata.
        e dopo così pochi ml mi ha fatto pensare che ci fosse qualcosa di sbagliato
        nel mio setup.
        non vorrei dover rigenerare ogni 2 giorni 🙁

        • mc0676 L'autore dell'articolo

          No, non va bene allora.
          Si irrorava poco o usavi un liquido con organico forse ?

          • Sting71

            no, non era organico.
            io credo sia irrorata bene la res, perchè non ho preso steccate, e l’aroma è sempre stato presente.
            Sto usando del kanthal anonimo, nel senso che mi è stato regalato e so solo che è uno 0,20.
            wick da 2,5, una x asola, + 1 sfilacciata che si divide nelle 2 asole (fiocchetto a S)
            forse la wick non è il massimo, oggi mi arriva quella di xxxxxbar e provo a rifare tutto.
            pensavo di mettere 2 fili da 1,5 x asola, dovrebbe/potrebbe alimentarsi meglio.

            • mc0676 L'autore dell'articolo

              Prova si a rifare la res con materiali noti per vedere come si comporta.
              Io obbiettivamente non ho notato un degrado accelerato della res.

  • Nessuno89

    Ciao Michele,
    Ti seguo spesso, sia qui nel blog che su youtube. E’ la prima volta che scrivo quindi, piacere sono Luca.
    So di andare un pelo in offtopic ma mi chiedevo se i drip tip che usi sui tuoi atom li compri sempre da FT (quelli bianchi in derlin presumo).
    Io ne ho comprate solo uno in ceramica, ma ci balla un po dentro al kf lite plus.
    Scusa l’intromissione.. Buona giornata!

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Ciao,
      quello li che vedi me lo sono fatto ma in giro si trovano di simili :).

  • angelox
    angelox

    Ciao Michele.
    Solo per informazione a tutti. Tutti e 6 i Rose arrivati, tra cui il tuo, presentano quel difettuccio alla base della regolazione dell’aria.
    Non ti ho mandato quindi l’unico solato. 😀

    Come promesso nel mio precedente commento, ho trovato il link di quel Rose in cui è stato modificato il cap superiore e il camino.

    http://www.alibaba.com/product-detail/Pallas-new-product-2014-rose-v2_60073212831.html

    A mio avviso, a occhio, non è rifinito benissimo.
    Se posso permettermi di lasciare il mio parere … a me questo Rose piace.
    Certo … rigenerare un Russian è forse più immediato ma per chi, come me, ha avuto una lunga esperienza di svapo con il Magoo sarà una passeggiata.
    Spero che esca qualche variante su FT che mi permetta di alleggerirlo un po’.
    Alla prossima.

  • Arnaldo Zanchi

    Per la ricarica è possibile utilizzare il buco grosso che c’è sullo stand opposto a quello filettato del 510. Si infila il drip tip e lo si ricarica senza doverlo tenere in mano. Per avvitare poi la base è invece necessario tenerlo. Vantaggio che ti regoli meglio sul livello massimo da raggiungere con il liquido

  • Sting71

    Nel video carichi 4-4,5 ml di liquido, ma sulla pagina ufficiale del rose parlano di 3.7 ml di capacità…..
    che sia diverso l’originale???

    inoltre ho scoperto l’esistenza del kit nano, qui chiamato stumpy kit,
    riduce di 0,2 la capacità in ml (quindi 3,5) ma le dimensioni diventano inferiori al kayfun
    http://i.imgur.com/mejuWZIl.jpg

    ovviamente lo stumpy kit è introvabile e costa come un nuovo rose 🙂

  • ROBY289

    Michele scusami se vado off topic ma la curiosità è tanta, con che batteria provi la resistenza del Rose nel video ?
    E’ una tua nuova creazione?
    Grazie.

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      No è l’eleaf istick ! 😀
      Magari fossi bravo fino a quel punto eheehe !

      • ROBY289

        Ci hai abituati troppo bene! A te, nulla é impossibile da realizzare, figuriamoci una mini box mod.
        Un saluto.

  • alefuz

    ciao michele , volevo segnalarti che è uscito il rose v3 che ha la possibilità ti mettere il tip preferito quindi non proprietario come questo, ed è anche stato allegerito, difetti che nell’articolo segnali …. ciao e come sempre complimenti ….

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      si si visto grazie 🙂
      non ci si fa a stargli dietro eheheh

  • su-iddanoesu

    Ciao Michele, hai visto che è uscita la versione v3?
    Domanda, secondo te è fattibile per la ricarica del rose fare un forellino in alto con un tappino in silicone? tipo il cup per il kay per capirci, sarebbe una bella miglioria per non dover smontare tutto ad ogni ricarica…

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      probabilmente funziona, ma sono sicuro che arriverà un cap di refill come quello che han fatto per il kayfun.

  • Yuri

    Ciao Michele!

    Ormai per me sei un punto di riferimento… non riesco a prendere nessun’altro con serietà,
    per cui ti rinnovo i miei complimenti per la chiarezza e completezza delle informazioni che dai, sempre molto utili ed affidabili.

    Ho preso un clone Rose V2 della Tobeco che sembra essere molto simile a quello che mostri, tranne per le filettature della sede che ospita la ceramica (sulla quale viene avvitato il camino) che sembrano un pò grossolane nella rifinitura intorno alle asole.
    Il punto è che mi domandavo se anche il tuo fosse Tobeco o che tu sappia se come Clone sia valido.

    In’oltre volevo chiederti se conviene bollirlo prima di utilizzarlo e nel caso se fosse sufficiente togliere le Oring oppure va smontata la base e tolto altro.

    Poi anche se qui non non c’entra nulla mi permetto di chiederti se hai avuto modo di sapere o sentire come si comporta anche il clone Taifun GT Hcigar.

    Ti Ringrazio per la pazienza.

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Ciao grazie.
      Il mio clone guarda ho chiesto per mari e monti ma non mi han saputo dire chi fosse il produttore purtroppo !
      Per il lavaggio, io toglierei sempre le orings però quelle non bollirle, lavale con sapone e acqua calda che il troppo caldo potrebbe pure farle dilatare.
      Il T. GT HCigar non ho avuto modo di provarlo mi spiace.

      • Yuri

        Grazie Michele per la gentilezza e la tempestività della tua risposta…

        Ho rigenerato ieri per la terza volta il Rose V2 Tobeco con il tuo stesso Setup ( per la terza volta non perchè avessi avuto difficoltà o perchè non andasse bene con il tuo metodo, ma semplicemente perchè non capivo il motivo dei continui ed eccessivi sbalzi nel valore della resistenza causati da una torretta di fissaggio che ballava nella sede perchè la vite posta alla base era lenta ) Dopo aver capito e risolto il difetto devo dirti che è davvero eccezionale!!

        Non ne ho provati altri, ma con i tuoi so che vado tranquillo e riesco in ogni caso a sfruttare bene il device.

        Ancora grazie per il tuo prezioso contributo e a presto!

        P.s. Devo ancora rigenerare il T. GT HCigar che mi è arrivato ma sono certo che anche quello con il tuo setup sarà una cannonata!! Magari ti faccio sapere non appena avrò modo di Provarlo.

I commenti sono chiusi.